La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Karl Weick, prof. AllUniversità del Michigan in: senso e significato nellorganizzazione Prof. Cecilia Vetturini.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Karl Weick, prof. AllUniversità del Michigan in: senso e significato nellorganizzazione Prof. Cecilia Vetturini."— Transcript della presentazione:

1 Karl Weick, prof. AllUniversità del Michigan in: senso e significato nellorganizzazione Prof. Cecilia Vetturini

2 Mappa di questa presentazione

3 1. Il problema: i nostri alunni dimenticano l'apprendimento meccanico 2. Gli studi le teorie la didattica cognitivista la costruzione della conoscenza 3. Le mappe definizione teorica mappe o schemi? le principali funzioni 4. Le mappe cognitive l'apprendimento significativo 5. Le mappe mentali la struttura radiale esempi credenti in dialogo (Troìa-Vetturini) 6. Le mappe concettuali la struttura reticolare esempi credenti in dialogo (Troìa-Vetturini ) 7. Un confronto utilizzando una mappa mentale utilizzando una mappa concettuale utilizzando una tabella Le diverse ramificazioni di questa presentazione 8. Verbalizzare una mappa concettuale credenti in dialogo (Troìa-Vetturini)

4 Il problema: I nostri alunni dimenticano Ciò che imparano serve solo a superare uninterrogazione, ad ottenere un bel voto. Ma, raggiunto lobiettivo, dimenticano perché ciò che hanno imparato non faceva parte dei loro interessi. In questo modo la scuola diventa una scuola inutile. I nostri alunni generalmente tendono ad apprendere in modo meccanico sforzandosi, a volte anche con l'aiuto degli insegnanti, di memorizzare definizioni di concetti e informazioni desunte dai libri di testo.

5 Quei magici anni 60 ( Le teorie che fondano le mappe) Tony Buzan (teorizzazione e tecnica delle mappe mentali) David P. Ausubel (teoria dellapprendimento significativo) Joseph D. Novak (teorizzazione e tecnica delle mappe concettuali)

6 La didattica cognitivista Nasce dagli studi sulla memoria Affronta il problema dellapprendimento meccanico e scopre che: 1. la conoscenza non è solo fatta di concetti ma anche di relazioni 2. visualizzare i concetti e le reciproche relazioni favorisce la loro comprensione e quindi la loro memorizzazione.

7 la memoria non è Ripetere,accumulare facoltà nuove conoscenze dichiarativeprocedurali dinamichestatiche eventi,nomi, daterisolvere problemi costruire altre conoscenze gestire il proprio apprendimento proprie mappe cognitive è nuove conoscenze facoltà Inserire,collegare nelle La costruzione della conoscenza

8 Le mappe: cosa sono? Le mappe, già da molto tempo utilizzate nella scuola, sono molto presenti nei libri di testo con diverse funzioni, prima tra tutte quella riassuntiva di un capitolo o di ununità di apprendimento. Sono spesso presenti anche come esercitazioni. Una mappa è la rappresentazione grafica e simbolica di concetti, ricordi, eventi, teorie ed immagini. Il suo scopo è quello di ridurre la complessità delle informazioni che diventano visibili a colpo docchio.

9 Quando vediamo la rappresentazione di una conoscenza dobbiamo chiederci E una mappa mentale? E un diagramma a blocchi? E uno schema? E una sintesi in forma grafica? E una mappa concettuale?

10 Principali funzioni delle mappe 1 Rappresentativa conoscenza personale mappe cognitive 2 Rielaborativa nuove relazioni stimolano inferenze e associazioni 4 Comunicativa forma sintetica degli sviluppi raggiunti meta- riflessione in relazione a eventuali situazioni nuove 3 Metacognitiva

11 Sono i modelli di conoscenza su cui ci basiamo per metterci in rapporto con i mondo. Una mappa cognitiva è la struttura che dà senso alle nostre conoscenze che altrimenti non avrebbero senso per noi. La stessa cosa cambia di significato a seconda della mappa cognitiva di chi la osserva. es: la luna per due innamorati e per un astronomo Umberto Santucci: da mappe mentali e scrittura

