La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Villaggio del Pescatore

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Villaggio del Pescatore"— Transcript della presentazione:

1 Villaggio del Pescatore
Working people Working people Sgonico Monrupino Samatorza Sales Gabrovizza Opicina Aurisina Fernetti Grozzana Malchina Gropada Basovizza Medeazza S.Antonio in Bosco Villaggio del Pescatore Sistiana Grignano Padriciano Duino Barcola S. Croce S. Dorligo Prosecco TRIESTE Caresana Muggia Aquilinia Rabuiese Trieste tascabile Lazzaretto S. Barbara materiale della presentazione 23 ottobre 2010

2 LA PROVINCIA DI TRIESTE A PORTATA DI UN CLICK
Il progetto Working people LA PROVINCIA DI TRIESTE A PORTATA DI UN CLICK La piattaforma ai siti internet e Atti della presentazione del progetto Trieste tascabile del 23 ottobre 2010

3 IL TOTEM, UN POTENZIAMENTO ALLA CONSULTAZIONE DELLA Banca dati
Il progetto Working people IL TOTEM, UN POTENZIAMENTO ALLA CONSULTAZIONE DELLA Banca dati “Trieste tascabile” si affianca a supporto del progetto Working people, visitabile all’indirizzo , per permettere a quest’ultimo di essere consultato nelle principali aree di passaggio della provincia. La Banca dati Working people è così consultabile anche dalla strada, da un bar o da una hall di un albergo. Ciò permette a chiunque, turista incluso, di conoscere tutti gli aspetti del nostro territorio: Lavoro Formazione Turismo e relax Manifestazioni Sociale Geopolitica Popolazione Ambiente Sanità Storia nonché mappe, stradario, percorsi, forum, sentieri e ricerche Testi realizzati da R&C Atti della presentazione del progetto Trieste tascabile del 23 ottobre 2010

4 LA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO
Il progetto Working people LA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Essendo il progetto particolarmente articolato si è pensato di organizzare la presentazione suddividendola in aree tematiche ed in fasce orarie. In questo modo ogni persona si è potuta concentrare esclusivamente nelle aree di proprio interesse e non disperdersi in settori per lei meno interessanti. Questa modalità ha permesso di rivolgersi con tranquillità a tutte le fasce di età, potendo soddisfare sia un pubblico adulto che un pubblico di ragazzi e bambini, coinvolgendoli in attività didattiche. Sono state messe a disposizione alcune postazioni dalle quali consultare il progetto Working people ed una piccola mostra simbolica di strumenti di lavoro e di vita quotidiana del passato. Quest’ultima vuole rappresentare che il computer è uno strumento moderno che non deve sostituire la vita reale ma solamente migliorarla, pertanto non dobbiamo dimenticare come si viveva quando la tecnologia non era neppure immaginabile. Accoglimento degli ospiti Postazione dedicata alla visita del sito Working people (1) Punto informativo: (2) – Progetti scout, area gestita da AMIS: “il lavatoio” un nuovo Museo a San Giacomo (3) – Riserva e Parco di Miramare: un fulcro essenziale per la città Gli strumenti del passato e del presente Area studenti e ricercatori. I più piccoli saranno seguiti dal polo didattico “Le stelle di Mezzaluna” Sala della presentazione del progetto e della consolle adatta ad ambienti interni Punto informativo (4): una soluzione multimediale per la consultazione all’aperto 2 3 1 4 IL PERCORSO 9 5 8 6 Un supporto anche ai cittadini, gli Utenti: punto informativo (5) Area ambiente: punto informativo (6) 7 Testi realizzati da R&C Atti della presentazione del progetto Trieste tascabile del 23 ottobre 2010

