La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Assocorce – 12 dicembre 2013 Trasparenza nella P.A. e nel mercato e competitività del sistema paese Bruno Tribioli Responsabile Pianificazione, Investimenti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Assocorce – 12 dicembre 2013 Trasparenza nella P.A. e nel mercato e competitività del sistema paese Bruno Tribioli Responsabile Pianificazione, Investimenti."— Transcript della presentazione:

1 Assocorce – 12 dicembre 2013 Trasparenza nella P.A. e nel mercato e competitività del sistema paese Bruno Tribioli Responsabile Pianificazione, Investimenti e Finanza

2 Sommario

3 La trasparenza come principio di rilevanza costituzionale La trasparenza e il controllo democratico favoriscono lefficienza, lefficacia e quindi il buon andamento delle istituzioni

4 La trasparenza: uno degli obiettivi strategici dellASI Il Programma definisce le misure, i modi e le iniziative volti allattuazione degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa Gli obiettivi sono formulati in collegamento con la programmazione strategia e operativa dellASI, definita nel Piano della Performance Obiettivi Direttore Generale attraverso il contributo della struttura, con particolare riferimento alle Unità identificate nel Programma 1. Miglioramento degli indicatori di trasparenza 2. Iniziative volte a favorire la cultura dellintegrità e la promozione della legalità 1. Aumento dellindice di completezza almeno all80% 2. Elaborazione della mappa dei rischi e definizione azioni preventive Indicatori target

5 Interazione con gli utenti Web TV aggiornamento continuo (migliore web tv 2013 della PA) Newsletter con cadenza trimestrale a tutte le agenzia di stampa italiane SPACEMAG Rivista Scientifica trimestrale Facebook, Twitter e YouTube canali diretti con i cittadini Televideo pag. 413 aggiornamento periodico Eventi ASI – Incontri con gli Stakeholder aggiornamento continuo RS-PIF

6 Il Portale DISTRETTO VIRTUALE (D.V.) dellASI

7 Il Portale DISTRETTO VIRTUALE (D.V.) Vi si accede dal sito ASI – Sezione «LAgenzia», sia in modalità «guest», sia come utente attivo tramite richiesta online di registrazionewww.asi.it

8 D.V. - Tools Il principale «tool» è la cosiddetta «Directory» delle Imprese e della Comunità scientifica italiani. E un DB per la mappatura delle realtà produttive spaziali nazionali con vari dettagli informativi (anagrafica, tecnologie e prodotti posseduti, andamenti addetti e fatturato, ecc.), molti dei quali accessibili al pubblico. Vi partecipano 200 utenti, che sono interpellati periodicamente con una indagine di Customer Satisfaction che ha fornito sinora buoni risultati e suggerimenti migliorativi poi implementati. Circa 50 soggetti europei e internazionali sono registrati al Distretto Virtuale e vi accedono nella sezione del portale in lingua inglese.

9 I servizi dellASI e i questionari di Customer Satisfaction Permettono di ottenere informazioni confrontabili nel tempo ponendo laccento sulle aree di miglioramento

10 D.V. - Tools Il secondo «tool» è la piattaforma documentale o Content Manager, nella quale gli utenti predetti, ed altri liberamente associati, possono gestire e condividere vari «flussi» cooperativi: blog, pagine web, documenti tecnici. Il terzo «tool» è il Comunicatore tematico del quale gli utenti Directory e altri liberamente associati possono utilizzare alcune newsletter tematiche moderate a doppio senso, ovvero sia per ricevere che inviare messaggi.

11 Le funzioni – Informativa esterna Questa funzione è basata essenzialmente sui «tools» Directory e Comunicatore . Nel tool Directory qualsiasi utente, senza credenziali, può ottenere la lista dei soggetti registrati e varie informazioni di dettaglio su ciascuno di essi (anagrafica, tecnologie possedute, ecc.)

12 Le liste possono essere personalizzate – con lopzione «Cerca aziende» per varie chiavi di ricerca sovrapponibili: tipologie di imprese (per esempio PMI), localizzazione regionale delle sedi legali o operative, tecnologie possedute, aree estere di attività Ciò risulta utile ed apprezzato, per esempio, in occasione di fiere, eventi, missioni di operatori esteri in Italia ed offre una panoramica unica ed aggiornata del «who is who» nazionale di comparto; è stata utilizzata nel corso della International Astronautical Conference 2013, recentemente tenutasi a Pechino, cui Agenzia ICE ha partecipato con un proprio stand Le funzioni – Informativa esterna

13 Vetrina prodotti e prototipi Unaltra lista producibile dalla Directory è la «Vetrina prodotti e prototipi» ovvero lelenco delle nuove produzioni in fase di lancio commerciale ed operativo, nonché dei prototipi nelle varie fasi di ricerca e sviluppo. Le aziende hanno a disposizione un apposita opzione nella loro scheda informativa per pubblicare questi dati. Ciò risulta utile non solo per promuovere il portfolio delle tecnologie spaziali italiane operative, ma anche per sollecitare cooperazioni tecniche e finanziarie sui prototipi in fase di sviluppo.

