La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

WORKSHOP 2014. La disciplina normativa del rapporto di lavoro e le principali forme contrattuali per i neo-laureati Dott. Mario Taurino.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "WORKSHOP 2014. La disciplina normativa del rapporto di lavoro e le principali forme contrattuali per i neo-laureati Dott. Mario Taurino."— Transcript della presentazione:

1 WORKSHOP 2014

2 La disciplina normativa del rapporto di lavoro e le principali forme contrattuali per i neo-laureati Dott. Mario Taurino

3 PARTE PRIMA Dalle fonti di diritto al rapporto di lavoro.

4 LA GERARCHIA DELLE FONTI LEGGE REGIONALE LEGGE / ATTI AVENTI FORZA DI LEGGE DIRITTO COMUNITARIO COSTITUZIONE

5 COS’E’ IL DIRITTO DEL LAVORO?  E’ la branca del diritto che studia la disciplina e i problemi attinenti al rapporto di lavoro, nonché tutte le tematiche ad esso collegate.  Il suo nucleo centrale è contenuto nel LIBRO V° DEL CODICE CIVILE DEL 1942.

6 LA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA

7 CONTENUTO DEL CONTRATTO COLLETTIVO PARTE ECONOMICA PARTE NORMATIVA PARTE OBBLIGATORIA

8 I LIVELLI DELLA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA Accordi interconfederali Contratto collettivo nazionale (CCNL) Contratto territoriale Contratto aziendale

9 …..QUINDI….. CONTRATTO INDIVIDUALE CONTRATTO COLLETTIVO (* Si rimanda alla precedente gerarchia) LEGGE Il contratto collettivo sottostà alla legge e non può essere peggiorativo rispetto ad essa. Solo la legge stessa può consentigli di essere tale.

10 IL CONTRATTO INDIVIDUALE  Rispetto al contratto collettivo vige il principio di INDEROGABILITA’ “IN PEIUS”;  Il contratto individuale può contenere un RICHIAMO al contratto collettivo che può essere: FORMALE MATERIALE

11 IL RAPPORTO DI LAVORO

12 TIPOLOGIE DI RAPPORTO DI LAVORO Rapporto subordinato Rapporto Parasubordinato Lavoro autonomo

13 IL RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO E' prestatore di lavoro subordinato chi si obbliga mediante retribuzione a collaborare nell'impresa, prestando il proprio lavoro intellettuale o manuale alle dipendenze e sotto la direzione dell'imprenditore (Art c.c.)

14 RIPOSO SETTIMANALE FESTIVITA’ FERIE PERMESSI

15 IL RAPPORTO DI LAVORO PARASUBORDINATO  Per anni è rimasto in un vero e proprio LIMBO NORMATIVO fino all’entrata in vigore del Dlgs 276/03 (Riforma Biagi);  Fino all’arrivo della Biagi, la mancanza di una norma che definisse l’istituto venne supplita dalla GIURISPRUDENZA e dalla DOTTRINA.

16 ART. 409 C.P.C.: GLI ELEMENTI DELLA COLLABORAZIONE L’attività deve essere prestata in via CONTINUATIVA da parte del collaboratore: con una PERIODICITA’ nel tempo fissata e predeterminata dai contraenti e con FINALITA’, nei confronti del committente, predeterminate e non episodiche CONTINUATIVITA’ PROGRAMMAZIONE NEGOZIALE OPERATA DALLE PARTI. La prestazione resa è caratterizzata dall’esistenza di un PROGRAMMA CONCORDATO DALLE PARTI, nel quale LA PRESTAZIONE STESSA SI INSERISCE COME MEZZO COORDINAMENTO La prestazione deve essere PREVALENTEMENTE PERSONALE PREVALENTE PERSONALITA’

17 LA LETTERA D’ASSUNZIONE  Deve essere consegnata in FORMA SCRITTA al lavoratore, entro 30 giorni dall’assunzione (Dlgs 152/1997, art.1);  Deve riportare tutte le INFORMAZIONI RELATIVE AL RAPPORTO DI LAVORO.

18 GLI ISTITUTI DI PREVIDENZA E DI ASSICURAZIONE INPS (Istituto Nazionale Previdenza Sociale) INAIL (Istituto Nazionale Assicurazione infortuni sul Lavoro)

19 LIBRO UNICO DEL LAVORO (LUL)  Istituito dal DL 112/08  Sono iscritti tutti i lavoratori subordinati (o collaboratori parasubordinati)  E’ composto da: 1)Parte anagrafica e di rapporto di lavoro; 2)Busta paga; 3)Calendario presenze.

20 LUL DI LAVORATORE SUBORDINATO


Scaricare ppt "WORKSHOP 2014. La disciplina normativa del rapporto di lavoro e le principali forme contrattuali per i neo-laureati Dott. Mario Taurino."

Presentazioni simili


Annunci Google