La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lezione 7: Il mercato all’aperto Il mercato all’aperto è ancora oggi una caratteristica di molte città italiane.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lezione 7: Il mercato all’aperto Il mercato all’aperto è ancora oggi una caratteristica di molte città italiane."— Transcript della presentazione:

1 Lezione 7: Il mercato all’aperto Il mercato all’aperto è ancora oggi una caratteristica di molte città italiane.

2 Communicative Objectives  Describe your daily routine and ask others about their routines  Inquire about and express prices  Talk about food and food preferences and quantities  Make request and suggestions; give orders and advice

3 Situazioni (p. 162)  Domandi ad un amico/un’amica a che ora si alza il sabato. Esempio: —A che ora ti alzi il sabato? —Mi alzo alle dieci (presto / molto tardi / a mezzogiorno).

4 Vocabolario (p. 163)

5

6

7 Pronuncia (p. 163)  The letter s has two sounds in Italian, /s/ as in sing and /z/ as in rose.  The sound /s/ is represented by the letters s and ss.  The sound /z/ is represented by the letter s.  In standard Italian, s, is pronounced /z/ when it appears between two vowels (intervocalic s) and before b, d, g, l, m, n, r, and v. I suoni della /s/

8 I cibi (p. 164)

9

10

11  Preparare una cena. Preparate una cena per due persone che avete conosciuto in Italia. Decidete il menù includendo l’antipasto, il piatto principale, il dolce, la frutta e le bevande (drinks). Poi fate una lista delle cose da comprare.

12 I numeri da 100 in poi (p. 166)

13  The plural of mille is mila. It is attached to the preceding number.  Milione (milioni) requires di plus a noun when no other number follows milione (milioni).

14 I numeri da 100 in poi (p. 166)  Quante calorie ci sono in un cucchiaino di zucchero?  E in una fetta di crostata con marmellata?  E in una lattina di aranciata?  Dove sono più calorie, in quattro biscotti secchi o in una fetta di crostata con marmellata?

15 Verbi riflessivi (p )

16  A reflexive verb is a verb whose action refers back to the subject.  Reflexive verbs are always accompanied by a reflexive pronoun: mi, ti, si, ci, vi, si.  The verb itself is conjugated according to the tense and the subject.

17 Verbi riflessivi (p )  Reflexive verbs are more common in Italian than in English. Many Italian reflexives express ideas that are not normally expressed reflexively in English.

18 Verbi riflessivi (p )  The reflexive pronoun generally comes before the conjugated verb. In the infinitive form it is usually attached to the end of the infinitive, which drops the final -e.  In the passato prossimo, reflexive verb always take the auxiliary verb essere. The past participle agrees with the subject.  Dove sono andato. Dica ad un compagno/una compagna tre luoghi dove lei è andato/a la settimana scorsa (ad una festa, al cinema, ad un concerto, a casa, ecc.). Poi dica se si è divertito/a o annoiato/a là. Esempio: —La settimana scorsa sono andato/a in discoteca. —Ah sì? Ti sei divertito/a? —Sì, mi sono divertito/a molto! / No, mi sono annoiato/a. —Perché ti sei divertito/a? (ecc.)

19 Imperativo informale (tu, noi, voi) (p )

20  The imperative is used for commands, pleas, and appeals.  In the imperative, the tu, noi, and voi forms of regular verbs are identical to the corresponding present tense forms with one difference: the final -i of the tu form of –are verbs changes to -a.

21 Imperativo informale (tu, noi, voi) (p )  Negative tu commands are formed with non + infinitive. Negative noi and voi commands use the present tense, as in affirmative commands.  When a reflexive verbs is used in a command, the reflexive pronoun follows and is attached to the verb.  In negative tu commands of reflexive verbs, the infinitive drops the final -e before the pronoun ti, for example: Non lavarti! (but: non ti lavare!)

22 Imperativo informale (tu, noi, voi) (p )  Essere and avere are irregular in the tu and voi forms of the imperative.  Five other verbs—andare, dare, dire, fare, and stare—have irregular tu imperative. The other imperative forms of these verbs are regular, including the negative forms.

23 Imperativo informale (tu, noi, voi) (p )

24  Tre ordini. Dica ad un compagno/una compagna di fare tre cose specifiche. Se esegue (carries out) bene i suoi ordini, tocca a lui/lei (it’s his/her turn) dare ordini a lei! Esempio: —Judy, prendi questa fotografia. Metti la fotografia nello zaino di Francesco e poi va’ fuori.

25 Imperativo formale (lei) (p. 175)

26  Formal commands with lei are used less frequently than other command forms.  The imperative of regular and many irregular verbs is formed by dropping the final -o from the present tense of the io form and adding -i to the stem of –are verbs and -a to the stem of –ere and –ire verbs.

27 Imperativo formale (lei) (p. 175)

28  Dialogo. Uno studente/Una studentessa è andato/a al mercato all’aperto per comprare frutta e verdura per una cena. L’altro studente è il fruttivendolo. Create un dialogo usando imperativi formali come i seguenti. Esempio: Mia dica che cosa… Guardi… Prenda… Mi dia un chilo di… ecc.

29 Partitivi con di (p. 177)

30  The concept some (known as the partitive) is usually expressed in Italian by di + definite article.  The partitive is not used if the quantity is specified.  The partitive is never used in negative sentences and is often omitted in questions.  The partitive can also be expressed with un po’ di with singular nouns and alcuni/e with plural nouns.

31 Partitivi con di (p. 177)  Ingredienti necessari. Cosa le serve (Do you need) per preparare le seguenti cose? Esempio: una buona pizza Mi servono del formaggio, dei pomodori…

32 Conoscere l’Italia: La Liguria (p ) 1.Come si chiama il mare della Liguria? 2.Come si chiamano le catene montuose che si uniscono in Liguria? 3.Qual è il capoluogo della Liguria? 4.Che cosa si coltiva sulle terrazze liguri? E sulla costa? 5.Quali sono le caratteristiche della zona costiera ligure?

33 Conoscere l’Italia: La Liguria (p ) 6.Quali sono alcune cittadine pittoresche della costa ligure? 7. Quale cittadina di villeggiatura preferiscono molti europei? Perché? 8.Perché è caratteristica Portofino? 9. Che cosa rappresenta il mare per la Liguria? Perché?

34 Conoscere l’Italia: Il grande porto di mare (p. 183)  Dia le seguenti informazioni… 1.nome dato a Genova 2.a che cosa è legata la storia genovese 3.chi è la gente di mare 4.attività dei genovesi fin dal Medioevo

35 Conoscere l’Italia: Il grande porto di mare (p. 183)  Dia le seguenti informazioni… 5. tre personaggi famosi nati a Genova 6.condimento tipico di Genova e come viene utilizzato 7.quattro ingredienti del pesto alla genovese


Scaricare ppt "Lezione 7: Il mercato all’aperto Il mercato all’aperto è ancora oggi una caratteristica di molte città italiane."

Presentazioni simili


Annunci Google