La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Il flusso delle delibere degli Organi Collegiali Caterina Rea TITULUS ORGANI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Il flusso delle delibere degli Organi Collegiali Caterina Rea TITULUS ORGANI."— Transcript della presentazione:

1 1 Il flusso delle delibere degli Organi Collegiali Caterina Rea TITULUS ORGANI

2 2 narratio: motivi giuridici per ladozione del provvedimento (vista la legge….) arenga: motivi ideali, di indirizzo che inducono ad emanare il provvedimento (considerato opportuno….) Efficacia ed efficienza del documento:

3 3 dispositio: il vero e proprio dispositivo (delibera che…..) pubblicazione: assoggettazione alle forme di pubblicità previste dalla normativa repertoriazione: numero sequenziale di registrazione allinterno di un anno solare

4 4 Lattività amministrativa a supporto della funzione deliberativa degli Organi Collegiali può essere suddivisa in due fasi: antecedente alla seduta successiva alla seduta

5 5 FASE ANTECEDENTE è finalizzata a garantire ai membri dellorgano: - un quadro il più possibile completo e preciso dellargomento da trattare - presupposti giuridici e di fatto del provvedimento

6 6 FASE SUCCESSIVA è tesa a dare efficacia ai risultati della seduta: - pubblicità delle decisioni prese attraverso comunicazione agli uffici e pubblicazione in rete - certezza alle determinazioni adottate attraverso la verbalizzazione

7 7 FASI DELLATTIVITA ANTECEDENTE ALLA DELIBERAZIONE 1) Istruttoria liniziativa del procedimento spetta allufficio di competenza dellAmministrazione centrale che predispone una proposta di delibera

8 8 La redazione della proposta deve avvenire quando sono state concluse tutte le operazioni preliminari, sono chiari e definiti i punti da riportare nel preambolo (cioè la descrizione degli elementi di fatto e di diritto utilizzando le formule di stile più idonee) e nella motivazione, nonché lordine con il quale collocare i suddetti aspetti nel dispositivo della proposta di delibera

9 9 Tale proposta dovrà descrivere i contenuti più significativi emersi nelliter procedimentale: Fatti: situazioni, circostanze, comportamenti; Atti: atti e documenti prodotti o acquisiti; Accertamenti: risultanze emerse da controlli, ispezioni, accertamenti tecnici, etc. Norme giuridiche: norme primarie e secondarie, giurisprudenza etc., applicabili allatto amministrativo

10 10 La parte contenutistica relativa agli elementi di fatto può essere indicata in due modi: Ordine logico oppure ordine cronologico (o misto) La parte contenutistica relativa agli elementi di diritto deve essere indicata solo in: Ordine cronologico

11 11 UORContabile e BilancioOrganiRettore e DASenato e CdA Proposta di delibera RTF + allegati

12 12 2) Visto di regolarità contabile da parte del servizio contabilità che verificherà gli oneri indotti o edotti da parte del servizio bilancio nel caso in cui la proposta di delibera comporti degli impegni di spesa

13 13 La proposta di delibera deve specificare con chiarezza se siano previsti impegni di spesa o oneri di vario titolo a carico del Bilancio Universitario Se non comporta oneri o spese a carico del bilancio, questo deve essere specificamente indicato

14 14 La proposta di delibera deve riportare con chiarezza limporto della spesa a carico del bilancio, specificandone leventuale ricaduta su più esercizi (spese pluriennali), e distinguendo leventuale compartecipazione finanziaria di altri enti o soggetti esterni Deve essere inoltre indicato con esattezza il conto finanziario sul quale dovrà gravare la spesa

15 15 UORContabile e BilancioOrganiRettore e DASenato e CdA Proposta di delibera Modifica della delibera Verifica bilancio Verifica contabile No Verifica regolarità No RTF + allegati Sì

16 16 4) Esame della proposta di delibera vi è un primo esame formale e sostanziale da parte dellufficio Organi Collegiali viene poi vagliata dal punto di vista di governo e amministrativo da parte del Rettore e del Direttore Amministrativo A questo punto si possono avere quattro tipi di soluzione:

17 17 a) la proposta viene accettata così come è stata presentata d) la proposta viene bocciata c) la proposta viene tenuta in sospeso b) la proposta viene accettata con delle modifiche

18 18 Bocciatura UORContabile e BilancioOrganiRettore e DASenato e CdA Proposta di delibera Modifica della delibera Verifica bilancio Verifica contabile No Verifica regolarità No Esame proposte OdG Sì Formazione OdG Modifica Convocazione e OdG Sì OdG RTF + allegati Sì No Sì

19 19 5) Elaborazione ordine del giorno le proposte di delibera vengono inserite allordine del giorno secondo una precisa classificazione 6) Consultazione pratiche i membri degli organi hanno la facoltà di visionare le pratiche, e i relativi allegati, iscritte allordine del giorno prima della seduta

20 20 DECISIONE DELLORGANO a questo punto la proposta di delibera diventa delibera vera e propria

21 21 FASI DELLATTIVITA POSTERIORE ALLA DELIBERAZIONE 1) Risultati viene inserito in rete lesito delle varie proposte Si possono avere quindi una delle seguenti voci:

22 22 approvata approvata con modifica rinviata (motivazioni) ancora da esaminare non accolta

23 23 2) Delibera vengono poi prodotte le singole delibere che devono contenere ciascuna: indicazione della votazione indicazione dei presenti/assenti a quella deliberazione lindicazione dei componenti dellorgano

24 24 3) Verbale si passa alla redazione del verbale contenente la dichiarazione della regolarità della seduta e linsieme dei provvedimenti esaminati e deliberati In generale un verbale deve contenere i seguenti elementi:

25 25 tipo di adunanza datazione topica e cronica ordine del giorno i nomi dei componenti presenti, assenti e lindicazione per questi ultimi se giustificati o meno chi presiede e la sua qualifica indicazione dellorgano

26 26 la proposta di delibera la deliberazione con il numero dei votanti e il tipo di voto La firma del presidente e del segretario indicazione di chi svolge le funzioni di segretario

27 27 5) Comunicazione agli uffici la delibera deve poi essere inviata allufficio competente che provvederà ad inserirla nel relativo fascicolo 6) Pubblicazione il verbale (o parte di esso) viene messo in rete

28 28 Bocciatura UORContabile e BilancioOrganiRettore e DASenato e CdA Proposta di delibera Modifica della delibera Verifica bilancio Verifica contabile No Verifica regolarità No Esame proposte OdG Sì Formazione OdG Modifica Convocazione e OdG Delibera Sì OdGRisultatiDelibera Brogliaccio Risultati Brogliaccio Delibera Verbale Firma delibera e verbale RTF + allegati RisultatiDelibera Avvio – Prosecuzione Chiusura del procedimento Consultazione e ricerca www Comunicazioni Sì No Sì

29 29 7) Archiviazione i repertori delle delibere degli organi collegiali antecedenti agli ultimi cinque anni vanno archiviati presso lArchivio generale di Ateneo, gli altri sono conservati presso lufficio Organi Collegiali

30 30

31 31


Scaricare ppt "1 Il flusso delle delibere degli Organi Collegiali Caterina Rea TITULUS ORGANI."

Presentazioni simili


Annunci Google