La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1° GIORNATA DELLA TRASPARENZA parte II Roma, 9 ottobre 2014.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1° GIORNATA DELLA TRASPARENZA parte II Roma, 9 ottobre 2014."— Transcript della presentazione:

1 1° GIORNATA DELLA TRASPARENZA parte II Roma, 9 ottobre 2014

2 Indice 2 Elementi di contesto ……………………………………....…………pag. 3 Corruzione ………………………………………………….…………pag. 8 Trasparenza ………………………………………………..…………pag. 17 Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI

3 Il CONI: natura e funzioni Il CONI è un Ente Pubblico posto sotto la vigilanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri e costituisce la confederazione delle federazioni sportive nazionali e delle discipline associate. E’ autorità di disciplina, regolazione e gestione delle attività sportive, intese come elemento essenziale della formazione fisica e morale dell'individuo e parte integrante dell'educazione e della cultura nazionale. Ad oggi, nell’esecuzione dei compiti istituzionalmente affidati, il CONI riconosce: 45 Federazioni Sportive Nazionali. 19 Discipline Associate. 15 Enti di Promozione Sportiva Nazionali. 19 Associazioni Benemerite Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI 3

4 CONI Servizi S.p.A.: natura e funzioni CONI Servizi S.p.A. è una società di diritto privato interamente partecipata dal Ministero Economia e Finanze (“MEF”), funzionale al perseguimento di interessi pubblici con il compito di espletare l’attività strumentale per l’attuazione dei compiti dell’Ente Pubblico CONI. In particolare, secondo il disposto dell’art. 8 della Legge 178/02 la Società: è succeduta al CONI in tutti i rapporti attivi e passivi, compresi quelli di finanziamento con gli Istituti di Credito; ha assunto in carico tutto il personale alle dipendenze CONI; è succeduta nella titolarità dei beni facenti capo all’Ente Pubblico CONI. I rapporti, anche finanziari, tra il CONI e la CONI SERVIZI S.p.A. sono disciplinati da un contratto di servizio annuale, che è uno strumento attraverso cui il CONI, di intesa con la Società, individua gli obbiettivi stessi e l’entità delle risorse a ciò destinate. La Giunta Nazionale del CONI definisce annualmente i criteri e i parametri fondamentali cui deve attenersi il Contratto di Servizio, la deliberazione è trasmessa al Ministero vigilante per l’approvazione. Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI 4

5 I soggetti del “sistema sport” Lo Stato definisce annualmente le risorse da destinare al “Sistema Sport” attraverso il CONI. Il CONI, ridistribuisce risorse direttamente e servizi attraverso CONI Servizi S.p.A. - alle Federazioni Sportive Nazionali (e agli altri Enti istituzionalmente riconosciuti ) che operano direttamente sul movimento sportivo. Tali Enti, cosi supportati, hanno leve decisionali dirette rispetto al raggiungimento degli obiettivi in base a cui lo Sport italiano è valutato e percepito dall’opinione pubblica e dalla comunità dei cittadini. Il CONI, quindi, svolge un ruolo di indirizzo e coordinamento nonché di supervisione e controllo sui soggetti istituzionali del “Sistema Sport”. 5 Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI

6 Gli organi di gestione e controllo del CONI Sono Organi del CONI, che durano in carica quattro anni: Il Presidente, (eletto dal Consiglio Nazionale e nominato con DPR) la Giunta Nazionale sono elettivi (tranne i membri CIO, e rapp. CIP di diritto), il Consiglio Nazionale; sono elettivi (tranne i membri CIO, e i Presidenti FSN di diritto), Il Segretario Generale, nominato dalla Giunta Nazionale Il Collegio dei Revisori dei Conti, nominato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Il Responsabile della prevenzione della Corruzione e della Trasparenza, nominato dalla Giunta Nazionale L’organizzazione territoriale del CONI è costituita da: I Comitati Regionali, I Delegati Provinciali;, che rappresentano il CONI direttamente e tramite i delegati Provinciali nel territorio di competenza. i cui organi sono: il Presidente, la Giunta regionale, il Consiglio regionale, elettivi (tranne i Presidenti Federali regionali, di diritto). La Giunta Nazionale nomina i revisori dei Comitati Regionali Il CONI è sottoposto alla vigilanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri e al controllo della Corte dei Conti – sez. controllo Enti. 6 Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI

7 Gli organi di gestione e controllo di CONI Servizi Sono Organi di CONI Servizi spa, partecipata al 100% dal Ministero dell'Economia (MEF), Il Consiglio di Amministrazione (CdA) della Società, composto da un Presidente e da 4 membri nominati dall’Assemblea (MEF) su designazione del CONI. Gli amministratori durano in carica per il periodo determinato dall’Assemblea all’atto della nomina, comunque non superiore a tre esercizi. Il Collegio Sindacale è costituito da tre sindaci effettivi e due sindaci supplenti, nominati dal MEF (Presidente) e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri (componenti). L’Organismo di Vigilanza 231/01 è composto da tre componenti nominati dal CdA. CONI Servizi è sottoposta al controllo la vigilanza della Corte dei Conti. 7 Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI

