La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La trasgressione in adolescenza. Le basi della trasgressione La trasgressione nellessere umano è strettamente collegata a tre fattori : -il desiderio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La trasgressione in adolescenza. Le basi della trasgressione La trasgressione nellessere umano è strettamente collegata a tre fattori : -il desiderio."— Transcript della presentazione:

1 La trasgressione in adolescenza

2 Le basi della trasgressione La trasgressione nellessere umano è strettamente collegata a tre fattori : -il desiderio e i suoi processi di costruzione -la legge e le regole ed i processi di interiorizzazione -i modelli di riferimento

3 Il desiderio umano In principio cera il desiderio che era il primo seme della mente; i savi, dopo aver meditato nei loro cuori, hanno scoperto con la loro saggezza il legame tra lesistente e il non esistente ( RIG-VEDA inno alla Creazione )

4 Desiderio = elaborazione mentale (corticale) di un bisogno. Istinti /pulsioni panciaGenetica BisognicuoreRelazioni / esperienze DesiderimenteElaborazione dei bisogni Felicità = consumi desideri

5 Le tappe evolutive Obbedienza /Modelli di identificazione /Processi imitativi Responsabilità e nascita del pensiero logico Crisi adolescenziale / Sviluppo del pensiero ipotetico e deduttivo / trasgressione Processo di acquisizione dellidentità / autonomia / scelte

6 Nellaffrontare il tema della responsabilità e della trasgressione è utile richiamare alcune definizioni delletica.

7 ETICA Branca della filosofia che ha come oggetto i valori comunque riferiti al volere e all'azione dell'uomo Insieme delle norme che regolano il comportamento sociale Dottrina o indagine speculativa intorno al comportamento pratico delluomo di fronte ai due concetti del bene e del male

8 Branca della filosofia che ha come oggetto i valori comunque riferiti al volere e all'azione dell'uomo. Essa è descrittiva, se si limita a descrivere il comportamento dell'uomo e ad aiutare questo a cogliere, tra i moventi che determinano la sua azione, quelli la cui realizzazione presenta individualmente e socialmente i maggiori vantaggi; normativa, se dà indicazioni su quali valori siano giusti e quindi da realizzare con uno sforzo positivo o rimuovendo gli ostacoli che società, cultura e tradizione oppongono. Altra suddivisione è in etica soggettiva, che si occupa del soggetto che vuole e agisce solo nel dovere ed etica oggettiva o intersoggettiva, dove l'azione soggettiva è valutata in relazione ai valori morali comuni e alle istituzioni sociali storiche.

9 Per sviluppare le riflessioni che seguiranno mi è utile riprendere la definizione di etica oggettiva o intersoggettiva in quanto introduce il concetto di relazione tra lindividuo e gli altri. Tra le istituzioni sociali storiche, nella nostra cultura, possiamo senzaltro considerare la famiglia e la scuola. Allinterno delle due istituzioni sociali sono presenti valori comuni che appartengono strettamente alle istituzioni stesse. Da tali valori seguono leggi e tradizioni che regolano il comportamento individuale e collettivo al loro interno. In unottica sistemica sia le famiglia che le scuola dovrebbero essere sistemi aperti che interagiscono con altre istituzioni o realtà sociali e quindi possono adottare al loro interno valori comuni più generali. FAMIGLIA e SCUOLA

10 Ciò che più fortemente caratterizza queste due istituzioni sociali (famiglia e scuola) sono dunque le relazioni educative. Le relazioni educative non sono relazioni paritarie ( come la relazione amicale o quella di coppia) ma sono relazioni gerarchiche: Genitori Insegnanti figli alunni Le Relazioni educative Genitori ed insegnanti sono modelli di identificazione che in età adolescenziale vengono messi in discussione dando lavvio ai processi di acquisizione dellidentità

11 Autorità Autorevolezza Permissività I modelli possibili di interazione nellambito della relazione educativa sono: -Modello autoritario -Modello permissivo (né autorevole né autoritario) -Modello autorevole Qualunque sia stato il modello di riferimento, durante il periodo adolescenziale si attua un processo di rivisitazione e di messa in discussione a tutti i livelli (cognitivo,emotivo,comportamentale).

