La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Scienze della Formazione Primaria Laboratorio: La risorsa formativa del gioco intelligente. Suor Orsola Benincasa 2005 Ferraro Carla Matricola n° 008002458.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Scienze della Formazione Primaria Laboratorio: La risorsa formativa del gioco intelligente. Suor Orsola Benincasa 2005 Ferraro Carla Matricola n° 008002458."— Transcript della presentazione:

1 Scienze della Formazione Primaria Laboratorio: La risorsa formativa del gioco intelligente. Suor Orsola Benincasa 2005 Ferraro Carla Matricola n° Manna Giorgia Matricola n°

2 In un bel giorno di primavera, la Banda in Gamba era sotto il ciliegio a fare merenda. Quelli della Banda erano cinque. C’era Ada, ape esploratrice. C’era Elio, fortissimo elefante. C’era Ivo, ippopotamo erborista. E poi c’era Otto, un orso dal fiuto straordinario.

3 Ma Ada, Elio, Ivo e Otto erano solo quattro: chi mancava ? Ugo Elio Ada

4

5 Mancava Ugo, uccellino colorato e veloce volatore. Ed ecco che anche lui arrivò: Mamma mia, mamma mia! Cosa c’è, Ugo? Nel paese…nel paese di Chivalà è scomparso il sole!!!

6 -Cos’è successo al paese di Chivalà?- chiese Otto incredulo. Nuvoloni neri coprivano il sole Non c’era più il sole C’era sempre il temporale

7

8 …misero in un sacco pane e miele e partirono… Ma non si può vivere senza il sole! Bisogna andare a Chivalà e vedere quello che si può fare! Partiamo…però portiamoci la merenda!

9 Cammina cammina, arrivarono sulla riva del mare. Ma sull’acqua non si può camminare, allora la Banda in Gamba si fermò. E adesso? Guardate là! Se ci fosse una balena, potremmo farci portare!

10 -Quella cosa grande che soffia, salta e scivola, cos’è?- Una Balena Un Delfino Un’Orca

11

12 Era proprio una balena: Beba la ballerina, che danzava allegra alla musica delle onde. -Aiutaci ad attraversare il mare, per favore!- chiesero quelli della Banda in Gamba. -Saltate su!- disse lei, e quando i cinque le furono in groppa, nuotò verso il largo.

13 Naviga, naviga un giorno videro qualcosa di grosso che galleggiava. Aveva una testa e otto lunghi tentacoli, che si muovevano attorno. Il mare era mosso, ma Beba era forte e sicura, e i cinque non avevano paura. Nemmeno di notte avevano paura, perché la luna illuminava il loro cammino.

14 -Cos’è?- chiese Ada. Una Balena Un Polpo Un’Orca

15

16 -Sissignori, sono Popi, il polpo!- disse quello, fissando i cinque. -E voi, chi siete?- Quelli della Banda si presentarono, e poi chiacchierarono con Popi. Ada e Ugo si posarono sulla testa di Popi, e si fecero trasportare da lui, accanto a Beba. …Era bello viaggiare con i due nuovi amici, nel silenzio fresco del mare.

17 Poi il mare finì: una terra grande si stendeva davanti a loro. -Ciao Popi, ciao Beba! Grazie!- gridarono i cinque. Il polpo e la balena agitarono coda e tentacoli, e si immersero. Da che parte è Chivalà? Da quella parte!

18 La Banda si mise in cammino. Il sole splendeva. Ivo camminava davanti, con Ada sulla testa. Dietro veniva Otto, e poi Elio, con Ugo appollaiato fra le sue grandi orecchie morbide. A un certo punto Ivo si fermò. C’erano dei grossi massi che impedivano il passaggio.

19 -I massi sono caduti dalla montagna- disse Otto guardando in alto. -E adesso, come facciamo?- E senza dire altro, muovendo i massi con la proboscide e spingendoli con la fronte, liberò la strada. Li spostiamo!!!

20 Cammina, cammina, la strada saliva fino a un valico. Quando furono lassù, i cinque si fermarono stupiti. -Andiamo in esplorazione, Ugo!- disse Ada, e insieme volarono giù, nell’aria scura. Non si vede niente! Dov’è la terra? E’ coperta da nuvole nere!

21 Poco dopo l’ape e l’uccellino tornarono. -La gente di Chivalà dice che il paese è buio perché il sole se n’è andato!- disse Ada. -E anche le stelle non ci sono più!- aggiunse Ugo. -E il mare è tutto grigio e fermo!- raccontò l’ape. -Scendiamo alla spiaggia!- disse Elio, agitando le grandi orecchie. -Prima faremo merenda, e poi decideremo cosa fare.