12 Ciascuno di noi possiede una serie di conoscenze, di idee, di aspettative, in sintesi una struttura cognitiva capace di elaborare, nel rapporto con l'ambiente esterno, le informazioni che riceve. Solo chi apprende può decidere di mettere in relazione le nuove informazioni con le conoscenze che già possiede. Ha appreso lalunno che è riuscito ad accrescere le sue competenze e la sua mappa cognitiva Apprendimento significativo

13 Sono strumenti che servono a generare e a rappresentare le idee e il pensiero mediante le associazioni. Permettono di visualizzare in un colpo docchio il processo del pensiero

14 La struttura gerarchico-radiale

15 La struttura gerarchico-radiale. Concetto chiave molto adatta per le mappe mentali, e per il brain storming

16 Un esempio di mappa mentale relativa alla mappa mentale (Umberto Santucci)

17 Un esempio di mappa a struttura radiale nel testo di Religione credenti in dialogo ( Troìa -Vetturini) I personaggi intorno a Gesù Vol 1 pag 99 i suoi genitori zia Elisabetta e zio Zaccaria suo cugino Giovanni Battista la sua famiglia i suoi amici Lazzaro gli apostoli i suoi compagni di giochi i bambini di Nazareth quelli che lo ascoltavano farisei, sadducei, scribi i malati i discepoli

18 Un esempio di mappa a struttura radiale per impostare un colloquio desame (pagina relativa allorientamento) nel testo di Religione credenti in dialogo ( Troìa -Vetturini) La comunicazione Nei documenti La comunicazione dei valori La comunicazione con lambiente l linguaggi della scrittura musicale la scrittura funzionale simbolico iconico italiano musica arte e immagine religione i comportamenti leducazione ai valori i valori condivisi religione ed. alla cittadinanza la pace con la natura linquinamento la difesa dellambiente le associazioni ed. ambientale geografia religione la Bibbia dichiarazioni codici costituzioni la libertà di stampa storia religione ed. alla cittadinanza Vol 3 pag 137

19 La struttura gerarchico-verticale

20 La struttura gerarchico - verticale Concetto chiave molto adatta per rappresentare contenuti di tipo inclusivo

21 Un esempio di mappa a struttura gerarchico-verticale elaborata dal testo di Religione credenti in dialogo ( Troìa -Vetturini) Atlante dei credenti pagg La Bibbia cristiana Antico Testamento Torah (Pentateuco) Nuovo Testamento libri 1. storici 2. sapienziali 3.profetici (e)vangeli atti lettere apocalisse 1.Matteo 2.Marco3.Luca 4. Giovanni 1. genesi 2. esodo 3. levitico 4. numeri 5.deuteronomio

22 Rappresentazioni grafiche di un insieme di concetti ( = regolarità) in relazione tra di loro racchiusi in un box indicati da termini o brevi espressioni evidenziano maggiore o minore livello di generalità relazioni linee o frecce etichette verbali Significate da

23 Un esempio di mappa concettuale ad albero ricavato dal testo di J. D. Novak, D. B. Gowin, Imparando ad imparare, Torino, SEI Editore, 1995 Viene rispettato lordine gerarchico dei concetti e il link può essere indicato semplicemente da un segmento o una spezzata mentre, se è necessario tracciare un collegamento trasversale o dal basso verso l'alto, (in senso antigerarchico) allora è opportuno esplicitare la direzione con una freccia.

24 Un altro esempio, meno gerarchico Nella struttura ad albero si nota una evidente gerarchizzazione mentre nella struttura a ciclo la gerarchia dei concetti va naturalmente in crisi. Tra due concetti possono sempre esistere differenti collegamenti: si sceglie quello che evidenzia meglio l'aspetto logico che si vuole illustrare e l'impostazione didattica dell'argomento.

