La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

BUONE PRATICHE DI PROMOZIONE DELLA LETTURA IN OSPEDALE IN TOSCANA BUONE PRATICHE DI PROMOZIONE DELLA LETTURA IN OSPEDALE IN TOSCANA Biblioteca Comunale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "BUONE PRATICHE DI PROMOZIONE DELLA LETTURA IN OSPEDALE IN TOSCANA BUONE PRATICHE DI PROMOZIONE DELLA LETTURA IN OSPEDALE IN TOSCANA Biblioteca Comunale."— Transcript della presentazione:

1 BUONE PRATICHE DI PROMOZIONE DELLA LETTURA IN OSPEDALE IN TOSCANA BUONE PRATICHE DI PROMOZIONE DELLA LETTURA IN OSPEDALE IN TOSCANA Biblioteca Comunale di Bagno a Ripoli G. Franchi, L. Brogioni, S. Bruni AZIENDA OSPEDALIERO- UNIVERSITARIA CAREGGI COMUNE DI FIRENZE - SDIAF LEGGERE PER STARE MEGLIOLEGGERE PER STARE MEGLIO Lesperienza realizzata nellOspedale di Careggi

2 HA LOBIETTIVO di migliorare la qualità dellassistenza in ospedale Azienda Careggi G. Franchi S. Bruni, Comune di Firenze – SDIAF L. Brogioni SI FONDA Sui principi di promozione della salute

3 CARTA DI OTTAWA – 1986 Creare un ambiente favorevole alla saluteCreare un ambiente favorevole alla salute Sviluppare le abilità personaliSviluppare le abilità personali Riorientare i servizi sanitariRiorientare i servizi sanitari Azienda Careggi G. Franchi S. Bruni, Comune di Firenze – SDIAF L. Brogioni

4 DICHIARAZIONE DI BUDAPEST – 1991 Miglioramento del benessere del personale e dei pazienti Protezione e miglioramento dellambiente ospedaliero Sviluppo delle relazioni tra ospedale e istituzioni sociali e comunitarie Azienda Careggi G. Franchi S. Bruni, Comune di Firenze – SDIAF L. Brogioni

5 RACCOMANDAZIONI DI VIENNA Miglioramento della comunicazione, dellinformazione e della formazioneMiglioramento della comunicazione, dellinformazione e della formazione Azienda Careggi G. Franchi S. Bruni, Comune di Firenze – SDIAF L. Brogioni

6 PROGETTO HPH (Health Promoting Hospitals) (Health Promoting Hospitals) Azienda Careggi G. Franchi S. Bruni, Comune di Firenze – SDIAF L. Brogioni LOspedale di Careggi rientra dal 2001 nella rete toscana degli ospedali per la promozione della salute

7 Umanesimo Solidarieta Accoglienza Integrazione Volontariato Azienda Careggi G. Franchi S. Bruni, Comune di Firenze – SDIAF L. Brogioni

8 REGIONE TOSCANAREGIONE TOSCANA AOUCAOUC UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZEUNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE COMUNE DI FIRENZECOMUNE DI FIRENZE SDIAFSDIAF MEDIATECA REGIONALE TOSCANAMEDIATECA REGIONALE TOSCANA ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATOASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO –AVO –ANPAS –AUSER –NAUTILUS –NASTROTECA STEFANO BRUNI (UNIONE ITALIANA CIECHI) Azienda Careggi G. Franchi S. Bruni, Comune di Firenze – SDIAF L. Brogioni

9 3 ELEMENTI FONDAMENTALI Azienda Careggi G. Franchi S. Bruni, Comune di Firenze – SDIAF L. Brogioni MIGLIORARE LA QUALITA DELLASSISTENZA INVITARE ALLA LETTURA PROMUOVERE LA RESPONSABILIZZAZIONE DEL PAZIENTE RISPETTO ALLA CONOSCENZA DELLA SUA MALATTIA Art. 32 Costituzione diritto alla autodeterminazione

10 la REGIONE TOSCANA ha elaborato un Azienda Careggi G. Franchi S. Bruni, Comune di Firenze – SDIAF L. Brogioni non e sufficiente affermare il diritto alla autodeterminazione ma occorre offrire EDUCAZIONE E FORMAZIONE DECALOGO DEI DIRITTI E DEI DOVERI

11 IL PROGETTO - fase di analisi Azienda Careggi G. Franchi S. Bruni, Comune di Firenze – SDIAF L. Brogioni VALUTAZIONE DELL ESPERIENZA DI BUONA PRATICA DI BAGNO A RIPOLI VVV PER GLI ASPETTI DI ORGANIZZAZIONE DI ORGANIZZAZIONE DI FORMAZIONE DEGLI OPERATORI COINVOLTI DI FORMAZIONE DEGLI OPERATORI COINVOLTI

12 COINVOLGIMENTO ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATOCOINVOLGIMENTO ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO VALUTAZIONE DEL CONTESTO OPERATIVOVALUTAZIONE DEL CONTESTO OPERATIVO Azienda Careggi G. Franchi S. Bruni, Comune di Firenze – SDIAF L. Brogioni IL PROGETTO – fase di progettazione

13 IL PROGETTO - fase di test Azienda Careggi G. Franchi S. Bruni, Comune di Firenze – SDIAF L. Brogioni Reparto di DIALISI: Progetto pilota: UNO SCAFFALE DI LETTURA CON LIBRI ACQUISTATI DAL COMUNE ATTIVITA DEGLI OPERATORI SANITARI SUPERVISIONE DI VOLONTARI


Scaricare ppt "BUONE PRATICHE DI PROMOZIONE DELLA LETTURA IN OSPEDALE IN TOSCANA BUONE PRATICHE DI PROMOZIONE DELLA LETTURA IN OSPEDALE IN TOSCANA Biblioteca Comunale."

Presentazioni simili


Annunci Google