La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Noi volontari riteniamo importante parlare, spiegare, far conoscere ai bambini che cosè la malattia di Alzheimer, chi colpisce e che problemi comporta.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Noi volontari riteniamo importante parlare, spiegare, far conoscere ai bambini che cosè la malattia di Alzheimer, chi colpisce e che problemi comporta."— Transcript della presentazione:

1

2 Noi volontari riteniamo importante parlare, spiegare, far conoscere ai bambini che cosè la malattia di Alzheimer, chi colpisce e che problemi comporta al malato, perché linformazione: - può aiutare i bambini a essere più disponibili e comprensivi verso le persone affette da questa particolare demenza; - può infondere sicurezza, per non temere le reazioni a volte imprevedibili del malato; - può incoraggiarli a parlare, fare domande e chiedere spiegazioni.

3 Riteniamo fondamentale promuovere e sostenere un contatto tra anziani e bambini. Rivolgersi allinfanzia per parlare di demenza assume un significato particolare, in quanto limmediatezza e la ricchezza di modalità di espressione non verbali e emotive che il bambino spontaneamente utilizza, lo rendono molto più vicino e capace di relazionarsi con la persona demente.

4 In occasione della 20°giornata mondiale dell'Alzheimer, abbiamo organizzato un incontro, con un gruppetto di bambini dellinfanzia, per raccontare e drammatizzare una storia dove il personaggio principale è nonno ORSO che ha perso la memoria perché malato di ALZHEIMER

5 …con… una padella in testa e con una pala, stava scavando una buca. Cosa stai facendo con quella pala? Perché hai quella cosa in testa?. Il vecchio orso si mise una zampa sul capo e indicando la padella rispose: Ho messo il cappello perché oggi cè troppo sole e devo scavare questa buca perché voglio trovare dellottimo miele per voi!. Il miele sotto terra? Nonno …. dissero gli orsetti Forse è meglio stare allombra oggi…. Brano tratto dalla storia scritta da Orietta e suo figlio Simone, (hanno vissuto con la nonna/bisnonna malata di Alzheimer)

6 Oops…. ma il miele… Tieni il mio cappello… Dai… prendi …

7 i volontari cantano sulle note della famosa canzone La casa di Sergio Endrigo…. L ORSETTO NONNO E DIVENTATO DA UN PODI TEMPO UN POSBADATO, NON SI RICORDA CHE FARE E SI RITROVA SEMPRE A SBAGLIARE. LA SUA MEMORIA E SEMPRE LI MA NON FUNZIONA PIU DI COSI I NIPOTINI OR CHE LO SANNO TUTTI CONTENTI LO AIUTERANNO E SE LA MAMMA SI ARRABBIERA LORO IL NONNO AIUTERAN…. LA SUA MEMORIA E SEMPRE LI MA NON FUNZIONA PIU DI COSI

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20 Lesperienza è stata positiva, i bambini hanno ascoltato il racconto con molto interesse e hanno rappresentato graficamente, sottolineando verbalmente che il nonno è sbadatello perché gli è venuta una malattia e ha perso la memoria.

21 La malattia di Alzheimer è un processo degenerativo che colpisce in prevalenza gli anziani, danneggia le arie cerebrali che governano la memoria, il linguaggio, la percezione e la cognizione spaziale. informare e far riflettere noi volontari siamo convinti che basta iniziare, offri sostegno a chi vive questa realtà una piccola goccia per un percorso intenso e difficile. I volontari Lorena,Mariangela,Antonella, Michela, Giulio, ringraziano per la vostra attenzione.


Scaricare ppt "Noi volontari riteniamo importante parlare, spiegare, far conoscere ai bambini che cosè la malattia di Alzheimer, chi colpisce e che problemi comporta."

Presentazioni simili


Annunci Google