La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IMPATTI DELLA CRISI ECONOMICA IN ASIA CENTRALE Azerbaigian, Kazakistan e Uzbekistan Ilaria Rega Ravenna, 5 maggio 2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IMPATTI DELLA CRISI ECONOMICA IN ASIA CENTRALE Azerbaigian, Kazakistan e Uzbekistan Ilaria Rega Ravenna, 5 maggio 2009."— Transcript della presentazione:

1 IMPATTI DELLA CRISI ECONOMICA IN ASIA CENTRALE Azerbaigian, Kazakistan e Uzbekistan Ilaria Rega Ravenna, 5 maggio 2009

2 Che cosa comporta la crisi economica per le economie degli Stati ex-Sovietici? Interruzione della crescita economica: stagnazione o recessione virtualmente per tutte le economia nella regione post-Sovietica Netto aumento della povertà da reddito, dellineguaglianza e delle altre dimensioni della povertà

3 Transizione e crescita: il caso della Russia Andamento del PIL a forma di U, riflettendo: Transizione recessione ( ) Crisi finanziaria russa (1998) Ripresa crescita ( )

4 Transizione e crescita in Asia Centrale Maggior crescita ha bisogno di controbilanciare il trend della popolazione Uzbekistan: lieve declino/forte ripresa Kazakistan: netto declino/forte ripresa Source: CIS Statistical Committee

5 Problemi della crescita per la riduzione della povertà (U invertita) Millions living in absolute income poverty in FSU, Turkey, Balkans, new EU member states. World Bank data, using 2005 PPP exchange rates.

6 Crescita, Povertà e Sviluppo umano Riduzione nella povertà in termini di reddito è buona ma lo sviluppo umano è meglio La dimensione della povertà non in termini di reddito è importante (salute, educazione, eguaglianza, libertà di scelta, opportunità)

7 Incremento della povertà dopo la crisi finanziaria russa del 1998 Absolute income poverty, measured against PPP $ 4.30/day threshold. World Bank data.

8 Previsioni sulla crescita: Annual GDP growth. IMF, JP Morgan publications

9 Contagio:meccanismo di trasmissione Shocks commerciali Prezzi (in termini di effetti commerciali) Quantità (riduzione della domanda di esportazione) Gap finanziari difficili da recuperare Rimesse in calo

10 Shock commerciale: principali indicatori nei mercati chiave Change in industrial output, October 2008 – February 2009 (year-on-year) Sources: Eurostat, EIU, national statistical offices

11 Termini dello shock commerciale:collasso prezzi delle esportazioni Questo trend è buono per i Paesi importatori di cibo ed energia, ma… La maggior parte degli Stati ex-Sovietici sono esportatori di materie prime: Energia (Azerbaijian, Kazakistan) Metalli (Kazakistan, Kyrgystan, Tagjikistan) Cibo (Ucraina, Moldova, Kazakistan) World price trends (June 2008=100) IMF data

12 Rifinanziamento: Attuale equilibrio dei conti (2008) Shares of 2008 GDP. Source: EIU. Significant refinancing issues could be present. Much depends on FDI, concessional finance (IMF) Significant refinancing issues are present No refinancing issues

13 Pagamenti: chi è più a rischio? Remittances as % of GDP. Source: World

14 Settori in cui la Russia gioca uno speciale ruolo economico nei Paesi ex-Sovietici In billions. Source: Central Bank of Russia data are preliminary.

15 Dati della Banca Mondiale: alti tassi di povertà in Asia Centrale 2005 World Bank data, based on 2005 PPP exchange rates

16 Tassi elevati di consumo di acqua In cubic metres per annum. From various years, Source: (http://www.fao.org/nr/water/aquastat/dbase/index.stm

17 Dovuto allirrigazione, non alluso familiare 2004 data. Source: UNDP Human Development Report Office

18 Ma le riserve di acqua del periodo sono al di sotto della norma data, relative to monthly averages from Source: SIC-ICWC, UNDP calculations.

19 Electric power generation, 2008 Lo shock Elettrico ha bloccato la crescita economica Change in industrial output Source: National statistical offices * Kumtor production not included

20 Come sono aumentati i costi dellenergia Price (per 1000 cubic metres) of gas imports from Uzbekistan, purchased by TAJ, KYR Per kWh. World Bank data Imported gas costs Average household electricity tariffs (TAJ)

21 ..E il prezzo del cibo rimane alto….. Tajikistan: 1,5 milioni di persone vivono condizioni alimentari disagiate -Più di 650,00 richiedono un intervento immediato. Kyrgyzstan Circa un milione a rischio di carenze alimentari Sources: FAO, national statistical offices; UNDP calculations

22 Portando alla crescita dellinflazione Average annual inflation rates. Source: National statistical office Tajikistan

23 Diminuzione dei flusso di pagamenpossibili are dazione per migliorare la situazione Sources: National Banks of Tajikistan, Kyrgyzstan; IMF. 2009:Q1 data are for January-February

24 Allo stesso modo i prezzi di esportazione ed i tassi di cambio del Tajikistans sono crollati Source: OANDA Source: IMF

25 Tre possibili aree dazione per migliorare la situazione Acqua e energia: Diminuire le tensioni dovute alla scarsità dacqua Diminuzione del tasso dinflazione Rimesse in scadenza… ma per importi elevatissimi

26 La siccità è in diminuzione… Water volumes for these months in , relative to average volumes for these months during Source: ICWC-SIC, UNDP calculations

27 ….Ma non nel Bacino Syr Darya Water volumes for these months in , relative to average volumes for these months during Source: ICWC-SIC, UNDP calculations

28 Il tasso dinflazione del prezzo del cibo sta scendendo Ma i prezzi del cibo satanno ancora salendo Ie pressioni per lemergenza cibo continuano Come si traduce allora labbassamento globale del prezzo cibo in quello del prezzo del cibo del Tajikistan? Source: National Statistical Office

29 Le rimesse potrebbero diminuire moltissimo Wages and transfers received, in million. Sources: National Banks of Tajikistan, Kyrgyzstan; IMF.

30 2009 Prospettive di crescita..grandi incertezze PIL7.9% Its not clear where growth will come from in 2009 Industry-4.0% Electric shock is giving industrial production a seasonal character. Electricity consumption dropped 7% during January-February, and export demand is falling sharply. Agriculture7.9% Reduction in cotton planted, more land under cultivation seemed to offset the drought. Prospects in the Amu-Darya basin may be better than in the Syr-Darya Basin. Fixed investment 60.8% Due mostly to budget spending on infrastructure, and housing construction financed by remittances. Its not clear that these trends will continue in Retail sales 13.5% Remittances played key role in boosting household spending Remittances are down sharply in January-February.

31 Conclusioni The crisis will reduce growth, human development in the regionThe crisis will reduce growth, human development in the region –Poverty will rise –Much development progress could be lost Key priorities in the response:Key priorities in the response: –Protect those most vulnerable: Better targeting of social benefitsBetter targeting of social benefits Scaling up those initiatives that can quickly and effectively reach vulnerable communitiesScaling up those initiatives that can quickly and effectively reach vulnerable communities –Dont forget about other, longer-run development threats (e.g., climate change) Once growth returns, or accelerates:Once growth returns, or accelerates: –Will it be as strong as before? –Will reforms and transition resume?


Scaricare ppt "IMPATTI DELLA CRISI ECONOMICA IN ASIA CENTRALE Azerbaigian, Kazakistan e Uzbekistan Ilaria Rega Ravenna, 5 maggio 2009."

Presentazioni simili


Annunci Google