14 Accrediti speciali Alcuni utenti accreditati possono infine reperire il quadro completo delle informazioni, se a ciò abilitati dalle singole aziende. Si tratta dei cosiddetti enti «Osservatori»: associazioni industriali, enti regionali attuatori di Distretti, e simili. Si considerino poi gli Enti in Coordinamento tra cui ICE.

15 Il Comunicatore Il Comunicatore il «thread» rilevante, denominato SPACEPRODUCTS ) è una newsletter bi-direzionale moderata, ovvero utilizzabile da tutti i partecipanti per inviare messaggi conformi al tema Sono registrati per default tutti i soggetti della Directory. E uno strumento a sottoscrizione aperta al quale partecipano in tutto circa 400 nominativi, tra cui rappresentanti di Istituzioni, Ministeri, Regioni, Aziende, soggetti internazionali. Tra gli aggiornamenti più attuali vedi la mappatura di Centri, Reti e Distretti di competenze spaziali nelle Regioni, con le loro valenze e strategie, sottesa a varie azioni ASI centrate sul Distretto Virtuale, in particolare alle iniziative con utilizzo di «finanza integrativa».

16 La mappatura di Centri, Reti e Distretti

17 Le funzioni – Rilevazione statistica La funzione statistica è basata integralmente sul tool Directory con unapposita applicazione personalizzata che elabora automaticamente i dati forniti annualmente da un panel di 61 soggetti registrati, composto da grandi imprese, PMI, Enti di Ricerca ed Università Laffidabilità del panel è molto elevata considerando che le 4 cosiddette «majors» del settore sono tutte incluse e valgono da sole l86% del fatturato e l82% degli addetti (dati 2010). Sono incluse anche tutte le principali PMI e si sta migliorando la rilevazione di soggetti di ricerca ed università.

18 Il panel

19 Il D.V. per le analisi di settore La qualità del panel e la tracciatura costante su web dei dati fanno sì che lesperienza italiana sia unica nel contesto spaziale europeo, più spesso rivolto ad indagini episodiche affidate a consulenti esterni. Infatti, nei principali consessi internazionali (ESA, OCSE, ecc.), i dati del D.V. hanno permesso di chiarire importanti questioni di comparabilità dei valori causati dalle differenti «metriche» tra cui : definizione del settore spazio, del fatturato e del cosiddetto Downstream (DS), ovvero di quella porzione Upstream (US) per le ricadute a Terra delle attività spaziali. Ne risulta un settore spazio in salute (3° nella UE) ma con alcuni problemi da risolvere per una stabilità di lungo termine: miglioramento del rapporto tra domanda privata e pubblica, dellindice DS/US, della performance delle PMI, insostituibile fattore di flessibilità e innovazione, dellefficienza degli investimenti e della competitività sui mercati extra EU.

20 Le funzioni - Documentazione La funzione documentale è basata principalmente sul tool Content Manager al quale accedono tutti gli utenti della Directory, con apposite cartelle riservate. Vi sono però almeno altri 100 utenti di altro tipo, che hanno ottenuto le credenziali: associazioni industriali, rappresentanti di Enti di ricerca, Regioni, Enti pubblici, Istituzioni, Aziende estere ( che non hanno accesso alla Directory ), ecc. Il tool offre varie possibilità di workflow: gestione condivisa di pagine web (per esempio posters di eventi), documenti, blog, dedicata, archiviazione e versioning di quasi tutti i principali formati documentali, strutturazione dei propri spazi in sottocartelle, motore di ricerca. A questo riguardo sono state gestite insieme ad ICE iniziative di divulgazione delle opportunità finanziarie per le PMI ed è in preparazione un workshop Assocorce sul «Made in Italy tecnologico» entro la prima metà del 2014.

21 ASI - Il livello di maturità Sistema di Autovalutazione (dal modello OIV di ASI) basato su: Grado di compliance Comprensione dei dati Usabilità Interattività ASI

22 Quali strade intraprendere per migliorare la trasparenza e lintegrità Focus Group Affinità Brainstorming Organizzazione e struttura Informazione e comunicazione Cultura, valori e comportamenti Metodi e procedure


Scaricare ppt "Assocorce – 12 dicembre 2013 Trasparenza nella P.A. e nel mercato e competitività del sistema paese Bruno Tribioli Responsabile Pianificazione, Investimenti."

Presentazioni simili


Annunci Google