La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Biagio Soffitto Le passioni tristi delluniverso decadente.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Biagio Soffitto Le passioni tristi delluniverso decadente."— Transcript della presentazione:

1 Biagio Soffitto Le passioni tristi delluniverso decadente

2 Dalla ragione al sentimento, dal sentimento allistinto.

3 Il Decadentismo è Espressione di una profonda crisi esistenziale, di unetà dellansia (the age of the anxiety), di un disagio della civiltà, che ha alla spalle tante crisi: 1. Quella sociale della borghesia 2. Quella filosofica del Positivismo 3 Quella dei valori della civiltà e del ruolo degli intellettuali Che a fine 800 diventa reazionaria Cui contribuisce la bancarotta delle Scienze Che provoca la perdita dellaureola del poeta Si chiude a difesa dei suoi interessi entrando in contrapposizione con il proletariato (quarto stato) mercificando i rapporti tra gli uomini e dando vita Al nazionalismo, allimperialismo, allo sfruttamento del proletariato i Poiché la realtà fenomenica non ha risposte per ogni cosa; la vita non è fatta solo di ciò che appare, del solo dato materiale, misurabile ed analizzabile, ma anche di ciò che è aldilà delle cose, oltre il percepibile con i soli sensi: il mistero, la vita psichica, la spiritualità. Che, per la prima volta, deter- mina una frattura netta tra artista e società.

4 3 I PILASTRI DELLETA DECADENTE BERGSON NIETZSCHEFREUD Ad essi dobbiamo Il tempo come durata La teoria dellOltreuomo La scoperta dellInconscio Tempo della coscienzaLo spirito dionisiaco Io, Es, SuperIo

5 UNA NUOVA PERCEZIONE DELLA REALTA L'Ottocento aveva visto l'apoteosi del progresso e del razionalismo positivista fondato sui concetti di "oggettività" e "metodo scientifico" riassumibili in due assiomi: 1. La realtà al di fuori del soggetto è regolata dal rapporto causa-effetto e si basa su categorie determinate di spazio e di tempo; tempo 2.Le cose e i fenomeni sono quantificabili, misurabili, conoscibili.

6 Questa visione cade sotto i colpi della cosiddetta bancarotta delle scienze ( teoria della relatività di Albert Einstein, fisica quantistica di Max Planck, principio di indeterminazione di W. Heisenberg, secondo principio della termodinamica Entropia).teoria della relativitàAlbert Einstein Entropia Così il sapere scientifico da assoluto diventa relativo, limitato al sistema di riferimento assunto e al soggetto che pretende di analizzarlo. Siamo entrati nel900…

7 Ciò che appare è solo una infinitesima parte della vita... Fenomenico Noumenico

8 Biagio Soffitto

9

10 E lo fa, come scrive Rimbaud, con il deragliamento dei sensi…

11

12 Ho chiuso gli occhi per vedere… ebbe a dire Paul Gauguin

13 E il naufragio di un mondo tenuto insieme per due millenni dalla fiducia nella ragione e dalla dalla fede in Dio, nella natura, nel progresso. Lavere preso coscienza di questo naufragio determina nel poeta la perdita dellAUREOLA.

14 «Ehilà! voi qui, mio caro? Voi in un bordello? voi, il bevitor di quintessenza, voi, il mangiator d'ambrosia? C'è da essere stupito, davvero. Mio caro, sapete il terrore che ho dei cavalli e delle vetture. Prima, come attraversavo in gran fretta il viale la mia aureola, in un brusco movimento, m'è scivolata dal capo nel fango della massicciata. Non ho avuto il coraggio di raccattarla. Ho ritenuto meno spiacevole perdere le mie insegne, che non farmi rompere l'ossa. E poi, mi sono detto, non ogni male viene per nuocere. Ora posso girare in incognito, fare delle bassezze e darmi ai bagordi come i semplici mortali. Ed eccomi in tutto simile a voi, come vedete! (…) Del resto, la dignità m'è venuta a noia (C. Baudelaire, Lo spleen di Parigi, 1869).