5 Il progetto Working people
IL TOTEM/CONSOLLE Il totem/consolle sfrutta le più avanzate tecnologie per superare le difficoltà dovute all’uso di strumenti informatici in aree pubbliche. Il totem è infatti in grado di evitare ogni possibile atto vandalico e soddisfa in modo semplice tutte le necessità dell’utente. Titolo documento I totem sono stati progettati in modo totalmente adattabile allo spazio in cui vengono inseriti. Sono state progettate tre diverse tipologie di totem, tutte realizzabili in modo assolutamente elastico: La consolle - elegante e raffinata struttura in legno adatta ad ambienti interni controllati nei quali potrà essere un eccellente complemento d’arredo. Può essere dotata di microfono, stampante, casse, webcam, tastiera, maxischermi e molto altro ancora. Essa si adatta alla massima funzionalità, offrendo la possibilità di collegarsi direttamente all’azienda partner desiderata e poter interagire anche telefonicamente Retro vetrina - sistema semplice e di immediata consultazione. E’ adatto ad un uso esterno (strada), applicabile ad esempio dentro la vetrina di un negozio, permettendo così un utilizzo libero ed immediato Proiezione - supera il vecchio concetto di monitor. Essa permette di lavorare direttamente su un’immagine proiettata. La soluzione è adatta sia ad interni che ad esterni. La sua caratteristica principale è il grande impatto emotivo ed attrazione dovuta al suo aspetto assolutamente innovativo, cioè il superamento del contatto diretto con uno strumento informatico. Tutti i sistemi sono touchscreen, programmati per essere di immediata comprensione. La semplicità dell’intera struttura e della Banca dati, permettono una pronta consultazione. Tutti e tre i sistemi possono essere personalizzati a seconda del luogo, delle attività e degli interessi da promuovere. La consolle da interni Testi realizzati da R&C Atti della presentazione del progetto Trieste tascabile del 23 ottobre 2010

6 LE FUNZIONALITA’ DEL TOTEM/CONSOLLE
Il progetto Working people LE FUNZIONALITA’ DEL TOTEM/CONSOLLE Titolo documento consultazione dell’intera Banca dati conoscenza delle attività della Provincia contatto telefonico diretto e gratuito dalla consolle con l’Azienda partner presente sulla piattaforma ordine diretto dei prodotti/servizi offerti dalle Aziende partner funzioni specifiche dedicate al Partner che ospita la consolle visualizzazione mappe e stradario urbano spazi per personalizzazioni aziendali Testi realizzati da R&C Atti della presentazione del progetto Trieste tascabile del 23 ottobre 2010

7 LE CAPACITA’ DEL TOTEM/CONSOLLE
Il progetto Working people LE CAPACITA’ DEL TOTEM/CONSOLLE prenotare un albergo o un ristorante Titolo documento comprare on-line un prodotto conoscere le aziende o i servizi nei dintorni avere informazioni su territorio, storia, manifestazioni, musei etc. avere informazioni sui trasporti locali trovare indicazioni stradali gestire servizi dei singoli partner Testi realizzati da R&C Atti della presentazione del progetto Trieste tascabile del 23 ottobre 2010

8 Il progetto Working people
L’ESTREMA ADATTABILITA’ DEL SISTEMA A OGNI PROGETTO E SITUAZIONE AMBIENTALE Le tre tipologie di soluzione adottate ben si adattano a qualsiasi necessità. La loro personalizzazione è relativa sia alla struttura esterna che ai contenuti proposti dalla Banca dati: intemperie, salsedine, cattivo uso, sono tutti problemi del passato oggi ormai superati questi strumenti possono essere utilizzati 24 ore al giorno per 365 giorni l’anno l’ingresso – home page e non solo – può essere studiato ad hoc. Titolo documento dott. Dario Pagnanelli - Amm.re di R&C, ideatore del progetto - illustra il sistema retro vetrina per gli spazi all’aperto Molti sono i vantaggi pratici: un’Azienda, tramite la piattaforma, è in grado di presentare le proprie attività, usufruendo del supporto di un’intera Banca dati; un centro informazioni può funzionare tutto l’anno, annullando costi del personale e non limitando più il servizio a poche ore solo durante la stagione turistica ; un negozio può pubblicizzare i propri prodotti; un’insieme di realtà collegate da legami territoriali o di produttività può promuovere un’area o un intero settore di attività; un Ente può far conoscere un intero territorio. Massimo Romita – Vicesindaco del Comune di Duino Aurisina ed Assessore Testi realizzati da R&C Atti della presentazione del progetto Trieste tascabile del 23 ottobre 2010

9 Il progetto Working people
I PARTNER DEL PROGETTO Titolo documento Testi realizzati da R&C Atti della presentazione del progetto Trieste tascabile del 23 ottobre 2010

