La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Educazione Ambientale nelle Scuole Progetto RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza Programma Life+ Natura & Biodiversità Progetto RI.CO.PR.I Ripristino.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Educazione Ambientale nelle Scuole Progetto RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza Programma Life+ Natura & Biodiversità Progetto RI.CO.PR.I Ripristino."— Transcript della presentazione:

1 Educazione Ambientale nelle Scuole Progetto RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza Programma Life+ Natura & Biodiversità Progetto RI.CO.PR.I Ripristino e Conservazione delle Praterie aride dellItalia centro-meridionale LIFE09 NAT/IT/000118

2 Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza Ci sono dei luoghi meravigliosi forgiati da Madre Natura e dal lavoro delluomo, che pazientemente nei secoli ne ha fatto la propria dimora e fonte di sostentamento. Il sacrificio del contadino, ripagato dalla bellezza di una farfalla che vola su un fiore, dal profumo dei prati e dal sapore dellacqua di sorgente, da solo non basta. Occorre valorizzare questi territori affinché luomo non li abbandoni.

3 Obiettivo generale: contribuire allattuazione, allaggiornamento e allo sviluppo della politica e della legislazione ambientale dellUnione Europea Il programma LIFE Cofinanziamento di progetti pilota o dimostrativi con il valore aggiunto europeo progetti e 2,2 miliardi di per la protezione dellambiente. Strumento di finanziamento dellUnione Europea per lambiente. Attivo dal 1992, ad oggi sono state completate tre fasi: LIFE I LIFE II LIFE III Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

4 LIFE+ Natura e Biodiversità progetti che attuano le Direttive Uccelli e Habitat e la Comunicazione "Arrestare la perdita di Biodiversità" il cui scopo è migliorare lo stato di conservazione delle specie e degli habitat in pericolo. 64 progetti ammessi, tra cui RI.CO.PR.I. LIFE+ Politica e Governance Ambientali progetti innovativi che stimoleranno azioni per lo sviluppo di strategie politiche, tecnologie, metodi e strumenti innovativi. 104 progetti ammessi LIFE+ Informazione e Comunicazione progetti informativi, che metteranno in rilievo le questioni ambientali e promuoveranno la formazione e la sensibilizzazione sulla prevenzione degli incendi boschivi) 15 progetti ammessi La base giuridica per LIFE+ è il regolamento (CE) n. 614/2007 Il programma si articola su tre componenti Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

5 748 proposte di progetto presentate; 183 progetti approvati dalla Commissione Europea di cui 55 transnazionali; 530 milioni di Euro di spesa totale per lambiente; 244 milioni di Euro finanziati dallUnione Europea. Il Programma LIFE+ in cifre Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

6 Rete ecologica diffusa su tutto il territorio dell'Unione Europea, con lo scopo di garantire il mantenimento a lungo termine degli habitat naturali e delle specie di flora e fauna minacciati o rari a livello Comunitario La Rete Natura 2000 La Direttiva del Consiglio Europeo 79/409/CEE UCCELLI, 2 aprile 1979 Garantisce protezione a lungo termine di tutti gli uccelli selvatici e dei loro habitat allinterno degli Stati membri europei. La Direttiva contempla elementi di tutela delle specie quali il divieto di qualsiasi forma di cattura o di uccisione. Inoltre estende la protezione a tutte le specie migratrici ed alle loro aree di riproduzione, muta, svernamento, nonché alle stazioni lungo le rotte di migrazione. La Direttiva del Consiglio Europeo 92/43/CEE HABITAT, Direttiva sulla conservazione degli habitat naturali della fauna e della flora selvatiche, che estende la tutela agli habitat ed alle specie faunistiche e floristiche sino ad ora non considerate e istituisce una rete di Siti naturali su tutto il territorio comunitario. Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

