La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LUniversità della Bicicletta Più ciclisti, più cittadini, più consapevoli! 1UNIBIKE 2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LUniversità della Bicicletta Più ciclisti, più cittadini, più consapevoli! 1UNIBIKE 2013."— Transcript della presentazione:

1 LUniversità della Bicicletta Più ciclisti, più cittadini, più consapevoli! 1UNIBIKE 2013

2 DOVE? Urban Center Bologna – Sala Borsa - Piazza del Nettuno, 3 CON CHI? Urban Center Bologna - Ufficio Mobilità Reggio Emilia - Consulta della Bicicletta - SRM Reti e Mobilità - Bologna Pedonale - Monte Sole Bike Group - L'Altra Babele Studenti - Pedalalenta - A.S.D. Bitone - Legambiente - Pedalando QUANDO? Sabato 2, 9, 16, 23 marzo - sabato 6 e 13 aprile 2013 Dalle 17 alle 18 incontro e dialoghi – alle 18 si fa pratica! UNIBIKE 20132

3 9 Marzo 2013: L A B ICICLETTA NON È IMMODIFICABILE 1) Dotazioni di Legge 2) Accessori (non di legge) per luso urbano 3) Abbigliamento 4) E in caso di pioggia … 5) Pillole di comportamento Ferdinando Conti A.S.D. Bitone UNIBIKE 20133

4 BITONE: 200 iscritti per fare cosa? C ICLISMO NON COMPETITIVO SU STRADA E FUORI STRADA UNIBIKE 20134

5 ATTIVITA DIVERSE UNIBIKE Raduni Gran Fondo Gite Biciclettate in città

6 1) DOTAZIONI DI LEGGE Come deve essere fatta una bicicletta? Anzi: UN VELOCIPEDE! Vediamo che cosa dicono: Il NUOVO CODICE DELLA STRADA (Decreto Legislativo 30 aprile 1992 n. 285) e il REGOLAMENTO di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada (D.P.R. 495/ ) UNIBIKE 2013 e scopriamo che : cè libertà di fare tante bici diverse, tutte rispondenti al Codice, purché abbiano: - di giorno: 2 freni e il campanello; - di notte: i dispositivi di illuminazione. 6

7 CITTA UNIBIKE 20137

8 STRADA UNIBIKE 20138

9 FUORISTRADA UNIBIKE 20139

10 RIMORCHIO UNIBIKE

11 CARGO UNIBIKE

12 RECLINATA UNIBIKE

13 UNIBIKE

14 PIEGHEVOLE UNIBIKE

15 CHE COSA E UN VELOCIPEDE? (Art. 50 del Codice) 1.I velocipedi sono i veicoli con due ruote o più ruote funzionanti a propulsione esclusivamente muscolare, per mezzo di pedali o di analoghi dispositivi, azionati dalle persone che si trovano sul veicolo; 15UNIBIKE 2013

16 … sono altresì considerati velocipedi le biciclette a pedalata assistita, dotate di un motore ausiliario elettrico avente potenza nominale continua massima di 0,25 KW la cui alimentazione è progressivamente ridotta ed infine interrotta quando il veicolo raggiunge i 25 km/h o prima se il ciclista smette di pedalare. [Nota: la potenza di un ciclomotore è circa 10 volte superiore] 2. I velocipedi non possono superare 1,30 m di larghezza, 3 m di lunghezza e 2,20 m di altezza. UNIBIKE

17 DOTAZIONI DI LEGGE (Art. 68 del Codice: Caratteristiche costruttive e funzionali e dispositivi di equipaggiamento dei velocipedi) UNIBIKE I velocipedi devono essere muniti di pneumatici, nonché: a) per la frenatura: di un dispositivo indipendente per ciascun asse che agisca in maniera pronta ed efficace sulle rispettive ruote; b) per le segnalazioni acustiche: di un campanello; 17

18 5. I velocipedi possono essere equipaggiati per il trasporto di un bambino, con idonee attrezzature, le cui caratteristiche sono stabilite nel regolamento. c) per le segnalazioni visive: anteriormente di luci bianche o gialle, posteriormente di luci rosse e di catadiottri rossi; inoltre, sui pedali devono essere applicati catadiottri gialli ed analoghi dispositivi devono essere applicati sui lati. 18UNIBIKE 2013

