La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Strategie di prezzo e qualità delle esportazioni italiane: i settori tessile-abbigliamento, calzature e gioielleria Giorgia Giovannetti Dirigente Area.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Strategie di prezzo e qualità delle esportazioni italiane: i settori tessile-abbigliamento, calzature e gioielleria Giorgia Giovannetti Dirigente Area."— Transcript della presentazione:

1 Strategie di prezzo e qualità delle esportazioni italiane: i settori tessile-abbigliamento, calzature e gioielleria Giorgia Giovannetti Dirigente Area Studi Ricerche e Statistiche, ICE Roma, 11 gennaio 2007

2 I tre settori: Tessile-abbigliamento, calzature e gioielleria settori fondamentali per il Made in Italy -Sono soggetti a concorrenza dei paesi emergenti: alta intensità di lavoro, tecnologia relativamente bassa. -Le quote di mercato dellItalia sulle esportazioni mondiali sono alte, ma anche in discesa negli ultimi anni - Settori nei quali lupgrading qualitativo può essere una risposta vincente per cavalcare la globalizzazione

3 Davvero importanti per lItalia? Davvero importanti per lItalia? peso sul totale manifatturiero

4 In (forte) attivo… milioni di euro

5 Importanti anche nel mondo?

6 Tessile abbigliamento: i principali concorrenti

7 Calzature: i principali concorrenti

8 Gioielleria: i principali concorrenti

9 I VMU: tessile e abbigliamento

10 I VMU: calzature

11 I VMU: gioielleria

12 Quantità: tessile e abbigliamento

13 Quantità: calzature

14 Quantità: gioielleria

15 Riassumendo Calo dei volumi Forte aumento dei valori medi unitari (escluso gioielleria) Aumento dei prezzi superiore ai concorrenti (anche europei) Perché? Cè dietro un upgrading qualitativo?

16 Misurare la qualità Prezzi più alti = qualità più alta Equazione che può essere vera /oppure verosimile Indicatori di qualità assoluta e relativa e stime econometriche

17 Gli indicatori Analisi dei mutamenti qualitativi in termini assoluti Confronto del livello qualitativo delle esportazioni italiane rispetto quello dei concorrenti Indice aggregato prezzo qualità Indice differenza in prezzo qualità

18

19 Le stime misura del potere di mercato delle imprese esportatrici italiane analisi della qualità percepita nei mercati esteri Se la Qualità migliora lelasticità della quota di mercato in volume vs differenziale di prezzo in media diminuisce

20 I risultati per i tre settori

21 Qualità assoluta: abbigliamento

22 Comportamenti diversi su mercati diversi UE 15 Extra UE

23 Qualità assoluta: calzature

24 Qualità assoluta: gioielleria

25 Qualità relativa: abbigliamento Qualità relativa: abbigliamento (vs Francia e Germania )

26 Qualità relativa: abbigliamento Rispetto ai paesi emergenti Rispetto ai paesi avanzati

27 Qualità relativa: calzature Rispetto ai paesi emergenti Rispetto ai paesi avanzati

28 Qualità relativa: gioielleria Rispetto ai paesi emergenti Rispetto ai paesi avanzati

29 I risultati delle stime: potere di mercato

30 Le evidenze emerse dalle stime

31 In sintesi: Abbiamo valutato lupgrading qualitativo combinando 2 metodologie complementari: Indici di Qualità Stime econometriche Rispetto ai concorrenti specializzazione nelle produzioni a + elevati VMU; Upgrading qualitativo interno alle singole produzioni; Alcuna variazione rilevante nella tipologia di prodotti, ad eccezione dellAbbigliamento nellUE, dove ci si è spostati verso prodotti a + elevati VMU e nella Gioielleria dove invece è avvenuto il contrario; Progressiva riduzione dellelasticità della domanda rispetto al prezzo. + elevato potere di mercato La differenziazione qualitativa negli scambi internazionali è un fenomeno complesso difficile da individuare in un'unica modalità di misurazione


Scaricare ppt "Strategie di prezzo e qualità delle esportazioni italiane: i settori tessile-abbigliamento, calzature e gioielleria Giorgia Giovannetti Dirigente Area."

Presentazioni simili


Annunci Google