10 SUPPORTO E CONDIVISIONE CON ALTRI PROGETTI E REALTA’
Il progetto Working people SUPPORTO E CONDIVISIONE CON ALTRI PROGETTI E REALTA’ Titolo documento La piattaforma Working people non è in competizione con altri progetti, anzi si sposa facilmente con altre realtà già realizzate in passato o in fase di studio. Esse potranno invece compenetrarsi ed arricchirsi vicendevolmente. Working people può inoltre offrire ulteriori spunti di contatto e di visibilità godendo di svariati punti di accesso alla Banca dati. Già ad oggi il progetto ha interagito con altre realtà con le quali ha potuto collaborare ed arricchirsi. Poter inserire progetti aziendali, turistici, scolastici ed altri ancora permette di creare una sorta di sinergia che arricchisce tutti i progetti in essa contenuti. Ogni studio infatti non può che arricchire l’intera conoscenza del territorio. Questi progetti in cambio possono godere di una maggiore visibilità e comprensione nell’ambito del territorio provinciale. La diversità delle fonti, la grande capillarità di strumenti adatti alla ricezione delle informazioni, sono certamente dei punti cardine su cui si basa la struttura del progetto. dott. Walter Godina vicepresidente della Provincia di Trieste Superare il limite dovuto al possesso di un computer e dal collegamento ad internet permetterà a molti di consultare la Banca dati. Tanto detto è ancora più importante in un ambiente come Trieste dove l’uso dell’informatica è ancora limitato e forte è la presenza di persone anziane ancora ostili alla tecnologia. dott. Davorin Devetak URES Testi realizzati da R&C Atti della presentazione del progetto Trieste tascabile del 23 ottobre 2010

11 Il progetto Working people
CAPIRE LA PIATTAFORMA La Banca dati consente di creare un sistema multimediale che permette di affiancare ciò che noi viviamo per permetterci di conoscerlo meglio. Certamente in controtendenza coi moderni sistemi che cercano di creare un mondo virtuale parallelo che snatura il nostro rapporto con la realtà, elemento il quale risulta divenire estremamente pericoloso per i giovani che abusano di questi strumenti. Titolo documento Guardarsi in giro, vedere la realtà e poterla conoscere, questo è lo scopo di tutto il progetto Working people, che si prefigge il fine di divenire un importante strumento utile a tutte le età. Paolo Rovis – Assessore al Turismo del Comune di Trieste La Banca dati infatti è ricca di informazioni che spaziano dalla natura, alla storia, all’economia dell’intera provincia; sembra incredibile ma queste informazioni si combinano tra loro arricchendosi vicendevolmente e dando una completa visione d’insieme che permette di valorizzare la nostra ricerca. La possibilità di partecipare è offerta non solo ad Istituti scientifici ma anche a privati, a professionisti ed a ogni vero conoscitore del nostro territorio. Proprio questi elementi permettono di conoscere e confrontare le singole esperienze messe in relazione le une con le altre per veicolare i diversi punti di vista. Anche la politica, nel rispetto di tutte le posizioni può offrire conoscenza. dott. Pierpaolo Olla – Esperto di cooperazione e Consulente di Confcooperative Trieste Testi realizzati da R&C Atti della presentazione del progetto Trieste tascabile del 23 ottobre 2010

12 LO SPAZIO DEDICATO ALLA FORMAZIONE
Il progetto Working people LO SPAZIO DEDICATO ALLA FORMAZIONE Il progetto formazione è sicuramente uno dei cardini della Banca dati; infatti ricerche e studi effettuati dai singoli Istituti scolastici ed universitari vengono catalogati e pubblicati. Titolo documento dott. Paolo Moscolin Consulente aziendale Le scuole sono una grande fonte di ricchezza culturale, ma spesso i loro elaborati sono utilizzati per un breve periodo e poi accatastati in qualche cassetto o scantinato in attesa di essere eliminati. Working people ha invece iniziato a catalogare alcuni di questi lavori che stanno costituendo un supporto per le scuole a partire da quella Primaria per giungere fino all’Università. Anche la scuola è importante che impari ad abbattere i propri muri e costruisca ponti per lo sviluppo della conoscenza ed il diretto contatto con la vita quotidiana e quella lavorativa esterna. Questo archivio informatizzato potrà essere utilizzato non solo dalla scuola autrice del lavoro , che ne manterrà la paternità, ma anche dagli altri Istituti che ne potranno usufruire. Questo lavoro potrà fornire molti vantaggi: arricchire le informazioni ad uso educativo a tutto vantaggio delle scuole condividere le esperienze svolte con tutte le realtà del territorio permettere a cittadini, curiosi e turisti di usufruire di interessanti dati sul territorio effettuare un’opera di conoscenza pubblica sui lavori delle scuole e sulle loro importantissime capacità dare risalto e ricordo agli sforzi effettuati dagli studenti dott. prof. Girolamo Piccolo vicepreside dell’Istituto Carli, Sandrinelli e Da Vinci Testi realizzati da R&C Atti della presentazione del progetto Trieste tascabile del 23 ottobre 2010

