La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ALLEGATO ENERGETICO AL REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE Bolzano, 16/09/2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ALLEGATO ENERGETICO AL REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE Bolzano, 16/09/2013."— Transcript della presentazione:

1 ALLEGATO ENERGETICO AL REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE Bolzano, 16/09/2013

2 SECONDO LUNIONE EUROPEA IL 35% DEI CONSUMI TOTALI E IL 50% DI CONSUMO DI GAS E DA ATTRIBUIRE AGLI EDIFICI NON INDUSTRIALI

3 Dir. 2009/28/CE ( ) Protocollo % di Co2 tra il 1990 e il % di efficienza energetica 3.20% di energie rinnovabili Dir. 2010/31/UE ( ) nuovi e ristrutturati Edifici quasi Zero Emission ( ) nuovi e ristrutturati QUADRO NORMATIVO EUROPEO Edifici pubblici Edifici pubblici quasi Zero Emission ( )

4 Bolzano da sempre avanguardia energetica italiana CasaClima Indice RIE 2004 Quartiere Casanova

5 Volontà di trarre il meglio dalle norme nazionali e provinciali ALLEGATO ENERGETICO Deliberazione Deliberazione GP n.362 del 04/03/2013 Decreto Legislativo n.192 /2005Decreto Legislativo n.192 /2005 Decreto Legislativo n.311 /2006Decreto Legislativo n.311 /2006 Decreto Presidente Repubblica n.59 /2009Decreto Presidente Repubblica n.59 /2009

6 Si applica a: a) Edifici di nuova costruzione b) Demoricostruzioni c) Ampliamenti 20% dellintero volume lordo riscaldato d) Manutenzioni straordinarie (ai sensi art.59, comma b) della L.P.13/97) e) Nuova installazione o ristrutturazione impianti termici f) Sostituzione generatori di calore Sono esclusi: Edifici sotto tutela storico-artistica e sotto tutela degli insiemi Edifici adibiti a luoghi di culto Fabbricati produttivi e agricoli non residenziali riscaldati per esigenze produttive Fabbricati con superficie inferiore a 50 m² Art. 1: Campo di applicazione

7 Art. 2: Scomputi volumetrici, distanza dai confini, riduzione oneri di urbanizzazione Comma 1) Trova applicazione il sistema di incentivazione BONUS CUBATURA di cui allart.11 della Deliberazione GP n.362 del 04/03/2013, prorogata nei tempi con decisione della GP del 02/09/2013 Edifici nuovi: Bonus del 10% (Classe A, Classe B Nature) fino al 31/12/2016 Bonus del 15% (Classe A Nature) fino al 31/12/2016 Bonus del 10% (Classe A Nature) fino al 31/12/2019 Risanamenti edifici preesistenti: Bonus di cubatura tra il 20% del volume e i 200 m³ -> 31/12/2019 Verrà applicata la nuova certificazione CasaClima R

8 Art. 2: Scomputi volumetrici, distanza dai confini, riduzione oneri di urbanizzazione 10 m Deroga al DM 1444 (tra pareti finestrate) + Nastro stradale cm h. max Comma 2) e 3) : Deroghe su distanze e altezze Interventi di cui al punto d) dellArt.1: Ristrutturazioni importanti Comma 4) : Riduzione Oneri di urbanizzazione del 10% per edifici Classe A (fino al 31/12/2014 -> 2016)

9 Art. 3: Art. 3: Orientamento degli edifici Si applica a: Zone di nuovo impianto urbanistico Zone di nuovo impianto urbanistico e, salvo impedimenti documentati, a: Edifici nuovi di cui al punto a) dellArt.1 Edifici nuovi di cui al punto a) dellArt.1 Ampliamenti > 20% di cui al punto d) dellArt.1 Ampliamenti > 20% di cui al punto d) dellArt.1 Orientamento asse est-ovestOrientamento asse est-ovest Interdistanze tra gli edificiInterdistanze tra gli edifici Predisposizione superfici per captazione solarePredisposizione superfici per captazione solare

10 Art. 4: Art. 4: Schermatura superfici trasparenti NO AL SURRISCALDAMENTO ESTIVO! schermature estiva del- 80% della radiazione solare l80% della radiazione solare (UNI TS parte I) Si applica a: a) Edifici nuovi a) Edifici nuovi b) Demoricostruzioni b) Demoricostruzioni c) Ampliamenti > 20% c) Ampliamenti > 20% d) Manutenzioni straordinarie d) Manutenzioni straordinarie

