La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ACIND Adriatic Coperation for Industrial Development NPPA INTERREG/CARDS-PHARE PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ACIND Adriatic Coperation for Industrial Development NPPA INTERREG/CARDS-PHARE PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE."— Transcript della presentazione:

1 ACIND Adriatic Coperation for Industrial Development NPPA INTERREG/CARDS-PHARE PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA DI FITODEPURAZIONE DI FITODEPURAZIONE Slide 1 Progetto ACIND – Partner Meeting – Subotica, Maggio 2008

2 Sommario Cosè la Fitodepurazione I vantaggi Il progetto - Ubicazione dellimpianto - Condizioni climatiche - Sistema di depurazione - Descrizione del sito - Superficie occorrente Conclusioni Progetto ACIND – Partner Meeting – Subotica, 7 – 8 Maggio 2008 Slide 2

3 Cosè la fitodepurazione Slide 3 Progetto ACIND – Partner Meeting – Subotica, 7 – 8 Maggio 2008 La tecnica della fitodepurazione si è sviluppata in tutta Europa, in particolare nei paesi nordici (Regno Unito, Danimarca, Paesi Bassi, Austria, Svezia) a partire dalla metà degli anni '80, ed è in fase di espansione e oggetto di numerosi studi volti all'affinamento delle tecniche esistenti. In Italia, così come nei paesi mediterranei, la fitodepurazione ha iniziato ad essere sperimentata a partire dai primi anni '90. E stata oggetto di studio e ricerca in ambito universitario con investimenti in parte provenienti anche da aziende private, ed è oggi considerata una ottima tecnica alternativa ai tradizionali impianti a fanghi attivi e alla subirrigazione per le piccole e medie comunità.

4 Cosè la fitodepurazione Slide 4 Progetto ACIND – Partner Meeting – Subotica, 7 – 8 Maggio 2008 La FITODEPURAZIONE è un sistema naturale di depurazione delle acque di scarico costituito da un bacino impermeabilizzato riempito con materiale ghiaioso e vegetato da piante acquatiche. La depurazione avviene mediante l'azione combinata tra substrato ghiaioso, piante, refluo e microrganismi presenti.

5 I Vantaggi Slide 5 Progetto ACIND – Partner Meeting – Subotica, Maggio 2008 Assenza di cattivi odori Risparmio nei costi di realizzazione Minimo costo di gestione e manutenzione Possibilità di riutilizzo delle acque di scarico (irrigazione) Impianti funzionanti anche per brevi periodi dellanno Assenza di parti elettromeccaniche Lunga durata

6 Il progetto Slide 6 Progetto ACIND – Partner Meeting – Subotica, 7 – 8 Maggio 2008 Lobiettivo è quello di creare un sistema che funzioni in assenza di energia aggiunta e quindi di parti elettromeccaniche permettendo di definire l'impianto "ecocompatibile". E stato progettato un impianto di fitodepurazione che consentisse un abbattimento del carico organico del refluo in entrata superiore al 90% e comunque conforme ai limiti di legge. Il Comune nel quale verrà realizzato limpianto è Cugnoli appartenente alla Provincia di Pescara. I lavori verranno portati a termine entro il mese di giugno 2008.

7 Ubicazione dellimpianto Slide 7 Progetto ACIND – Partner Meeting – Subotica, 7 – 8 Maggio 2008 Il progetto vede la realizzazione di un sistema di depurazione che sarà ubicato nel Comune di Cugnoli, in località Piano San Giovanni. In tale località è già presente una fossa Imhoff a servizio delle utenze connesse. In prossimità della fosse scorre il Torrente Cigno, dove scaricano i liquidi reflui provenienti dalla Imhoff. Il sistema si inserisce tra la fossa Imhoff e le proprietà demaniali in corrispondenza dellargine del Torrente Cigno.

8 Slide 8 Progetto ACIND – Partner Meeting – Subotica, Maggio 2008 Il Comune di Cugnoli Appartiene alla provincia di Pescara Conta 1631 abitanti al 1° gennaio 2007 Gli abitanti sono distribuiti in circa 620 nuclei familiari Sorge a 331 metri slm L'economia del paese è legata soprattutto all'agricoltura ed all'allevamento Ubicazione dellimpianto

9 Slide 9 Progetto ACIND - Partner Meeting – Subotica, Maggio 2008 Ubicazione dellimpianto

10 Slide 10 Progetto ACIND – Partner Meeting – Subotica, 7 – 8 Maggio 2008 Area vasca di fitodepurazione e fossa Imhoff

11 Condizioni climatiche Slide 11 Progetto ACIND – Partner Meeting – Subotica, Maggio 2008 Le condizioni climatiche, ed in particolare i valori di temperatura sono fondamentali in un impianto di fitodepurazione, in quanto: temperature troppo basse e gelo possono compromettere il sistema delle tubazioni; temperature troppo calde accrescono il rischio della formazione di alghe e possibili ristagni superficiali in ingresso, specialmente se si hanno tubazioni in superficie e una distribuzione superficiale dei liquami.