8 La prevenzione della corruzione nel CONI Il CONI non ha personale o titolarità di beni, poiché ceduti a seguito dell’istituzione di Coni Servizi S.p.A. In tal senso la rilevazione dei “rischi corruzione”sarebbe stata limitata ai componenti degli Organi dell’Ente e comunque la ipotesi di realizzazione del rischio avrebbe in molti casi richiesto la partecipazione di personale, strutture e uffici di CONI Servizi, ove tuttavia opera il modello di organizzazione controllo ex d.lgs.231/01. Si è quindi ritenuto di fondare l’individuazione delle attività a rischio corruzione non in relazione all’appartenenza “CONI” dei soggetti cui ascrivere le condotte, ma in relazione alla presenza delle seguenti caratteristiche riconducibili direttamente alle attività: attività che rappresentino l’espressione di un potere-dovere istituzionale del CONI ancorchè tali attività siano svolte da uffici CONI Servizi (es: l’attività di verifica amministrativo contabile presso le Federazioni Sportive Nazionale), attività che abbiano rappresentazione contabile sul Bilancio CONI, ancorchè svolte e supportate da uffici CONI Servizi (es: sponsorizzazioni). 8 Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI

9 Normativa anticorruzione – D.lgs.231 I suesposti criteri operano in modo complementare ai criteri previsti nel modello di organizzazione e controllo ex d.lgs.231/01 adottato da Coni Servizi S.p.A. creando così un sistema sinergico che, per rispettive competenze, garantisce la completezza della mappatura di ogni singola attività a rischio corruzione. 9 Attività a rischio corruzione CONI Attività a rischio corruzione CONI servizi senza interesse o vantaggio Società Attività sensibili e strumentali CONI Servizi Responsabile della Corruzione CONI Organismo di Vigilanza CONI Servizi Ufficio Corporate Compliance Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI

10 Il Piano Triennale per la Prevenzione della corruzione del CONI Il CONI, in linea con quanto definito dal Piano nazionale Anti-corruzione, ha deliberato il proprio Piano Triennale per la prevenzione della corruzione facendo propri i seguenti obiettivi strategici: Ridurre le probabilità di accadimento del fenomeno; Aumentare le capacità di individuare casi di corruzione e migliorare i tempi di risposta; Creare un contesto sfavorevole alla corruzione. 10 Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI

11 La gestione del rischio corruzione La realizzazione dei predetti obiettivi passa per un processo di gestione del rischio corruzione così strutturato: identificazione delle attività a rischio; valutazione di adeguatezza del sistema di controllo interno; valutazione dell’efficacia del sistema di controllo interno; monitoraggio delle azioni correttive. Il Responsabile della Prevenzione della Corruzione, anche sulla base delle risultanze di tale processo, definisce nel Piano annuale degli interventi, gli obiettivi specifici per la prevenzione della corruzione e le relazioni con gli obbiettivi strategici annuali. 11 Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI

12 Metodologia di analisi: valutazione del rischio Sono state individuate 16 attività sensibili al rischio corruzione. Tali attività sono state classificate in base al livello del rischio inerente in considerazione dei seguenti criteri: Complessità della realizzazione: tale criterio è valutato in base al numero di soggetti/uffici che è necessario coinvolgere per la commissione del reato, ovvero in base alla pubblicità/diffusione degli atti/documenti in cui sono contenute le omissioni/false rappresentazioni oggetto del reato, ma anche in base alla complessità tecnica/fruibilità di tali documenti. Concretezza dell’interesse/vantaggio del soggetto corruttore/concusso: tale criterio è valutato in base alla concretezza ed effettività di un reale vantaggio in capo al soggetto agente, nella commissione del reato. 12 Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI

13 13 La matrice espone la valutazione del grado di rischio inerente delle attività sensibili alla corruzione: L’applicazione della matrice può subire delle modifiche sulla base di fattori correttivi quali: frequenza degli atti/provvedimenti a rischio, serie storiche di eventi corruttivi, presenza di forti sollecitazioni esterne o di ambito professionale/di mercato ad elevato rischio,…. Metodologia di analisi: valutazione del rischio Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI

14 Metodologia di analisi: valutazione dei presidi di controllo La valutazione di adeguatezza del sistema di controllo sulle attività a rischio viene eseguita analizzando la presenza dei seguenti principi di controllo: la separazione delle funzioni; la tracciabilità dei dati; l’esistenza di poteri di firma e poteri autorizzativi; l’esistenza di procedure, protocolli o circolari per la regolamentazione dell’attività; la trasparenza e la pubblicità degli atti, dei documenti e dei dati; l’esistenza di attività di formazione del personale in tema di corruzione o la previsione di programmazione. L’eventuale inadeguatezza rilevata dà luogo ad interventi correttivi la cui esecuzione è oggetto di monitoraggio. 14 Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI

15 Metodologia di analisi: valutazione di efficacia dei presidi di controllo Il Piano annuale di audit della Società è composto da 3 sezioni: Audit amministrativo contabile Audit su richiesta dell’Organismo di Vigilanza 231 Audit su richiesta del Responsabile della Corruzione CONI La definizione del Piano avviene in modo coordinato tra Responsabile della Corruzione CONI e dell’Organismo di Vigilanza 231 per le parti di competenza 15 Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI

16 Il Piano annuale di prevenzione della corruzione ll responsabile della prevenzione della Corruzione e della Trasparenza annualmente definisce gli obiettivi specifici definiti in relazione agli obiettivi strategici. Gli obiettivi annuali per il 2014 sono: Whistleblowing system Risk assesment delle attività sensibili Formazione del personale 16 Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI

17 Gli adempimenti relativi alla “trasparenza” Il Programma triennale della trasparenza Le pubblicazioni sul sito web istituzionale dei dati previsti dal d.lgs.33/13 17 Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI

18 Il programma triennale della trasparenza La trasparenza concorre ad attuare il principio democratico e i principi costituzionali di eguaglianza, di imparzialità, buon andamento, responsabilità, efficacia ed efficienza nell’utilizzo di risorse pubbliche, integrità e lealtà nel servizio della nazione. Essa è condizione di garanzia delle libertà individuali e collettive, nonché dei diritti civili, politici e sociali, integra il diritto ad una buona amministrazione e concorre alla realizzazione di una amministrazione aperta, al servizio del cittadino”. Questo il disposto dell’art. 1, comma 2, del D.lgs 33/12 in ossequio al quale la Giunta Nazionale del CONI ha adottato il Programma Triennale per la Trasparenza e l’Integrità per il triennio Gli obiettivi strategici perseguiti dal CONI sono i seguenti : garantire l’accessibilità delle informazioni concernenti le attività dell’Ente e l’utilizzo di risorse pubbliche; garantire il principio della legalità e presidiare, attraverso la trasparenza dei dati e delle informazioni come principio di controllo, i rischi di corruzione; realizzare una struttura aperta che permetta una dialettica costruttiva con gli stakeholder. 18 Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI

19 Il Piano annuale della Trasparenza Il responsabile della prevenzione della Corruzione e della Trasparenza annualmente definisce gli obiettivi specifici definiti in relazione agli obiettivi strategici. Gli obiettivi annuali per il 2014 sono: Inserimento nel sito web CONI dei link alle pagine dei siti delle FSN ove sono pubblicati i bilanci federali; Realizzazione di n. 2 giornate “ della trasparenza”; Pubblicazione sul sito web CONI di un questionario per la raccolta delle valutazioni e suggerimenti degli stakeholder. 19 Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI

20 Gli obblighi di trasparenza la pubblicazione dei dati richiesti in conformità della normativa non è un’attività spot, ma un processo costante che richiede rilevanti risorse dedicate e un notevole sforzo organizzativo, tecnico e procedurale. Tali dati, come in ogni organizzazione complessa, sono diffusi presso differenti unità, residenti su differenti sistemi informativi e archivi e alcuni di essi vanno raccolti ex novo presso l’interessato. In tal senso la pubblicazione richiede una previa analisi di individuazione dei dati, la progettazione di flussi informativi periodici per la loro raccolta, l’individuazione di una struttura dedicata alla loro elaborazione e pubblicazione. Inoltre deve essere effettuata una valutazione della compliance con la normativa privacy, prima della pubblicazione 20 Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI

21 Un esempio 21 Fonte Dati: Direzione Acquisti Database: Cartaceo Fonte Dati: Direzione Ammin Database: SAP Fonte Dati: Direzione Ammin Database : SAP Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI

22 22 Voci trasparenza CONI segue >> Voci trasparenza CONIPrincipali contenuti Disposizioni generali Piano triennale della prevenzione della corruzione (periodo ) e Programma triennale della trasparenza (periodo ), riferimenti normativi che regolano l’istituzione, l’organizzazione e l’attività dell’Ente CONI, attestazioni OIV, informazioni relative alla giornata della trasparenza. Organizzazione Organi di indirizzo politico-amministrativo dell’Ente CONI, con indicazione dell’indennità annua, dei gettoni e degli importi per viaggi e misisoni; contatto telefonico e indirizzo del Responsabile della Trasparenza. Consulenti e collaboratori Nominativo, estremi atto conferimento e compenso dei Revisori Conti dei Comitati Regionali CONI Commissioni e collegi in carica con indicazione degli estremi dell’atto di conferimento e degli importi. Personale Riferimento all’attività di CONI Servizi, che: è succeduta al CONI in tutti i rapporti attivi e passivi, compresi quelli di finanziamento con gli Istituti di Credito; ha assunto in carico tutto il personale alle dipendenze CONI; è succeduta nella titolarità dei beni facenti capo all’Ente Pubblico CONI. Documentazione relativa al procedimento di nomina dei componenti dell'Organismo Indipendente di Valutazione (curricula vitae, delibere, relazione CONI). Bandi di concorso Nessun contenuto. Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI

23 23 Voci trasparenza CONIPrincipali contenuti Performance Nessun contenuto. Enti controllati Nessun contenuto. Attività e procedimenti Riferimento all’attività di CONI Servizi, che: è succeduta al CONI in tutti i rapporti attivi e passivi, compresi quelli di finanziamento con gli Istituti di Credito; ha assunto in carico tutto il personale alle dipendenze CONI; è succeduta nella titolarità dei beni facenti capo all’Ente Pubblico CONI. Provvedimenti Riferimento all’attività di CONI Servizi, che: è succeduta al CONI in tutti i rapporti attivi e passivi, compresi quelli di finanziamento con gli Istituti di Credito; ha assunto in carico tutto il personale alle dipendenze CONI; è succeduta nella titolarità dei beni facenti capo all’Ente Pubblico CONI. Controlli sulle imprese Nessun contenuto. Bandi di gara e contratti Nessun contenuto. Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici Delibere relative a criteri per il calcolo e all’importo di contributi da assegnare a FSN, DSA, EPS, AB, GM e GC. Voci trasparenza CONI segue >> Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI

24 24 Voci trasparenza CONIPrincipali contenuti Bilanci Bilanci preventivi e i Bilanci consuntivi degli ultimi 5 esercizi del CONI. Beni immobili e gestione patrimonio Ente privo di patrimonio immobiliare. Controlli e rilievi sull'amministrazione Nessun contenuto. Servizi erogati Riferimento all’attività di CONI Servizi, che: è succeduta al CONI in tutti i rapporti attivi e passivi, compresi quelli di finanziamento con gli Istituti di Credito; ha assunto in carico tutto il personale alle dipendenze CONI; è succeduta nella titolarità dei beni facenti capo all’Ente Pubblico CONI. Pagamenti dell'amministrazione Nessun contenuto. Opere pubbliche Nessun contenuto. Pianificazione e governo del territorio Nessun contenuto. Informazioni ambientali Nessun contenuto. Voci trasparenza CONI segue >> Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI

25 25 Voci trasparenza CONIPrincipali contenuti Strutture sanitarie private accreditate Nessun contenuto. Interventi straordinari e di emergenza Nessun contenuto. Altri contenuti Nessun contenuto. Avviso sulle sponsorizzazioni Avviso di pre-informazione con indicazione delle categorie merceologiche, Richiesta di Offerta relativa al settore assicurativo, istruzioni operative per formulare la Richiesta di Offerta attraverso apposito portale. Voci trasparenza CONI Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI

26 26 Voci trasparenza CONI Servizi Principali contenuti Disposizioni generali / Attestazioni Griglia di rilevazione e relativo documento di attestazione di veridicità e attendibilità; scheda di sintesi sulla rilevazione. Organizzazione Organigramma aziendale, atto di nomina del CdA, tabella Compensi del CdA. Consulenti e collaboratori Elenco degli incarichi affidati a consulenti e collaboratori, con indicazione degli importi degli ordini di acquisto presenti nel sistema informativo contabile e creati nel periodo Gennaio-Giugno Personale Nominativo, dati retributivi, estremi dell’atto di nomina, data di nomina e curriculum vitae del personale dirigente. Bandi di gara e contratti Procedure per l'affidamento e l'esecuzione di opere e lavori pubblici, servizi e forniture. I dati sono riferiti alle procedure attivate dal 20 dicembre 2012 al 31 dicembre 2013, ancorchè non concluse o in assenza di somme liquidate. Bilanci Bilanci preventivi e i Bilanci consuntivi degli ultimi 6 esercizi. Archivio Archivio di informazioni concernenti: i compensi del personale dirigente; gli incarichi affidati a consulenti e collaboratori (importi degli ordini di acquisto relativi a consulenti e collaboratori presenti nel sistema informativo contabile e creati nel periodo 01 gennaio 2013 – 31 dicembre 2013). Materiale didattico ad uso esclusivo del CONI


Scaricare ppt "1° GIORNATA DELLA TRASPARENZA parte II Roma, 9 ottobre 2014."

Presentazioni simili


Annunci Google