La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I PROTISTI La maggior parte dei protisti è unicellulare. Tra i protisti, ogni cellula è un organismo autosufficiente perché è capace di soddisfare tutte.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I PROTISTI La maggior parte dei protisti è unicellulare. Tra i protisti, ogni cellula è un organismo autosufficiente perché è capace di soddisfare tutte."— Transcript della presentazione:

1 I PROTISTI La maggior parte dei protisti è unicellulare. Tra i protisti, ogni cellula è un organismo autosufficiente perché è capace di soddisfare tutte le necessità vitali. I protisti moderni si trovano su linee evolutive piuttosto diversificate e tutti gli altri organismi eucarioti hanno avuto origine dai protisti primitivi. I protisti vengono divisi in tre grandi gruppi: i protozoi, i funghi mucillaginosi e muffe dacqua, e le alghe.

2 PARAMECI Sono organismi unicellulari altamente complessi. Essi appartengono al regno dei Protisti, vivono in acque dolci stagnanti e si muovono a spirale grazie a dei filamenti presenti intorno al corpo: le ciglia. Esse gli permettono anche di rimuovere lacqua che lo circonda per catturare sostanza organica come alimento. La sostanza alimentare viene introdotta attraverso il citostoma.

3 CILIATI I ciliati sono organismi unicellulari che si possono trovare nei mari, in acqua dolce nel terreno e comunque dovunque ci sia acqua. I ciliati sono un gruppo appartenente ai protisti. Il nome di ciliati deriva dal fatto che la loro superficie cellulare è ricoperta da organelli simili a peli chiamati ciglia che hanno una struttura ondulata. Le ciglia sono usate per nuotare, strisciare, attaccarsi, mangiare e come organi di senso. La maggior parte dei ciliati si nutre di piccoli organismi come batteri e alghe. I ciliati hanno due tipi differenti di nuclei, uno piccolo diploide usato per la riproduzione e uno più grande poliploide per il funzionamento della cellula.

4 AMEBA Le amebe sono organismi unicellulari caratterizzati dalla variabilità della forma. Si muovono emettendo dal corpo dei prolungamenti chiamati pseudopodi: questo tipo di movimento, con continuo cambiamento della forma del corpo, viene detto movimento ameboide. Si nutrono assorbendo sostanze nutritive disciolte nel liquido in cui vivono o inglobando organismi più piccoli, ad esempio alghe, che vengono circondati dagli pseudopodi e rinchiusi in uno spazio detto vacuolo digestivo all'interno del quale avviene la digestione. Conclusa l'assimilazione delle sostanze nutritive il vacuolo si apre all'esterno per eliminare i residui solidi. Le amebe possono essere trovate sul fondo di raccolte d'acqua ricche di sostanze nutritive. Alcune specie sono parassite dell'intestino dell'uomo e di animali e possono causare malattie quali la dissenteria amebica. Le dimensioni variano da qualche decina di micrometri sino a 5 mm.

5 VORTICELLE Le vorticelle sono eucarioti appartenenti al regno dei Protesti, vivono in acque dolci Stagnanti. Sono ciliati limitati però nel movimento perché legate mediante un filamento al materiale che le circonda. Le ciglia, presenti intorno allapertura boccale crea un vortice che attira gli alimenti verso il citostoma. Il filamento contrattile viene usato anche come difesa. Esso si ritrae come una molla e poi si distende con uno scatto improvviso. La contrazione del peduncolo è provocata da un filamento ondulato. La vorticella, in alcuni casi, può abbandonare il filamento per spostarsi rapidamente e stabilirsi in una nuova zona. La riproduzione asessuale avviene per scissione trasversale mitotica, la scissione si completa in circa 2 ore. La riproduzione sessuale avviene per coniugazione tra un individuo più piccolo che trasferisce il proprio micronucleo ad un individuo più grande che in pratica viene fecondato.

6 EUGLENA Leuglena è unalga unicellulare. Attualmente vengono definiti protisti, ma in passato venivano considerati «animali». La Struttura delle euglene è una tasca posta in posizione anteriore. Da tale tasca fuoriesce di norma un solo, lungo, flagello dotato di funzioni lomocotorie. Alcuni organismi possiedono due flagelli, ma il secondo è più corto che permettono il loro movimento lento. All'interno della tasca è presente una macula fotorecettrice che permette all'animale di individuare i fasci luminosi e di usarli per la fotosintesi. Le euglene possono vivere sia come organismi autotrofi, sia come eterotrofi. Il nucleo, singolo, è situato solitamente nella metà inferiore del corpo dell'animale.

7 Diliberto Monica Maria 1^D anno scolastico 2012/2013


Scaricare ppt "I PROTISTI La maggior parte dei protisti è unicellulare. Tra i protisti, ogni cellula è un organismo autosufficiente perché è capace di soddisfare tutte."

Presentazioni simili


Annunci Google