13 ALCUNI DEI PROGETTI PRESENTATI DAI PARTNER
Il progetto Working people ALCUNI DEI PROGETTI PRESENTATI DAI PARTNER Alcuni Partner del progetto hanno approfittato dell’occasione per presentare degli interessanti progetti che in questi giorni stanno promuovendo: Titolo documento Museo del lavatoio a San Giovanni, realizzato da AMIS - Associazione Amici delle Iniziative Scout - ed ormai in avanzata fase di completamento. Gli scout si sono attivati per recuperare il vecchio sito in una grave condizione di abbandono. Lo scopo non è stato solo quello di restaurarlo ma anche di salvarlo dalla demolizione ormai certa; al suo posto si era deciso di erigere un palazzo. Il progetto ha riportato la struttura ad un nuovo splendore ed ha raccolto una importante quantità di documenti che attestano l’uso e raccontano le vicende della popolazione cittadina ed in particolare delle massaie che vivevano questo luogo fino a pochi decenni fa. L’antico lavatoio di San Giacomo dopo il restauro Il Centro per la salvaguardia del Colibrì è Istituzione scientifica della Repubblica Italiana, il cui compito è quello di studiare e realizzare un protocollo di allevamento del colibrì. Questo uccello, in via di estinzione, è responsabile dell’impollinazione dell’85% delle piante e degli alberi presenti nelle foreste dell’Amazzonia. Un’ipotetica assenza dei colibrì in Sud America, porterebbe alla morte l’intero continente entro la terza generazione. Un esemplare di colibrì del centro L’AGeF - Associazione Genitori e Famiglie – propone supporto legale in collaborazione con un avvocato iscritto nelle liste dei difensori abilitati al gratuito patrocinio, permettendo ai soci di usufruire anche di una consulenza gratuita. Il polo didattico “Le stelle di Mezzaluna” si propone di rivivere, durante la prossima estate, le emozioni provate la scorsa stagione, a Malchina presso l’agriturismo “La Mezzaluna” di Diego Musizza. Il centro, su progetto educativo – didattico di Roberta Bratina e Silvia Morandini, offre, ai bambini di età compresa tra i 3 e i 12 anni, l’opportunità di imparare giocando a contatto con la natura e con gli animali della fattoria, all’aria aperta, in spazi verdi attrezzati e nelle ampie sale interne all’agriturismo. I maestri, qualificati nel settore educativo – didattico, propongono il laboratorio dell’arte, la musica, l’educazione motoria, le escursioni nei sentieri che circondano l’agriturismo, il giardinaggio, il contatto quotidiano con gli animali del luogo, la lavorazione di candele e saponette, l’angolo delle creazioni ed il laboratorio teatrale. Testi realizzati da R&C Atti della presentazione del progetto Trieste tascabile del 23 ottobre 2010

14 Il progetto Working people
L’AREA RICERCHE Lo spazio dedicato alle ricerche risulta essere un settore parallelo alla Banca dati. Infatti esso offre la possibilità di capire perché si verificano certi fenomeni, fornendo così uno strumento che supera la semplice conoscenza degli elementi. Quest’area è sviluppata da studenti che offrono il loro contributo non solo per arricchire la Banca dati ma soprattutto per affinare le proprie conoscenze. L’Area ricerche infatti si occupa in particolare di esperienze pratiche effettuate direttamente sul campo. Ad esse partecipano Scuole, Associazioni, singoli Docenti ed Esperti che mettono a disposizione la loro conoscenza per studiare il territorio triestino e calare in questa provincia interessanti esperienze. Titolo documento L’Area ricerche, come la Banca dati, cerca di studiare il territorio in tutti i suoi aspetti, che spaziano dal campo sociale, a quello economico, storico, urbanistico e lavorativo. Uno spazio importante è dato alla conoscenza della tecnologia e dei nuovi strumenti informatici non tralasciando l’aspetto manuale. Alcuni esperimenti hanno impegnato gruppi di ragazzi – soprannominati “Giovani esploratori” – anche per diversi mesi continuativi. I ragazzi sono riusciti, tra le varie attività, a far riprodurre diverse specie di animali che sono poi stati messi in libertà o donati a centri specializzati al loro allevamento. Testi realizzati da R&C Atti della presentazione del progetto Trieste tascabile del 23 ottobre 2010

