La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Protossido dAzoto in Pedodonzia: esperienza clinica I° Congresso nazionale AINOS e AISOD Padova 20 novembre 2010 Università degli studi di Padova Dott.ssa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Protossido dAzoto in Pedodonzia: esperienza clinica I° Congresso nazionale AINOS e AISOD Padova 20 novembre 2010 Università degli studi di Padova Dott.ssa."— Transcript della presentazione:

1 Il Protossido dAzoto in Pedodonzia: esperienza clinica I° Congresso nazionale AINOS e AISOD Padova 20 novembre 2010 Università degli studi di Padova Dott.ssa Giulia Carli

2 Nella mia esperienza clinica ho trattato con sedazione cosciente inalatoria pazienti di età compresa tra: 3 anni e mezzo e 67 anni con netta prevalenza di pazienti in età pediatrica.

3 In particolare tratto quotidianamente Da 2 anni e mezzo Bambini tra i 3 e i 10 anni Con sedazione cosciente inalatoria In 2 diversi studi dentistici privati in Veneto

4 Le discipline coinvolte clinicamente sono: Conservativa Endodonzia Estrazioni di elementi decidui Ozono terapia

5 Perché il protossido dAzoto? Sicuro Piacevole Utile Semplice

6 Sicuro Nessun effetto collaterale con la tecnica di H. Langa

7 Piacevole La quasi totalità dei pazienti ha trovato il metodo divertente e lo ha richiesto con entusiasmo nelle sedute successive alla prova

8 Utile Per lallungamento dei tempi di lavoro concessi dai piccoli pazienti Per il miglioramento della qualità del lavoro Questo metodo non risulta utile per ottenere la compliance del paziente

9 Semplice Veloce curva di apprendimento della tecnica operativa con i pazienti pedodontici Scarso ingombro dellapparecchiatura Unica attenzione particolare: bambini con atteggiamento psicologico adulto

10 Controindicazioni Respiratori orali Età inferiore ai 3 anni per collaborazioni non sufficiente Pazienti raffreddati Pazienti che piangono

11 Metodo Inizio induzione

12 Metodo Regolazione dei parametri: dose e flusso

13 Metodo Con la respirazione orale anche il flusso minimo risulta eccessivo

14 Metodo Controllo respirazione e stato del pallone

15 Metodo Induzione avvenuta: inizio procedure operative

16 Metodo Esecuzione delle normali procedure cliniche: preanestesia

17 Metodo Montaggio della diga di gomma

18 Metodo Nessuna interferenza della mascherina

19 Metodo Comodità nelle fasi operative

20 Metodo Inizio della fase di risveglio mentre si ultimano le procedure cliniche

21 Metodo Terminare il risveglio con almeno 4 minuti di Ossigeno puro

22 Errori più frequenti Flusso insufficiente Mascherina mal posizionata Bocca aperta

23 Errori Flusso insufficiente: il paziente respira aria ambientale

24 Errori Mascherina mal posizionata: non sigilla

25 Errori Mascherina mal posizionata: non sigilla

26 Errori Bocca aperta: il paziente respira aria ambientale

27 Errori Pallone troppo gonfio: Problema per loperatore!

28 Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "Il Protossido dAzoto in Pedodonzia: esperienza clinica I° Congresso nazionale AINOS e AISOD Padova 20 novembre 2010 Università degli studi di Padova Dott.ssa."

Presentazioni simili


Annunci Google