La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il mito. “Mito” – una definizione Il mito è dunque un racconto molto antico che ha come protagonisti dèi ed eroi Mythos in greco significa “parola”, “racconto”

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il mito. “Mito” – una definizione Il mito è dunque un racconto molto antico che ha come protagonisti dèi ed eroi Mythos in greco significa “parola”, “racconto”"— Transcript della presentazione:

1 Il mito

2 “Mito” – una definizione Il mito è dunque un racconto molto antico che ha come protagonisti dèi ed eroi Mythos in greco significa “parola”, “racconto”

3 Ogni civiltà ha dato origine ad una mitologia (mitologia = insieme di narrazioni mitiche) Ogni mitologia è diversa dall’altra perché riflette le caratteristiche e le vicende storiche della civiltà che l’ha prodotta. Diffusione del mito

4 Perché è nato il mito? 1) Per dare una risposta alle grandi domande che l’umanità si è sempre posta:  Qual è il senso della vita?  Perché nel mondo ci sono la morte e la sofferenza? 2) Per spiegare i fenomeni naturali Il fulmine, l’eco, l’arcobaleno ecc. 3 ) Per spiegare l’ origine dell’ universo

5 Miti che spiegano determinati usi sociali (il matrimonio) Classificazione del mito Miti naturali: spiegano l’origine di fenomeni naturali come la pioggia, l’arcobaleno, il fulmine.

6 Classificazione del mito Miti cosmogonici: Narrano la storia di come è nato l’universo o anche l’origine degli uomini

7 Classificazione del mito Miti morali: servono a spiegare i valori di una civiltà, ciò che per una civiltà è bene, e dunque deve essere praticato, e ciò che invece è male e deve essere evitato

8 Struttura del mito Si basa su uno schema narrativo fisso:

9 I personaggi sono esseri soprannaturali (dèi, spiriti), capaci di sentimenti e di emozioni, co­me gli uomini, dei quali spesso possiedono anche le virtù e i difetti. Degli uomini e delle donne, oltre ai vizi e alle virtù, gli dèi hanno anche l'aspetto fisico, sono detti per questo antropomorfi. Esseri fantastici e mostruosi

10 Altre volte i personaggi sono creature fantastiche o mostruose (giganti, animali parlanti o dota­ti di poteri eccezionali). Infine vi sono gli uomini, spesso con le caratteristiche tipiche degli eroi. In alcuni casi compaiono anche creature mostruose e fantastiche, draghi alati, mostri a più teste, creature per metà uomo e per metà animale Esseri fantastici e mostruosi

11 La trasmissione del mito Nelle civiltà senza scrittura i miti venivano tramandati oralmente, di generazione in generazione, arricchendosi sempre di nuovi particolari Solo in seguito e in alcuni casi vennero messi per iscritto dai poeti Presso i greci i miti venivano trasmessi da cantori professionisti Gli aedi Che cantavano le loro stesse composizioni I rapsodi Che cantavano le composizioni di altri, magari dopo averle modificate e “ricucite”

12 Tempo remoto e indefinito Luoghi poco definiti, spesso remoti Tempo e spazio nel mito

13 Il mito fonte di informazioni > tipo di ambiente (favorevole o insidioso, ostile alla vita di quel popolo); > tipo di civiltà (pastorale o agricola); > tipo di società (nomade, sedentaria, guer- riera, paci fi ca, governata da un re...); > tipo di coltivazioni e specie animali; > religione, usi, costumi, valori e princìpi morali su cui si basava la civiltà di quel popolo.


Scaricare ppt "Il mito. “Mito” – una definizione Il mito è dunque un racconto molto antico che ha come protagonisti dèi ed eroi Mythos in greco significa “parola”, “racconto”"

Presentazioni simili


Annunci Google