La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dedicato a Roberto Saviano. Casal di Principe 20mila abitanti...Droga e ricchiun a Casal' non trasn mai. 1200 condannati al 416 Bis...Associazione mafiosa...

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dedicato a Roberto Saviano. Casal di Principe 20mila abitanti...Droga e ricchiun a Casal' non trasn mai. 1200 condannati al 416 Bis...Associazione mafiosa..."— Transcript della presentazione:

1 Dedicato a Roberto Saviano

2 Casal di Principe 20mila abitanti...Droga e ricchiun a Casal' non trasn mai condannati al 416 Bis...Associazione mafiosa... Morti uccisi,strangolati con la corda del provolone,facendo ingoiare sabbia... A Casal vita e morte song a stess cosa'... Cocaina,milioni di euro,imprese,politici,imprenditori... Roma, Parma, Milano... Sangue e cemento...Sangue e cemento..."

3 E'l'una e lucido a pistola, tiro nata botta a volo, vott arind o caricator' Ca Maronn ncopp u cor', ess mi perdon',ca man ro Signor quando fernesce sta storia... I flash ncap'ancor, na fotografia a culor', l'uocchie e nu buon uaglion', e cap e Casal riceno che è nu buffon

4 Amma crià a paur, ha mischiat l'uommn ca gent e fognatur... Fumm,fuoc e sangue, e intant pass o tiemp, quann na 45 ti da nu vas ind a na tempia. Vient e vendetta ott botte mpietto, tardarielli ma non scurdarielli, a mettere proiettili vullent indè budell...

5 Chell che vec song, nu braccio senza nomme, faccio chell che vonno e o faccio buon, l'aggia guardà nterra fin a quann nun mor Fin a quann nu mor...

6 Cappotto di legno prima delle botte in petto

7 Ncap o casco nero lucido, quann arint staje putrido,ti guardi attuorno ogni juorn e ossaje che nun sei lunico. Saluti e uagliun abbasc, mentr o schiattamuorto sta calann nata cascia ind a nu fuoss Portarraggio comm ossiggen indall uossa, o ssaje chi sbaglia paga Faccio sgummà sta rota e stregn e mmann ncoppo o fierr nata vota, nata vota...

8 Lettere vullent comm a proiettili che sfonnano o silenzio e sfonnano o cervell a chi non penza. Senza paur lev a sicùr, otto botte mpietto aret e rin indo scur

9 E pure se stu buffone avesse ragione, ncapa sona sempre a stessa canzone dammore, ncapa sona sempre a stessa canzone d ammore, l'aggia guardà nterr fin a quann nun more l'aggia guardà nterr fin a quann nun more

10 Cappotto di legno prima delle botte in petto

11 "è nu pagliaccio, è nu buffone, perchè à 167 è a cchiù zona fetente, so gent e fognatura, a Casale stann buon... perchè Roberto Saviano è nu pagliaccio... è nu buffone... I camorristi sono loro..."

12 Song e Casale, a capital e na multinazionale criminale... Sparano inde segnali stradali. Sangue e cemento niente se move, e strade nove so bbòn, Tappeti russ che portàno e vill dè boss, Mercedes,Lamborghini quante ne vuò,

13 non so macchine 'ma sangue e cemento, non so macchine ma sangue e cemento, sangue e cemento, sangue e cemento. E se si alza la mano si alzano tutti quanti, e mò sparateci a tutti quanti...

14 Casal di Principe, 4 luglio Casal di Principe, 19 marzo 1994 Ucciso per aver parlato troppo

15 Giuseppe Diana nasce a Casal di Principe da una famiglia di proprietari terrieri. Laureatosi in teologia e in filosofia, nel 1989 diventa parroco nella parrocchia di Casal Di Principe Don Peppe Diana si schiera apertamente contro la camorra; a Natale del 1991, scrive e diffonde Per amore del mio popolo non tacerò, un messaggio di lotta alla criminalità organizzata. Il 19 marzo 1994, viene assassinato nella sacrestia della sua parrocchia, mentre si accinge a celebrare la Messa.

16 La Camorra oggi é una forma di terrorismo che incute paura, impone le sue leggi e tenta di diventare componente endemica nella società campana. I camorristi impongono con la violenza, armi in pugno, regole inaccettabili. La Camorra rappresenta uno Stato deviante parallelo rispetto a quello ufficiale, privo però di burocrazia e dintermediari che sono la piaga dello Stato legale. Forse le nostre comunità avranno bisogno di nuovi modelli di comportamento: certamente di realtà, di testimonianze, di esempi, per essere credibili. Il nostro impegno profetico di denuncia non deve e non può venire meno. Dio ci chiama ad essere profeti. Ai preti nostri pastori e confratelli chiediamo di parlare chiaro nelle omelie ed in tutte quelle occasioni in cui si richiede una testimonianza coraggiosa.

17 Dalle navate della chiesa rimbombano le sue parole anticamorra, parole che smuovono le coscienze e per questo diventa un personaggio scomodo. Non mi importa sapere chi è Dio, ma da che parte sta.

18 Il giaccone blu scuro, i jeans, la maglia scura, don Peppino Diana è morto senza un lamento; a sparare, dicono i carabinieri arrivati sul posto pochi minuti dopo, è stata una sola arma, una pistola calibro 7,65. Chi ha compiuto il delitto voleva nascondere la vera matrice dell'agguato, far pensare a qualcos'altro che non fosse la camorra. Ma non è servito a nulla. Corriere del Mezzogiorno 20 marzo 1994 « Il prete è un uomo strano. Se muore non c'è nessuno che lo sostituisce».

19 Appena muori in terra di camorra, sei colpevole sino a prova contraria. Così, distruggere l'immagine di don Peppino Diana è stata una strategia fondamentale. Don Diana era un camorrista, titolò il Corriere di Caserta. Pochi giorni dopo, un altro titolo diffamatorio: Don Diana a letto con due donne. Roberto Saviano, La Repubblica

20

21 Il 20 gennaio 2003, è stato condannato in primo grado, allergastolo, Nunzio De Falco, quale mandante dellomicidio di Don Diana.

22 Dove cè mancanza di regole, di diritto, si affermano il non diritto e la sopraffazione. Bisogna risalire alle cause della camorra per sanarne la radice che è marcia. Una Chiesa diversamente impegnata su questo fronte potrebbe fare molto. Dovremmo testimoniare di più una Chiesa di servizio ai poveri, agli ultimi. Dove regnano povertà, emarginazione, disoccupazione e disagio è facile che la mala pianta della camorra nasca e si sviluppi. Giuseppe Diana

23 Grazie al sacrificio di Peppe Diana e di altri innocenti, oggi siamo più consci di questo problema che attanaglia non solo la Campania, ma l Italia tutta. A cura di Armando Amendola, IV H


Scaricare ppt "Dedicato a Roberto Saviano. Casal di Principe 20mila abitanti...Droga e ricchiun a Casal' non trasn mai. 1200 condannati al 416 Bis...Associazione mafiosa..."

Presentazioni simili


Annunci Google