12 Slide 12 Progetto ACIND – Partner Meeting – Subotica, 7 – 8 Maggio 2008

13 Slide 13 Progetto ACIND – Partner Meeting – Subotica, Maggio 2008 NEL PROGETTO SI PREVEDE DI AFFIANCARE ALLA FOSSA IMHOFF ATTUALMENTE ESISTENTE UNA VASCA DI FITODEPURAZIONE Sistema di depurazione

14 Slide 14 Progetto ACIND – Partner Meeting – Subotica, Maggio 2008 Attualmente il sistema di depurazione consiste in una fossa Imhoff a cui sono collegate le utenze per un totale di circa 60 A.E. Attualmente la fossa Imhoff scarica nelle acque superficiali del Torrente Cigno. La fossa Imhoff in Località Piano San Giovanni

15 Slide 15 Progetto ACIND – Partner Meeting – Subotica, 7 – 8 Maggio 2008 La fitodepurazione Il sistema di fitodepurazione proposto nel progetto, è un sistema a flusso subsuperficiale orizzontale con la piantumazione di Phragmites Australis (cannuccia di palude) ad impianto funzionante. Nel sistema a flusso subsuperficiale orizzontale (H-SSF) il liquame pretrattato viene distribuito uniformemente su tutta la larghezza della vasca attraverso una tubazione di distribuzione interrata, posta nella sezione di ingresso del letto perpendicolarmente alla direzione del flusso. Le acque reflue vengono immesse nel sistema con un flusso continuo e percorrono il letto filtrante in direzione orizzontale per tutta la sua lunghezza fino a giungere nella sezione terminale, dove vengono raccolte per mezzo di una tubazione forata posizionata sul fondo e convogliate in un pozzetto di uscita.

16 Slide 16 ???????– Progetto ACIND – II Partener Meeting – 6, 7 Maggio 2008 La fitodepurazione Sistemi a flusso superficiale orizzontale

17 Slide 17 Progetto ACIND – Partner Meeting – Subotica, 7 – 8 Maggio 2008 La fitodepurazione In tale pozzetto vengono collocate le strutture di regolazione del livello idrico del letto filtrante, generalmente costituite da tubazioni flessibili regolabili in altezza. Tali strutture di regolazione consentono da un lato di allagare il letto, allo scopo di facilitare lo sviluppo delle piantine appena trapiantate, e dallaltro lato di effettuare lo svuotamento del sistema per le operazioni di manutenzione straordinaria. Il letto filtrante è costituito da materiale inerte a granulometria costante.

18 Slide 18 Progetto ACIND – Partner Meeting – Subotica, Maggio 2008 La fitodepurazione Sezione schematica di impianto a flusso subsuperficiale orizzontale

19 Slide 19 Progetto ACIND – Partner Meeting – Subotica, 7 – 8 Maggio 2008 La fitodepurazione Lungo il percorso compiuto dalle acque reflue attraverso il medium gli inquinanti vengono rimossi. La sostanza organica viene rimossa, invece, mediante processi di filtrazione e di degradazione microbica, operata da microrganismi anaerobi ed aerobi. La rimozione dellazoto avviene mediante i medesimi processi che si sviluppano nei sistemi a flusso superficiale con macrofite radicate, ossia attraverso nitrificazione, denitrificazione, volatilizzazione dellammoniaca e assorbimento radicale.

20 Slide 20 Progetto ACIND – Partner Meeting – Subotica, 7 – 8 Maggio 2008 Descrizione del sito Il terreno in questione è agricolo e in parte coltivato. La vasca di depurazione ricade in tre particelle, 201 – 140 – 139 del foglio catastale 4 del Comune di Cugnoli. Il sito, in area umida, è caratterizzato da un tratto semi-pianeggiante con scarsa vegetazione a prevalente presenza di pioppi, arbusti igrofili e cannuccia di palude. La presenza delle cannucce di palude, dimostra come, il sito sia adatto ad ospitare limpianto di fitodepurazione con la piantumazione di queste specie. Laccessibilità al sito da parte dei mezzi operanti, è facilitata dalle diverse strade sterrate che lo costeggiano.

21 Slide 21 Progetto ACIND – Partner Meeting – Subotica, 7 – 8 Maggio 2008 Il sito

22 Slide 22 Progetto ACIND – Partner Meeting – Subotica, 7 – 8 Maggio 2008 Superficie occorrente Il calcolo dellarea necessaria per il trattamento secondario dei reflui è effettuato con lequazione di Kadlec e Knight che descrive una cinetica di rimozione di primo ordine. Per una conoscenza immediata ma meno precisa della superficie occupata, si può far riferimento a dati bibliografici cautelativi che attestano la stessa a 4-5 m2/A.E. Larea necessaria, per 60 abitanti equivalenti, è quindi di circa 240 m2. Le dimensioni della vasca, già dimensionata in questa fase preliminare, sono di 10 x 24 metri.

23 Slide 23 Progetto ACIND – Partner Meeting – Subotica. 7 – 8 Maggio 2008 Conclusioni Da quanto verificato dallindagine di sopralluogo il sito risulta idoneo ad ospitare la vasca di fitodepurazione. Infatti sia le condizioni climatiche che quelle territoriali, comprensive della viabilità di accesso, sono favorevoli allinstallazione di questo sistema di depurazione. Per la realizzazione della vasca sarà necessario intervenire sulla rada vegetazione alloctona presente sui terreni privati interessati dallopera. A fronte della occupazione di circa 240 m 2 di superficie posta tra la fossa Imhoff esistente e il corso dacqua si ha la possibilità di abbattere con unefficienza elevata gran parte della sostanza organica presente negli scarichi civili che afferiscono al sistema di depurazione. Le acque maggiormente depurate attraverso il sistema di fitodepurazione costituiranno sollievo a questa criticità e permetteranno allecosistema fluviale di ristrutturarsi recuperando i propri equilibri.

24 Slide 24 Progetto ACIND – Partner Meeting – Subotica, 7 – 8 Maggio 2008 Grazie per la cortese attenzione Ing. Giammario Cauti - METRON srl Via Italia – Ermes Center Mosciano SantAngelo (TE) Dott. Alessio Di Giulio - ENTE D'AMBITO PESCARESE Via Raiale 110/bis Pescara


Scaricare ppt "ACIND Adriatic Coperation for Industrial Development NPPA INTERREG/CARDS-PHARE PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google