15 LALBATRO Spesso, per divertirsi, le ciurme Catturano degli albatri, grandi uccelli marini, che seguono, compagni di viaggio pigri, il veliero che scivola sugli amari abissi. E li hanno appena deposti sul ponte, che questi re dellazzurro, impotenti e vergognosi, abbandonano malinconicamente le grandi ali candide come remi ai loro fianchi. Questo alato viaggiatore, comè goffo e leggero! Lui, poco fa così bello, comè comico e brutto! Qualcuno gli stuzzica il becco con la pipa, un altro scimmiotta, zoppicando, linfermo che volava! Il poeta è come il principe delle nuvole Che abituato alla tempesta ride dellarciere; esiliato sulla terra fra gli scherni, non riesce a camminare per le sue ali di gigante. C. Baudelaire

16 Nasce lidea di unarte che non imita più la realtà,che è creazione magica di un mondo che si nega alla comprensione comune,che non si preoccupa della sua comunicabilità. Questa idea segnerà una FRATTURA PROFONDA con i linguaggi artistici dell 800.

17 Larte del 900 è pertanto segnata dallo smarrimento delle coordinate logiche di tempospazio causalità Crisi del figurativo in pitturaDellordine sintattico in poesiaDella trama in narrativa

18 Daria Ferrara Gustave Moreau Lapparizione 1876 Originale rilettura del soggetto religioso, dove Salomè incarna il simbolo della donna fatale e della sua forza distruttiva. La testa di Battista è elevata nellaria da un potere misterioso e irradia una luce mistica. Gli spazi dipinti in modo sommario e le presenze incorporee accentuano leffetto allucinato della scena. La ricerca di preziosismi, le raffinate cromie, il dissolvimento delle forme contribuiscono a orientare lattenzione dello spettatore in una dimensione irreale e simbolica.

19 Daria Ferrara Locchio come simbolo dellonniscienza divina è un tema antichissimo; nuovo è laccostamento tra realtà naturale (il bulbo oculare) e astrazione simbolica (la mongolfiera allude al viaggio della mente verso una dimensione superiore). Lartista parte da una realtà organica che rappresenta in modo analitico, mettendo la logica del visibile al servizio dellinvisibile. La sua poetica esplora la sfera del paradosso, dellambivalenza, dellinverosimiglianza per creare la rappresentazione dellimmaginario. Odilon Redon LOcchio mongolfiera 1878

20 E raffigurato il viaggio di un defunto verso la propria sepoltura ma, più che verso la porta dellaldilà, lartista sembra volerci condurre alla soglia della nostra interiorità, dove affiorano le visioni e i sogni. Laspetto inquietante dellisola e il senso di mistero che la avvolge sono generati dalla minuzia dei particolari descrittivi che la delineano in un contesto assolutamente irreale. Arnold Böcklin Lisola dei morti 1880

21 Daria Ferrara Lopera di Beardsley si pone come parallelo figurativo di Wilde, espressione di un atteggiamento di provocatoria raffinatezza, icasticamente polemico verso le convenzioni della società vittoriana. Lartista è un interprete delledonismo decadente, dellideale dellarte per larte formulato negli scritti di Walter Pater che sono alla base dellAestethic Movement : la bellezza e la perfezione sono fine esclusivo dellarte e, alla luce di una presunta infranta armonia originaria, si genera un sentimento di decadimento e di malinconica nostalgia. Le tavole realizzate per ledizione inglese di Salomè, eseguite con straordinario virtuosismo e venate di influssi orientali, interpretano mirabilmente la pesante atmosfera permeata di crudeltà, sangue e malsane passioni che trasuda dai versi del poeta. Aubrey Beardsley The Climax (illustrazione per Salomè di Oscar Wilde) 1893

22 Dal Decadentismo si dipartiranno due linee che caratterizzeranno gli ultimi anni dell 800 e i primi del 900 Simbolismo Estetismo Poeta veggente, interprete del misterioso linguaggio delle Natura Artista raffinato, chiuso nella sua solitudine esistenziale. Baudelaire, Verlaine, Rimbaud Huysmans, Wilde, DAnnunzio Spleen / Ideal

23 Biagio Soffitto E nata larte delle AVANGUARDIE


Scaricare ppt "Biagio Soffitto Le passioni tristi delluniverso decadente."

Presentazioni simili


Annunci Google