12 La trasgressione è un processo fisiologico che deve avvenire per intraprendere il processo di acquisizione della propria identità e come diceva Camus per mantenere il vero ordine sociale La TRASGRESSIONE

13 Nella trasgressione fisiologica sono avvenuti due importanti processi : linteriorizzazione dei modelli linteriorizzazione della norma Quindi la trasgressione diviene un pensiero e un comportamento consapevole di verifica e messa in discussione

14 Trasgressione ed evoluzione Adamo ed Eva ( la sfida a Dio e il distacco dalla natura con la quale erano integrati ). Prometeo ( la non accettazione del destino segnato dagli dei e laffermazione della propria ragione e individualità ) Socrate, Gesù, Galileo

15 Trasgressione adolescenziale Bisogno di affermazione e originalità Appartenenza e imitazione di gruppo Noia Provare sensazioni forti Sfida allautorità Richiesta / richiamo di attenzione

16 La trasgressione patologica La trasgressione diviene un comportamento problematico quando supera certi livelli di intensità e quando non è più finalizzata alla esplorazione e alla crescita personale o sociale ( messa in discussione dei modelli e delle regole apprese ) ma è diretta a superare momenti di noia o disagio o a procurare sofferenza agli altri con i quali ci si pone in sfida aperta.

17 Nel caso della trasgressione patologica non sono avvenuti i processi di interiorizzazione sia dei modelli che delle norme. E dunque rimasta una struttura narcisistica e infantile di personalità. In questo secondo caso la trasgressione non ha nessun valore evolutivo. Un disturbo della condotta infantile può trasformarsi così in ds. di personalità antisociale o borderline.

18 Gli adolescenti trasgressivi sono ragazzi che trovano come unico supporto alla crescita un gruppo di coetanei capaci di offrire solidarietà e complicità molto intense, ma per statuto, inabile a prendersi cura dei bisogni in modo empatico e a sostenere la crescita; sono infatti queste per definizione funzioni parentali che in nessun modo possono essere delegate ai pari. I ragazzi trasgressivi sono incapaci di empatia ed identificazione con le vittime delle loro azioni, non sanno mettersi nei loro panni perché innanzitutto non sanno mettersi nei propri. Lassenza di tali funzioni impedisce di fatto il diritto e la libertà dellaltro come limiti dei propri in quanto laltro è spersonalizzato. ADOLESCENTI TRASGRESSIVI

19 Nella storia di questi ragazzi è mancato il processo di elaborazione mentale delle emozioni, processo che permette a rabbie e paure di trasformarsi in sentimenti e pensieri capaci di modulare lagito. Un carente ascolto e una carente restituzione di senso ad emozioni e impulsi ha lasciato senza contenimento i bisogni infantili. Vi è dunque bisogno per loro non solo di giustizia (congrua e in tempi brevi) ma di ascolto, comprensione e soprattutto di impegno con assunzioni di responsabilità.

20 I comportamenti trasgressivi sono il risultato di più fattori: -temperamentali -educativi -ambientali. Le trasgressioni presentano livelli diversi di intensità e durata in relazione allintreccio dei fattori suddetti. I COMPORTAMENTI TRASGRESSIVI

21 Molto interessante è il rapporto tra trasgressione e dipendenza. Il comportamento trasgressivo può portare allo spaccio e al consumo di sostanze e non certo alla dipendenza dalle stesse. Lo sviluppo di una dipendenza è infatti associata ad altre dinamiche intrapsichiche e relazionali che rimandano ad approfondimenti più sottili nelle aree di sviluppo della personalità TRASGRESSIONE e DIPENDENZA

22 COSA FARE ?

23 Principali abilità richieste agli adulti significativi ( principalmente i genitori ) mantenimento del ruolo ( che ha funzioni contenitive e di riferimento ) valorizzazione delle diversità come risorse e non come problemi flessibilità e adattamento ( promuovere più che proteggere ) capacità di ascolto capacità di riconoscere le difficoltà e di chiedere aiuto pazienza e lungimiranza ( soprattutto nella accettazione e valutazione delle trasgressioni fisiologiche )

24 La relazione con gli adolescenti I compiti e le funzioni dei genitori e degli educatori sono fondamentali. I giovani danno la possibilità agli adulti di completare il loro sviluppo. Essi dovrebbero sforzarsi a : -Essere presenti soprattutto nei momenti difficili ( tenere la porta aperta ) -Essere pazienti e lungimiranti -Sviluppare le capacità di ascolto autentico -Seminare attraverso lesempio personale -Nutrire fiducia e speranza ( evitando le paure e le ansie eccessive) -Essere autorevoli ( e non autoritari ) -Condividere emozioni e sentimenti Queste abilità non sono spontanee e dunque richiedono impegno e costanza applicativa. La loro applicazione permetterà un progresso evolutivo reciproco.

