La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Cosa sono i combustibili fossili? Sono sostanze ad alto contenuto di energia che originano, direttamente o indirettamente, da esseri viventi. Ad esempio,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Cosa sono i combustibili fossili? Sono sostanze ad alto contenuto di energia che originano, direttamente o indirettamente, da esseri viventi. Ad esempio,"— Transcript della presentazione:

1 Cosa sono i combustibili fossili? Sono sostanze ad alto contenuto di energia che originano, direttamente o indirettamente, da esseri viventi. Ad esempio, il carbone deriva da legno morto, il petrolio dai corpi di organismi marini, il gas da ulteriori modifiche dei primi due. Il petrolio e loccupazione dellIraq: storie da una civiltà in declino.

2 A cosa ci servono i combustibili fossili? Queste sostanze hanno per la civiltà industriale unenorme importanza. LItaliaLItalia dipende per il 90% del suo approvvigionamento energetico dai combustibili LItalia fossili, gli Stati Uniti per l86%. Stati UnitiStati Uniti I combustibili fossili hanno incrementato le capacità di lavoro dellumanità in maniera mai vista nella sua storia. Il fabbisogno energetico giornaliero di una persona, soddisfatto tramite lalimentazione, ammonta a 2500 chilocalorie (kcal), ma può arrivare a kcal svolgendo lavori estremamente onerosi (ad es., taglialegna tradizionale, minatore). Grazie ai combustibili fossili, oggi un italiano medio consuma kcal al dì, e uno statunitense medio kcal. È come se grazie ai combustibili fossili ogni italiano avesse a disposizione il lavoro di 40 persone, e uno statunitense il lavoro di 80 persone. Il petrolio e loccupazione dellIraq: storie da una civiltà in declino.

3 carbone Riserve Circa 1000 miliardi di tonnellate Consumi Circa 5 miliardi di tonnellate allanno 0,5% allanno Riserve per 200 anni gas Riserve Circa miliardi di metri cubi Consumi Circa 2500 miliardi di metri cubi allanno 1,5% allanno Riserve per 65 anni petrolio Riserve Circa 1000 miliardi di barili Consumi Circa 25 miliardi di barili allanno 2,5% allanno Riserve per 40 anni Ma quanto ce nè ancora e quanto ne stiamo consumando? Fonte: ENI ENI Il petrolio e loccupazione dellIraq: storie da una civiltà in declino.

4 Laumento dei consumi Miliardi di barili allanno anno Boom economico: + 7% allanno Prima crisi petrolifera: discesa dei consumi Come mostra la serie storica dei consumi di petrolio, il consumo è andato crescendo, e attualmente è in espansione con un tasso prossimo al 2% annuo. Il petrolio e loccupazione dellIraq: storie da una civiltà in declino.

5 Il picco di produzione del petrolio Osservate la curva di produzione del petrolio negli USA: raggiunge un massimo nel 1970 e poi declina. Il 1970 è lanno di picco di produzione del petrolio per gli USA. Fino al 1970, la produzione segue la domanda, cioè, si estrae tanto petrolio quanto se ne riesce a vendere. Dopo il picco, si vende tanto petrolio quanto se ne riesce a estrarre. Il petrolio e loccupazione dellIraq: storie da una civiltà in declino.

6 Riflessioni sul significato del picco di produzione Il picco viene raggiunto quando la domanda di petrolio supera lofferta, quando cioè le richieste sono superiori alla possibilità dei giacimenti di soddisfarle. Le conseguenze economiche di un picco mondiale sarebbero dirompenti.picco mondiale Se fino al momento del picco il prezzo dei carburanti è determinato dal prezzo di costo (cioè manodopera, trasporti, infrastrutture, etc.), dopo è determinato dalla legge della domanda e dellofferta, in altre parole, il carburante (sempre più scarso) va al migliore offerente. Lesperienza del secondo dopoguerra (cioè, da quando siamo strettamente dipendenti dal petrolio come energia) ci ha mostrato che quando sale il prezzo del petrolio, lOccidente entra in crisi economica. E non può che essere così: trasporti, abbigliamento, cibo: non cè processo industriale che non usi la forza delle decine di schiavi virtuali che i combustibili fossili ci mettono a disposizione. Il petrolio e loccupazione dellIraq: storie da una civiltà in declino.

