La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

EDI (electronic data interchange) dalla versione 14 alla 16 Seminario Itale EDI e non solo: gli standard per il commercio elettronico di libri e riviste.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "EDI (electronic data interchange) dalla versione 14 alla 16 Seminario Itale EDI e non solo: gli standard per il commercio elettronico di libri e riviste."— Transcript della presentazione:

1 EDI (electronic data interchange) dalla versione 14 alla 16 Seminario Itale EDI e non solo: gli standard per il commercio elettronico di libri e riviste Milano, 1 giugno 2004

2 EDI 2 Introduzione Lo standard EDI utilizzato da Aleph per lo scambio dei messaggi è: UN/EDIFACT (D96.A) EANCOM conforme a norme ISO EDIFACT è implementato da EDItEUR, un consorzio internazionale orientato alle problematiche del commercio elettronico dei libri e periodici. (http://www.editeur.org)http://www.editeur.org

3 EDI 3 Argomenti trattati Dalla 14 alla 16 Le nuove funzionalità supportate EDI setup

4 EDI 4 dalla 14 alla 16 Supporto dei messaggi in sola uscita al fornitore (p_acq_13 v.14 ) Supporto dei messaggi in uscita ed entrata dal fornitore (p_edi_11, p_edi_09 e p_edi_10 v )

5 EDI 5 Nuove funzionalità Oltre agli ordini di acquisto - Tipo di messaggio EDI: ORDERS, sono supportate le seguenti modalità: Uscita: –Cancellazione degli Ordini (online) - Tipo di messaggio EDI: ORDCHG. –Reclami degli Ordini per le varie tipologie: monografie (online e batch), periodici (online e batch) e standing orders (online) - Tipo di messaggio EDI : OSTENQ. Entrata: –Fatture periodici e monografie – tipo di messaggio EDI: INVOIC –Risposta ai reclami di periodici e monografie - tipo di messaggio EDI: ORDRSP

6 EDI 6 EDI setup La configurazione dellEDI richiede che biblioteca e fornitore siano definiti in modo appropriato nel sistema: Labilitazione della biblioteca allutilizzo dellEDI con un fornitore è definita nella tabella:./xxx50/tab/tab35 Il fornitore EDI viene definito con il modulo acquisition/serials della GUI nelle tabelle oracle Z70 e Z72.

7 EDI 7 EDI setup Inoltre lEDI richiede e utilizza le seguenti tabelle e directory che devono essere definite nella global ADM del sistema: Edi_out_attr Edi_in_attr Directory data_print/edi Directories in data_root/edi in/out Contatori util g/2 (last-edi-order, last-edi-claim, last-edi-log- no,...) Le valute devono essere espresse in formato: ISO E stato predisposto un apposito kit per la trasformazione di quelle preesistenti nel sistema.

8 EDI 8 EDI setup: tab35 Col. 1 = sub-library abilitata alle transazioni EDI, 5 posizioni Col. 2= codice Aleph del fornitore, 20 posizioni Col. 3= codice EDI dellutente, 20 posizioni è assegnato ad ogni utente dallagenzia locale EDI (EAN, US SAN), dal fornitore o dallutente. Col. 4= tipo di codice EDI: 31B per US SAN 014 per EAN per ID assegnati dal fornitore 092 per ID assegnati dallutente Col. 7= partita iva della biblioteca. Col. 8: per linvio degli errori durante lelaborazione delle transazioni

9 EDI 9 Configurazione del fornitore EDI (Z70) Selezionare dal nodo Amministrazione la funzione Fornitori e il pulsante Nuovo o Aggiorna per configurare i parametri EDI di un fornitore.

10 EDI 10 Configurazione del fornitore EDI - 2 Nella form: Informazioni generali inserire: Codice del fornitore EDI Tipo del fornitore EDI Campi obbligatori

11 EDI 11 Configurazione del fornitore EDI - 3 Nella sezione Conto inserire: - Nel N. conto (M): Il codice cliente attribuito dal fornitore - Formato lettera: 00 e metodo invio lettera: EDI - Formato lista: 00 e metodo di invio lista: EDI

12 EDI 12 Config. dellindirizzo del fornitore (Z72) Dal pannello fornitori selezionare il pulsante Indirizzi e poi Indirizzo EDI per completare la configurazione del fornitore e consentire il trasferimento dei messaggi EDI. In particolare le prime tre linee conterranno lip address, la login e passwd dellutente abilitato al trasferimento.

13 EDI 13 Modulo dOrdine Nel pannello Fornitore dell Ordine posso selezionare la modalit à di invio: LI(sta) e i parametri per l invio EDI verranno rilevati dal fornitore.