7 Rappresenta linsieme delle aree protette individuate ai sensi delle Direttive Habitat e Uccelli. E il risultato dellimplementazione di un articolato, integrato e coerente sistema di aree protette, individuate con rigore tecnico, scientifico-naturalistico e paesaggistico. La Rete Natura 2000 Aree naturali e seminaturali dEuropa, cui è riconosciuto un alto valore biologico e naturalistico. Oltre ad habitat naturali, Natura 2000, accoglie al suo interno anche habitat trasformati dalluomo nel corso dei secoli, come paesaggi colturali che presentano peculiarità e caratteristiche specifiche. Lobiettivo di Natura 2000 é contribuire alla salvaguardia della biodiversità degli habitat, della flora e della fauna selvatiche Attraverso la costituzione di Zone Speciali di Conservazione ZSC Direttiva HABITAT Attraverso la costituzione di Zone a Protezione Speciale ZPS Direttiva UCCELLI Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

8 Come si costruisce la Rete Natura 2000 DIRETTIVA HABITAT DIRETTIVA UCCELLI Secondo i criteri stabiliti dall'Allegato III ogni Stato individua i Siti di Importanza Comunitaria proposti (pSIC), che ospitano habitat e specie elencati negli allegati I e II della Direttiva (gli habitat e specie prioritari sono contrassegnati con un asterisco). I dati vengono trasmessi alla Commissione Europea attraverso formulari standard. Sulla base dei pSIC la Commissione adotta le liste dei Siti di Importanza Comunitaria (SIC). In seguito gli Stati designano i SIC come "Zone Speciali di Conservazione" - ZSC Le Zone di Protezione Speciale (ZPS), individuati ai sensi della Direttiva Uccelli, vengono designate direttamente dagli Stati membri. L'identificazione si basa interamente su criteri scientifici. Si considerano i territori più idonei alla conservazione delle specie elencate nell'Allegato I e di quelle migratorie non elencate che ritornano regolarmente. I dati sulle ZPS vengono trasmessi alla Commissione Europea, cosi come per i pSIC Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

9 Il progetto RI.CO.PR.I. Il suo scopo è arrestare la perdita di Biodiversità in 3 Siti Natura 2000: 2 in Provincia di Roma 1 in Provincia di Potenza Progetto Life+ Natura & Biodiversità (LIFE09 NAT/IT/000118) Il suo obiettivo generale è contribuire allattuazione delle Direttive Habitat e Uccelli Il progetto ha la durata di 41,5 mesi, dal al Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

10 RI.CO.PR.I. significa … CONSERVAZIONE RIPRISTINO DELLE PRATERIE ARIDE DELLITALIA CENTROMERIDIONALE Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

11 Il progetto RI.CO.PR.I. ha come obiettivo il recupero e la conservazione di habitat prioritari legati alle praterie aride Mettendo in atto specifiche azioni, rivolte al ripristino degli habitat interessati e alla valorizzazione economica delle praterie, cosi da evitare labbandono di questi territori da parte delluomo. Salvaguardando i biotopi di riproduzione di due specie di farfalle ritenute importanti dalla Comunità Europea Melanargia arge ed Eriogaster catax Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

12 Obiettivi del progetto RI.CO.PR.I. 1. Ripristino e conservazione dei due habitat prioritari presenti nei 3 Siti Natura 2000 in Provincia di Roma e Potenza; 2. Ridurre/eliminare le minacce agli habitat e alle specie, in particolare labbandono, il pascolo non regolato e linvasione di specie aliene; 3. Approccio comune per la protezione a lungo termine di questi habitat, basata sul monitoraggio delle specie di farfalle che da essi dipendono; 4. Aumentare il livello di consapevolezza della popolazione locale e degli stakeholders sullimportanza di tali habitat; 5. Stimare il valore economico dei 2 habitat, sia in termini di prodotti (latte, carne e derivati), sia dei servizi di ecosistema, (Sistema di Contabilità Ambientale ed Economica, e il TEEB - The Economics of Ecosystems and Biodiversity) Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