11 Art. 5: Art. 5: Fabbisogno energetico invernale INVOLUCRO (Classe E.1) >5000 m³ 30 kWh/m² anno <500 m³ 50 kWh/m² anno Si applica a: a) Edifici nuovi a) Edifici nuovi b) Demoricostruzioni b) Demoricostruzioni -10% Pubbliche Amministrazioni

12 Volume lordo < 500 m³ CasaClima B Volume lordo > 5000 m³ CasaClima A Art. 5: Art. 5: Fabbisogno energetico invernale INVOLUCRO (Classe E.1)

13 Art. 5: Art. 5: Fabbisogno energetico invernale INDICE PRESTAZIONE ENERGETICA S/V0,2 45 kWh/m² anno S/V0,9 110 kWh/m² anno -10% Pubbliche Amministrazioni (UNI TS parte II)

14 Art. 5: Art. 5: Fabbisogno energetico invernale INDICE PRESTAZIONE ENERGETICA S/V< kWh/m²a S/V> kWh/m²a

15 Utilizzo delle UNI/TS Prestazioni energetiche degli edifici Parte 1 (dal err. corr e revis ) Determinazione del fabbisogno di energia termica delledificio per la climatizzazione estiva ed invernale (metodologia di calcolo semi-stazionario) Parte 2 (dal err. corr e revis ) Determinazione del Fep e dei rendimenti per la climatizzazione invernale e per la produzione di ACS (in futuro anche illuminazione e ventilazione) Parte 3 (pubblicato dal ). Determinazione del Fep e dei rendimenti per la climatizzazione estiva) Parte 4 Utilizzo di energie rinnovabili e altri metodi di generazione per riscaldamento e produzione di ACS RITIRATO

16 Art. 6: Art. 6: Fabbisogno energetico per la CLIMATIZZAZIONE ESTIVA Principi base: Strutture trasparenti: schermatura estiva (art. 4) Strutture opache: sfasamento (12 h) e trasmittanza termica periodica (0,10 W/m²K) Limite fabbisogno energetico estivo dellinvolucro 20 kWh/m²a – classe E.1 (UNI parte I) Si applica a: a) Edifici nuovi a) Edifici nuovi b) Demoricostruzioni b) Demoricostruzioni c) Ampliamenti > 20% c) Ampliamenti > 20%

17 Art. 7: Art. 7: Rendimento impianto termico Rendimento globale medio stagionale impianto termico calcolato secondo la UNI TS parte II η > log(Pn) η > log(Pn) η > log(Pn) η > log(Pn) per edifici pubblici PRESCRIZIONI: Regolazione automatica temperatura Regolazione automatica temperatura ambiente in ogni locale/zona uniforme Contabilizzazione Contabilizzazione per singola unità Contabilizzazioneenergia termica, frigorifera, ACS, ventilazione, … Contabilizzazione di tutte le differenti utenze (energia termica, frigorifera, ACS, ventilazione, …) per consentire un bilancio energetico annuale Si applica a: a) Edifici nuovi a) Edifici nuovi b) Demoricostruzioni b) Demoricostruzioni e) Nuova installazione o ristrutturazione impianti termici e) Nuova installazione o ristrutturazione impianti termici

18 Art. 8: Art. 8: Ristrutturazione parziale, manutenzione straordinaria, ampliamenti U 0,27 W/m²K Strutture opache riferimenti: D.Lgs 192/2005 Deliberazione G.P U 0,24W/m²K Coperture U 1,4 W/m²K Serramenti 1,3 ampliamento 0,20 ampliamento 0,23 ampliamento

