La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ottavo Corso di Formazione per i Volontari della RSA “L’Arca” Desio, 13 Maggio 2015 Il volontario capacitante: riconoscere le competenze degli ospiti,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ottavo Corso di Formazione per i Volontari della RSA “L’Arca” Desio, 13 Maggio 2015 Il volontario capacitante: riconoscere le competenze degli ospiti,"— Transcript della presentazione:

1 Ottavo Corso di Formazione per i Volontari della RSA “L’Arca” Desio, 13 Maggio 2015 Il volontario capacitante: riconoscere le competenze degli ospiti, dei familiari e degli operatori in RSA. Dott. Daniele Pesenti

2 Definizione L’Approccio Capacitante è una modalità di relazione interpersonale che si basa sul Riconoscimento delle Competenze elementari dell’interlocutore e che ha per fine una convivenza sufficientemente gratificante tra anziani, operatori e familiari. Si tratta di un metodo specifico e concreto per permettere alla persona anziana, qualsiasi sia la sua capacità cognitiva, di esprimere il massimo delle sue potenzialità, con semplicità. L’Approccio Capacitante valorizza la dignità della persona.

3 L’Approccio Capacitante L’Approccio Capacitante si pone un nuovo obiettivo: l’intervento non parte dal fare ma dall’ascoltare. L’operatore cerca di cogliere il messaggio inviato dall’anziano nel momento in cui si manifesta, così come si manifesta. Non interrompe, non corregge, non giudica.

4 L’Approccio Capacitante vuole creare le condizioni migliori possibili sia per l’anziano fragile che per il malato di Alzheimer. L’obiettivo è che la persona possa fare quello che fa, così come lo fa, senza sentirsi in errore. L’Approccio Capacitante si può realizzare semplicemente con l’uso della parola.

5 Il metodo di riferimento, la base dell’alleanza di lavoro. L’Approccio Capacitante L’Approccio capacitante è una modalità di relazione interpersonale che si basa sul Riconoscimento delle Competenze elementari dell’interlocutore. In geriatria l’Approccio Capacitante è una modalità di intervento che vuole creare nei luoghi di vita degli anziani fragili un ambiente in cui essi possano esercitare le Competenze elementari così come effettivamente fanno, senza sentirsi in errore, con l’obiettivo di favorire una convivenza sufficientemente serena tra anziani, operatori, volontari e familiari.

6 Le competenze elementari Le Competenze elementari sono cinque: La competenza a parlare, cioè a produrre e scambiare parole, indipendentemente dal loro significato. La competenza a comunicare, mediante il linguaggio verbale, paraverbale (timbro, tono e volume della voce) e non verbale. La competenza emotiva, cioè la competenza a provare emozioni, a condividerle e a riconoscere quelle dell’interlocutore. La competenza a contrattare sulle cose che riguardano la vita quotidiana. La competenza a decidere, anche in presenza di deficit cognitivi e in contesti di ridotta libertà decisionale.

7 L’Approccio capacitante si propone di creare un ambiente favorevole a questo processo in cui tutti gli operatori, i volontari e gli stessi familiari siano artefici consapevoli di nuove relazioni rassicuranti e affettivamente significative. L’operatore e il volontario capacitante sono consapevoli della necessità, per il nuovo ospite, di trovare nuove figure di attaccamento. Proprio noi potremmo diventare una di queste.

8


Scaricare ppt "Ottavo Corso di Formazione per i Volontari della RSA “L’Arca” Desio, 13 Maggio 2015 Il volontario capacitante: riconoscere le competenze degli ospiti,"

Presentazioni simili


Annunci Google