La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L INUX SU V IRTUAL M ACHINE Installazione e configurazione di Linux 1 Burstnet informatica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L INUX SU V IRTUAL M ACHINE Installazione e configurazione di Linux 1 Burstnet informatica."— Transcript della presentazione:

1 L INUX SU V IRTUAL M ACHINE Installazione e configurazione di Linux 1 Burstnet informatica

2 S OMMARIO Breve panoramica di Linux Download e installazione di Wmware Perché Ubuntu Download di Ubuntu Predisposizione VMware per Ubuntu Installazione Ubuntu Comandi base Configurazione di rete 2 Burstnet informatica

3 P ANORAMICA SU LINUX Prima di tutto qualche nozione: In informatica, il kernel costituisce il nucleo di un sistema operativo. Si tratta di un software avente il compito di fornire ai processi in esecuzione sull'elaboratore un accesso sicuro e controllato all'hardware. Dato che possono esserne eseguiti simultaneamente più di uno, il kernel ha anche la responsabilità di assegnare una porzione di tempo-macchina e di accesso all'hardware a ciascun programma (multitasking).informaticasistema operativosoftwarehardwaremultitasking 3 Burstnet informatica

4 P ANORAMICA SU L INUX Linux (o GNU/Linux ) è un sistema operativo libero di tipo Unix (o unix-like ) costituito dall'integrazione del kernel Linux con elementi del sistema GNU e di altro software sviluppato e distribuito con licenza GNU GPL o con altre licenze libere. Il suo sviluppo è sostenuto da un'associazione senza fini di lucro, ovvero la Linux Foundation. Linux, in realtà, è il nome del kernel sviluppato da Linus Torvalds a partire dal 1991 che, integrato con i componenti già realizzati dal progetto GNU (compilatore GCC, libreria glibc e altre utility) e da software di altri progetti, è stato utilizzato come base per la realizzazione dei sistemi operativi open source e delle distribuzioni che vengono normalmente identificate con lo stesso nome. Rif. operativoliberoUnix unix-likekernel LinuxGNU GNU GPLlibereLinux FoundationkernelLinus Torvalds1991GNUcompilatore GCC libreria glibcsistemi operativi distribuzioni 4 Burstnet informatica

5 P ANORAMICA SU L INUX Molto conosciuto nell'uso server, Linux gode del supporto di società come IBM, Sun Microsystems, Hewlett-Packard, Red Hat e Novell ed è usato come sistema operativo su una gran varietà di hardware; dai computer desktop ai supercomputer, fino a sistemi embedded come cellulari e palmari, e ai netbook.IBMSun Microsystems Hewlett-PackardRed HatNovellnetbook E il S.O. più comunemente usato per eseguire Apache, MySQL e PHP, i software alla base della maggior parte dei server web di tutto il mondo. Le iniziali di questi tre progetti, insieme all'iniziale della parola Linux, hanno dato origine all'acronimo LAMP. ApacheMySQLPHPacronimo LAMP 5 Burstnet informatica

6 P ANORAMICA SU L INUX Con l'evoluzione di ambienti desktop come KDE e GNOME, il sistema offre una interfaccia grafica simile a quella di Microsoft Windows o di Mac OS X, più vicina alle esigenze degli utenti meno esperti, rendendo il passaggio da un sistema all'altro meno traumatico.KDE GNOME kernel Linux vede la luce nel 1991 grazie al giovane studente finlandese Linus Torvalds che, appassionato di programmazione, era insoddisfatto del sistema operativo Minix (sistema operativo unix-like destinato alla didattica, scritto da Andrew Tanenbaum, professore ordinario di Sistemi di rete all'università di Amsterdam), poiché supportava male la nuova architettura i386 a 32 bit, all'epoca tanto economica e popolare. Così Linus decise di creare un kernel unix con lo scopo di divertirsi e studiare il funzionamento del suo nuovo computer, che era appunto uno Linus TorvaldsMinixunix-likeAndrew Tanenbaum Amsterdami Burstnet informatica

