La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROGETTO RIFUGIATI POLITICI. Il prigioniero politico Mongane Wally Serate Poeta Sudafricano Avevo voglia di parlare e dire con parole così numerose quanto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROGETTO RIFUGIATI POLITICI. Il prigioniero politico Mongane Wally Serate Poeta Sudafricano Avevo voglia di parlare e dire con parole così numerose quanto."— Transcript della presentazione:

1 PROGETTO RIFUGIATI POLITICI

2 Il prigioniero politico Mongane Wally Serate Poeta Sudafricano Avevo voglia di parlare e dire con parole così numerose quanto granelli di sabbia, L'altro lato della fortezza di pietra. Avevo trovato una vedova che viaggiava passando oltre i prigionieri con della legna da ardere Questa è la donna che mi ha impedito di dormire Che mi aveva colmato di sogni. Il sogno è sempre lo stesso; Gira su un ancora sin a quando trova un posto dove fissarsi: tesse la sua rete di ragno con le ore. Un bel giorno qualcuno arriva ed apre il portone Il sole fa esplodere il suo fuoco Disseminando le sue fiamme sulla terra, toccando la sorgente dell'umanità. Dietro di noi, vi sono montagne Dove la vedova è abbandonata. Lì ella rimane incapace di partorire

3 Qui… in mezzo a tanta gente. Tanti occhi ho addosso, tante parole intorno a me. Ma in realtà… sono solo INVISIBILE

4 SPERANZA Il buio, la solitudine, lassenza di speranza. Questo è il mio passato. E ora…spero di vedere almeno un piccolo spiraglio di luce di fronte a me

5 RICOMINCIARE La voglia di vivere in me cè ancora, la voglia di pensare ad un futuro migliore, più bello. La voglia di… ricominciare…

6 PAURA Piccolo… come un granello di sabbia nel deserto. Tanta, tanta sabbia, attorno a me. E poi… il mare. La sua furia ti può colpire… e allora … la paura ti assalta

7 Dalle lacrime dei rifugiati Mahmùd Hasan Ismà'il Poeta Sudafricano Fratello, il vento del buio ha strappato la mia casa e miei giorni. Mi ha condotto in questa terra con questo corpo insanguinato. Questo spettro espulso con la sua tristezza grida : Dov'è la terra di Dio, dove posso sostare dov'è la terra che mi ospita e allevia i miei dolori ? Qui nella tenda della diffamazione della crudeltà e della falsità trovo il mio rifugio come sepolcro dimenticato. Bevo il mio sbigottimento, le mie lacrime dalle mani del ciclone. Le mie lacrime scorrono mute nel silenzio delle tenebre

8 CLASSE 5^ C


Scaricare ppt "PROGETTO RIFUGIATI POLITICI. Il prigioniero politico Mongane Wally Serate Poeta Sudafricano Avevo voglia di parlare e dire con parole così numerose quanto."

Presentazioni simili


Annunci Google