La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 IL FUTURO DELLUNIVERSITÀ PUBBLICA ITALIANA E IL RUOLO DEL SINDACALISMO AUTONOMO DELLA DOCENZA 17 marzo 2012 - Politecnico di Torino.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 IL FUTURO DELLUNIVERSITÀ PUBBLICA ITALIANA E IL RUOLO DEL SINDACALISMO AUTONOMO DELLA DOCENZA 17 marzo 2012 - Politecnico di Torino."— Transcript della presentazione:

1 1 IL FUTURO DELLUNIVERSITÀ PUBBLICA ITALIANA E IL RUOLO DEL SINDACALISMO AUTONOMO DELLA DOCENZA 17 marzo Politecnico di Torino

2 2 IL FUTURO DELLUNIVERSITÀ PUBBLICA ITALIANA E IL RUOLO DEL SINDACALISMO AUTONOMO DELLA DOCENZA Il quadro generale in Italia dopo la riforma Gelmini Paolo Manzini - 17 marzo Politecnico di Torino

3 3 Conoscere per deliberare Luigi Einaudi

4 4 Conoscere per deliberare Luigi Einaudi Conoscere per parlarne Paolo Manzini

5 5 Altrimenti è una discussione da Bar dello Sport

6 6 Quanti siamo? Per studenti (*) o per studenti (**) ossia 30,7 o 28,4 studenti per Docente * Ufficio di statistica del MIUR ** Anagrafe degli Studenti

7 7 Al 31/12/2011: in tutto con Assistenti RE e Incaricati Stabilizzati

8 8 Quanti eravamo?

9 9 Un anno prima, al 31/12/2010: Oggi Docenti di ruolo in meno

10 10 Un anno prima, al 31/12/2010: Oggi 396 Docenti NON di ruolo in più

11 11 Oramai Prof Straordinari a TD e Ricercatori a TD non sono più unentità trascurabile, sono 53 e 1.536, cioè il 2,75% del totale

12 12 Non tutti hanno presente il fatto che nelle 67 Università Statali prestano servizio Colleghi di ruolo, cioè il 95,6 %, mentre nelle 30 non statali ci sono (4,4%) Docenti di ruolo ed il 7,8% degli studenti … (Uff.Statistica MIUR) CNVSU 11° Rapporto sullo Stato del Sistema Universitario Ricercatori a TD Statali % Non Statali %

13 13 E nel tempo comè andata?

14 14 CNVSU 11° Rapporto sullo Stato del Sistema Universitario (213% dei posti)

15 15 Ufficio di statistica del MIUR =

16 16 Una grande variazione nel tempo! Ufficio di statistica del MIURGrafico Ufficio Studi CIPUR

17 17 Distinguiamo per ruolo e per fascia

18 18 … quanto a ruoli e fasce, una grande variazione di composizione Ufficio di statistica del MIURGrafico Ufficio Studi CIPUR %

19 19 È ritornata la piramide (più o meno) 31/12/2011 Ufficio di statistica del MIURGrafico Ufficio Studi CIPUR

20 20 È ritornata la piramide 31/12/2011 Ufficio di statistica del MIURGrafico Ufficio Studi CIPUR Maya, non egizia!

21 21 PO 27.0% PA 29.3% RU 43.7% È ritornata la piramide, che, stravolta dal 2004 al 2009, cera già stata nel 1997 e 1998 ed era stata anche più piramidosa. 31/12/2011 Ufficio di statistica del MIURGrafico Ufficio Studi CIPUR

22 22 31/12/2011 Ufficio di statistica del MIURGrafici Ufficio Studi CIPUR non facciamo finta che tutte le aree CUN siano simili: 4 esempi.. e la media nazionale complessiva Piramidi Funghi Clessidre Ma…

23 23 31/12/2011 Né che siano simili fra loro tutte le aree geografiche: Non diamo dati: W lItalia!

24 24 Anche per quanto riguarda votazioni e tempi di laurea 31/12/2011 Né che siano simili fra loro tutte le aree geografiche: Non diamo dati: W lItalia!

25 25 E per il futuro?

26 26 CNVSU 11° Rapporto sullo Stato del Sistema Universitario più del doppio triplo USCITE di Docenti

27 27 CNVSU 11° Rapporto sullo Stato del Sistema Universitario Presenti al 3/11/2011 Uscenti entro il 31/12/2015

28 28 E i giovani non strutturati? (che di fine faranno?)

29 29 Assegnisti ( ) CNVSU 11° Rapporto sullo Stato del Sistema Universitario ETÀ 51 anni SIC!

30 30 CNVSU 11° Rapporto sullo Stato del Sistema Universitario LEGGE 30 dicembre 2010, n. 240, art La durata complessiva dei rapporti instaurati con i titolari degli assegni... e dei contratti di cui all'articolo 24,..., non può in ogni caso superare i dodici anni, anche non continuativi. … Assegnisti Problema 1

31 31 CNVSU 11° Rapporto sullo Stato del Sistema Universitario Assegnisti Problema 2 Le aree mal corrispondono alle aree di grande esodo per pensionamenti

32 32 CNVSU 11° Rapporto sullo Stato del Sistema Universitario Assegnisti Problema 3 quasi 700 assegnisti per anno

33 33 il 14 gennaio 2011, veniva pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge 30 dicembre 2010, n. 240: Norme in materia di organizzazione delle università, di personale accademico e reclutamento, nonché delega al Governo per incentivare la qualità e l'efficienza del sistema universitario, nota al pubblico come Legge Gelmini o Riforma Gelmini. E veniamo alla legge di riforma:

34 34 il 14 gennaio 2011, veniva pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge 30 dicembre 2010, n. 240, nota al pubblico come Legge Gelmini. Cè chi lha lodata e chi (come me) lha criticata. Io la vedo come un dato di fatto, è una legge dello Stato, e oramai, piaccia o no, va applicata. Quindi il mio atteggiamento personale è quello del motto del disciolto Gruppo di Artiglieria da Montagna Asiago TASI E TIRA. E veniamo alla legge di riforma:

35 35 Solo alcune parti della 240/2010 sono direttamente normative, Tagliando con laccetta, essenzialmente riguardano gli Organi di Governo degli Atenei: Magnifico Rettore Consiglio di Amministrazione Senato Accademico Direttore Generale Nucleo di Valutazione Revisori dei conti

36 36 Solo alcune parti della 240/2010 sono direttamente normative, altre parti contengono deleghe, al Governo o a vari Ministri, per lemanazione di Decreti, su svariate materie (vedremo poi) e di diverso livello: Decreti Ministeriali Decreti Interministeriali Decreti Legislativi Decreti del Presidente della Repubblica.

37 37 Il comma 1 dellArticolo 5, recita: 1. Il Governo è delegato ad adottare, entro il termine di dodici mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, uno o più decreti legislativi …(omissis). Difficilmente sarà rispettato, perché il 30 gennaio 2012 è già passato, e allappello mancano almeno tre decreti legislativi. Questo comma fissa il termine più lungo per lesercizio della delega: altri decreti dovevano essere emanati entro 30, 60, 90, 120 giorni o entro sei mesi.

38 38 Già i decreti elencati nella Legge sfiorano la quarantina, ma diversi di questi decreti rinviano ad ulteriori decreti, ne è nato un sistema, contenente delle scatole cinesi, che non sarà completo prima di aver raggiunto il numero di 47 decreti o (probabilmente) più.

39 39 … scatole cinesi, che non sarà completo prima di aver raggiunto il numero di 47 decreti o più. Oggi (17/3) risultano essere finalmente in Gazzetta Ufficiale fra Decreti Ministeriali, Interministeriali, Legislativi, del Presidente del Consiglio dei Ministri e del Presidente della Repubblica ben 29 distinti atti (quasi il 60% dei fatidici 47, se saranno solo 47). Ma da un altro, diverso, punto di vista si constata che ne mancano ben 18!

40 40 Non è arrivata in porto ovunque neppure quella che doveva essere la più chiara e semplice (sulla carta) delle riforme, labolizione delle Facoltà con lassunzione della maggior parte delle loro funzioni (di potere) da parte dei nuovi Dipartimenti, con in più strutture di raccordo chiamate, per esempio, Scuole, per coordinare le sole attività didattiche. Vari Statuti in merito sono così poco chiari, che sembrerebbe che le Facoltà, uscite dalla porta, possano rientrare dalla finestra, con il supporto di molti altolocati interventi sulla stampa. A livello locale

41 41 Non meno preoccupanti sono i ritardi che hanno determinato unulteriore allungamento del tempo, insopportabilmente lungo, in cui cè stata lassenza pressoché totale di bandi di concorso per posti di professore. Negli ultimi mesi, a fronte di cospicui pensionamenti di professori di prima e seconda fascia, per un relativamente forte afflusso di Ricercatori, anche a Tempo Determinato, la consistenza complessiva della docenza non è ulteriormente diminuita, dopo le drastiche diminuzioni degli ultimi anni.

42 42 Ma non si può tacere il fatto che un conto è, in una certa fase della propria vita accademica ed ad una certa età, disporre di una remunerazione che consenta una tranquillità mentale (che ben dispone verso il pensiero e lazione nelle attività proprie del Docente) mentre oggi, alletà e con lesperienza professionale che molti dei miei coetanei presenti avevano quando sono diventati Professori, troppi sono alle prese con problemi di status, di stabilità del proprio status e, infine, con retribuzioni che non facilitano il far quadrare i conti alla fine del mese.

43 43 Volutamente non entro nel dettaglio per quanto attiene alle retribuzioni, cito solo la lucida lettera del 5 marzo al Ministro IUR del Presidente del CNU, che qui vorrei ringraziare a nome di tutti: sia per la lettera e sia per lorganizzazione di questo incontro. Né accenno ai problemi (fra gli altri) relativi alle nuove figure di pre-docenti, allabolizione della Corte di Disciplina del CUN, alla deriva autocratica, verticistica e centralista delle nuove forme di governo, non necessariamente più efficienti.

44 44 Non mi parrebbe corretto trattare ora a fondo di tutti questi problemi, senza la completa disponibilità dei testi normativi. A livello nazionale manca ancora almeno il 40% dei decreti (*), a livello locale …. (*) alcuni vertono su problematiche più marginali

45 45 Non mi parrebbe corretto trattare ora a fondo di tutti questi problemi, senza la completa disponibilità dei testi normativi. A livello nazionale manca ancora almeno il 40% dei decreti, a livello locale …. Sono testi che vanno letti, studiati e meditati. Parlarne qui oggi significherebbe un salto nel vuoto, una fuga in avanti, un volo pindarico senza solide basi di conoscenza, metodologia e comportamento, cioè atti indegni di una riunione di scienziati.

46 46 Vivat Academia, vivant Professores!!


Scaricare ppt "1 IL FUTURO DELLUNIVERSITÀ PUBBLICA ITALIANA E IL RUOLO DEL SINDACALISMO AUTONOMO DELLA DOCENZA 17 marzo 2012 - Politecnico di Torino."

Presentazioni simili


Annunci Google