7 P ANORAMICA SU L INUX Inizialmente, Linux (il sistema operativo basato sul kernel programmato da Linus) per girare utilizzava, oltre al kernel di Linus, lo userspace (parte della memoria dove girano i processi) di Minix. Successivamente, Linus decise di rendere il sistema indipendente da Minix, anche perché non ne gradiva la licenza che lo rendeva liberamente utilizzabile solo a fini didattici e decise, quindi, di sostituire quella parte del sistema operativo col software del progetto GNU. Per fare ciò, Linus doveva cambiare licenza e adottare la GPL, che tra l'altro considerava buona per il suo sistema operativo a prescindere dal software GNU stesso. E così la licenza cambiò in GPL.MinixGNUGPL 7 Burstnet informatica

8 P ANORAMICA SU L INUX Vantaggi di Linux: Avere a disposizione un sistema operativo completo e un immenso numero di programmi legalmente e senza pagare un euro. Altrettanto legalmente e gratuitamente, poterlo aggiornare allultima versione. Avere la certezza che lultima versione del sistema operativo sarà anche più veloce e facile da usare delle precedenti. Poterlo installare facilmente, e far girare differenti interfacce grafiche nel caso in cui non ti piaccia quella prevista di default. Poter installare la stessa copia del sistema operativo su quanti computer desideri senza doversi preoccupare di licenze o procedure di attivazione. Poter duplicare il sistema operativo e qualunque altro programma senza timore di infrangere alcuna legge, dello Stato, etica o morale, dal momento che i programmi open source sono pensati proprio per questo. Avere il controllo totale dellhardware del computer e avere la certezza che non ci siano backdoor aperte segretamente da qualche software apparentemente fidato. Potersi finalmente dimenticare di antivirus, antispyware, et similia. 8 Burstnet informatica

9 P ANORAMICA SU L INUX Prima di partire con una serie di comandi utili per utilizzare il nostro amato pinguino vi ricordo che stiamo interagendo con un sistema: Case sensitive Multi utente Multi tasking L'utente per accedere ai servizi del sistema ha bisogno di un programma particolare che si ponga come intermediario tra l'utente e il kernel. Questo tipo di programma è detto shell La shell è il programma che consente all'utente di accedere al sistema. Un programma shell può essere qualunque cosa, purché in grado di permettere all'utente di avviare e possibilmente di controllare i programmi. La shell più semplice è la linea di comando 9 Burstnet informatica

10 D OWNLOAD E INSTALLAZIONE DI VM WARE La società Vmware mette a disposizione diversi programmi professionali per la virtualizzazione, la maggior parte dei quali a pagamento, ma per i nostri scopi sarà sufficiente un player rilasciato con licenza gratuita, reperibile allindirizzo: Una volta scaricato e installato il programma saremo pronti per cominciare … 10 Burstnet informatica

11 P ERCHÉ U BUNTU Scegliamo Ubuntu come distribuzione per i nostri test perché è la più diffusa. Ubuntu è stato sviluppato su base Debian, una delle prime distribuzioni Linux che nel corso degli anni non ha perso le sue peculiarità iniziali di affidabilità e sicurezza. Ubuntu è sviluppato da una società avente scopo di lucro che è la Canonical e dalla comunità di utenti, la quale crea nuovi programmi e migliora gli esistenti. Ubuntu a differenza di Debian ha accelerato il processo di rilascio dei pacchetti (programmi). 11 Burstnet informatica

12 D OWNLOAD DI U BUNTU Ubuntu può essere scaricato gratuitamente presso il seguente indirizzo: ubuntu/download ubuntu/download Esiste una versione server sia a 32 che a 64 bit. Per i nostri scopi sarà sufficiente utilizzare quella gratuita. 12 Burstnet informatica

13 P REDISPOSIZIONE PER L INSTALLAZIONE DI U BUNTU Prima di tutto lanciamo Vmware. Clicchiamo su create new virtual machine. Selezioniamo installer disc image (iso). Indichiamo dove si trova la iso di Ubuntu scaricata precedentemente. Clicchiamo su next per personalizzare le informazioni riguardanti di Ubuntu. Clicchiamo su next e specifichiamo il nome della nostra VM e il relativo path. Procedendo oltre abbiamo la possibilità di personalizzare le risorse del nostro sistema per lutilizzo della nostra VM. Il processo si conclude con il resoconto delle opzioni scelte. 13 Burstnet informatica