15 LO SPAZIO DEDICATO AI PIU’ PICCOLI
Il progetto Working people LO SPAZIO DEDICATO AI PIU’ PICCOLI Grazie all’aiuto dei più giovani sono stati realizzati dei giochi didattici che possono essere stampati. Tramite l’uso di questi semplici strumenti è possibile imparare molte informazioni in modo divertente e spensierato. Le regole dei giochi sono stampate direttamente Titolo documento Il settore dedicato ai giochi didattici sulle tavole. Nella norma i giochi non necessitano di alcuno strumento per essere utilizzati. Negli altri casi saranno sufficienti un dado ed una matita. In questo modo sarà possibile conoscere la storia della città, piuttosto che riconoscere una pianta. Per i più precisi sarà possibile contemporaneamente Le schede monotematiche collegarsi alla Banca dati per avere tutte le informazioni sull’evento storico o sulla pianta trovata, consultando le specifiche schede. In questo modo sarà possibile imparare divertendosi anche durante una passeggiata assieme a mamma e papà o con gli amici, ma anche in aula a scuola assieme ai propri compagni. Potremmo scoprire che in meno di ventiquattro ore un bambino è capace di imparare l’alfabeto semplicemente giocando. Molti giochi sono adatti anche ad utenti adulti. Testi realizzati da R&C Atti della presentazione del progetto Trieste tascabile del 23 ottobre 2010

16 I RISULTATI RAGGIUNTI DA WORKING PEOPLE
Il progetto Working people I RISULTATI RAGGIUNTI DA WORKING PEOPLE VISITATORI Dalla sua prima pubblicazione, avvenuta il 25 maggio 2008, la Banca dati di Working people, ha visto una crescita esponenziale dei propri visitatori. Nell’ottobre del 2010 vanta circa visitatori ed oltre pagine visitate. Nulla se si pensa che nel mese di ottobre di quest’anno i visitatori sono tre volte quelli dell’anno precedente. E’ proprio il trend dei visitatori il risultato di maggior successo del progetto. Lo sviluppo della Banca dati ed il suo potenziamento continuo permettono di rendere sempre più interessante e visibile tutta l’intera Banca dati, la quale - seppure molto giovane - inizia ad offrire la propria storicità. Titolo documento I visitatori della sola Banca dati rappresentano poco più del 40% dei visitatori della intera piattaforma. PAGINE CONSULTATE Molto sensibile è anche la crescita del numero delle pagine visitate ed in particolare la media per singolo visitatore. Da questi elementi si evince che ogni visitatore consulta mediamente 13 pagine, facendo facilmente capire che l’interesse sulle informazioni è ampio e non si sofferma sulla lettura della singola informazione ricercata. La media di pagine consultate supera spesso le unità settimanali, con una media giornaliera di pagine visitate superiore alle 800 dalla data di inaugurazione del progetto, avvenuta nel maggio del 2008. giorni uomo lavorati fino al 23 ott.2010 – costi stimati del progetto ad oggi – ,00 € Testi realizzati da R&C Atti della presentazione del progetto Trieste tascabile del 23 ottobre 2010

