La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema 04/01/09 San Matteo Lezione. Visita del san Matteo con il commento di alcune opere rilevanti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema 04/01/09 San Matteo Lezione. Visita del san Matteo con il commento di alcune opere rilevanti."— Transcript della presentazione:

1 Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema 04/01/09 San Matteo Lezione. Visita del san Matteo con il commento di alcune opere rilevanti

2 04/01/09 La sala delle croci dipinte Polittici in legno San paolo di Masaccio Pala daltare Sculture in legno Busto reliquiario Terra cotta invetriata Indice

3 04/01/09

4 Quella nella figura è la madonna col bambino Di Benedetto Buglioni, realizzata con terracotta invetriata. Attorno allimmagine principale troviamo una raffinata cornice. La scelta della terra cotta invetriata è dovuta sia alleffetto gradevole che essa procura sia al prezzo basso che implica sia al fatto che la terracotta invetriata si mantiene più a lungo. Riguardo a questa tecnica si era innescata un produzione ripetitiva quasi industriale. indice

5 04/01/09 Busto reliquiario (realizzato da Donatello). Bronzo Dorato destinato alla chiesa dOgnissanti. Il materiale scelto è singolare perché generalmente si sceglieva largento. Singolare è anche la riproduzione realistica del santo, ci troviamo davanti a un ritratto realistico e non idealizzato. Essendo un reliquiario questo busto si configura come un grande contenitore, la cui testa conteneva le reliquie del santo ed era apribile. Per creare i particolari della barba Donatello ricorre a una finissima rinettatura e cesellatura indice

6 04/01/09 Nel museo possiamo notare molte sculture in legno policromo. Non bisogna meravigliarsi né dello stile né della scelta del materiale. Il legno non era un materiale così svalutato, anzi era piuttosto pregiato. Il legno veniva colorato e elaborato. Non sempre le statue venivano costruite su uno stesso tronco ma erano costituite da più parti staccate. La tradizione del Legno policromo è molto radicata in Toscana indice

7 04/01/09 Nel XV secolo il polittico non era più congeniale(previa committenza) ai gusti dellepoca. Si verifica così la sostituzione del polittico con la pala di altare. Questa consiste in una sola ambientazione e in un unico spazio (quasi riferimento alla filosofia di ricondurre il molteplice allunico). La figura principale è sempre al centro e a lato abbiamo i diversi e meno importanti personaggi. Possiamo perfino notare la figura del committente che si intrufola nellopera. In quel caso o il committente è raffigurato in dimensioni più piccole o comunque occupa uno spazio ambiguo fra il quadro e lo spettatore. Fra i veri e famosi autori ricordiamo Benozzo Gozzoli, allievo di Beato Angelico,con Sacra conversazione (molto diversa da quella del Masaccio)e una crocefissione che a lato presentano san Francesco e SantAntonio da Padova. I santi presenti suggeriscono generalmente la reale collocazione del quadro e la committenza.il politticoBenozzo Gozzoli Beato Angelicoquella del Masaccio Ricordiamo Gentile da Fabriano con al sua Madonna dellumiltàGentile da Fabriano Madonna dellumiltà

8 04/01/09 La denominazione madonna dellumiltà deriva dal fatto che invece di essere posta su un trono è seduta su un cuscino. indice

9 04/01/09 Sacra conversazione molto realistica. SanAnna è in piedi posta alle spalle della madonna (ha laspetto imponente), Maria è seduta e tiene in braccio Gesù. Tramite un gioco di mano i personaggi rimandano luno allaltro indice

10 04/01/09 Il san Paolo di Masaccio fa parte di un più grande polittico di cui le parti sono ora lontane dal Museo San Matteo e sparse a Napoli,Berlino,Londra. Sebbene lopera appaia tradizionale(causa sfoglia doro,voluta dalla committenza) si può riconoscere una certa modernità notandone i colori e la volumetria. Le pieghe avvolgono un corpo reale e giocano con leffetto chiaroscurale. Luomo e la lancia non sono visti di fronte ma in un profilo di tre quarti per creare spazio e volumetria. Anche il fratello di Masaccio(Lo Scheggia) siLo Scheggia Dedica alla pittura, con discreti risultati, egli si cimenta in un cassone(opera che doveva essere una sorta di anta per cassapanca-mobile nunziale). Leggendo il De Pictura si possono trovare molti punti di contatto con la tecnica del Masaccio(autore di altre e molte opere innovative).Masaccio indice

11 04/01/09 Nel medioevovanno di moda i polittici dipinti sul legno, generalmente con la sfoglia in oro. I polittici, che possono prendere nomi specifici in base al numero delle caselle(trittici per esempio),rappresentano la figura principale al centro, nella casella centrale generalmente più imponente. Abbiamo quella che si dice frantumazione dello spazio. Sotto ad essi troviamo la predella con forte valore narrativo ed esplicativo. Il materiale su cui si dipingeva era legno, non legno grezzo. Dietro a ciò cera un vero e proprioDietro a ciò cera un vero e proprio procedimentoprocedimento. indice

12 04/01/09

13 Sala delle croci dipinte

14 04/01/09 I crocifissi che vediamo nellentrata non appartengono al 400 ma hanno origini medievali. Osservando i loro corpi e la loro fisionomia si possono percepire i forti legami che avrà la pittura dellumanesimo con la tradizione. Contrariamente a quanto si pensa non vi è infatti una totale ripresa del classico, ma la ripresa di temi medievali. Si nota subito la staticità e linautenticità dei corpi che si tenterà di eliminare nel 400 con rappresentazioni tendenzialmente più realistiche(bisogna tenere pur sempre conto della committenza e delle sue richieste). indice


Scaricare ppt "Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema 04/01/09 San Matteo Lezione. Visita del san Matteo con il commento di alcune opere rilevanti."

Presentazioni simili


Annunci Google