La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Rapporti continui e pressanti con FCI e ENCI Studio della Razza; Andamento delle nascite negli ultimi anni; Numero nascite nei paese Europei; Eventuali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Rapporti continui e pressanti con FCI e ENCI Studio della Razza; Andamento delle nascite negli ultimi anni; Numero nascite nei paese Europei; Eventuali."— Transcript della presentazione:

1 Rapporti continui e pressanti con FCI e ENCI Studio della Razza; Andamento delle nascite negli ultimi anni; Numero nascite nei paese Europei; Eventuali patologie emerse - displasia; Numero iscritti a gare nazionali ed europee Relazione sullandamento della razza e indicazioni di lavoro.

2 Nel 1983, alcuni cinofili, hanno raccolto la sfida che il recupero della razza poneva e fondato la Società Amatori Cane Corso. Tra mille difficoltà furono reperiti i primi esemplari nelle masserie del foggiano e contemporaneamente avviate le ricerche sulla storiografia ed iconografia riguardante la razza, al fine di ricostruire un contesto storico che permettesse una corretta selezione dei soggetti.

3 L'Enci ha seguito con molto interesse, sin dagli albori, il progetto di recupero della razza e, tramite il Prof. Casolino, diede incarico al Dr. Antonio Morsiani di redigere lo Standard di razza. Il Consiglio Direttivo dell'Enci decideva l'istituzione di un Libro Aperto dove furono iscritti più di 500 esemplari e nel gennaio 1994 la razza fu definitivamente riconosciuta ufficialmente dall'Enci.

4 Insieme al Cane Corso Italiano non smetteremo di ringraziare Gandolfi, Casolino, Malavasi, Sereni, Breber, Indiveri, Tumminelli e i giudici Enci Perricone, Bonetti, Morsiani. Ognuno di loro ha contribuito in maniera determinante al recupero della razza: oggi il loro iniziale impegno raggiunge lobbiettivo: il definitivo riconoscimento FCI! Liscrizione al LIR per il Cane Corso, quindi, cominciò nel lontano 1990 con 287 cani corsi iscritti. Questo numero è andato costantemente crescendo negli anni successivi fino a decuplicare raggiungendo il numero di 3425 iscrizioni nel 2001; solo 7 anni dopo il riconoscimento provvisorio! Negli anni successivi il numero di iscrizioni si è conservato alto, pur risentendo del generale calo delle nascite che coinvolge tutte le razze indistintamente.

5

6 Affianco alla costante crescita in Italia cè stata una capillare diffusione in Europa; molti sono i Paesi in cui si registra annualmente, un elevato numero di nascite. E il caso della Olanda, della Russia e della Polonia; particolarmente numerosa è la popolazione di cani Corso in Francia dove è molto forte lappeal del molosso italico.

7

8 Dal punto di vista della salute possiamo dire che il Cane Corso ha conservato la sua rusticità. In questi anni di allevamento non è emersa alcuna patologia ereditaria in particolare; il controllo, trattandosi di un molossoide, si è concentrato sulla displasia dellanca. I dati sono abbastanza confortanti in quanto al momento circa 1200 sono i cani Corso esenti da displasia equamente suddivisi tra maschi e femmine. Nello scorso anno sono risultati esenti 120 soggetti. Crescente è anche il controllo della displasia del gomito che al momento è volontaria ma, comunque, ben 260 sono i soggetti che risultano esenti anche da questa patologia.

9

10 Attività SACC dal Novembre 2003 tese a migliorare la selezione e la diffusione del Cane Corso: Riorganizzazione del club – da 240 soci a 700/anno 1° raduno dellanno ( 7/11/04) 29/01/05 1° ch sociale poi altri 6 Raccolta dati biometrici (2005) Corsi per figuranti e nuovi esami Pubblicazione sistematica del giornalino Sacc- news Passaggio dal cal 1 al cal 2 e cac solo in classe lavoro (07/2006)

11 Concessione Lir solo in Raduni e Ms dal 1° Settembre 2007 Prova di selezione Riproduzione selezionata Modifica campionato sociale – classe Campionato 2 seminari tecnico-scientifici 1 seminario per allevatori Creazione di 12 delegazioni regionali – ne esistevano 3!

12 La prova di Selezione prevede laccesso solo per quei cani che risultino esenti da Hd (HD A, B e C) a dimostrazione che lo stato di salute generale e in particolare lo stato delle patologie ereditarie è rassicurante. Confortante anche la verifica caratteriale compiuta negli ultimi mesi. Il club di Razza ha chiesto allEnci di assegnare il CAC per il titolo di Ch Italiano in classe lavoro a partire dallo scorso 1° luglio (2006) e di sottoporre il CCI al test del CAL 2 sostituendolo al vecchio Cal 1 ormai superato dallo stato caratteriale del nostro molosso. Nellultimo anno ben 70 Corsi hanno sostenuto e superato il test e cè da essere ben fieri di questo risultato data la assoluta disabitudine degli allevatori ad un educazione più adeguata e la comprensibile ritrosia per le novità e i cambi di regolamento.

13 Ogni anno in Italia diversi sono i raduni che sfiorano le cento iscrizioni; è il caso di Pontecagnano 2003, Bari e Rimini 2004, Rimini e Roma 2005, Roma e Lodi Elevata la presenza del CCI nelle ultime esposizioni Mondiali ed Europee. Già alla Mondiale di Milano 2000 si videro quasi 200 iscritti; ugualmente molto numerosi gli iscritti di Bratislava 2003, Portogallo 2004, Tulln 2005, Finlandia 2006 e poi il clou che è stata lesposizione Mondiale di Poznan 2006 che ha visto sfilare sul ring 223 Cani Corso. Il Raduno dellAnno 2007 – domani- vedrà sfilare 150 cani Corso di cui moltissimi in classe lavoro e ben oltre quanto sperassimo in Classe Campionato! (20 in M e 9 in F)

14 Segno evidente di una larga diffusione europea della razza e di un sempre vivo entusiasmo che accompagna questo splendido molosso che è il Cane Corso Italiano Durante lanno 2005, come detto, sono state compiute delle verifiche biometriche durante molti raduni di Razza, che testimoniano lottima sintonia morfofunzionale tra i Corsi delle varie linee di sangue e lo Standard di Razza. Evidente è lomogeneità complessiva di Razza e la costante trasmissibilità delle caratteristiche di tipo per le varie linee di sangue. A valle di questa verifica la SACC ha chiesto allEnci di concedere il LIR solo durante i raduni e le mostre Speciali

15 In conclusione abbiamo una razza viva, in evoluzione e fermento, ma che continua il suo cammino verso la splendida immagine che idealmente si disegna leggendo lo Standard di Razza: ecco il Cane Corso Italiano!


Scaricare ppt "Rapporti continui e pressanti con FCI e ENCI Studio della Razza; Andamento delle nascite negli ultimi anni; Numero nascite nei paese Europei; Eventuali."

Presentazioni simili


Annunci Google