La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 IL SISTEMA SANZIONATORIO L’ILLECITO. 2 IL SISTEMA SANZIONATORIO IL PRESUPPOSTO PER L’APPLICAZIONE DI UNA SANZIONE E’ LA SUSSISTENZA DI UN ILLECITO SOFFERMIAMOCI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 IL SISTEMA SANZIONATORIO L’ILLECITO. 2 IL SISTEMA SANZIONATORIO IL PRESUPPOSTO PER L’APPLICAZIONE DI UNA SANZIONE E’ LA SUSSISTENZA DI UN ILLECITO SOFFERMIAMOCI."— Transcript della presentazione:

1 1 IL SISTEMA SANZIONATORIO L’ILLECITO

2 2 IL SISTEMA SANZIONATORIO IL PRESUPPOSTO PER L’APPLICAZIONE DI UNA SANZIONE E’ LA SUSSISTENZA DI UN ILLECITO SOFFERMIAMOCI QUINDI SUL CONCETTO DI ILLECITO

3 3 IL SISTEMA SANZIONATORIO L’illecito configura sempre la violazione di una norma Pertanto, ci saranno sempre Soggetto attivo è l’autore della violazione Oggetto giuridico è il bene protetto dal diritto Soggetto passivo è la persona offesa dall’illecito

4 4 IL SISTEMA SANZIONATORIO L’ILLECITO PUÒ ESSERE PENALE CIVILE O AMMINISTRATIVO LA DIVERSA CONNOTAZIONE DIPENDE DALLA NATURA DELLA NORMA VIOLATA E QUINDI DALL’IMPORTANZA DEL BENE PROTETTO

5 5 IL SISTEMA SANZIONATORIO Ogni illecito, sia esso penale civile o amministrativo, contiene al proprio interno un elemento oggettivo un elemento soggettivo

6 6 IL SISTEMA SANZIONATORIO ELEMENTO OGGETTIVO DELL’ILLECITO CONDOTTA è il comportamento tenuto dall’autore dell’illecito commissiva omissiva

7 7 IL SISTEMA SANZIONATORIO ELEMENTO OGGETTIVO DELL’ILLECITO L’EVENTO è la conseguenza derivante dalla condotta dell’agente

8 8 IL SISTEMA SANZIONATORIO ELEMENTO OGGETTIVO DELL’ILLECITO IL NESSO DI CAUSALITÀ è il nesso che deve esistere tra la condotta e l’evento

9 9 IL SISTEMA SANZIONATORIO ELEMENTO SOGGETTIVO DELL’ILLECITO DOLO l’evento è preveduto e voluto dall’agente come conseguenza della sua azione od omissione COLPA l’evento, anche se preveduto, non è voluto dall’agente (negligenza, imprudenza, imperizia ovvero violazione di leggi, regolamenti, ordini o discipline) PRETERINTENZIONE dall’azione o dall’omissione deriva un evento dannoso o pericoloso più grave di quello voluto dall’agente (solo diritto penale) RESPONSABILITÀ OGGETTIVA prescinde dal dolo o dalla colpa e si basa sul solo nesso di causalità (solo penale e civile)

10 10 IL SISTEMA SANZIONATORIO ELEMENTO SOGGETTIVO DELL’ILLECITO L’IMPUTABILITÀ è il presupposto della colpevolezza, cioè l’autore della violazione deve essere una persona capace di intendere e di volere

11 11 IL SISTEMA SANZIONATORIO ELEMENTO SOGGETTIVO DELL’ILLECITO L’IMPUTABILITÀ IN CAMPO PENALE E AMMINISTRATIVO l’accertamento dell’imputabilità è ancorato a criteri predeterminati di esclusione della capacità di intendere e di volere, previsti dal codice penale (Titolo IV Capo I) – es. infermità di mente, ubriachezza ecc. IN CAMPO CIVILE l’imputabilità non è ancorata ad alcun criterio predeterminato; sarà il giudice a stabilire caso per caso se il soggetto è capace di intendere e di volere, a prescindere dalla capacità legale

12 12 IL SISTEMA SANZIONATORIO ELEMENTO SOGGETTIVO DELL’ILLECITO AMMINISTRATIVO la violazione deve essere cosciente e volontaria è sufficiente la consapevolezza di porre in essere il comportamento da sanzionare, sia esso doloso o colposo