22 Stavano mangiando pane e miele, quando la sabbia si gonfiò, e ne uscì una testa con un grande paio di baffi. -Ma cos’è?- Uno scoiattoloUna talpa

23

24 -Ciao, sono Tea, la talpa!- disse l’animale, tremante e senza fiato. -Che ci fai, qui sulla spiaggia?- chiese Ivo. -Prima abitavo sulla montagna, ma lassù c’è un fumo nero e puzzolente che non mi fa respirare, così sono venuta in riva al mare- rispose Tea. -C’è qualcosa di strano, a Chivalà!- disse Otto, scuotendo la testa. -Sentite, amici, andiamo a parlare con il re di Chivalà- disse Ada.

25 -E chi è il re di Chivalà?- chiese Elio. Rospo Rino Polpo Popi Talpa Tea

26

27 Re Rino era molto triste. -Da molto tempo il sole non splende su Chivalà!- spiegò. -Ci sono sempre nuvole nere nel nostro cielo!- -E da dove vengono le nuvole nere?- chiese Ivo. -Non lo so, però ho un sospetto!- rispose il rospo. -Quale?- Chiesero in coro i cinque. -Che la spiegazione sia sottoterra, dalle parti della talpa Tea- disse il re.

28 -Io sono piccola, quasi invisibile,- disse Ada. -Andrò a dare un’occhiata!- Veloce e silenziosa, Ada s’infilò nella tana della talpa Tea. Per farsi coraggio bisbigliava una canzone. Vola e vola, la galleria era molto lunga, e saliva, e scendeva, andava di qua, andava di là. E poi tornava a salire, salire,salire.

29 All’improvviso Ada si trovò all’aria aperta. Lì, posata su un fiore, c’era una farfalla. Un grosso drago era disteso, e dormiva respirando affannosamente. Chi sei? Fiona,e quello è drago Dodi Io sono Vippi. E io Zizì!

30 -Perché Dodi è così abbattuto?- chiese l’ape. -Perché ha un bruttissimo raffreddore, tossisce sempre, e non riesce a gettare le sue fiamme rosse come una volta!- spiegò Vippi. -Tossisce, tossisce, e dalla gola gli esce solo fumo nero!- disse Zizì. -Dodi non è cattivo, noi lo conosciamo, e siamo qui per fargli compagnia.- -Ora so quello che volevo sapere- disse Ada. –Grazie, amici!-

31 L’ape volò veloce fuori dalla tana, e andò a raccontare alla Banda quello che aveva saputo. Da dove veniva il fumo nero? Dalla gola di Vippi Dalla gola di Dodi Dalla gola Fiona

32

33 Andiamo a dirlo a re Rino! Ivo, tu sei esperto di erbe e miscugli magici, vero? Si, e potrei preparare uno sciroppo per guarire il drago, con l’aiuto degli abitanti di Chivalà!

34 Non c’era tempo da perdere, e la ricerca cominciò… alla Banda in Gamba si unirono tanti nuovi amici… Tutti portarono ad Ivo quello che avevano trovato. Lui gettava gli ingredienti nel pentolone, e alla fine fu pronto uno sciroppo dai mille profumi.

35 -Chi porta lo sciroppo sulla montagna?- chiese re Rino. -Lo portiamo noi!- disse l’aquila. I cinque uccelli arrivarono sopra la bocca del drago. Mamma aquila afferrò il fondo della sacca e la rovesciò. Lo sciroppo cadde nella gola di Dodi. Ora via, presto!

36 E fecero bene, perché Dodi si svegliò, sbadigliò, respirò profondamente, starnutì, e gli uscirono dalla gola bellissime fiamme rosse e gialle. ERA GUARITO. Mentre quelli della Banda in Gamba sedevano con re Rino sulla riva del mare, d’improvviso arrivò un forte acquazzone dovuto allo starnuto di Dodi… Dopo il cielo divenne sempre più azzurro e limpido.

37 Il sole splendeva in alto, forte e caldo, e i colori di Chivalà brillavano attorno. Al tramonto il mare divenne rosso e arancio… …e quando il sole sparì oltre l’orizzonte in cielo si accesero migliaia di stelle luminose, e in quel buio prezioso salì la luna, bianca e stupenda.

38 Gli abitanti del paese di Chivalà erano felici. Portarono a Dodi una caldissima sciarpa a strisce arancio e blu, un maglione ed un costume, affinchè non gli tornasse il raffreddore.

39 Poi il re diede una grande festa in onore della Banda in Gamba. Le cuoche del paese cucinarono una grandissima torta, un’orchestra suonò per ore e ore…

40 Quando la festa finì Ada, Elio, Ivo, Otto e Ugo salutarono gli amici di Chivalà e si misero in cammino per tornare a casa. Non vedo l’ora di fare merenda sotto il nostro ciliegio! Anche noi!!!

41


Scaricare ppt "Scienze della Formazione Primaria Laboratorio: La risorsa formativa del gioco intelligente. Suor Orsola Benincasa 2005 Ferraro Carla Matricola n° 008002458."

Presentazioni simili


Annunci Google