La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Edifici passivi mediterranei per lo sviluppo sostenibile Pietro Talmesio Direttore del Centro Ricerche ENEA di Brindisi XXIX Convegno Progetto Pluriennale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Edifici passivi mediterranei per lo sviluppo sostenibile Pietro Talmesio Direttore del Centro Ricerche ENEA di Brindisi XXIX Convegno Progetto Pluriennale."— Transcript della presentazione:

1 Edifici passivi mediterranei per lo sviluppo sostenibile Pietro Talmesio Direttore del Centro Ricerche ENEA di Brindisi XXIX Convegno Progetto Pluriennale Trulli Mare Masseria Caselli – Carovigno, 1 giugno 2013

2 Sviluppo sostenibile Lo sviluppo sostenibile è una forma di sviluppo (che comprende lo sviluppo economico delle città e delle comunità) che non compromette la possibilità delle future generazioni di perdurare nello sviluppo, preservando la qualità e la quantità del patrimonio e delle riserve naturali (che sono esauribili, mentre le risorse sono considerabili come inesauribili). Obiettivo: mantenere uno sviluppo economico compatibile con lequità sociale e gli ecosistemi, operante quindi in regime di equilibrio ambientale Dimensioni oggetto di valutazione Sociale Economica Ambientale

3 Energia, ambiente … Puglia Il territorio regionale pugliese è caratterizzato dalla presenza di numerosi impianti di produzione di energia elettrica, funzionanti sia con fossili che con fonti rinnovabili: Produzione (GWh) Potenza installata (MW) Nel 2004 la produzione di energia elettrica equivale a quasi due volte il consumo regionale mentre nel 1990 il rapporto era di uno a uno

4 Impianti Potenza (MW)Produzione (GWh)% Produzione Fonte fossile5.782, ,097,4 Biomassa 64,0 258,0 0,8 Eolico 252,0 545,0 1,7 Fotovoltaico 0,5 0,7 0, , ,7100 Potenza e principali tipologie di impianto nel 2004 Energia, ambiente … Puglia

5 TotaleCivileTerziarioAgricolturaIndustriaTrasporti BR10%11%10% 11%10% TA 44% 15%14%10% 76% 13% LE11%17%18%13% 2% 22% BA24% 43% 33% 7%40% FG11%14%15% 34% 4%15% I consumi energetici (in % sul totale) per area e per tipologia dutenza Energia, ambiente … Puglia

6 Obiettivi programmati e scenari in Puglia per il Produzione GWh GWh Carbone57%32% Gas Naturale13%32% CDR0 %4% Rinnovabili3%18% Gas Siderurgici11% Prod. Petroliferi16%3% CO2690 g/kWh455 g/kWh Energia, ambiente … Puglia

7 Dati consolidati al 2012 in Puglia (dati ufficiali dellAssessorato Allo Sviluppo Economico della Regione) Fonti Rinnovabili al 12 % Eolico: MW installati (circa 700 torri eoliche con potenza variabile da 1 a 2 MW ciascuna) FV: 250 MW installati (circa 2,5 kmq di superficie pannellare) Energia, ambiente … Puglia

8

9

10 Per concessione: Alfonso Trisolino Foto scattate ad aprile 2013 zona San Vito dei Normanni-Carovigno

11 Focus sul settore civile residenziale Consumi specifici per abitanti (in ordine decrescente) nel 2012: Lecce: kWh/abitante Taranto: kWh/abitante Brindisi: kWh/abitante Bari: kWh/abitante Foggia: 897 kWh/abitante …… ed in termini assoluti: Bari: 43 % Lecce: 17 % Taranto: 15 % Foggia: 14 % Brindisi: 11 % Energia, ambiente … Puglia