13 SIC MONTI RUFFI (vers. S.W.) SIC MONTE GUADAGNOLO SIC-ZPS DOLOMITI DI PIETRAPERTOSA Territorio di riferimento In Provincia di Roma Comuni: Castelmezzano e Pietrapertosa Comuni: Cerreto Laziale Ciciliano Comuni: Capranica Prenestina Casape, Pisoniano, Ciciliano, Poli, San Gregorio da Sassola In Provincia di Potenza Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

14 SIC Monte Guadagnolo – Provincia di Roma Superficie totale del SIC ettari % habitat 6210* 30% habitat 6220* 60% altri habitat Sito Natura IT Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

15 SIC Monti Ruffi – Provincia di Roma Superficie totale del SIC ettari 579,4 5% habitat 6210* 55% habitat 6220* 40% altri habitat Sito Natura IT Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

16 …. in provincia di Roma Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

17 SIC - ZPS Dolomiti di Pietrapertosa – Provincia di Potenza Superficie totale del SIC ettari % habitat 6210* 10% habitat 6220* 85% altri habitat Larea rientra allinterno del complesso geologico denominato Dolomiti Lucane Sito Natura IT Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

18 …. in provincia di Potenza Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

19 Studio sulla qualità e sullo stato dei pascoli, numero e tipo di unità di bestiame presenti Studio dello stato dei 2 habitat e delle specie di farfalle e fiori ad essi associate Studio per stimare il valore economico dei servizi di ecosistema forniti dai 2 habitat. Preparazione di 3 piani specifici, uno per ciascuno dei 3 siti Natura 2000 Azioni preparatorie Azioni preparatorie Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

20 Habitat di progetto (L'insieme dei caratteri ambientali, climatici, geologici, geografici ecc. che favoriscono l'insediamento di certe specie animali o vegetali ) Habitat 6210* Praterie da aride a semi-aride, anche coperte da arbusti, diffuse dalla pianura al piano montano su substrati da calcarei a neutri. Lhabitat si trova su suoli superficiali, ben drenati, primitivi, poco evoluti e ricchi in calcare. Habitat 6220* Praterie xerofile a graminacee, tipicamente mediterranee, con cotico erboso basso, spesso a copertura discontinua, con fioritura primaverile ed a disseccamento estivo. Si sviluppano su suoli oligotrofici e alcalini, su substrati basici, generalmente calcarei. Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

21 Anacaptis pyramidalisCrepis lacera Formazioni erbose secche seminaturali e facies coperte da cespugli su substrato calcareo (Festuco-Brometalia) (*stupenda fioritura di orchidee) Specie tipiche dellhabitat 6210* riscontrate nei 3 Siti Natura 2000 di progetto Le praterie aride, habitat 6210* Orchis ustulata Orchis sambucina Orchis papilionacea Orchis morio Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

22 Particolari di prateria a Pietrapertosa - PZ I siti sottoposti a tutela con il progetto RI.CO.PR.I. sono tra le località più rappresentative dellhabitat nel Lazio ed in Basilicata. Un aspetto saliente dei brometi nei siti prescelti è la frequente presenza di numerose specie di orchidee selvatiche che ne accrescono il valore botanico elevandoli a livello di priorità in base alla normativa comunitaria. Il monitoraggio ha evidenziato come lhabitat sia condizionato dalle attività antropiche e sia favorito da una regolare ed equilibrata azione di pascolo e/o sfalcio. In assenza di utilizzazioni tale tipo di habitat è destinato ad essere progressivamente invaso e sostituito dal bosco. Con un utilizzo troppo spinto è destinato ad un degrado eccessivo e perdità di biodiversità. Le praterie aride, habitat 6210* Sono presenti lepidotteri di interesse comunitario come Melanargia arge e Eriogaster catax, oltre a numerose specie di uccelli che trovano nellhabitat lambiente idoneo per la nidificazione o per lalimentazione. Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

