La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Presentazione del Progetto Ciro Iovine Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale Università Federico II Napoli SID - COMEGEN Napoli 8 e 9 settembre.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Presentazione del Progetto Ciro Iovine Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale Università Federico II Napoli SID - COMEGEN Napoli 8 e 9 settembre."— Transcript della presentazione:

1 Presentazione del Progetto Ciro Iovine Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale Università Federico II Napoli SID - COMEGEN Napoli 8 e 9 settembre 2010

2 EFFETTI SULLINCIDENZA DI EVENTI CARDIOVASCOLARI DELLAGGIUNTA DI PIOGLITAZONE O DI UNA SULFONILUREA ALLA METFORMINA IN PAZIENTI CON DIABETE MELLITO TIPO 2 IN MONOTERAPIA NON ADEGUATAMENTE COMPENSATI TOSCA.IT: Thiazolidinediones Or Sulphonylureas and Cardiovascular Accidents. Intervention Trial Finanziato dallAgenzia Italiana del Farmaco (AIFA) nellambito del programma per la ricerca indipendente sui farmaci anno 2006 in collaborazione con e registration number: NCT oss-sper-clin.agenziafarmaco.itoss-sper-clin.agenziafarmaco.it numero EudraCT:

3

4 ADOPT, NEJM 2007

5 Tiazolidinedioni Stress ossidativo PAI 1 Proliferazione VSMC FFA HDL Trigliceridi Glucosio Pressione arteriosa Microalbuminuria Effetti dei TZD sui fattori di rischio CV

6 Mazzone T, JAMA 2006 PioglitazoneGlimepiride BaselineAt the end of the study change BaselineAt the end of the study change p Triglycerides % %< LDL-cholesterol % %0.12 HDL-cholesterol % %< Effect of Pioglitazone Compared With Glimepiride on Carotid Intima-Media Thickness in Type 2 Diabetes A Randomized Trial

7 Mazzone T, JAMA 2006 Effect of Pioglitazone Compared With Glimepiride on Carotid Intima-Media Thickness in Type 2 Diabetes A Randomized Trial

8 Effetti collaterali del pioglitazone Effetti avversi più frequenti: Incremento ponderale (2-4 kg) Ritenzione idrica Anemia da diluizione Effetti avversi meno frequenti: Edema Disfunzione epatica Insufficienza cardiaca Fratture ossee Ipoglicemia (se in combinazione con altri ipoglicemizzanti)

9 PIO *Placebo*HR P HF 2.3%1.8%1.41 (1.14-1,76)0.002 Lincoff et al. JAMA,2007 * % dei pazienti che sviluppavano eventi Pioglitazone and Risk of Cardiovascular Events in Patients With Type 2 Diabetes Mellitus A Meta-analysis of Randomized Trials

10 Dal momento che sulfoniluree e pioglitazone differiscono per: meccanismo di azione effetti collaterali profilo di rischio cardiovascolare costi è utile un confronto diretto tra le due strategie terapeutiche

11 Scopo Valutare, in pazienti con diabete mellito tipo 2 non adeguatamente compensati con metformina in monoterapia, gli effetti di due schemi terapeutici: metformina + pioglitazone metformina + sulfonilurea su: incidenza di eventi cardiovascolari fatali e non fatali efficacia sul compenso glicemico e sui maggiori fattori di rischio cardiovascolare sicurezza, tollerabilità e costi

12 Outcome primario: un endpoint composito comprendente morte per tutte le cause, infarto miocardico non fatale (incluso IMA silente), ictus non fatale, rivascolarizzazione coronarica non programmata. Endpoints

13 Popolazione oggetto di studio Criteri di inclusione: Diabete mellito tipo 2 da almeno 2 anni anni di età IMC Kg/m 2 Trattamento da almeno 2 mesi con metformina in monoterapia HbA1c 7.0% e 9.0% Criteri di esclusione: Diabete mellito tipo 1 Intolleranza/controindicazioni agli ipoglicemizzanti orali Uso cronico di glucocorticoidi Eventi coronarici o cerebrovascolari nei precedenti 3 mesi Retinopatia proliferante Ulcere ischemiche o gangrena Scompenso cardiaco congestizio Trattamento con TZDs nei precedenti 6 mesi Creatininemia > 1.5 mg/dl ALT > 2.5 volte il normale Gravidanza o allattamento Gravi malattie