12 Certificazione Energetica delle costruzioni: Legislazione, quasi 10 anni Direttive Europee 2002/91/CE e 2006/32/CE D.lgs. 192/05, in vigore dal 8/10/2005: "attuazione della Direttiva 2002/91/CE D.lgs. 311/06, in vigore dal 2/2/2007: "disposizioni correttive al D.lgs.192/05 DPR 59/09, in vigore dal 25/06/09 DM 26 giugno 2009 (linee guida nazionali) D.lgs. 3 marzo 2011, n.28 in vigore dal 27/03/11 Facendo perno sulla Costituzione che delega alle Regioni le politiche di sviluppo Energetico, molte Regioni si sono attivate prima imponendo spesso alla stessa Legislazione nazionale di tarare un modello generalista che vada bene per tutti. 2005: Trentino A. Adige 2006: Lombardia : Piemonte, Emilia Romagna, Liguria, Valle dAosta, Friuli V.G., Lazio 2010: Puglia Edilizia sostenibile in Puglia

13 Modello Puglia: L.R. 13/2008: Norme per labitare sostenibile Regolamento attuativo 10/2010 Elementi caratterizzanti: - Obbligo della certificazione energetica solo per gli edifici di nuova costruzione e da ristrutturare - Istituzione del Catasto regionale degli edifici ecosostenibili - Albo dei Certificatori - Certificazione mediante il protocollo ITACA Edilizia sostenibile in Puglia

14 Protocollo ITACA – elaborato dallIstituto per la Trasparenza degli Appalti e la Compatibilità Ambientale E un sistema di valutazione energetico-ambientale a punteggio (per edifici nuovi o da ristrutturare) a sola destinazione duso residenziale. Ci sono una serie di parametri di valutazione, i relativi indicatori ed il loro peso. I parametri sono raggruppati in 5 macroaree: 1.Qualità del sito (peso 10) 2.Consumo di risorse (peso 40) 3.Carichi ambientali (peso 20) 4.Qualità Indoor (peso 20) 5.Building automation (peso 10) Edilizia sostenibile in Puglia

15 La nuova Strategia Energetica Italiana

16 I 4 obiettivi della S.E.N.: 1.Ridurre significativamente il gap di costo dellenergia per i consumatori e le imprese con un allineamento dei prezzi europei dellenergia 2. Ridurre la dipendenza di approvvigionamento dallestero 3. Favorire la crescita economica sostenibile attraverso lo sviluppo del settore energetico 4. Raggiungere gli obiettivi ambientali del pacchetto clima

17 Le 7 priorità della S.E.N.: 1.Promozione dellEfficienza Energetica 2.Lo sviluppo dellHub del gas 3.Lo sviluppo sostenibile dellenergia rinnovabile 4.Il rilancio della produzione nazionale degli idrocarburi 5.Lo sviluppo delle infrastrutture e del mercato elettrico 6.La ristrutturazione della raffinazione e della rete di distribuzione dei carburanti 7. La modernizzazione del sistema di governance La nuova Strategia Energetica Italiana

18 Obiettivi e best practice 2020 Obiettivi 2020: nuove professioni nuovi percorsi formativi nuove metodologie di progettazione nuove tecniche costruttive nuovi materiali

19 Obiettivi e best practice Z. E. B. Zero Energy Building … edifici che non hanno bisogno di energia per essere vissuti Direttiva Europea 2010/31/UE del 19 maggio 2010 Art. 9 …. A partire dal 2020 tutti i nuovi edifici dovranno essere a consumo energetico quasi zero, requisito che è anticipato al 2018 per gli edifici pubblici o ad uso pubblico …

20 Obiettivi e best practice La Direttiva 31 è ambiziosa quanto basta al fine di: a)limitare gli effetti negativi b)massimizzare gli effetti positivi: Effetto negativo: limitare la sana competizione tra i costruttori Effetto positivo: accelerazione del mercato

21 Obiettivi e best practice Cambiamento generazionale Forte sinergia dei soggetti coinvolti

22 Obiettivi e best practice Green Building Economy non è tanto una alternativa alla economia reale legata al settore edilizio ma, piuttosto, una mutazione naturale e necessaria Aspetti territoriali: Casa Mediterranea Casa mediterranea