19 Seguono: 4 considerazioni forse banali ma sicuramente non superflue UNIBIKE 2013 DOTAZIONI DI LEGGE e di BUONSENSO ovvero: agli utenti più deboli conviene rispettare il Codice per essere più sicuri 19

20 1) Pneumatici: la giusta pressione di gonfiaggio attenua limpatto con le buche, evita sbandate, riduce la fatica. UNIBIKE ) Freni: se funzionano bene è più facile fermarsi al punto e al momento giusto. 3) Luci: di sera DEVONO FUNZIONARE. Se gli automobilisti ci vedono, in genere ci evitano. Le luci a LED e batteria sono più luminose e affidabili. 20

21 4) C ASCO OMOLOGATO : una dotazione non prevista dal Codice, ma indispensabile per ciascun ciclista, di qualunque età, su qualunque bici, ANCHE IN CITTA UNIBIKE

22 DOTAZIONI DI LEGGE Dettagli tecnici secondo il Regolamento UNIBIKE

23 F RENI E C AMPANELLO UNIBIKE 2013 il Regolamento prevede soluzioni diverse per i freni (Art. 223: Dispositivi di frenatura e di segnalazione acustica dei velocipedi) 1. I dispositivi indipendenti di frenatura, l'uno sulla ruota anteriore e l'altro su quella posteriore, possono agire sia sulla ruota (pneumatico o cerchione) sia sul mozzo, sia, in genere, sugli organi di trasmissione. 2. Il comando del freno può essere tanto a mano quanto a pedale. 3. La trasmissione fra comando e freni, può essere attuata con sistemi di leve rigide a snodo, con cavi flessibili o con sistemi di trasmissione idraulica. 4. I sistemi di cui ai commi 1, 2 e 3 possono essere applicati sia internamente sia esternamente alle strutture del veicolo. 5. Il suono emesso dal campanello deve essere di intensità tale da poter essere percepito ad almeno 30 m di distanza. 23

24 L UCI Il regolamento fornisce molti dettagli su colore, posizione, orientamento, intensità delle luci. Vediamo quelli essenziali (Art. 224 Dispositivi di segnalazione visiva dei velocipedi.) 1.La luce anteriore consiste in un fanale a luce bianca o gialla, ad alimentazione elettrica, … [non specifica se può essere intermittente] 3. La luce di posizione posteriore rossa, ad alimentazione elettrica, deve trovarsi sul piano di simmetria del velocipede, … [non specifica se può essere intermittente] Da mezz'ora dopo il tramonto, durante tutto il periodo dell'oscurità e di giorno, qualora le condizioni atmosferiche richiedano l'illuminazione, i velocipedi sprovvisti o mancanti degli appositi dispositivi di segnalazione visiva, non possono essere utilizzati, ma solamente condotti a mano. UNIBIKE

25 Ci vogliono anche i catarifrangenti! 6. Il dispositivo catadiottrico posteriore a luce riflessa rossa deve essere montato su idoneo supporto … Il dispositivo può essere abbinato alla luce di posizione posteriore, purché le superfici luminose dei due dispositivi restino separate. 7. I dispositivi catadiottrici a luce riflessa gialla, da applicare sui due fianchetti di ciascun pedale e gli analoghi dispositivi da applicare sui due lati di ciascuna ruota, … UNIBIKE

26 Vestiti riflettenti Art Circolazione dei velocipedi. 9-bis. Il conducente di velocipede che circola fuori dai centri abitati da mezz'ora dopo il tramonto del sole a mezz'ora prima del suo sorgere e il conducente di velocipede che circola nelle gallerie hanno l'obbligo di indossare il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità, di cui al comma 4-ter dell'articolo 162. UNIBIKE

27 I BAMBINI IN BICI CON NOI Art I velocipedi possono essere equipaggiati per il trasporto di un bambino, con idonee attrezzature, le cui caratteristiche sono stabilite nel regolamento. UNIBIKE

28 Qualche dettaglio Art. 225 del Regolamento (Art. 68 e Art. 69 del Codice) Caratteristiche costruttive delle attrezzature per il trasporto dei bambini sui velocipediArt. 68Art. 69 Premessa: possono sembrare indicazioni pedanti, ma si tratta delle creature! UNIBIKE 2013 Età massima del bambino: otto anni Il seggiolino è composto da: sedile con schienale, braccioli, sistema di fissaggio al velocipede e sistema di sicurezza del bambino. I braccioli possono essere omessi nel caso di seggiolini destinati esclusivamente al fissaggio in posizione posteriore al conducente, per il trasporto di bambini di età superiore ai quattro anni. 28