13 13 LA NON COLPEVOLEZZA IPOTESI CHE ESCLUDONO LA RESPONSABILITÀ  MINORE DI ANNI 18 (presunzione assoluta di incapacità)  MAGGIORE DI ANNI 18 incapace di intendere e di volere L’onere di dimostrare lo stato di incapacità psichica grava sul soggetto che ha commesso la violazione IL SISTEMA SANZIONATORIO LEGGE 689/1981 art. 2

14 14 IL SISTEMA SANZIONATORIO FORME DI MANIFESTAZIONE DELL’ILLECITO illeciti commissivi (attivi) illeciti omissivi illeciti misti illeciti permanenti illeciti continuati illeciti a effetti permanenti

15 15 IL SISTEMA SANZIONATORIO PLURALITÀ DI PERSONE NELL’ILLECITO E PLURALITÀ DI ILLECITI determinano le due diverse situazioni di CONCORSO DI PERSONE NELL’ILLECITO CONCORSO DI ILLECITI

16 16 IL SISTEMA SANZIONATORIO CONCORSO DI ILLECITI CUMULO GIURIDICO CUMULO MATERIALE LEGGE 689/1981 art. 8

17 17 IL SISTEMA SANZIONATORIO CONCORSO DI ILLECITI CUMULO GIURIDICO Un soggetto viola, con un’unica azione od omissione, più volte la stessa disposizione o più disposizioni che prevedono sanzioni diverse Si applica la sanzione prevista per la violazione più grave alla quale si somma un decimo degli importi delle singole sanzioni fino ad un massimo del triplo della sanzione più elevata

18 18 IL SISTEMA SANZIONATORIO CUMULO MATERIALE Un soggetto viola, con più azioni od omissioni, più disposizioni Si applicano tante sanzioni quante sono le violazioni CONCORSO DI ILLECITI

19 19 CONCORSO DI PERSONE ciascuno ha un’autonoma responsabilità e soggiace alla sanzione ILLECITO REALIZZATO DA DUE O PIÙ PERSONE IL SISTEMA SANZIONATORIO LEGGE 689/1981 art. 5

20 20 IL SISTEMA SANZIONATORIO L’ILLECITO PUÒ ESSERE PENALE CIVILE O AMMINISTRATIVO LA DIVERSA CONNOTAZIONE DIPENDE DALLA NATURA DELLA NORMA VIOLATA E QUINDI DALL’IMPORTANZA DEL BENE PROTETTO

21 21 IN GENERALE UNA SANZIONE PUÒ ESSERE PENALE CIVILE AMMINISTRATIVA IL SISTEMA SANZIONATORIO

22 22 IL SISTEMA SANZIONATORIO SANZIONE PENALE è la conseguenza di un reato Si applica nei casi di violazioni di norme che tutelano interessi prioritari o fondamentali dello Stato e della Società Si concretizza in una pena pecuniaria o detentiva

23 23 IL SISTEMA SANZIONATORIO competente ad irrogare la sanzione penale è L’AUTORITÀ GIUDIZIARIA

24 24 SANZIONE CIVILE SI APPLICA NEI CONFRONTI DI COLORO CHE CON IL LORO COMPORTAMENTO GENERANO AD ALTRI UN DANNO DI NATURA PATRIMONIALE IL SISTEMA SANZIONATORIO

25 25 SANZIONE CIVILE pertanto, il funzionario accertatore individuerà i presupposti e la tipologia della sanzione per la sua conseguente applicazione IL SISTEMA SANZIONATORIO

26 26 IL SISTEMA SANZIONATORIO SANZIONE AMMINISTRATIVA si applica nei casi di violazioni di minore rilievo relative all’inosservanza di obblighi sussistenti nei confronti della Pubblica Amministrazione

27 27 IL SISTEMA SANZIONATORIO SANZIONE AMMINISTRATIVA compito del funzionario è accertare i presupposti per l’applicazione di questo tipo di sanzione, individuarla e previa diffida, ove si possa, irrogare la sanzione

28 28 IL PRINCIPIO DI LEGALITÀ LA RISERVA DI LEGGE DETERMINATE MATERIE, INDIVIDUATE A LIVELLO COSTITUZIONALE, SONO RISERVATE IN VIA ESCLUSIVA ALLA POTESTÀ LEGISLATIVA PRIMARIA IL SISTEMA SANZIONATORIO

29 29 IL PRINCIPIO DI LEGALITÀ DIVIETO DEL RICORSO AL PROCEDIMENTO ANALOGICO IRRETROATTIVITÀ PER CIÒ CHE CONCERNE LA SUCCESSIONE DELLE LEGGI COROLLARI NE SONO IL SISTEMA SANZIONATORIO