14 EDI 14 Modulo dOrdine Selezionando invece LE(tter) ho la possibilità di inviare l ordine Anche in una modalità alternativa: Selezionare la modalit à di invio

15 EDI 15 Servizi EDI in ALEPH Messaggi in uscita dalla biblioteca ai fornitori Procedura per i messaggi EDI in uscita: - edi-11 Messaggi in entrata dai fornitori alla biblioteca Procedure per la gestione dei messaggi in entrata: –edi-09 –edi-10

16 EDI 16 Messaggi in uscita Prima di attivare la edi-11 per l invio in modalità EDI è necessario creare nella cartella./xxx50/print/edi/ i files xml relativi agli ordini da inviare. La produzione di questi files può essere eseguita singolarmente selezionando il tasto INVIA se la modalità di invio dellordine è LE(tter) oppure per lotti utilizzando la acq-14 se la modalità è LI(st).

17 EDI 17 Invio dei messaggi EDI in uscita (edi-11) Run edi_11 Esito: ok Esito: Errato./xxx50/edi/out/ xml_processed./xxx50/edi/out/ xml_rejected./xxx50/edi/out/ edi_outgoing Xml files./xxx50/edi/out/ edi_outgoing EDI files./xxx50/edi/ out/edi_sent Edi transfer./xxx50/edi/out/ edi_rejected

18 EDI 18 Messaggi in entrata Messaggi in entrata dal fornitore alla biblioteca: –Fatture periodici e monografie – tipo di messaggio EDI: INVOIC –Risposta ai reclami di periodici e monografie - tipo di messaggio EDI: ORDRSP Procedure per la gestione dei messaggi in entrata: –edi-09 –edi-10 Set up per i fornitori: –ftp directory:./xxx50/edi/in/edi_incoming

19 EDI 19 Messaggi EDI in entrata (edi-09) Questa procedura elabora tutti i files presenti nella cartella:./xxx50/edi/in/edi_incoming convertendoli dal formato EDI ad XML Se la conversione viene eseguita correttamente, i files con lo stesso nome ed estensione xml vengono creati in./xxx50/edi/in/xml_incoming, e i files EDI originali vengono spostati in./usm50/edi/in/edi_processed assieme ad un file di log (.log) che indica qualsiasi tipo di inconvenienete riscontrato durante lelaborazione. Se la conversione non viene eseguita con successo i files EDI originali vengono spostati in./xxx50/edi/in/edi_rejected assieme ad un file di log (.log).

20 EDI 20 Elaborazione dei messaggi EDI in entrata(edi-09)./xxx50/edi/in/incoming./xxx50/edi/in/xml_incoming./usm50/edi/in/edi_processed./usm50/edi/in/edi_rejected Caricamento dei messaggi EDI in entrata (edi_10)

21 EDI 21 Caricamento dei messaggi in entrata(edi-10) Questa funzione elabora i files presenti nella cartella: xxx50/edi/in/xml_incoming e li carica in ALEPH. Se il caricamento è eseguito correttamente, il files XML vengono spostati nella cartella: xxx50/edi/in/xml_processed. Il caricamento di ogni file EDI viene registrato nel file EDI Load Log

22 EDI 22 Caricamento di una fattura EDI in ALEPH Quando la procedura p-edi-10 è terminata vengono aggiornate le seguenti tabelle: –General invoices (Z77) e linee di dettaglio (Z75) relative agli ordini. –Le transazioni dei budget (Z601) relative agli ordini e lo status di fatturazione presente negli ordini (Z68-INVOICE- STATUS). –Le nuove fatture possono essere visualizzate e aggiornate con il modulo Acquisitions/Serials della GUI esattamente come le fatture immesse manualmente. Si raccomanda di eseguire un salvataggio (con la p_file_03) delle seguenti tabelle: Z77, Z75, Z68, Z601 prima di procedere con lelaborazione.

23 EDI 23 Caricamento dei messaggi EDI di risposta agli ordini in Aleph Il sistema crea un file di log degli ordini (Z71) contenete i messaggi di tipo 94 (risposta EDI dal fornitore) per ogni risposta relativa ad un ordine caricata con la procedura edi-10. Per consentire la registrazione di queste risposte nel file di log degli ordini (Z71), è richiesta la seguente configurazione nella tabella ADM: tab45.lng: 94 Y N L Edi response from vendor

24 EDI 24 Buon Lavoro.


Scaricare ppt "EDI (electronic data interchange) dalla versione 14 alla 16 Seminario Itale EDI e non solo: gli standard per il commercio elettronico di libri e riviste."

Presentazioni simili


Annunci Google