La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

GIOCHI MATEMATICI IN RETE: UN NUOVO RUOLO PER ALUNNI E INSEGNANTI 1.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "GIOCHI MATEMATICI IN RETE: UN NUOVO RUOLO PER ALUNNI E INSEGNANTI 1."— Transcript della presentazione:

1 GIOCHI MATEMATICI IN RETE: UN NUOVO RUOLO PER ALUNNI E INSEGNANTI 1

2 2

3 Gli aspetti ludici possono favorire situazioni di apprendimento significative contribuiscono a creare un atteggiamento positivo offrono loccasione di sperimentare forme non consuete di insegnamento 3

4 4

5 I TESTI CONCHIGLIE DI CRETA Cari amici, come va? Madame Rasoa è stata ad Anacao, un piccolo villaggio di pescatori sul mare e ci ha portato in dono tre bellissime conchiglie: Harpa Terebra Murex Pensa che ti ripensa, abbiamo deciso di riprodurle sulle formelle di creta con cui decoreremo le pareti … 5

6 Sarà una lunga fila di formelle che correrà poco sotto il soffitto. Le strisce di creta che verranno cotte saranno ognuna di 10 formelle e i nostri genitori le appenderanno. Per darvi lidea, ve ne copio una striscia qui, mettendo un numero sotto ad ogni formella

7 Madame Rasoa ne ha subito approfittato per farci lavorare con le sue folli domande. Questa volta vuole sapere: 1. Quando i genitori avranno appeso le strisce, che formella ci sarà al trentasettesimo posto? E al centotrentesimo? 2. Se sulla parete lunga della mensa metteranno 21 strisce, ci saranno più o meno di 50 conchiglie terebra? 3. E se sulla parete lunga del corridoio metteranno 27 strisce, visto che noi grandi delle terze, quarte e quinte siamo in 126, potremo avere due formelle per uno con il nostro nome oppure saranno troppo poche? Ce ne sarà una anche per Madame Rasoa e per le altre 5 insegnanti? Mi date una mano? Per ora … grazie, e a prestissimo!!! 7

8 PER UNA MOSTRA DI MATEMATICA CLASSE PRIMA LO STAFF DEL CENTRO MATEMATITA DEVE COSTRUIRE DELLE SCATOLE DI DIVERSE GRANDEZZE PER TRASPORTARE GLI OGGETTI DI UNA MOSTRA DI MATEMATICA CHE … […] PRIMA DI PARLARE CON ERMANNO I RESPONSABILI VOGLIONO SAPERE QUANTI QUADRATI SERVONO PER COSTRUIRE UNA SCATOLA. LI AIUTATE? […] 8

9 LAPPROCCIO: IL METODO COOPERATIVO dimensione disciplinare coinvolge dimensioni affettiva e sociale sollecita abilità trasversali 9

10 BILANCIO DELLESPERIENZA Trasformazione dei ruoli tradizionali da trasmettitore Insegnante a mediatore-regista 10

11 da passivi ricettori di informazioni a costruttori attivi della propria conoscenza GLI ALUNNI 11

12 ELEMENTO DI RESISTENZA il lavoro cooperativo tempi lunghi fatica della gestione dei gruppi – età dei bambini – minima competenza nel lavorare in gruppo – immatura capacità di confronto – scarsa capacità di comunicare 12

13 maggior impegno richiesto dal nuovo ruolo: -ascoltare, monitorare il percorso mentale, guidare, incoraggiare, porre domande, ma non dare soluzioni - cogliere lerrore per utilizzarlo come possibilità di crescita indagarne lorigine ELEMENTO DI RESISTENZA il lavoro cooperativo 13

14 MA… si può fare matematica : - divertendosi - mettendosi in gioco senza ruoli prestabiliti - affrontando argomenti da grandi con successo 14

15 VANTAGGI indagare i processi mentali dei bambini, spesso innovativi e divergenti migliorare la conoscenza reciproca approfondire aspetti della disciplina crescere professionalmente attraverso il confronto con colleghi e validi esperti. 15

16 IN REDAZIONE progettazione e stesura dei testi - ASPETTO LINGUISTICO - ASPETTO ANTROPOLOGICO esame delle soluzioni inviate dai bambini 16

17 doni di leggende NON SOLO SOLUZIONI racconti di esperienze occasioni per capire meglio il modo di ragionare dei bambini motivi per interrogarci sugli errori godere del mondo dei piccoli 17

18 Caro Gioryio, vogliamo dirti che il problema di questa settimana era troppo difficile. Abbiamo capito che nella tua città siete molto precisi, ma a noi piacciono anche i vialetti storti. Ciao. 18

19 crescita personale AUTOSTIMA sviluppo sociale DALLA PARTE DEI BAMBINI risvolti relazionali e cognitivi 19

20 costruzione della conoscenza: patrimonio indelebile 20 risvolti relazionali e cognitivi

21 Caro Lalaina, abbiamo preso 2 astucci, che rappresentano i 2 baobab, e abbiamo calcolato la distanza con lo spago tra i 2 astucci, abbiamo piegato la corda a metà e abbiamo trovato il punto medio tra i 2 astucci. Dal baobab A abbiamo teso lo spago lungo quanto la distanza tra gli alberi e abbiamo disegnato un cerchio facendo fare alla corda un giro completo. Poi … Lalaina, questa richiesta di aiuto ci ha fatto sudare 7 camicie. La leggenda dei baobab è proprio vera: loro hanno una forma stranissima. TANTI SALUTI E BUONA FORTUNA DA ALE MA, LUCA BE E CHIARA G miglioramento della capacità di comunicare ampliamento conoscenze in unottica interdisciplinare 21 risvolti relazionali e cognitivi

22 radicale mutamento dellapproccio al problema: vera e propria sfida esercizio di metacognizione La discussione e il confronto in grande gruppo richiedono, talvolta, tempi supplementari; cè proprio la voglia di capire. Il pensiero riflette su se stesso. 22 risvolti relazionali e cognitivi

23 IL PARERE DEI BAMBINI apprezzamenti per lavoro cooperativo diverso modo di fare matematica costruttivo atteggiamento nei confronti dellerrore: uso più consapevole della comunicazione, del linguaggio 23

24 IL PARERE DEI BAMBINI resistenze per esercizio delle abilità emotive difficoltà della richiesta ma alla fine prevalgono voglia di riuscire consapevolezza di unopportunità di crescita 24

25 CONCLUSIONE semplice e apparentemente banale: NON SI FINISCE MAI DI IMPARARE 25


Scaricare ppt "GIOCHI MATEMATICI IN RETE: UN NUOVO RUOLO PER ALUNNI E INSEGNANTI 1."

Presentazioni simili


Annunci Google