La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TERENZIO Vita e opere del commediografo…. B IOGRAFIA.. Publio Terenzio Afro fu un commediografo romano. Nacque a Cartagine intorno al 185 a.c. e arrivò

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TERENZIO Vita e opere del commediografo…. B IOGRAFIA.. Publio Terenzio Afro fu un commediografo romano. Nacque a Cartagine intorno al 185 a.c. e arrivò"— Transcript della presentazione:

1 TERENZIO Vita e opere del commediografo…

2 B IOGRAFIA.. Publio Terenzio Afro fu un commediografo romano. Nacque a Cartagine intorno al 185 a.c. e arrivò a Roma come schiavo del senatore Terenzio Lucano che lo educò nelle arti liberali e gli diede il suo nome.Strinse rapporti con personaggi illustri appartenenti al Circolo degli Scipioni.Venne accusato di plagio e di aver fatto da prestanome ad alcuni protettori impegnati in politica.

3 Intraprese un viaggio in Grecia per raccogliere nuovi testi menandrei.Al suo ritorno fu vittima di un naufragio,e le sue opere andarono perse.

4 LE SUE OPERE… Di Terenzio ci sono giunte sei commedie tra queste Andria, Hecyra,Adelphoe, Phormio Heautontimorumenos ed Eunuchus.

5 Egli preferisce Menandro agli altri autori greci;Lopera di Terenzio non si limita ad una semplice traduzione e riproposizione degli originali greci ma apportò notifiche nelle trame e nei personaggi.Fece anche uso della contaminatio, ovvero introduceva allinterno di una stessa commedia personaggi ed episodi appartenenti a commedie diverse.Privilegiava toni pensosi e patetici,infatti le sue commedie non suscitavano il riso rischiando di annoiare.

6 Pone lattenzione a due problematiche in particolare: il rapporto tra padri e figli,caratterizzati da dibattiti e dalla volontà reciproca di trovare un accordo,e si concludeva con la vittoria dei giovani ma non con la piena sconfitta dei vecchi. E i rapporti tra i diversi ceti sociali dove le nozze potevano avvenire solo fra persone libere ecc.

7 Di grande rilevanza è la figura femminile,definendole eroine di lealtà e moderazione. Tardò a riscuotere successo perché il pubblico romano non era molto acculturato e maturo per un teatro di tal fatta.

8 LA DIFFERENZA TRA IL TEATRO DI PLAUTO E TERENZIO

9 Rispetto allopera di Plauto,quella di Terenzio si differenzia in vari punti: -PUBBLICO:Il pubblico ideale di Terenzio è più colto di quello di Plauto,infatti Plauto non utilizza uno stile formale ma predilige un linguaggio più informale,adatto per un ampio pubblico. -IL LESSICO:Il lessico di Plauto è molto basso e ricco di giochi di parole e doppi sensi,anche volgari.Terenzio adopera uno stile formale e sobrio con un linguaggio curato e ricercato.Anche nelle sue opere ritroviamo delle parti comiche date da battute di umorismo raffinato a differenza di Plauto. -GLI INTRECCI:Gli intrecci di Terenzio sono più coerenti,meno complessi e più coinvolgenti,rispetto a Plauto.

10 -I PROLOGHI:Plauto utilizza i prologhi espositivi per raccontare gli antefatti della trama in modo che il pubblico potesse seguire gli intrecci,mentre Terenzio non utilizza i prologhi espositivi per questo fine ma cerca di mantenere lattenzione del pubblico alla rappresentazione svelando la verità nascosta dietro agli equivoci e agli errori. -I PERSONAGGI:Evidente è la differenza Tra i personaggi plautini e quelli terenziani.Terenzio creò personaggi verosomiglianti,in modo che lo spettatore potesse identificarsi e viene messa in risalto la psicologia di questiultimi.Mentre Plauto utilizza personaggi stereotipati e descritti in modo buffo.Vi sono personaggi fissi come giovani innamorati,servi,vecchi ecc.

11 I contemporanei apprezzavano di più Plauto,mentre Terenzio venne accusato di aver plagiato Plauto,di aver usato la contaminatio in alcuni modelli greci (come Plauto) e di essere il prestanome degli Scipioni con i quali era amico. Terenzio mantiene unambientazione rigorosamente greca, senza surreali intrusioni di usi e costumi romani; elimina quasi completamente i "cantica", facendo invece uso abbondante di dialoghi e dei versi lunghi che molto spesso rischiavano di annoiare.

12 LE VICENDE USUALI:Per Plauto cè lamore contrastato tra due giovani a causa della presenza di un rivale e la catena di equivoci ovvero la confusione generata da due personaggi identici nella scena.Per Terenzio il rapporto tra padri e figli caratterizzati da dibattiti e dalla volontà reciproca di trovare un accordo ma alla fine cè la vittoria dei giovani.E i rapporti tra i diversi ceti sociali dove ad esempio la donna era sottomessa alluomo,i matrimoni avvenivano solo tra persone libere ecc.. COMMEDIE:quelle di Plauto sono motoriae ovvero giocavano sullazione e il loro fine era quello di far divertire il pubblico.Quelle terenziane sono statariae in quanto cè poca azione,dava spazio alla riflessione che molto spesso rischiava di annoiare.

13 -LA MORALE:La morale di Plauto prevede il capovolgimento dei valori tradizionali,mentre quella di Terenzio prevede il rispetto che ogni uomo deve avere nei confronti di ogni altro essere umano.

14 A CURA DI: Eugenia Di Giovanni Martina Santolupo


Scaricare ppt "TERENZIO Vita e opere del commediografo…. B IOGRAFIA.. Publio Terenzio Afro fu un commediografo romano. Nacque a Cartagine intorno al 185 a.c. e arrivò"

Presentazioni simili


Annunci Google