25 Perché è così difficile relazionarsi con il figlio /a adolescente? Perché ladolescenza del figlio/a riattiva le dinamiche adolescenziali dei genitori. Se ladolescenza dei genitori è stata difficile e dolorosa, queste esperienze emotive si ripresenteranno. Per comprendere le trasgressioni adolescenziali dei figli è molto utile ricordare le nostre, ripensarle e rivalutarle alla luce dellesperienza acquisita Da un punto di vista evolutivo ladolescenza dei figli permette il completamento dello sviluppo della personalità e del ciclo vitale dei genitori e li costringe al cambiamento in quanto modifica gli equilibri familiari e di coppia

26 Le buone intenzioni non sono sufficienti Metodi poco efficaci di aiuto: Brontolare (quando metterai a posto la tua stanza te lho già detto 5 volte) Predicare (Sapevi qualera la cosa giusta da fare? Perché non lhai fatto? Mi vergogno di te ) Incolpare (Come hai potuto dopo tutto ciò che ho fatto per te?) Minacciare ( Se non smetti subito di chiaccherare ti mando dal preside) Paragonare (Il tuo amico sì che è un ragazzo intelligente- Vedi tuo fratello)

27 Preoccuparsi (Continuo a preoccuparmi perché continuo a pensare a cosa farai lanno prossimo!) Urlare ( silenzioooooo!) Criticare ( Sei davvero stupido. Se continui così chissà come andrai a finire) Picchiare (Questo fa più male a te che a me; spero che ora ti ricorderai di non farlo mai più) Punire ( Visto che vai così male a scuola, non potrai uscire per tutta la settimana)

28 Porta aperta Ruminazione Vaccinazione Sale nella minestra

29 Ricerca esasperata di novità Ricerca di sensazioni forti Stimoli ad intenso impatto emozionale Iposensibilità alle gratificazioni quotidiane Ridotta capacità di provare soddisfazione o piacere Difficoltà a dilazionare nel tempo la fruizione degli oggetti desiderati Difficoltà comunicative con sensazione di solitudine Indice di GRAVITA Fattori di rischio tossicomanico negli adolescenti Area del piacere Area di confine Area del dolore Sottovalutazione dei rischi ( Sottovalutazione dei rischi )

30 Breve valutazione delladolescente Pensi di conoscerti abbastanza ? Ti piaci come sei o vorresti cambiarti? Ci sono cose che ti piacciono nella vita di tutti i giorni? Come reagisci nei momenti di stress o di difficoltà? Riesci ad esprimere le tue emozioni e i tuoi stati danimo o ti tieni tutto dentro?

31 Breve valutazione delladolescente Quando desideri qualcosa sei in grado di aspettare o la pretendi subito? Nelle relazioni con gli altri credi di essere capace di ascoltare veramente? Come gestisci i tuoi soldi ? Ritieni di saperti assumere le tue responsabilità o tendi a fingere o mentire? Vorresti avere un amico come te?

32 Breve valutazione delladolescente Ti piace la scuola e la tua classe? Quanto tempo passi con gli amici? Cosa ne pensi di quello che ti dicono i tuoi genitori? Comè il rapporto con la mamma? Comè il rapporto con il papà?

33 Breve valutazione delladolescente Sei sempre consapevole delle conseguenze dei tuoi comportamenti? Quali sono secondo te alcune situazioni di rischio per la tua salute e la tua incolumità? Quanto tempo passi usando il cellulare, il computer o la televisione? Ti piace leggere?

34 Breve valutazione delladolescente Qual è stato lultimo libro che hai letto e quando? Leggi i giornali? Ti senti solo o ritieni di avere degli amici ? Ti senti appartenente alla tua famiglia o non vedi lora di stare fuori casa ?

35 Breve valutazione delladolescente Ritieni di essere influenzabile dal gruppo o credi di saper pensare e decidere per conto tuo? Cosa ne pensi dei ragazzi o delle ragazze ? Hai già avuto esperienze sessuali ? Se sì, comè andata?


Scaricare ppt "La trasgressione in adolescenza. Le basi della trasgressione La trasgressione nellessere umano è strettamente collegata a tre fattori : -il desiderio."

Presentazioni simili


Annunci Google