14 I NSTALLAZIONE DI U BUNTU Linstallazione base di Ubuntu non presenta particolari criticità. E disponibile una guida che spiega in maniera accurata tutto il processo dinstallazione: https://help.ubuntu.com/10.04/installation- guide/i386/index.html https://help.ubuntu.com/10.04/installation- guide/i386/index.html Bene siamo pronti per iniziare linstallazione … 14 Burstnet informatica

15 C OMANDI BASE ls list directory. cd change directory. cat visualizza il contenuto di un file. mv per spostare o rinominare un file. cp per copiare un file o cartella. rm per cancellare un file o cartella man per visualizzare la guida di un comando ln per creare un link simbolico tar per comprimere o decomprimere un file unzip per estrarre un archivio zip sudo per poter operare con privilegi diversi da quello posseduti su cambia lutenza di lavoro 15 Burstnet informatica

16 C OMANDI BASE pwd mostra il path in cui vi trovate passwd cambia la password dellutente selezionato mkdir crea una cartella mount monta una partizione ps visualizza i processi attivi chmod cambio i permissi di un file/cartella chown cambio i permessi del proprietario del file kill termino un processo userdel elimino un utente 16 Burstnet informatica

17 C ONFIGURAZIONE DI RETE IN U BUNTU /D EBIAN Per configurare la rete in Ubuntu/Debian si può procedere attraverso la GUI grafica. Oppure da linea di comando editando il file /etc/network/interfaces con i parametri scelti e successivamente lanciando il seguente comando: /etc/init.d/networking restart Di seguito un esempio del file /etc/network/interfaces: auto eth0 iface eth0 inet static address gateway netmask network broadcast Burstnet informatica

18 C ONFIGURAZIONE DI RETE IN U BUNTU /D EBIAN E se ho nella mia rete un server DHCP come dovrò configurare il file /etc/network/interfaces? Non abbiamo ancora configurato il DNS, dove lo possiamo configurare 18 Burstnet informatica

19 C ONFIGURAZIONE DI RETE IN U BUNTU /D EBIAN Per il DHCP è sufficiente inserire nel file /etc/network/interfaces: Le seguenti configurazioni: auto eth0 iface eth0 inet dhcp Per configurare il DNS dobbiamo editare il file /etc/resolv.conf Inserendo il nostro DNS utilizzando la seguente sintassi: nameserver Burstnet informatica

20 MAC OS X Mac OS X è il sistema operativo sviluppato da Apple Inc. per i computer Macintosh, nato nel 2001 per combinare le note caratteristiche dell'interfaccia utente del Mac OS originale con l'architettura di un sistema operativo di derivazione Unix.sistema operativoApple Inc.Macintosh2001interfaccia utenteMac OSUnix Per i nostri scopi sarà sufficiente capire come sfruttare i servizi di rete che questo O.S. è in grado di offrirci. 20 Burstnet informatica

21 MAC OS X Prova pratica per capire come: Configurare un IP e DNS Capire le posizioni di rete Accedere ad una risorsa in un sistema Windows Aggiungere una stampante di rete Condividere una cartella con Windows 21 Burstnet informatica

22 MAC OS X C ONDIVISIONE How to access a Mac's files on your PC Enable Windows sharing. First, on your Mac, in System Preferences' Sharing panel, under Services, check off "Windows sharing." Your Mac may ask you to "enable an account to use Windows sharing" - which means you choose which Mac user's files will be accessible. Click on the "Enable Accounts" button and check off a user. You need to verify in option if smb is configured 22 Burstnet informatica

23 MAC OS X C ONDIVISIONE Take note of the text on that dialog that reads "Windows users can access your computer at \\ \gina." Your address and username will be different, obviously, so write it down. Connect to your Mac from Windows. On your PC, from the Start menu, open the Run... dialog, and type the address you wrote down in the step above. Instead of the less-than-memorable IP address, you can use your computer's name, too. My Mac's name is nyx, so the sharing address I used is \\nyx\gina: 23 Burstnet informatica


Scaricare ppt "L INUX SU V IRTUAL M ACHINE Installazione e configurazione di Linux 1 Burstnet informatica."

Presentazioni simili


Annunci Google