7 Il metodo 1)A partire dai consumi attuali, i consumi cresceranno a un tasso medio c … 2)… fino a quando raggiungeranno il picco di produzione pp … 3)…dopodiché decresceranno con tasso medio m … 4)…e alla fine larea sotto tutta la curva dovrà essere pari a R, che è la somma delle riserve scoperte più quelle da scoprire anno Miliardi di barili estratti allanno 25 c pp m R Il petrolio e loccupazione dellIraq: storie da una civiltà in declino.

8 Il metodo Quindi, se si conoscono c, m e R, si può ricavare pp. Per curiosi e matematici, la formula esplicita per pp, supposti c e m costanti, è riportata di lato. Rimane quindi il problema di stimare c, m e R. Il tasso di crescita, c c, il tasso di crescita dei consumi e delleconomia, lo possiamo ragionevolmente stimare al 2%, come è stato negli ultimi anni. Il petrolio e loccupazione dellIraq: storie da una civiltà in declino.

9 Lammontare delle riserve, R R è il valore delle riserve di petrolio scoperte più quelle da scoprire.. Le riserve attuali ammontano a 1000 miliardi di barili (vedi pagina 3), cui bisognavedi pagina 3 aggiungere quelle da scoprire. Per stimare le riserve ancora da scoprire, prendiamo la serie delle scoperte, la prolunghiamo ipoteticamente con una curva, e così larea sotto questa curva (S), è una stima del petrolio ancora da scoprire. R è naturalmente 1000+S S S 400 R 1400 Il petrolio e loccupazione dellIraq: storie da una civiltà in declino.

10 La diminuzione dellestrazione, m Luso di tecnologie antiquate, gli investimenti insufficienti, o situazioni di instabilità politica sono tutte situazioni che abbassano m. Sebbene considerazioni teoriche spingano alcuni studiosi a ipotizzare valori di m finofino al 10%al 10%, vale qui la pena ricordare che nemmeno negli USA, in condizioni ottime per disponibilità di capitali, qualità della tecnologia e stabilità politica, si sia riusciti a superare valori di m del 3%.3% Il petrolio e loccupazione dellIraq: storie da una civiltà in declino.

11 Alcune considerazioni… Se si impongono livelli di sfruttamento occidentali, ma non si scoprono nuovi grandi giacimenti, il picco sarà entro il 2015 (R=1400; m 3%) 2%2,5%3% R (miliardi di barili) Se dovessimo scoprire enormi quantità di petrolio, ma rispettassimo la sovranità dei paesi produttori (m 2%) il picco sarà entro il 2015 m La quantità di riserve che stiamo attualmente scoprendo, e lattuale tasso di sfruttamento dei giacimenti mondiali, situano il picco prima del 2010! situazioneattuale paximperialis fortuna Infine, se dovesse invertirsi la tendenza storica delle scoperte di giacimenti, e tutto il mondo dovesse adattarsi alle esigenze dellOccidente, il picco potrebbe essere rinviato fino al 2025 (R=2000, m=3%) paesedeibalocchi Il petrolio e loccupazione dellIraq: storie da una civiltà in declino.

12 Gas: rapporto riserve/produzione Il rapporto riserve/produzione è una misura della durata nel futuro dei giacimenti. Guardate il colore medio dellEurasia e delle Americhe (da considerare come blocchi indipendenti per il gas, ma un blocco solo per il petrolio), e saprete chi ha più urgenza di risolvere il problema energetico. Il petrolio e loccupazione dellIraq: storie da una civiltà in declino.