25 La struttura reticolare e la sua verbalizzazione

26 Un attività: completare una mappa concettuale Allinterno di questa mappa, disponi: negli ovali, i seguenti concetti: - gli ebrei - i cristiani - presente - uomo sulle righe, le seguenti connessioni: che significa - rivela il suo Il Dio di Abramo, di Isacco e di Giacobbe Gesù uomini nome Jhwh Adonaj il Signore lo chiamano per insegnare che è che è santo che è Possono pronunciare perché perciò che tra gli si è fatto tra gli impronunciabile Vol1 pag 55

27 Un attività: verbalizzare una mappa concettuale Il Dio di Abramo, di Isacco e di Giacobbe i cristiani Gesù uomini nome Jhwh gli ebrei presente Adonaj il Signore che significa lo chiamano rivela il suo per insegnare che è che è santo che è Possono pronunciare perché uomo perciò che tra gli si è fatto tra gli E ora possibile verbalizzare la mappa individuando diversi percorsi. Es: Il nome di Dio, Jhwh, è un nome santo perciò gli ebrei non lo pronunciano e chiamano Dio, Adonaj che significa il Signore. impronunciabile

28 Un confronto usando la mappa mentale Mappe mentali e mappe concettuali Mappa mentale Mappa concettuale Si basa sulla grafica su relazioni gerarchiche tra i concetti Evoca associazioni E una mappa creativa Individua connessioni Si basa sul significato delle relazioni tra concetti su relazioni reticolari e gerarchiche Rappresenta concetti anche molto articolati Può essere condivisa Può essere molto soggettiva

29 Un confronto usando la mappa concettuale Mappe mentaliconcettuali associazioni connessioni di concetti evocano individuano gerarchico reticolare il significato molto articolati anche creative sono mappe di tipo individuano delle di tipo più soggettive possono essere più oggettive

30 Caratte ristiche Mappe mentaliMappe concettuali Sono strutture che evocano associazioni anche mediante effetti grafici o parole che promuovono lassociazione stessa. Stimolano la creatività individuale perché sono interpretate da chi le fa e quindi poco condivise. Sono strutture nelle quali le informazioni su un certo argomento vengono rappresentate mediante: nodi semantici (concetti). legami commentati (etichette di testo) Permettono quindi di: 1.rappresentare concetti anche molto articolati. 2.esplicitare il significato delle relazioni esistenti tra i vari concetti. I concetti sono legati tra loro da Associazioni (anche da un unico concetto di partenza, si ipotizzano, si inventano, possibili associazioni). sono legati tra loro da Connessioni (si fa un elenco di concetti di cui poi si individuano le connessioni). A che servono Durante il brainstorming. Per facilitare la creazione di associazioni. Per strutturare le attività. Per raccogliere le informazioni necessarie. Per acquisire la capacità di sintesi. Per esplorare le preconoscenze degli studenti. Per valutare lapprendimento. Per pianificare la stesura di una relazione. Per creare un ipertesto. La struttura Gerarchica al centro si mette lidea principale mentre le associazioni vengono legate secondo una geometria radiante verso lesterno Gerarchica a livello superiore ci sono i concetti più generali. Reticolare i concetti sono uniti tra loro secondo le connessioni anche trasversali e quindi reticolari.

31 Un confronto dal sito Mappa elaborata da Marco Guastavigna che cura il settore Tecnologie dell'informazione e della comunicazione

32 La soluzione: Imparare ad imparare Significa riconoscere, ed in seguito applicare consapevolmente a situazioni nuove adeguati comportamenti, strategie, abitudini utili ad un processo di apprendimento continuo. E un modus vivendi, un patrimonio di abilità relativo al "saper essere" che investe il processo di armonico sviluppo di ogni soggetto nell'ottica della formazione continua.

33 Fonti, bibliositografia, letture consigliate J. D. Novak, Lapprendimento significativo, Erickson,2001 J. D. Novak, D. B. Gowin, Imparando ad imparare, SEI, 1989(2001) D.P. Ausubel, Educazione e processi cognitivi, Franco Angeli,1995 E. de Bono, Il pensiero laterale, BUR 1981(2005) Insegnare con le mappe mentali (E-book di Garamod, Santucci) Mappe mentali e scrittura (Santucci) Mappe concettuali nella didattica (Gineprini-Guastavigna in pavonerisorse.to.it ) Dal testo alla mappa (Guastavigna in pavonerisorse.to.it) "Bibliositografia" su mappe concettuali e apprendimento con brevi abstract di orientamento alla lettura a cura di Marco Guastavigna in pavonerisorse.to.it


Scaricare ppt "Karl Weick, prof. AllUniversità del Michigan in: senso e significato nellorganizzazione Prof. Cecilia Vetturini."

Presentazioni simili


Annunci Google