29 Il sistema di sicurezza del bambino è costituito da bretelle o cintura di contenimento e da una struttura di protezione dei piedi del bambino, per impedire il contatto dei piedi con le parti in movimento. UNIBIKE 2013 Il sistema di fissaggio del seggiolino deve garantire l'ancoraggio del seggiolino al velocipede impedendone, in ogni caso, lo sganciamento accidentale. 29

30 Un po di BUROCRAZIA Ciascun seggiolino è munito di istruzioni illustrate per il montaggio e di indicazioni per l'uso atte a garantire il trasporto del bambino in condizioni di sicurezza. Alle suddette istruzioni ed indicazioni è allegata una dichiarazione che attesti la rispondenza del seggiolino alle caratteristiche fissate dal presente articolo. Sul seggiolino sono impressi in modo visibile, anche dopo il montaggio dello stesso, l'anno di produzione ed il nome del produttore UNIBIKE

31 Sono consentiti i rimorchi per velocipedi purché la lunghezza del velocipede, compreso il rimorchio, non superi 3 m. La larghezza massima totale del rimorchio non deve essere superiore a 75 cm e l'altezza massima, compreso il carico, non deve essere superiore a 1 m. La massa trasportabile non deve essere superiore a 50 kg. Per la circolazione notturna il rimorchio è equipaggiato con i dispositivi di segnalazione visiva posteriore e laterale previsti per i velocipedi all'articolo 224. UNIBIKE

32 2) ACCESSORI (NON DI LEGGE) PER LUSO URBANO: possono essere utili e aumentano la sicurezza UNIBIKE 2013 Prima di tutto, ovviamente: IL CASCO. Anche in città, e indossato nel modo giusto! 32

33 Poi: meglio vedere (anche dietro), e FARSI VEDERE UNIBIKE

34 Trasportiamo le cose in sicurezza UNIBIKE

35 Pantaloni e gonne larghe? Meglio di no, ma comunque … UNIBIKE

36 Quando la bici è parcheggiata UNIBIKE

37 3) ABBIGLIAMENTO Per la città non ci sono regole particolari, salvo una: è meglio che i vestiti non siano larghi perché: a)Non si impigliano nelle ruote, nei pedali o nella catena b)Lasciano miglior libertà di movimento c)Riparano meglio dal vento E attenzione al cappuccio: toglie visuale! 37UNIBIKE 2013

38 Se però fate molta strada … Labbigliamento da ciclista è fortemente consigliato. Soprattutto i pantaloni con fondello protettivo e i guanti. UNIBIKE

39 4) E in caso di pioggia … Anche se piove NON SI GUIDA LA BICI CON LOMBRELLO! Le MANTELLE non sono sicure, perché sono larghe e svolazzanti. Meglio sovrapantaloni e giacche antipioggia. Contro il freddo: non cè che limbarazzo della scelta presso i negozi specializzati. 39UNIBIKE 2013

40 5) Pillole di comportamento IL SEMAFORO E ROSSO ANCHE PER I CILCISTI UNIBIKE

41 Le rotatorie: incubo del ciclista il Codice della strada non parla delle rotatorie: bisogna applicare altri articoli del codice stesso UNIBIKE 2013 Principi di comportamento: Far capire agli automobilisti le proprie intenzioni: usare le braccia per segnalare Cercare di capire le loro (senza dare nulla per scontato): guardarli in faccia Non effettuare bruschi cambiamenti di direzione per entrare e uscire dalla rotatoria Più andiamo piano, più siamo un ostacolo fisso per lautomobilista Largomento è trattato abbastanza bene dal Manuale del ciclista urbano: 41

42 Se voltiamo subito a destra UNIBIKE

43 Se voltiamo ad uscite successive NON FARE COSI! UNIBIKE

44 ma in questo modo: UNIBIKE 2013 Segnalando col braccio SN fino al punto -a- e poi col DX (anche per avvertire lautomobilista che sta entrando al punto-2-) fino al punto -b- 44

