La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Cortesie per gli ospiti: lattività di supervisione psicologica alle équipe ospedaliere dellOspedale San Paolo di Milano Leone D 1, Barello S 2, Cassardo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Cortesie per gli ospiti: lattività di supervisione psicologica alle équipe ospedaliere dellOspedale San Paolo di Milano Leone D 1, Barello S 2, Cassardo."— Transcript della presentazione:

1 Cortesie per gli ospiti: lattività di supervisione psicologica alle équipe ospedaliere dellOspedale San Paolo di Milano Leone D 1, Barello S 2, Cassardo C 2, Vegni E 1,2 1. Centro CURA, Università degli Studi di Milano; 2. Ospedale San Paolo, Milano. Introduzione. È noto che la cura del paziente gravemente malato è fortemente emotigena per gli operatori 1 eppure la supervisione psicologica alle equipe di operatori sanitari è unattività descritta in modo sporadico in letteratura. Bibliografia 1. DE Meier, AL Back, RS Morrison. The inner life of physicians and care of the seriously ill. JAMA 286: , Moja EA, Vegni E. La visita medica centrata sul paziente, Raffaello Cortina, Milano Contatto: Obiettivo. Descrivere le attività di supervisione svolte dal Servizio di Psicologia, Ospedale San Paolo di Milano, sia dal punto di vista operativo che clinico. Descrizione funzionale dellattività. Lattività di supervisione è attiva presso le U.O. di Oncologia, Malattie Infettive e Ginecologia (Diagnosi Prenatale). I dettagli relativi a data di avvio, committente, setting, partecipanti e tematiche discusse sono descritti in Tabella. Considerazioni cliniche. Questa esperienza ci consente di fare alcune riflessioni su tre tematiche principali: Conclusioni. Pur in assenza di rilevazioni oggettive le supervisioni si sono dimostrate soddisfacenti; indicatore indiretto è la sistematicità nellinvio di pazienti con problemi organici alla consulenza psicologica, testimonianza dellintegrazione e della capacità di riferirsi a temi psi da parte degli operatori del reparto. Il clima di soddisfazione è testimoniato anche dalla richiesta di ampliamento delliniziativa in altre realtà come il Day-Hospital oncologico e lostetricia, la prima attivata nel settembre 2012 e la seconda in corso di progettazione. *In questo caso la richiesta degli operatori e della direzione era implicita e ha implicato lassunzione in carico del gruppo che poi ha consentito di esplicitare la domanda. SETTING I tempi, gli spazi, la frequenza degli incontri si allontanano da un setting tipico di una supervisione psicologica classica e rendono lo psicologo «ospite» in un territorio che non gli è familiare, quello medico, e che lo porta ad attrezzarsi di un bagaglio di conoscenze del sapere medico (non solo biotecnico), irrinunciabile per poter parlare la stessa lingua. DOMANDA Inevitabilmente la supervisione è influenzata dalla committenza: diverso sarà quando la richiesta parte dal gruppo stesso rispetto a quando proviene dallautorità istituzionale o dagli psicologi stessi. RUOLO dello PSICOLOGO * FUNZIONI: in questo contesto, lo psicologo propone unexpertise altra capace di cogliere fenomeni psichici con unattenzione ai processi che prescinde dai contenuti specifici che si discutono. Resta una domanda aperta se lo psicologo sia legittimato a restituire una visione di come funziona il gruppo in termini di dinamiche relazionali agite senza connotarla come una psicoterapia di gruppo. * CONTENUTI: i temi portati dal gruppo pongono il problema del livello su cui lintervento dello psicologo deve collocarsi: un primo livello è quello in cui lo psicologo si pone o come clinico o come esperto di comunicazione facendosi portavoce di una prospettiva patient centred 2. Un secondo livello riguarda un «metapensiero» su ciò che accade in supervisione, che può portare lo psicologo a scegliere di utilizzare e/o esplicitare al gruppo il significato di alcuni aspetti legati al setting o alle dinamiche che si verificano nellhic et nunc. Reparto OncologiaReparto Malattie InfettiveServizio Diagnosi Prenatale Data avvioSettembre 2006Settembre 2010Marzo 2011 CommittenzaServizio di Psicologia*PrimarioOperatori Setting: Durata/ Frequenza 1 h ogni 15 giorni1 h ogni mese Set Cucina del repartoSala riunioniSala riunioni/colloqui Conduzione 2 psicologi psicoterapeuti Presenza verbalizzatore PsicologoNoResponsabile delléquipe PartecipantiInfermieriMedici e specializzandiMedici, specializzandi, ostetriche Tematiche a)discussione casi clinici critici; b) discussione problematiche interne allequipe a)discussione casi clinici critici; b)discussione rapporti del gruppo con altre equipe a)discussione casi clinici critici; b)discussione rapporti del gruppo con altre equipe


Scaricare ppt "Cortesie per gli ospiti: lattività di supervisione psicologica alle équipe ospedaliere dellOspedale San Paolo di Milano Leone D 1, Barello S 2, Cassardo."

Presentazioni simili


Annunci Google