La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1. La nuova biologia.blu L’ambiente, le cellule e i viventi S 2 David Sadava, David M. Hillis, H. Craig Heller, May R. Berenbaum.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1. La nuova biologia.blu L’ambiente, le cellule e i viventi S 2 David Sadava, David M. Hillis, H. Craig Heller, May R. Berenbaum."— Transcript della presentazione:

1 1

2 La nuova biologia.blu L’ambiente, le cellule e i viventi S 2 David Sadava, David M. Hillis, H. Craig Heller, May R. Berenbaum

3 Capitolo A4 L’ecologia delle popolazioni Sadava et al. Biologia.blu © Zanichelli editore

4 4 L’habitat: l’indirizzo degli organismi L’habitat è lo spazio fisico all’interno del quale vivono gli organismi appartenenti a una determinata specie e può essere suddiviso in microhabitat. Sadava et al. La nuova biologia.blu © Zanichelli 2015

5 5 La nicchia ecologica: la professione degli organismi /1 Sadava et al. La nuova biologia.blu © Zanichelli 2015 La nicchia ecologica indica le abitudini alimentari e riproduttive di una specie, le interazioni con gli altri organismi, le sue necessità.

6 6 La nicchia ecologica: la professione degli organismi /2 Sadava et al. La nuova biologia.blu © Zanichelli 2015

7 7 L’evoluzione e la stabilità degli ecosistemi Sadava et al. La nuova biologia.blu © Zanichelli 2015 La colonizzazione di un ambiente privo di vita, come le pendici di un vulcano dopo un’eruzione, inizia con una successione ecologica primaria.

8 8 Struttura e densità delle popolazioni Sadava et al. La nuova biologia.blu © Zanichelli 2015 La dimensione corrisponde alla consistenza numerica degli individui che costituiscono la popolazione ed è correlata alla densità di popolazione, cioè al numero di individui per unità di superficie o di volume.

9 9 Sadava et al. La nuova biologia.blu © Zanichelli 2015 La struttura di una popolazione è definita dalla distribuzione degli individui nell’ambiente e dalla loro distribuzione a seconda dell’età. La distribuzione degli organismi nell’ambiente è detta dispersione.

10 10 Sadava et al. La nuova biologia.blu © Zanichelli 2015 La distribuzione per età, che si ottiene raggruppando gli individui per classi di età, è il risultato dei processi di natalità e mortalità insieme ai processi migratori che comprendono l’immigrazione e l’emigrazione.

11 11 Come si studiano le popolazioni Sadava et al. La nuova biologia.blu © Zanichelli 2015 Per studiare le caratteristiche demografiche di una popolazione si ricorre ai censimenti, che variano a seconda delle particolarità della popolazione in esame.

12 12 La crescita esponenziale Sadava et al. La nuova biologia.blu © Zanichelli 2015 Se l’ambiente fosse dotato di risorse illimitate e privo di qualsiasi fattore di disturbo, le popolazioni crescerebbero seguendo un andamento di tipo esponenziale.

13 13 La crescita logistica Sadava et al. La nuova biologia.blu © Zanichelli 2015 Il numero massimo di individui per unità di superficie che un ambiente può sostenere è detto capacità portante dell’ambiente (K) ed è determinato dai fattori limitanti. Quando la densità della popolazione si avvicina a K, la crescita rallenta e il grafico della dimensione della popolazione nel tempo assume un andamento noto come crescita logistica.

14 14 Fattori limitanti densità-dipendenti e densità-indipendenti Sadava et al. La nuova biologia.blu © Zanichelli 2015 I fattori densità-dipendenti dipendono dal numero di individui di una popolazione, mentre i fattori densità-indipendenti sono indipendenti dalle dinamiche di popolazione.

15 15 Perché alcune specie sono più comuni di altre? Sadava et al. La nuova biologia.blu © Zanichelli 2015 Abbondanza delle risorse, taglia degli individui, tempo di permanenza e organizzazione sociale determinano la capacità di espansione di una popolazione.

16 Strategie di vita: riproduzione o sopravvivenza? Sadava et al. La nuova biologia.blu © Zanichelli 2015

17 17 Le interazioni fra le popolazioni di una comunità Sadava et al. La nuova biologia.blu © Zanichelli 2015 Le interazioni tra organismi possono essere antagoniste (predazione e parassitismo), mutualismo, commensalismo o di competizione.

18 18 Le strategie di difesa e di attacco Sadava et al. La nuova biologia.blu © Zanichelli 2015 Per difendersi dai predatori le specie adottano difese fisico-meccaniche come conchiglie o spine, oppure difese chimiche come i veleni.

19 La biodiversità: un patrimonio da tutelare Gli hotspot della biodiversità sono i 34 punti caldi del pianeta in cui è presente un elevato livello di biodiversità.


Scaricare ppt "1. La nuova biologia.blu L’ambiente, le cellule e i viventi S 2 David Sadava, David M. Hillis, H. Craig Heller, May R. Berenbaum."

Presentazioni simili


Annunci Google