23 Allinterno dellarea di progetto si registra una progressiva regressione sia quantitativa che funzionale - qualitativa dellhabitat. Labbandono dellattività del pascolo si manifesta in termini di perdita dellhabitat a favore del bosco e le aree residuali ancora utilizzate si presentano frammentante e profondamente alterate dal pascolo libero non regolamentato. Lo stato di conservazione dellhabitat risulta minacciato dal cambiamento, negli ultimi decenni, dei tradizionali regimi di gestione da cui tali habitat dipendono. Le praterie aride, Habitat 6220* Percorsi substeppici di graminacee e piante annue dei Thero-Brachypodietea Le praterie steppiche dei Thero-Brachypodietea sono, tra gli ambienti dellarea di progetto, quelli con la maggiore diversità di comunità di piante, vertebrati e invertebrati. Ricchissima, soprattutto in primavera, è la presenza di insetti, in particolare di lepidotteri, che attira un numero considerevole di specie di uccelli. Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

24 Per le aree caratterizzate da un carico di pascolo ridotto si rileva tendenza allespansione di formazioni forestali e la perdita di superficie prativa. Gli interventi di tutela consistono nella rimozione degli arbusti, il decespugliamento selettivo e la riattivazione di antichi fontanili utilizzati dai pastori per abbeverare il bestiame al pascolo. Gli habitat di progetto risultano ridotti e alterati a causa della diminuzione delle attività agro-pastorali, ovvero a causa del pascolo non regolamentato e linvasione delle specie vegetali aliene. Per contrastare questi fenomeni sono necessari interventi differenziati in base alle condizioni delle zone interessate. Le zone in cui si determina intensificazione dellattività agro-pastorale, invece, soffrono fenomeni di compattamento, degrado del suolo e danneggiamento del cotico erboso, con perdita e frammentazione degli habitat prativi prioritari. Gli interventi di tutela consistono nella programmazione di razionali piani di pascolamento, interventi di ingegneria naturalistica e la collocazione di apposite recinzioni mobili che regolano laccesso al bestiame. Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

25 Le farfalle Melanargia arge (Sulzer, 1776) forma larvale (bruco) forma adulta Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

26 Il monitoraggio eseguito ha evidenziato la presenza della specie, sia in Provincia di Roma, sia in Provincia di Potenza. È legata ad ambienti aperti con vegetazione mediterranea prediligendo le formazioni ad Ampelodesmos mauritanicus. Una minaccia per la specie è rappresentata dal degrado degli ambienti a cui essa è legata. Nel corso degli ultimi decenni la specie si è estinta da molte delle località occupate in passato. Vola di giorno, in maggio e giugno. La pianta alimentare è la graminacea Phleum ambiguum. La femmina depone le uova sulla pianta e dopo quindici di giorni emerge la piccolissima larva, che entra in diapausa estiva da giugno ad ottobre. Lepidottero Ropalocero appartenente alla famiglia Satyridae, sottofamiglia Melanargiinae. Specie molto rara, protetta dalla Direttiva Habitat 92/43/CEE (Allegati II e IV) Ed elencata nellAppendice 2 della Convezione di Berna. Melanargia arge (Sulzer, 1776) Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

27 Le farfalle forma larvale (bruco) forma adulta Eriogaster catax (Linnaeus, 1758) foto: Paolo Mazzei Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

28 Vola di notte da settembre a novembre. Le uova, sono deposte in gruppo sulle piante alimentari, si schiudono in primavera. Le larve costruiscono un nido di seta comunitario dal quale escono di notte per nutrirsi. A luglio scendono al suolo e si impupano. Ha distribuzione europea. Per lItalia esistono pochissime segnalazioni, per lo più nella parte centrale della penisola dove sembra essere maggiormente diffusa, con presenza in solo 45 siti. Il monitoraggio eseguito ha evidenziato la presenza in provincia di Roma e, come nuova segnalazione, nel sito in provincia di Potenza, dove non sono stati catturate forme adulte, ma sono state ritrovate, le larve. Lepidottero Eterocero appartenente alla famiglia Lasiocampidae, sottofamiglia Lasiocampinae. La specie è inserita nella Direttiva Habitat 92/43/CEE (Allegati II e IV), ed è elencata nellAppendice 2 della Convezione di Berna. Eriogaster catax (Linnaeus, 1758) Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

