La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sedazione Terminale/Sedazione Palliativa I Farmaci.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sedazione Terminale/Sedazione Palliativa I Farmaci."— Transcript della presentazione:

1 Sedazione Terminale/Sedazione Palliativa I Farmaci

2 Grado di sedazione: scala di Rudkin 1.Paziente sveglio e orientato 2.Sonnolente ma risvegliabile 3.Occhi chiusi ma risvegliabile alla chiamata 4.Occhi chiusi ma risvegliabile a stimolo tattile 5.Occhi chiusi non rispondente ad uno stimolo tattile Rudkin GE, Osborne GA, Curtin NJ. Intra-operative patient-controlled sedation. Anesthesia 1991; 46:90-92

3 Terapia farmacologica: la scelta dei farmaci 1.Il farmaco di prima scelta è il midazolam 2.Gli oppioidi devono essere somministrati come farmaci utili per il controllo del dolore e della dispnea e non come farmaci sedativi: l’oppioide di 1° scelta è la morfina. 3.L’aloperidolo non è da usare come farmaco di prima scelta per la sedazione, ma deve essere considerato di elezione nel paziente con delirium.

4 Terapia farmacologica: la scelta dei farmaci 4. La prometazina (farganesse) al dosaggio di 50mg e.v. ogni 6 ore è fortemente sedativa e potenzia l’effetto sedativo in combinazione con oppioidi e benzodiazepine 5. La sedazione deve essere attuata a dosi iniziali basse, incrementandole sino al raggiungimento del grado di sedazione utile per il controllo della sintomatologia per cui è prescritta 6. Le vie di somministrazione indicate sono quelle sottocutanea e intravenosa

5 Terapia farmacologica: la scelta dei farmaci 7. L’induzione della sedazione va monitorata frequentemente (ogni 20’) 8. Raggiunto il livello di sedazione desiderato, occorre monitorare il paziente più volte al giorno

6 Farmaco: Benzodiazepine Compatibilità e avvertenze Dose induzione Dose mantenimento Vie di somministr. 1° scelta Midazolam Oppioidi, soluzione fisiologica, glucosata BOLO: 1 – 5 mg (0,01- 0,07 mg/Kg) Oppure IN CONTINUO: 0,2-1 mg/h (più dosi supplementari di 1-2,5 mg mg/die (0,03-0,1 mg/Kg/h oppure 0,5-5 mg/h) Ev, sc (im, rettale) 2° scelta Lorazepam Oppioidi, soluzione fisiologica, glucosata 2 mg in bolo mg/hEv, sc Farmaco: Barbiturici Fenobarbital BOLO: mg10-25 mg/h ( mg/die) e.v.-s.c.-i.m. (rettale) Antistaminici Prometazina Oppiodi, soluzione fisiologica, glucosata Bolo: 50 mg50 mg ogni 6-8 ore Ev, im Farmaci indicati nella sedazione palliativa

7 FarmacoDose induzioneDose mantenimento Vie di somm. Aloperidolo2-5 mg5-100 mg/dieEv, im, sc Clorpromazina25-50 mg1-12,5 mg/hEv, im L’aloperidolo non è da usare come farmaco di prima scelta per realizzare una sedazione per i suoi deboli effetti sedativi, ma deve essere considerato di elezione nel paziente con delirium. In alternativa possono essere impiegati i neurolettici piu’ sedativi come la Clorpromazina. L’aloperidolo non è da usare come farmaco di prima scelta per realizzare una sedazione per i suoi deboli effetti sedativi, ma deve essere considerato di elezione nel paziente con delirium. In alternativa possono essere impiegati i neurolettici piu’ sedativi come la Clorpromazina. Jackson EC, Lipman AG. Drug therapy for delirium in terminally ill patients. Cochrane Dtabase Syst Rev 2004; 2: CD Breitbar W, Marotta R, Plat MM et al. A double blind trial of haloperidol, chlorpromazine, and lorazepam in the treatment of elirium in hospitalized AIDS patients. Am J Psychiatry 1996; 153: Neurolettici

8 Midazolam: caratteristiche E’ di prima scelta nella SP/ST Il dosaggio è variabile da 10 a 120 mg/24h I dosaggi più elevati nei pazienti giovani, con uso cronico di psicofarmaci, in assenza di insufficienza epatica. 3 volte più potente del diazepam come anticonvulsivante Agisce con meccanismo d’azione delle BZP: potenzia l’effetto del GABA, neurotrasmettitore inibitore.

9 Midazolam: caratteristiche Indicazioni: induzione dell’anestesia, sedativo, mioclonie multifocali, epilessia, SP/ST. Inizio azione: 5-10m’ s.c.; 2-3m’ i.v. Durata d’azione: da 15’ a parecchie ore; in media 2h. Precauzioni: se usato endovena può provocare apnea transitoria e ipotensione, specie se concomitante ad altri farmaci: diltiazem, eritromicina, fluconazolo, itraconazolo, ketoconazolo.

10 Midazolam: modo d’uso Induzione: bolo 5mg (1/2 f 50kg) Mantenimento: mg in infusione continua Regolare il dosaggio in base alla profondità della sedazione desiderata (vedi scala di Rudkin) Non sospendere gli altri farmaci in uso, in particolare: oppioidi, antisecretori. Sospendere nutrizione ed “eventualmente l’idratazione”


Scaricare ppt "Sedazione Terminale/Sedazione Palliativa I Farmaci."

Presentazioni simili


Annunci Google