La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di Laurea in Scienza dei Materiali – a.a. 2011/12 Seminari: Esiti occupazionali e competenze richieste Giovedí, 18 aprile 2013, ore 10.30 – 12.30.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di Laurea in Scienza dei Materiali – a.a. 2011/12 Seminari: Esiti occupazionali e competenze richieste Giovedí, 18 aprile 2013, ore 10.30 – 12.30."— Transcript della presentazione:

1 Corso di Laurea in Scienza dei Materiali – a.a. 2011/12 Seminari: Esiti occupazionali e competenze richieste Giovedí, 18 aprile 2013, ore – Giorgio Benedek Universitá degli Studi di Milano-Bicocca Lo studio in Universitá: metodi e strumenti DIPARTIMENTO DI SCIENZA DEI MATERIALI UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO - BICOCCA VIA R. COZZI, MILANO © Giorgio Benedek,

2 1)CULTURA: capacit á di produrre beni materiali e immateriali finalizzati al miglioramento delle condizioni di vita sicurezza: alimentazione protezione da eventi naturali difesa del territorio costruzioni © Giorgio Benedek,

3

4 Valore economico (produttivitá) dellUniversitá: In Italia il 20% di persone fisiche con reddito doppio significa 0.2 x PIL-PF (783 G) = G (dato 2010) a fronte di ENI (83.2 G), ENEL (62 G), FIAT (50 G)....

5 da qui i concetti di: capitale umano, bene culturale, capitale conoscitivo, etc. guerre ideologiche: conoscenza = potere; non-conoscenza = assoggettamento Copernico vs. Tolomeo, e altre guerre (perse) contro Darwin e persino contro la relativitá e la meccanica quantistica ! Universal - Mancentered: 0-2 allandata, 5-0 al ritorno!! (I marziani siamo noi, Bignami) Globalitá della scienza contro barriere ideologiche, etniche, politiche, etc. linguaggio universale

6 MECCANISMO DELLA CONOSCENZA Formazione (accumulo) della conoscenza = azione collettiva: Nullus enim potest invenire per se artes operativas aut considerativas, id est speculativas, in maiori parte, quia non complentur nisi per iuvamentum prioris ad sequentem. Sic ergo per auxilium hominum invicem et addicionem posterius inventorum ad inventa prius receperunt omnes artes et discipline complementum. (Marsilio da Padova, Defensor Pacis, 1324) Trasmissione: - scrittura e trascrittura: Exegi monumentum aere perennius (Orazio) ma stampa, supporti digitali (riproducibilitá senza errori!) Exegi monumentum plumbo salutarius (Steve Jones)

7 3) UNIVERSITÁ: ISTRUZIONI PER LUSO In che cosa é diversa dal liceo? quidquid agis, prudenter agas et respice finem! A) METODO B) SCOPO (OBIETTIVO)

8 Universitá = (prima) valutazione di se stessi: - scegli la disciplina dove si guadagna di piú? - quella che vogliono i genitori? - quella dove si fa piú in fretta? - quella piú di moda? - quella che posso fare sotto casa (tipo laurea triennale in Apparato digerente del bovino o Scienze turistiche, anche se non me ne frega niente)? un pessimo medico vale (guadagna) sicuramente meno di un ottimo matematico o un eccellente filosofo (escluse naturalmente le lauree comprate a Londra) Tirana - scegli la disciplina che ti piace di piú tra quelle dove reputi di potere riuscire meglio (scegli la disciplina dove pensi di riuscire meglio tra quelle che piú ti piacciono) -scegli luniversitá che meglio corrisponde al tuo progetto -e alle tue aspettative

9 Universitá = disegnare il proprio futuro - piú conoscenza significa piú territorio, piú opportunitá: globalitá della conoscenza il know-how ha un mercato globale non necessariamente il posto é sotto casa Ignoranti quem portum petat nullus suus ventus est (Seneca)

10 Universitá = importante manifestazione di indipendenza personale non a caso i college (dove ci sono...) - scegli, tra le possibili, le condizioni logistiche piú comode per a) massimizzare le ore di frequenza, di studio e di contatto con lambiente accademico (professori e compagni di studio), b) minimizzare il tempo passato sui mezzi di trasporto e in famiglia - identifica e adotta i migliori maestri: - interazione al di fuori delle ore di lezione - orari di ricevimento, appuntamento per colloqui e consigli - regola no. 1: gli studenti non disturbano mai, siamo qua per questo