29 Interventi Interventi Piani di pascolamento. Saranno realizzate recinzioni mobili al fine di regolare il carico di pascolo. Ripristino di abbeveratoi per distribuire il pascolo su superfici non utilizzate. Rimozione selettiva di arbusti e cespugli, ed eradicazione di piante infestanti per recuperare superficie prativa. Opere di ingegneria naturalistica per ristabilire le aree erose comprese nei 2 habitat prioritari. Acquisto di animali, Bovini e Ovini di razza locale, capaci di utilizzare al meglio le essenze prative Banca del germoplasma per conservare a lungo termine le specie caratterizzanti le due tipologie di prateria Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

30 Sensibilizzazione pubblica e disseminazione dei risultati: Comunicazione interna ed esterna, sito web opuscolo informativo, un video-documentario, pannelli informativi; Meeting con gli allevatori locali, partecipazione a fiere e mostre locali, attività didattica nelle scuole locali e posizionamento di cartelloni informativi e segnaletica didattico - scientifica nei Siti di progetto; Conferenza internazionale per scambiare esperienze con altri beneficiari/manager dei siti Natura 2000 e per migliorare i modelli di gestione dei 2 habitat prioritari; Conferenza finale e report divulgativo finale Comunicazione Comunicazione Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

31 Risultati attesi 1. conservazione a lungo termine dei 2 habitat prioritari e delle popolazioni di farfalle da essi dipendenti, derivante dallimplementazione dei piani di pascolamento su circa 420 ha di praterie aride; 2. recupero di 19 ha dei due habitat *6210 e *6220 mediante rimozione selettiva di arbusti (Rubus sp., Rosa sp., etc..; 3. recupero di 2,5 Ha di superficie di prateria mediante rimozione di specie nitrofile (Silibum marianum e Onopordum acanthum) e di mq mediante eradicazione di infestanti (Robinia pseudoacacia and Ailanthus altissima); 4. ripristino di mq di superficie di habitat prioritari applicando tecniche di ingegneria naturalistica; 5. ripristino delle strutture per il pascolo (ripristino di 12 abbeveratoi); Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

32 11. acquisizione di valore socio-economico di servizi di ecosistema offerti dai 2 habitat *6210 e *6220; 6. miglioramento dello stato di conservazione dei 2 habitat prativi prioritari mediante il mantenimento della razza bovina locale Podolica e la reintroduzione della specie ovina locale Sopravissana; 7. conservazione ex-situ a lungo termine del germoplasma di almeno 20 specie strutturali di piante nei 2 habitat prioritari; 8. coinvolgimento degli allevatori locali nellimplementazione dei piani di pascolamento dei 2 habitat prioritari; 9. aumentata consapevolezza degli allevatori, delle scuole locali e dei turisti nei 2 habitat prioritari e delle specie di farfalle ad essi correlate; 10. aumentata conoscenza degli habitat *6210 e *6220 e delle specie di farfalle ad essi associate; Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

33 Partenariato Provincia di Roma Provincia di Potenza Parco Regionale Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane Università di Roma Tor Vergata CIA Basilicata Presentazione del Progetto LIFE+ RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza

34 Tel. / Fax GRAZIE PER LATTENZIONE Responsabile: Ing. Donato Vincenzo Pafundi Provincia di Potenza - Ufficio Comunicazione A cura di Anna Maria Calabrese, Donato Sileo, Katia Gioscio Educazione Ambientale nelle Scuole Progetto RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza


Scaricare ppt "Educazione Ambientale nelle Scuole Progetto RI.CO.PR.I. a cura della Provincia di Potenza Programma Life+ Natura & Biodiversità Progetto RI.CO.PR.I Ripristino."

Presentazioni simili


Annunci Google