23 Obiettivi e best practice Alcune tecnologie disponibili (edilizie ed energetiche): Nuovi materiali, Nuove tecniche costruttive, disposizione degli ambienti, vetrature Fotovoltaico Solare termico Geotermia Cogenerazione Ricambi daria Recupero delle acque piovane

24 Obiettivi e best practice Dalledificio pilota …….. alla buona norma E un processo da governare in modo corretto e sistematico E necessario codificarlo a buona norma già allinterno dei Piani Urbanistici e territoriali Nuovi e più performanti applicativi per la progettazione Nuove competenze e professionalità

25 Obiettivi e best practice

26

27 Direttiva 2012/27/UE sullEfficienza Energetica Obiettivi: modalità di raggiungimento degli obiettivi Ogni Stato membro dovrà fissare un obiettivo nazionale che verrà monitorato dalla Commissione Europea

28 Edilizia sostenibile e mercato potenziale Dal Rapporto Immobiliare Italia (marzo 2012) Certificazione energetica su annunci di vendita nuovi edifici residenziali nel 2012: Puglia e Sicilia, sul 15% degli annunci Basilicata, sul 9% Campania, sul 7% Puglia, su un campione di annunci vendita nuovi edifici residenziali: Brindisi, c.e. sul 15% degli annunci Lecce, 13% Taranto, 11% Bari, Foggia e Bat, sul 10%

29 Edilizia sostenibile e mercato potenziale Stima del mercato potenziale per il 2020 Ipotesi iniziale: al 2020 tutti gli edifici residenziali dovranno essere tutti eco-sostenibili. Si suppone che la richiesta di progettazione e realizzazione di eco-edifici residenziali cresca in modo uniforme assegnando una quota annua cumulabile del 10% del fatturato alle imprese che realizzano eco-edifici e ai professionisti che li progettano. Seconda ipotesi: crescita media annua del volume daffare pari al 6%, costante fino al 2020

30 Edilizia sostenibile e mercato potenziale Analisi della domanda ( ) per il settore della progettazione e costruzione di edifici residenziali eco-sostenibili (in miliardi di euro) ITALIA - Volume totale della domanda su tutto il residenziale costr31,8033,7135,7337,8740,1542,5645,1147,8250,68 ITALIA - Volume totale della domanda su tutto il residenziale eco-sostenibile costr6,3610,1114,2918,9424,0929,7936,0943,0350,68 prog0,951,522,142,843,614,475,416,467,60 PUGLIA - Volume totale della domanda su tutto il residenziale eco-sostenibile costr0,450,711,001,331,692,092,533,013,55 prog0,070,110,150,200,250,310,380,450,53 Stima del mercato potenziale per il 2020

31 Edilizia sostenibile e mercato potenziale Sviluppo e produzione di materiali per ledilizia eco-sostenibile Per valutare il volume della domanda futura, fatto 100 il costo di realizzazione delledificio residenziale comprensivo della progettazione, si valuta che i materiali incidano per il 30%. Pertanto il volume della domanda per i materiali da dedicare agli edifici eco-compatibili residenziali è nei prossimi anni in Puglia (in miliardi di euro): PUGLIA - Volume totale della domanda di materiali per la realizzazione del residenziale eco-sostenibile Costr+Prog0,520,821,151,531,942,402,913,464,08 Materiali0,1560,2460,3450,460,5820,720,8731,0381,224 Stima del mercato potenziale per il 2020

32 Grazie per lattenzione Ing. Pietro Talmesio Centro Ricerche ENEA di Brindisi


Scaricare ppt "Edifici passivi mediterranei per lo sviluppo sostenibile Pietro Talmesio Direttore del Centro Ricerche ENEA di Brindisi XXIX Convegno Progetto Pluriennale."

Presentazioni simili


Annunci Google