19 Art. 9: Art. 9: Nuova installazione di impianti termici in edifici preesistenti Dichiarazione di Inizio Attività con allegata la Verifica di conformità energetica (ALLEGATO A) A fine lavori Dichiarazione ultimazione lavori con allegata la Certificazione CasaClima ALLEGATO B COMUNICAZIONE DI SOSTITUZIONE DI IMPIANTO TERMICO E/O NUOVA INSTALLAZIONE DI IMPIANTI TERMICI IN EDIFICI ESISTENTI O RISTRUTTURAZIONE DEGLI STESSI IMPIANTI OGGETTO: sostituzione impianto termico/ nuova installazione di impianto termico ………… ………………………... …………………………………………………………………………………………………... nel fabbricato/alloggio sito in Bolzano Via ……......n Il sottoscritto (cognome e nome) …......……… … nato a ……...….……………….. il …… residente in.…… …… Via/C.so …………… …… n. ….… C.F./P.I..……… ……tel ………………… fax ……………. …………………… nella sua qualità di ……… dellimmobile in oggetto costituente una unità immobiliare iscritta al N.C.E.U. partita n Fg. n. ……………… facente parte del fabbricato sito in Bolzano Via/Piazza ……………..…... n..…… autorizzato con Licenza/Concessione/Permesso di Costruire n. …… del …………… COMUNICA linizio dellattività relativa ai lavori in oggetto e dettagliatamente descritti nella relazione tecnica ed elaborati grafici a firma di tecnico abilitato allegati alla presente per farne parte integrante e sostanziale. DICHIARA - che i lavori in oggetto avranno inizio decorsi i 30 gg. (trenta giorni) dalla data di presentazione della presente; - che lesecuzione delle predette opere è stata affidata alla ditta..………… …… con sede in … Via..……… …… n tel ……….… fax ……………. …………………… e la direzione lavori delle stesse è stata affidata a ………… con studio in..………… Via n …... tel ………………… fax ……………. …………………… iscrizione allalbo di … al n ……...; 95 - di comunicare al comune la data di ultimazione dei lavori con ALLEGATO Dertificato di conformità a firma di professionista abilitato che attesti la conformità dellopera al progetto presentato. ALLEGATI · relalazione tecnica · elaborati grafici · documentazione fotografica , lì IL DICHIARANTE Rispetto prescrizioni di cui allart.7 del presente regolamento (rendimenti, regolazione, contabilizzazione) Rispetto dellart.4.5 della Del.G.P. n.362 (fonti rinnovabili) Obblighi amministrativi

20 Art. 10: Art. 10: Sostituzione dei generatori di calore in edifici preesistenti Generatori a biomassa Pompe di calore Altri generatori… Iter procedurale Prescrizioni su: Rendimento termico utile sistemi di generazione calore Regolazione automatica dei singoli ambienti/zone

21 Art. 11: Art. 11: Rete di teleriscaldamento Obbligo di predisposizione allallacciamento a reti di teleriscaldamento Il presupposto: D.Lgs 192/ DECRETI ATTUATIVI Il primo (metodi di calcolo DPR 59/09) approvato nel marzo 2009Il primo (metodi di calcolo DPR 59/09) approvato nel marzo 2009 le Linee Guida (DM 26/6/09) pubblicate nel luglio 2009le Linee Guida (DM 26/6/09) pubblicate nel luglio 2009 del terzo (accreditamento dei certificatori),del terzo (accreditamento dei certificatori), approvato il 15/02/2013 Si applica a: a) Edifici nuovi a) Edifici nuovi b) Demoricostruzioni b) Demoricostruzioni e) Nuova installazione o ristrutturazione impianti termici e) Nuova installazione o ristrutturazione impianti termici

22 Art. 12: Art. 12: Energie rinnovabili Copertura con fonti rinnovabili (E.1) 50% 50% fabbisogno ACS 35% 35% fabbisogno ACS+riscaldamento+raffrescamento comma 2 Impianto fotovoltaico Potenza elettrica di picco [kW] pari a S/50, ove S è la superficie in pianta delledificio comma 3 È richiesto il rispetto della Del.G.P. 362 del Qualora ciò non fosse possibile è obbligo il rispetto di: Si applica a: a) Edifici nuovi a) Edifici nuovi b) Demoricostruzioni b) Demoricostruzioni

23 Importante lobbligo di coprire una quota parte dei fabbisogni energetici con energie rinnovabili decade qualora ledificio sia collegato ad una rete di teleriscaldamento. Art. 12 comma 5: lobbligo di coprire una quota parte dei fabbisogni energetici con energie rinnovabili decade qualora ledificio sia collegato ad una rete di teleriscaldamento. nei casi in cui risulta tecnicamente impossibile coprire la quota parte del fabbisogno energetico con energie rinnovabili, è obbligatorio ridurre lIPE in regime invernale di almeno il 20%. Art. 12 comma 7: nei casi in cui risulta tecnicamente impossibile coprire la quota parte del fabbisogno energetico con energie rinnovabili, è obbligatorio ridurre lIPE in regime invernale di almeno il 20%. Si applica a: a) Edifici nuovi a) Edifici nuovi b) Demoricostruzioni b) Demoricostruzioni Art. 12: Art. 12: Energie rinnovabili

24 Art. 13: Art. 13: Modelli e allegati tecnici user friendly user friendly per i progettisti

25 Controlli facili Controlli facili per il Comune – Allegato A


Scaricare ppt "ALLEGATO ENERGETICO AL REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE Bolzano, 16/09/2013."

Presentazioni simili


Annunci Google