11 -il valore del giudizio non dipende dal numero ma dalla conoscenza (Platone, Lachete) ossia le questioni scientifiche non si decidono a maggioranza dei voti - libertá (indipendenza) e originalitá di pensiero (il Selbst Denken di Kant) propria visione del mondo crescere Il docente é solo una guida alpina (le gambe sono le tue)

12 bene gli appunti (scritti da voi a lezione, non ereditati...): training alla comprensione immediata (seppure non completa) dei concetti generali e del filo logico che li connette, guida alla successiva ricerca, lettura e apprendimento dei testi; possono essere anche sufficienti alla preparazione dellesame, ma lo spirito critico si esercita e lapprofondimento si fa sui libri; la biblioteca é piú sicura di Wiki! 4) Come faccio?

13 in linea di massima non cé piú il libro di testo: eventualmente il docente consiglia un testo (uno di quelli che abitualmente consulta) cui fa riferimento il programma ufficiale, e puó mettere a disposizione sue dispense; le conoscenze che si vogliono acquisire sono indipendenti dai libri che le spiegano, e vi potete trovare meglio con uno o con un altro tra tutti quelli che potete trovare in biblioteca; anche qui si esercita lindipendenza di giudizio;

14 un buon libro é quello di livello professionale che vi accompagnerá per tutto il corso di studi e anche dopo, ed é quindi bene averlo (e non rivenderlo...); non importa se é surdimensionato rispetto alle lezioni e al programma: é compito del docente rendere la materia commestibile agli studenti; il fine delluniversitá é fare di te un professionista, sia che vada nel mondo produttivo o rimanga nella ricerca accademica;

15 studio da solo o insieme ad altri? La discussione su quanto di sta imparando é utilissima e quindi lo studio in compagnia puó essere molto utile. Peró di fronte al minimo dubbio collettivo di comprensione di un dato argomento non si ricorre al voto! Una visita al prof (ora di ricevimento o appuntamento) é piú utile. Quanto alla scelta della compagnia, beh, ogni esame e´una tappa del giro dItalia: vedete di infilarvi nel gruppo di testa; coltivare il libretto? Il dilemma puó essere: a)sbrigarsi alla svelta comunque vada - perché mi basta il pezzo di carta (anche se da solo non vale piú niente), - per far contenti i genitori e i nonni - perché nel caso volessi poi fare la specialistica, finito il triennio, si riparte da zero oppure?

16 b) puntare a buoni voti anche se ci metto di piú é scuola di vita la costanza, la caparbietá di superarsi continuamente, la fiducia in se stessi e nei proprî mezzi, e anche il non perdere di vista i proprî obiettivi nei momenti in cui si deve decidere se accettare o rifiutare un voto: et respice finem! -incidente di percorso: non é mai un dramma ma motivo di riflessione. Lo stesso docente che ti ha invitato a ritirarti puó spiegarti con calma il problema (quasi sempre tecnico) ricevimento non scholae sed vitae discitur!

17 C) LA VALUTAZIONE DEI CORSI DA PARTE DEGLI STUDENTI Utilitá fondamentale: luniversitá é impresa congiunta di docenti, studenti, tecnici e amministratori (anche se da noi lautonomia...) Esempio: distribuzione bi-modale nei corsi dei primi due anni indica problemi a monte: - diverso livello di formazione pre-universitaria - incoerente sequenza di corsi e/o di esami sostenuti possibile rimedio: migliorare lorganizzazione didattica - ricevimento - feedback tra rappresentanza studenti e CCD

18 CONCLUSIONE La conoscenza é valore perenne che, a differenza dei soldi e dei titoli in borsa, puó solo aumentare col tempo (*), puó essere di grande soddisfazione per se stessi e di grande aiuto per gli altri, e allietare la vita quanto i migliori affetti. Approfittatene! © Walt Disney (*) sempre che non si rimbecillisca, ma in fondo che cosé la cultura con cui ho cominciato la lezione? la cultura é ció che resta quando si é dimenticato tutto. © Giorgio Benedek,


Scaricare ppt "Corso di Laurea in Scienza dei Materiali – a.a. 2011/12 Seminari: Esiti occupazionali e competenze richieste Giovedí, 18 aprile 2013, ore 10.30 – 12.30."

Presentazioni simili


Annunci Google