45 SULLA BASE DELLESPERIENZA: Allentrata delle rotatorie: a) segnalare sempre la propria intenzione col braccio: destro se si intende utilizzare la prima uscita, e soprattutto sinistro se vogliamo rimanere in rotatoria; Mentre percorriamo la rotatoria: - se quella grande a doppia corsia deve esser percorsa per un lungo contratto, conviene stare sulla mezzeria, in modo da lasciare allautomobilista che ci segue lo spazio per sorpassarci o evitarci sia a dx (se vuole uscire) che a sn (se vuole rimanere in rotatoria), e non invogliarlo a tagliarci la strada; - bisogna segnalare ampiamente e a lungo col braccio sn. lintenzione di rimanere in rotonda e col dx (con anticipo!) quella di uscirne; - quanto agli automobilisti che si immettono nella rotatoria che noi stiamo già percorrendo, e che ci devono dare la precedenza: ce la daranno più facilmente se noi andiamo ad una buona velocità, se siamo sul centro di una rotatoria larga, e se gli facciamo capire (guardandoli, facendo cenno con la mano dx, mantenendo la nostra velocità) che intendiamo prenderci la precedenza che ci spetta (naturalmente pronti a frenare se del caso …). UNIBIKE

46 ALTRE PILLOLE Secondo il CODICE (Art. 3. Definizioni stradali e di traffico) I ciclisti possono andare nelle zone pedonali; ma le strisce pedonali non sono per loro. (Art Velocità) Tutti i conducenti devono mantenere una velocità non pericolosa e sotto controllo Attenzione alle ciclabili! Spesso sono strette e tortuose UNIBIKE

47 Art Cambiamento di direzione o di corsia o altre manovre Il ciclista deve segnalare con sufficiente anticipo la propria intenzione... alzando verticalmente il braccio qualora intenda fermarsi e sporgendo, lateralmente, il braccio destro o quello sinistro, qualora intenda voltare. NOTA: far capire agli altri le proprie intenzioni di marcia è vitale: in genere, gli automobilisti non tirano volontariamente addosso ai ciclisti UNIBIKE

48 Art Circolazione dei velocipedi. 1. I ciclisti devono procedere su unica fila in tutti i casi in cui le condizioni della circolazione lo richiedano e, comunque, mai affiancati in numero superiore a due; quando circolano fuori dai centri abitati devono sempre procedere su unica fila, salvo che uno di essi sia minore di anni dieci e proceda sulla destra dell'altro. 2. I ciclisti devono avere libero l'uso delle braccia e delle mani e reggere il manubrio almeno con una mano; … … 5. E' vietato trasportare altre persone sul velocipede a meno che lo stesso non sia appositamente costruito e attrezzato. E' consentito tuttavia al conducente maggiorenne il trasporto di un bambino fino a otto anni di età, opportunamente assicurato con le attrezzature, di cui all'articolo 68, comma 5. … 9. I velocipedi devono transitare sulle piste loro riservate quando esistono... 9-bis. Il conducente di velocipede che circola fuori dai centri abitati da mezz'ora dopo il tramonto del sole a mezz'ora prima del suo sorgere e il conducente di velocipede che circola nelle gallerie hanno l'obbligo di indossare il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità, di cui al comma 4-ter dell'articolo 162. ( 2 ) UNIBIKE

49 Secondo il Regolamento Art (Art. 182, CdS) Circolazione dei velocipedi.Art Da mezz'ora dopo il tramonto, durante tutto il periodo dell'oscurità e di giorno, qualora le condizioni atmosferiche richiedano l'illuminazione, i velocipedi sprovvisti o mancanti degli appositi dispositivi di segnalazione visiva, non possono essere utilizzati, ma solamente condotti a mano. [Ovvero: di giorno le luci non devono essere montate] 6. Per la circolazione dei velocipedi sulle piste ciclabili, come definite all'articolo 3 del codice, si applicano, ove compatibili, le norme di comportamento relative alla circolazione dei veicoli. 7. Ove le piste ciclabili si interrompano, immettendosi nelle carreggiate a traffico veloce o attraversino le carreggiate stesse, i ciclisti sono tenuti ad effettuare le manovre con la massima cautela evitando improvvisi cambiamenti di direzione. UNIBIKE

50 Continua a pedalare!

51 E adesso: tutti in bici! UNIBIKE


Scaricare ppt "LUniversità della Bicicletta Più ciclisti, più cittadini, più consapevoli! 1UNIBIKE 2013."

Presentazioni simili


Annunci Google