30 30 IL PRINCIPIO DI PERSONALITÀ DELLA PENA La sanzione deve far carico ad una persona fisica e non è trasmissibile (Cost. art. 27) IL SISTEMA SANZIONATORIO

31 31 IL PRINCIPIO DI LEGALITÀ LA TASSATIVITÀ CHIAREZZA E COMPRENSIVITÀ DELLA FATTISPECIE (MIRA A EVITARE APPLICAZIONI GIURISPRUDENZIALI NON STRETTAMENTE RICONDUCIBILI ALLA FORMULAZIONE LETTERALE) DIVIETO DI ANALOGIA IN MATERIA PENALE IL SISTEMA SANZIONATORIO

32 32 IL PRINCIPIO DI LEGALITÀ LA IRRETROATTIVITÀ SUCCESSIONE DELLE LEGGI PENALI NEL TEMPO COSTITUZIONE ART. 25 SECONDO COMMA ART. 2 CODICE PENALE Retroattività dell’abolitio criminis Modificazione in senso più favorevole al reo IL SISTEMA SANZIONATORIO

33 33 LA NORMA PENALE è la norma giuridica con la quale lo Stato sanziona con una pena le condotte umane ritenute lesive di principi o doveri giuridici fondamentali SANZIONE PRECETTO SANZIONE PENALE TUTTA LA MATERIA DEI REATI É DISCIPLINATA DALLE NORME PENALI IL SISTEMA SANZIONATORIO

34 34 IL SISTEMA SANZIONATORIO IL PRECETTO È IL COMANDO O DIVIETO DI COMPIERE UNA DATA AZIONE OD OMISSIONE CONTIENE LA FATTISPECIE ASTRATTA, CIOÈ LA DESCRIZIONE DEL FARE O NON FARE nei reati a condotta omissiva assume la forma di COMANDO nei reati a condotta commissiva assume la forma di DIVIETO PRECETTO

35 35 IL SISTEMA SANZIONATORIO NORME PENALI IN BIANCO SONO NORME CHE NON CONTENGONO LA DESCRIZIONE DELLA CONDOTTA PENALMENTE RILEVANTE MA SOLO LE CONSEGUENZE SANZIONATORIE IL PRECETTO È INTEGRATO DAI SINGOLI PROVVEDIMENTI AUTORITATIVI INDIRIZZATI NON AD UNA GENERALITÀ DI DESTINATARI MA A SOGGETTI SINGOLI INDIVIDUATI O INDIVIDUABILI

36 36 IL PRINCIPIO DI LEGALITÀ mutuato dall’art. 25 della Costituzione IL SISTEMA SANZIONATORIO “Nessuno può essere assoggettato a sanzioni amministrative se non in forza di una legge che sia entrata in vigore prima della commissione della violazione” Analogamente per le sanzioni amministrative …

37 37 IL SISTEMA SANZIONATORIO ciò comporta che il campo di applicazione delle sanzioni amministrative è ammesso solo per i fatti previsti da leggi, decreti legge e decreti legislativi nei riguardi di soggetti indicati dalla legge per le sanzioni previste dalla legge IL PRINCIPIO DI LEGALITÀ

38 38 IL PRINCIPIO DI LEGALITÀ l’assoggettamento alla legge del tempo in cui si è verificato (tempus regit actum) con conseguente inapplicabilità della disciplina posteriore più favorevole, senza che possano trovare applicazione analogica i principi di cui all’art. 2, comma 2, 3 del codice penale IL SISTEMA SANZIONATORIO specificità per l’illecito amministrativo

39 39 IL PRINCIPIO DI SPECIALITÀ MUTUATO DALL’ART. 15 DEL CODICE PENALE FATTO PREVISTO COME VIOLAZIONE PENALE E COME ILLECITO AMMINISTRATIVO PREVALE NORMA SPECIALE (SANZIONE AMMINISTRATIVA) IL SISTEMA SANZIONATORIO

40 40 IL PRINCIPIO DI SOLIDARIETÀ Accanto alla persona fisica che ha commesso la violazione può esistere l’obbligato solidale Accresce la garanzia di pagamento della sanzione È destinatario eventuale della contestazione notificazione IL SISTEMA SANZIONATORIO


Scaricare ppt "1 IL SISTEMA SANZIONATORIO L’ILLECITO. 2 IL SISTEMA SANZIONATORIO IL PRESUPPOSTO PER L’APPLICAZIONE DI UNA SANZIONE E’ LA SUSSISTENZA DI UN ILLECITO SOFFERMIAMOCI."

Presentazioni simili


Annunci Google