17 COME RAGGIUNGERE LA PIATTAFORMA E LA SUA Banca dati
Il progetto Working people COME RAGGIUNGERE LA PIATTAFORMA E LA SUA Banca dati Estremamente importante risulta essere lo studio dei visitatori della Banca dati. Infatti da questa analisi si rileva che oltre la metà dei visitatori raggiunge la piattaforma tramite i motori di ricerca, mentre solo il 12% vi giunge in modo diretto poiché evidentemente la conosce. Il sistema cioè ha sviluppato un supporto adeguato per essere raggiunto dagli utenti in modo autonomo. Molto interessante risulta inoltre essere il lavoro che è stato effettuato per collegare la piattaforma a molti altri siti internet che usufruiscono delle informazioni della Banca dati per fornire un ulteriore servizio ai loro utenti. Fonte di accesso alla Banca dati Ad oggi sono state monitorate oltre 600 chiavi di ricerca tramite le quali la Banca dati risulta essere nelle prime posizioni di Google. Queste chiavi ineriscono in particolare ai settori ambiente, turismo, formazione e lavoro. Molte di queste chiavi non necessitano neppure di un riferimento geografico specifico come le voci “a Trieste” o “Carso”, ma sono riscontrabili anche in valore assoluto. Alcuni esempi di chiavi: “come aprire un’impresa a Trieste”, “ristoranti nella provincia di Trieste”, “mangiare ad Opicina”, “fauna carsica” e “Istituti comprensivi della provincia di Trieste”; queste chiavi cambiano quotidianamente. La collocazione geografica degli utenti è abbastanza omogenea in tutta l’Italia con punte di concentrazione in particolare nel Triveneto ed in Lombardia. Le visite di carattere internazionale provengono in particolare da paesi europei e dagli Stati Uniti. Questo fenomeno incomincia a variare grazie alla traduzione della Banca dati in altre lingue. Accessi per area geografica Testi realizzati da R&C Atti della presentazione del progetto Trieste tascabile del 23 ottobre 2010

18 Il progetto Working people
LINGUE La Banca dati ad oggi è stata redatta nella sola lingua italiana. Solo i siti di alcuni partner sono stati realizzati in altre lingue. A partire dal giugno scorso, grazie alla collaborazione dell’URES – SDGZ, Unione Regionale Economia Slovena – Slovensko Deželno Gospodarsko Združenje, e dell’Istituto Žiga Zois è iniziato il “Progetto sloveno” che prevede la traduzione della Banca dati anche nella lingua slovena. Data la vastità delle informazioni contenute nella Banca dati, tale progetto necessiterà di alcuni mesi di lavoro. Un doveroso ringraziamento alla dott.sa Milena Padovan, Dirigente scolastico dell’Istituto Žiga Zois, che ha preso parte attiva alla presentazione del progetto. Ad oggi è stata già tradotta gran parte dell’Area istituzionale del progetto, a breve inizierà quella tecnica. Si ritiene che il progetto sloveno potrà essere operativo alla fine di giugno 2011. I due progetti procederanno di pari passo, sviluppando una serie di aree che saranno concordate preventivamente con i partner a seconda delle necessità. In seguito, in modo parallelo si prevede la traduzione in inglese e tedesco data l’importanza delle due lingue nel nostro territorio. Questo intervento sarà reso possibile grazie ad un più grande progetto interreg. Testi realizzati da R&C Atti della presentazione del progetto Trieste tascabile del 23 ottobre 2010

19 Per le riprese fotografiche ringraziamo il caro amico Massimo Lesa
Il progetto Working people IL BUFFET MENU’ Titolo documento Tartine col baccalà mantecato alle olive Conchiglioni con tonno fresco olive e pomodori Tartare di branzino e ricotta vaccina Sfogliatine con ricciola e spinaci Insalatina di piovra al pesto Rane - specialità gastronomica della Locanda Mario Ottima vitovska Il buffet e’ stato gentilmente organizzato e offerto dal ristorante “AL BAGATTO” e dall’Antica Osteria “LE BARETTINE”. Per la magnifica ambientazione nella nuova area pedonale di via Cassa di Risparmio, si deve ringraziare il BAR LAILA. Per le riprese fotografiche ringraziamo il caro amico Massimo Lesa Testi realizzati da R&C Atti della presentazione del progetto Trieste tascabile del 23 ottobre 2010

20 IMMAGINI DELLA PRESENTAZIONE
Il progetto Working people IMMAGINI DELLA PRESENTAZIONE un tratto del percorso i punti informativi lo spazio per gli interventi la presentazione la mostra di strumenti antichi un particolare della presentazione la retro vetrina Roberto Marussi e Massimiliano Cortese, titolari de “Al Bagatto” e “Le Barettine” dott.sa Conti segretario Ordine Consulenti del lavoro l’intervento del dott. Devetak Testi realizzati da R&C Atti della presentazione del progetto Trieste tascabile del 23 ottobre 2010

21 Research and consulting srl
Il progetto Working people Titolo documento Il progetto Working people è coordinato da Research and consulting srl con sede in via Cassa di Risparmio, 11 34121 TRIESTE n.° tel.:


Scaricare ppt "Villaggio del Pescatore"

Presentazioni simili


Annunci Google