14 Screening Randomizzazione metformina + sulfonilurea glibenclamide 5-15 mg gliclazide RM mg glimepiride 2-6 mg metformina + pioglitazone (15-45 mg) 0 5 anni Disegno dello studio Studio clinico di intervento multicentrico, randomizzato, aperto, a gruppi paralleli un valore di HbA1c > 8.0%, confermato dopo 3 mesi, comporterà laggiunta della terapia insulinica (dapprima insulina glargine bed- time, e poi analoghi rapidi ai pasti).

15 Screening Randomizzazione metformina + sulfonilurea glibenclamide 5-15 mg gliclazide RM mg glimepiride 2-6 mg metformina + pioglitazone (15-45 mg) 0 5 anni Disegno dello studio Studio clinico di intervento multicentrico, randomizzato, aperto, a gruppi paralleli un valore di HbA1c > 8.0%, confermato dopo 3 mesi, comporterà laggiunta della terapia insulinica (dapprima insulina glargine bed- time, e poi analoghi rapidi ai pasti). 1)Randomizzazione 2)HbA1c < 7% 3)HbA1c > 9%

16 Le visite di follow-up vengono condotte dopo 1 e 3 mesi dalla randomizzazione e successivamente ogni 6 mesi* Il follow-up durerà 5 anni: in ogni caso lo studio sarà chiuso al raggiungimento del numero di eventi necessario per assicurare sufficiente potere statistico * qualsiasi evento dovesse verificarsi nei 6 mesi intercorrenti le visite previste c/o il ns centro ci deve essere tempestivamente segnalato Timing dello studio

17 Conduzione dello studio Lo studio prevede di arruolare circa 5000 pazienti con diabete tipo 2 I pazienti saranno reclutati e seguiti presso diverse Unità Operative Cliniche, che potranno anche organizzarsi sotto forma di rete di Centri Territoriali

18 Attività centralizzate La randomizzazione e la raccolta dati è centralizzata presso lUnità Epidemiologica (Consorzio Mario Negri Sud) Gli esami di laboratorio sono centralizzati presso lospedale di Desio (Milano) Il monitoraggio è affidato al centro Studi ANMCO Gli eventi saranno valutati da una specifica commissione, coordinata da ANMCO, che lavorerà in cieco rispetto al trattamento assegnato

19 Genova Palermo Catania Messina-Reggio C Bergamo Treviglio Milano Monza Cesena Ferrara Ravenna Rimini Parma Verona Padova Roma Latina Torino Chieri Bari Foggia S.G. Rotondo LAquila Lanciano Pescara Teramo Catanzaro Perugia Ancona Merano Firenze Pisa Siena Prato Napoli

20 102 centri partecipanti 2000 pazienti screenati 1000 pazienti randomizzati 8 eventi endpoint Stato di avanzamento dei lavori

21 Università di Napoli Federico II prof. Rivellese ASL NA1: Corigliano – Gaeta ASL NA2: Carbonara – Capobianco – Pentangelo - Petraroli – Scatozza ASL NA3: Cutolo - De Simone – Maturo – Mastrilli Nunziata - Romano – Sorrentino – ASL SA Calatola Clemente Capuano Unità operative attive Seconda Universit à di Napoli prof. Paolisso 300 pazienti screenati 180 pazienti randomizzati

22 ASL NA1: Angiulli Armentano Di Giovanni ASL NA3 : Caiazzo ASL SA Agrusta Amelia Innelli Masi Tizio Centri di reclutamento da attivare Università di Napoli Federico II Dr. Iovine COMEGEN MMG

23 Grazie per lattenzione!

24

25

26


Scaricare ppt "Presentazione del Progetto Ciro Iovine Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale Università Federico II Napoli SID - COMEGEN Napoli 8 e 9 settembre."

Presentazioni simili


Annunci Google