La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il caso Fondazione Alessandro Pavesi Roma, 17 giugno 2010 SIDTInternational Conference A research agenda for road safety.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il caso Fondazione Alessandro Pavesi Roma, 17 giugno 2010 SIDTInternational Conference A research agenda for road safety."— Transcript della presentazione:

1 Il caso Fondazione Alessandro Pavesi Roma, 17 giugno 2010 SIDTInternational Conference A research agenda for road safety

2 2 Introduzione Nel maggio 2008 Alessandro, un giovane studente di giurisprudenza di nemmeno 20 anni, è travolto a Napoli da un pirata della strada che scappa senza prestare aiuto Lincidente mortale è avvenuto di notte, nonostante Alessandro avesse il casco, per una manovra di svolta non consentita e lalta velocità dellinvestitore. La Fondazione Alessandro Pavesi è stata costituita nel 2008 per contrastare a Napoli: 1. lindifferenza alle regole per la convivenza civile, 2. lincuria delle strade e della segnaletica, 3. lanarchia diffusa degli utenti della strada, 4. linciviltà diffusa dei comportamenti. La Fondazione vuole diffondere fra i giovani i valori di solidarietà e giustizia propri di Alessandro, le piantine di Ale comprensione e rispetto delle regole rispetto degli altri impegno per la sicurezza di tutti i cittadini Le piantine di Ale

3 3 La Fondazione Alessandro Pavesi ONLUS Attività Legalità nelle strade di Napoli Volontariato Progetti per le scuole Sport I principali destinatari delle attività della Fondazione sono i giovani, nella speranza di poterli aiutare a costruirsi un mondo migliore Borse di studio

4 4 Legalità nelle strade di Napoli Nella circolazione viaria cittadina, il diritto alla vita si scontra spesso con situazioni di oggettivo impedimento come: 1. dissesto delle strade cittadine 2. anomali comportamenti dei guidatori irrispettosi del codice stradale 3. ignoranza del codice stradale 4. mancata prevenzione 5. diffusa inciviltà 6. mancanza di rispetto per gli altri Una sfida continua La Fondazione Alessandro Pavesi è attiva nella cultura della legalità stradale tramite: progetto Segnala Un Pericolo progetti specifici sulleducazione stradale abbinati allo sport progetti specifici nelle scuole

5 5 Il Progetto Segnala Un Pericolo Una modalità informatizzata per diffondere la sicurezza stradale Su si possono segnalare pericoli inerenti alla viabilità stradale urbana di Napoliwww.fondazionealessandropavesi.org Compilando una scheda, il cittadino può segnalare la situazione di pericolo rilevata Possibile anche allegare foto in formato digitale Segnalazioni anche tramite Facebook In tempo reale la Fondazione smista la segnalazione al Comune/Municipalità con una procedura automatica La Fondazione segue liter e sprona le autorità per rimuovere nel più breve termine possibile le situazioni di pericolo segnalate, al fine di migliorare lo stato delle strade e della segnaletica di Napoli

6 6 Il Progetto Segnala Un Pericolo 70 segnalazioni di pericolo effettuate, 55% risolte dal Comune in tempi accettabili Le segnalazioni sono continuamente evidenziate tramite bandierine di colore rosso tracciate su una cartina stradale tratta da Google Map rappresentazione fedele del punto in cui è il potenziale rischio segnalato, con unapprossimazione stimabile in non più di pochi metri. Cliccando sulla bandierina si apre una finestra con i dati anagrafici del cittadino che ha effettuato la segnalazione, la situazione di rischio evidenziata ed una fotografia digitale del pericolo stesso. Una volta risolto il pericolo, alla Fondazione giunge un messaggio dallautorità competente sullavvenuta rimozione del pericolo il colore della bandierina diventa blu.

7 7 Il tennis scende in strada 1° Trofeo Alessandro Pavesi La Fondazione Alessandro Pavesi e il Comitato Regionale Campano della Federazione Italiana Tennis hanno organizzato a maggio 2010 con lACI un progetto per sviluppare leducazione stradale e lo sport del tennis nella scuola Torneo regionale per istituti scolastici superiori: studenti delle prime e delle seconde classi ( età non superiore ai 16 anni) minimo di 5 studenti ad un massimo 10, con la presenza almeno del 50% di ragazze. Ogni incontro prevedeva: 4 partite di tennis (2 singolari maschili, 1 singolare femminile e 1 doppio misto); 1 test di educazione stradale a squadre, con lassegnazione di 1 punto per ogni partita/test.

8 8 Progetti per le scuole Vivo la strada La sicurezza stradale ve la insegneremo noi! hanno gridato i ragazzi della scuola media Poerio con la determinazione e con la forza della loro età. Focalizzare i ragazzi sul tema della cittadinanza attiva e sicurezza stradale vivere la strada come utenti consapevoli e con una coscienza civile Gruppi di studenti con pettorine verdi della Fondazione Alessandro Pavesi e caschetto giallo in testa hanno aiutato operatori del Comune e di Napolipark per dipingere le strisce pedonali, aggiustare il semaforo ed installare nuovi cartelli stradali nelle vicinanze della loro scuola. I nostri ragazzi rivendicano il desiderio di passeggiare in sicurezza e giocare in compagnia in luoghi aperti puliti e ben mantenuti.

9 9 La Fondazione Alessandro Pavesi oggi I nostri numeri in soli due anni di attività 353 iscritti alla Fondazione 431 amici su Facebook 2 borse di studio nazionali sui diritti umani per laureati 900 ore dei nostri volontari 4 giornate dello sport con 8 tornei di tennis, pallavolo e calcetto 320 studenti coinvolti in progetti sulla legalità 85 ore di incontri con esperti 70 dissesti stradali segnalati attraverso il portale Segnala Un Pericolo della Fondazione contatti sul sito web


Scaricare ppt "Il caso Fondazione Alessandro Pavesi Roma, 17 giugno 2010 SIDTInternational Conference A research agenda for road safety."

Presentazioni simili


Annunci Google