13 New York Times of December 13th reports that gas prices have risen 50% in the last few weeks to $7.22 / M Btu, causing grave concern to the chemicals industry, whose spokesman is tellingly reported to have commented. "If what is happening with natural gas would happen with crude oil, we'd have declared war on OPEC by now." The article adds Gas drilling has increased, mainly in the Rockies and in Texas, but much of it has come from fast-depleting wells. Imports of natural gas from Canada, meanwhile, have grown less reliable than in past years as demand for the fuel has also increased in that nation. E il 2003? Shell –9% Exxon –5% ChevronTexaco –7% Produzione e costo del gas negli USA Il petrolio e loccupazione dellIraq: storie da una civiltà in declino.

14 Gli USA in difficoltà: lurgenza di trovare una soluzione Mentre la situazione energetica mondiale si fa buia per tutti, gli USA sono in doppia difficoltà: come tutti fronteggeranno a breve la scarsità di petrolio, ma solo loro, a differenza di Europa, Giappone, Cina, India e Russia, avranno difficoltà anche nello approvvigionamento di gas. Questo perché il gas è economico da trasportare in tubi (gasdotti) ma costoso e difficile da trasportare via mare. Vi ricordate la rivolta in Bolivia? Lì gli USA provarono a ottenere il gas quasi gratis, così che nonostante il costoso trasporto via mare arrivasse a destinazione a prezzo competitivo. Non funzionò. Devono riuscire a controllare il petrolio mondiale, così che possano stabilire prezzi differenziati per loro e per gli altri, o perderanno il loro status imperiale. Il petrolio e loccupazione dellIraq: storie da una civiltà in declino.

15 10.8% 9.3% 8.6% 25.2% 9.4% 1.5%

16 65% del petrolio mondiale 44% del gas mondiale Il petrolio e loccupazione dellIraq: storie da una civiltà in declino.

17 Conclusioni - la crisi energetica sta per investire il sistema capitalistico-industriale nel suo complesso; complesso; - gli effetti della crisi saranno più devastanti nel continente americano, dove alla scarsità di petrolio si sommerà quella di gas naturale; scarsità di petrolio si sommerà quella di gas naturale; - nel tentativo di rimanere aggrappati a un predominio mondiale, gli USA hanno occupato militarmente il cuore energetico della globalizzazione, in modo da occupato militarmente il cuore energetico della globalizzazione, in modo da assicurarsi la collaborazione dei loro rivali, ed eventualmente garantirsi in futuro assicurarsi la collaborazione dei loro rivali, ed eventualmente garantirsi in futuro un accesso privilegiato alle spartizioni del greggio mondiale; un accesso privilegiato alle spartizioni del greggio mondiale; - la strada di una nuova contrapposizione tra blocchi non condurrà da nessuna parte: il gas non potrà colmare la sempre maggiore penuria di petrolio, e in ogni parte: il gas non potrà colmare la sempre maggiore penuria di petrolio, e in ogni caso il picco di produzione del gas mondiale seguirà quello petrolifero; caso il picco di produzione del gas mondiale seguirà quello petrolifero; - solo una drastica riduzione dei bisogni e una riconversione economica alluso di energie rinnovabili potranno evitare danni irreversibili allecosistema e sopratutto di energie rinnovabili potranno evitare danni irreversibili allecosistema e sopratutto la corsa verso il baratro di un nuovo conflitto mondiale, la cui posta in gioco è la corsa verso il baratro di un nuovo conflitto mondiale, la cui posta in gioco è comunque in via di rapido esaurimento; comunque in via di rapido esaurimento; Siti utili sulle questioni energetiche: Il petrolio e loccupazione dellIraq: storie da una civiltà in declino.


Scaricare ppt "Cosa sono i combustibili fossili? Sono sostanze ad alto contenuto di energia che originano, direttamente o indirettamente, da esseri viventi. Ad esempio,"

Presentazioni simili


Annunci Google