La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROGETTO LIFE ENV/IT/426 COAST-BESThttp://www.coast-best.euhttp://www.coast-best.eu LIFE08 ENV/IT 000426 CO-ordinated Approach for Sediment Treatment and.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROGETTO LIFE ENV/IT/426 COAST-BESThttp://www.coast-best.euhttp://www.coast-best.eu LIFE08 ENV/IT 000426 CO-ordinated Approach for Sediment Treatment and."— Transcript della presentazione:

1 PROGETTO LIFE ENV/IT/426 COAST-BESThttp://www.coast-best.euhttp://www.coast-best.eu LIFE08 ENV/IT CO-ordinated Approach for Sediment Treatment and Beneficiale reuse in Small horbours neTworks Roma, 4 marzo 2011 I.CO.P. S.p.A. – Associated Beneficiary n. 7 Attività: 01/01/2010 – 31/01/2011

2 COAST BEST: attività previste Sulla base dei risultati della caratterizzazione e dei test preliminari, nellaction 3.3, verrà installato e messo in funzione un impianto di separazione granulometrica volto al recupero delle frazioni sabbiose presenti nei sedimenti oggetto degli interventi di dragaggio.

3 Recupero delle frazioni sabbiose Per il progetto LIFE COAST-BEST verrà installato e messo in attività un impianto di trattamento dei sedimenti per il recupero delle frazioni sabbiose. Limpianto mobile (autorizzazione in fase di istruttoria secondo quanto previsto allart. 208 del D.Lgs. 152/06) potrà trattare sedimenti classificati con codice CER: CER CER

4 Iter autorizzativo 5 febbraio 2010: richiesta di autorizzazione allesercizio di impianto mobile I.CO.P. trasmette alla Provincia di Udine, listanza di autorizzazione per lesercizio di impianti mobili di recupero. 24 febbraio 2010: richiesta documentazione A seguito dellistanza presentata da I.CO.P., la Provincia di Udine chiede lacquisizione documentazione tecnica integrativa. 19 aprile 2010: trasmissione documentazione A seguito della richiesta del 24 febbraio 2010, I.CO.P. trasmette la documentazione integrativa. 25 maggio 2010: avvio procedimento amministrativo La Provincia di Udine comunica lavvio del procedimento amministrativo e trasmette la documentazione tecnica agli Enti territorialmente competenti per la formulazione dei pareri tecnici.

5 Iter autorizzativo 21 ottobre 2010: convocazione conferenza tecnica La Provincia di Udine convoca la conferenza tecnica per il giorno 10 novembre novembre 2010: Conferenza Tecnica In sede di conferenza tecnica, gli Uffici Tecnici della Provincia di Udine hanno valutato in maniera positiva lefficienza della proposta tecnica. In relazione al carattere sperimentale delle attività, è stato anticipato che limpianto non potrà essere autorizzato come impianto mobile, ma bensì come impianto d ricerca e sperimentazione. Per tali motivi non sarà possibile installare limpianto di trattamento presso una qualunque area autorizzata per lesercizio delle attività di trattamento e recupero dei sedimenti (nella fattispecie, in unarea portuale individuata nellambito delle attività del Progetto LIFE COAST BEST), ma potrà essere autorizzata linstallazione in unarea di proprietà (o data in concessione) dellImpresa proprietaria dellimpianto. 21 gennaio 2011: nota Provincia di Udine A valle della cds del 10 novembre 2010, la Provincia ci chiede delle integrazioni da presentare per ottenere lautorizzazione.

6 Iter autorizzativo 3 marzo 2011: Ministero dellAmbiente e della Tutela del Territorio e del Mare – Conferenza di Servizi istruttoria Acquisito il parere dellARPA FVG – Dipartimento Provinciale di Udine A seguito degli interventi le criticità a carico dei terreni sono state risolte tramite interventi di MISE, risultati efficaci. in base agli esiti della caratterizzazione condotta dalla ditta e dei controlli effettuati dallARPA, si ritiene che per quanto riguarda larea a terra e le acque sotterranee, il sito sia restituibile agli usi legittimi.

7 Individuazione area San Giorgio di Nogaro (UD) Larea individuata è inserita nel Catasto dei terreni del Comune di S. Giorgio di Nogaro (UD) ed è comprensiva di darsena e approdo, presentantando complessivamente unestensione di ca mq.

8 Individuazione area Vista dellarea da EST Vista dellarea da SUD Larea in oggetto, ricadente entro la Perimetrazione del sito di interesse nazionale della Laguna di Grado e Marano (D.M.24/02/2003-G.U.27/95/2003), è già stata sottoposta a caratterizzazione ambientale ed intervento di messa in sicurezza demergenza e, al momento, si è in attesa che larea venga restituita agli usi legittimi.

9 Lavori previsti per lallestimento dellarea Sul sito verrà installata, in qualità di opera provvisionale, una tettoia retrattile della luce di 10 metri per una lunghezza totale di 15 metri. La superficie coperta dalla tettoia potrà ospitare limpianto, le vasche di accumulo acque previste in uscita dal trattamento sperimentale, nonché i rifiuti che si genereranno nel corso dellattività di sperimentazione. Si prevede di stabilizzare la superficie in oggetto con tout-venant (30 cm) cementato, di impermeabilizzarla con opportuna guaina, di dotarla quindi di un sistema di canalizzazione e raccolta, presidi indispensabili per dei recuperare agevolmente i liquami accidentalmente sversati durante lo svolgimento dellattività sperimentale. Nel sito in esame è garantito il richiesto approvvigionamento idrico mentre linstallazione di idoneo generatore di corrente soddisferà al richiesto fabbisogno di alimentazione elettrica.

10 Allestimento unità di trattamento

11

12 Schema Impianto Pilota Vasche a tenuta o con argini in terra impermeabilizzate con telo in HDPE Vasche di accumulo (10mc) Cisterne raccolta trovanti e rifiuti Impianto containerizzato CONTAINER 1: 6058mmx2438mmx3864(h)mm CONTAINER 2: 6058mmx2438mmx2464(h)mm Impianto containerizzato CONTAINER 1: 6058mmx2438mmx3864(h)mm CONTAINER 2: 6058mmx2438mmx2464(h)mm Potenza installata = 27 kW


Scaricare ppt "PROGETTO LIFE ENV/IT/426 COAST-BESThttp://www.coast-best.euhttp://www.coast-best.eu LIFE08 ENV/IT 000426 CO-ordinated Approach for Sediment Treatment and."

Presentazioni simili


Annunci Google