La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Alfredo Zaino. Obiettivi dello studio Definire un possibile scenario di sviluppo della rete delle stazioni di rifornimento di metano per i trasporti in.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Alfredo Zaino. Obiettivi dello studio Definire un possibile scenario di sviluppo della rete delle stazioni di rifornimento di metano per i trasporti in."— Transcript della presentazione:

1 Alfredo Zaino

2 Obiettivi dello studio Definire un possibile scenario di sviluppo della rete delle stazioni di rifornimento di metano per i trasporti in Italia

3 Metodo Analisi statistica della relazione tra: distribuzione geografica della popolazione rete delle stazioni di rifornimento di metano per i trasporti

4 Vincoli Esistenza di un adeguato bacino potenziale di popolazione da servire e quindi di autoveicoli da rifornire Esistenza delle infrastrutture di trasporto di metano a pressione adeguata

5 Le fasi dello studio Suddivisione dellintero territorio nazionale in aree omogenee di 20 km di lato

6

7 Le fasi dello studio Localizzazione dei centri abitati dei comuni compresi in ogni singola area omogenea e somma delle relative popolazioni

8

9

10 Le fasi dello studio Suddivisione delle aree omogenee in tre tipologie: – Montane (sopra i 600 m s.l.m.) – Pianura con distributori di metano – Pianura senza distributori di metano

11

12 Le fasi dello studio Individuazione delle aree omogenee senza distributori attraversate dalla rete nazionale dei metanodotti

13

14

15

16 Lanalisi Nelle aree dove sono già presenti distributori stradali di metano: 1.Definire il numero medio di abitanti per impianto a livello generale;

17 Lanalisi Nelle aree dove sono già presenti distributori stradali di metano: 2. Definire il numero medio di abitanti per impianto nelle aree con una media inferiore a quella generale

18 Lanalisi Media generale Media delle aree con una popolazione media servita inferiore alla media generale

19 Lanalisi Nelle aree dove sono già presenti distributori stradali di metano: 3. Calcolare il numero di nuovi impianti necessari per avere in tutte le aree già servite, una media di popolazione per impianto pari a unità Es. < = 0 > = (popolazione/24.438) - impianti esistenti

20 Popolazione media servita da ogni impianto di rifornimento di carburanti in Italia / = Carburanti liquidi /3.150 = GPL media abitanti per impianto utilizzata per il calcolo della rete di distributori necessaria

21 La sintesi Ladeguamento della rete di punti di rifornimento stradale di metano nelle aree dove è già presente almeno un impianto, è pari a 865 nuovi impianti

22 La sintesi Ladeguamento della rete di punti di rifornimento stradale di metano nelle aree dove non è già presente almeno un impianto ma sono attraversate dalla rete nazionale dei metanodotti, è pari a 267 nuovi impianti

23 La sintesi Ladeguamento complessivo possibile dei punti di rifornimento stradale di metano alla media di popolazione servita già attuale in alcune aree del paese è quindi pari a nuovi impianti

24 La sintesi NUOVI IMPIANTI PER ADEGUAMENTO RETE Regioniaree con impiantiaree senza impianti con retetotale Marche(*)00 Emilia Romagna(*)11 Valle Aosta000 Umbria(*)11 Molise134 Trentino AA314 Basilicata166 Abruzzi Friuli Liguria Calabria Toscana38745 Veneto54963 Puglia Piemonte Sicilia Campania Lazio Lombardia Totale Sardegna (**)000 (*) regioni nelle quali la popolazione media per impianto nelle aree omogenee è inferiore a unità (**) in Sardegna non sono presenti reti di trasporto di metano

25 La sintesi Suddivisione regionale delladeguamento:

26 Conclusioni La prima giornata del metano aveva indicato due obiettivi principali che solo limpiego del carburante metano nei trasporti consente di raggiungere: Riduzione dellinsicurezza energetica derivante dalla pressoché totale dipendenza dei trasporti dai derivati del petrolio (benzina, gasolio, GPL); Riduzione delle emissioni inquinanti soprattutto in aree urbane e conseguente riduzione dei relativi costi sociali ed economici. EcologiaAutonomiaDisponibilità reteDiversificazione energetica Trasporti pesanti su strada Possibile integrazione con fonti rinnovabili Compatibilità economica con le fonti tradizionali GPLsi no si EEsi (*)no si (*)nosino Idrogenosi (*)no si (*)nosino Metanosi (*) se da fonti rinnovabili o da metano

27 Conclusioni Condizione primaria per il raggiungimento di questi obiettivi è la disponibilità di una rete di erogatori stradali sufficientemente estesa sul territorio sufficientemente numerosa in base alle esigenze di mobilità della popolazione residente La disponibilità di una rete adeguata di impianti deve essere tale da rendere possibile il rifornimento degli autoveicoli, in qualsiasi momento e in qualsiasi località questa esigenza si verifichi. Questo studio non prende in considerazione le aree prive di metanodotti ma va comunque sottolineato che le nuove tecnologie di rifornimento delle stazioni di servizio con metano allo stato liquido aprono nuove prospettive anche per tali aree

28 Conclusioni La stima prudenziale di nuovi impianti che è possibile realizzare dove esistono le infrastrutture necessarie (metanodotti di trasporto ad alta pressione) e sulla base dellattuale livello di servizio dove questo è più sviluppato, è quindi pari a un totale di unità. Si tratta di una stima basata su dati certi: concentrazione della popolazione residente (1); media della popolazione attualmente servita dagli impianti esistenti nelle aree dove la rete delle stazioni di rifornimento è più sviluppata; presenza di metanodotti ad alta pressione. Non si tratta quindi di una stima basata su criteri astratti di servizio ottimale ma di possibilità reali di adeguamento ad un livello che il mercato ha già determinato in alcune aree della penisola. (1) Dati ISTAT Popolazione legale 2011 (09/10/2011)

29 Conclusioni Lattuazione di questo obiettivo dipende da molti fattori tra i quali la programmazione energetica centrale e locale la capacità di investimento degli operatori la carenza di questi fattori renderebbe impossibile o inadeguato, non solo lo sviluppo della rete dei distributori stradali di metano ma comprometterebbe anche le possibilità di sviluppo e modernizzazione dellintero sistema dei trasporti.

30 GRAZIE E BUON LAVORO


Scaricare ppt "Alfredo Zaino. Obiettivi dello studio Definire un possibile scenario di sviluppo della rete delle stazioni di rifornimento di metano per i trasporti in."

Presentazioni simili


Annunci Google