La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RELAZIONE FINALE Ins. Giammanco Francesca. MISSION FONDATIVA I.C. MARIA MONTESSORI GARANTIRE IL SUCCESSO FORMATIVO DI TUTTI E DI CIASCUNO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RELAZIONE FINALE Ins. Giammanco Francesca. MISSION FONDATIVA I.C. MARIA MONTESSORI GARANTIRE IL SUCCESSO FORMATIVO DI TUTTI E DI CIASCUNO."— Transcript della presentazione:

1 RELAZIONE FINALE Ins. Giammanco Francesca

2 MISSION FONDATIVA I.C. MARIA MONTESSORI GARANTIRE IL SUCCESSO FORMATIVO DI TUTTI E DI CIASCUNO

3 Ha tenuto conto dellanalisi del contesto, delle implicazioni emozionali del rapporto docente/alunno, dellimpegno, della serietà nello studio, della progressione nellapprendimento. Ha accolto i risultati raggiunti in termini di apprendimento Ha raccolto continue informazioni sul processo di apprendimento degli alunni, aspetto prettamente didattico, e ha tenuto conto del clima relazionale instaurato. E stata uno strumento delicatissimo di lavoro del docente, un atto pedagogico fondamentale nel processo di insegnamento/apprendimento, una bussola pedagogica che ha comunicato allalunno lappartenenza al progetto educativo formativo e lo ha orientato nel difficile cammino della crescita

4 IL SE E LALTRO LA CONOSCENZA DEL MONDO LINGUAGGI,CREATIVITA ESPRESSIONE IL CORPO IN MOVIMENTOI DISCORSI E LE PAROLE

5 IL SE E LALTRO

6 LINGUAGGI,CREATIVITA ESPRESSIONE I DISCORSI E LE PAROLE

7 LA CONOSCENZA DEL MONDO IL CORPO IN MOVIMENTO

8 IL SE E LALTRO

9 LINGUAGGI,CREATIVITA ESPRESSIONE I DISCORSI E LE PAROLE

10 LA CONOSCENZA DEL MONDO IL CORPO IN MOVIMENTO

11 IL SE E LALTRO

12 LINGUAGGI,CREATIVITA ESPRESSIONE I DISCORSI E LE PAROLE

13 LA CONOSCENZA DEL MONDO IL CORPO IN MOVIMENTO

14

15 Art. n° 3 Valutazione del rendimento scolastico degli studenti 1 : Dallanno scolastico 2008/2009,nella scuola primaria,la valutazione valutazione periodica ed annuale degli apprendimenti è degli alunni è effettuata mediante lattribuzione di voti numerici voti numerici espressi in decimi e illustrate con giudizio analitico sul livello globale di maturazione raggiunto dallalunno raggiunto dallalunno. Il comportamento degli alunni/e viene valutato attraverso un giudizio circa il rispetto delle regole di convivenza civile (rispetto delle persone, delle cose, delledificio scolastico).

16 Art. n° 3 Valutazione del rendimento scolastico degli studenti 1 bis: nella scuola primaria i docenti con decisione assunta allunanimità, possono non ammettere lalunno alla classe successiva solo in casi Eccezionali e comprovati da specifica motivazione

17 Nella scuola Primaria, del nostro Istituto, è radicata la cultura della valutazione con prove oggettive condivise. Al fine di perseguire lobiettivo di una preparazione il più possibile omogenea, una parte delle verifiche oggettive è stata comune a tutte le classi parallele (almeno una al quadrimestre) ciò ha permesso di verificare la validità della progettazione comune nelle diverse aree disciplinari, e lefficacia didattico-educativa del POF, nonché favorire la disseminazione delle buone pratiche tra i colleghi.

18 ANALISI DEI RISULTATI DELLE PROVE OGGETTIVE CLASSI PRIME VALUTAZIONE INIZIALE

19 LINGUA ITALIANA FINALE INTERMEDIA LINGUA INGLESE

20

21

22

23

24 INIZIALEINTERMEDIA FINALE LINGUA ITALIANA

25

26

27

28

29

30 INIZIALEINTERMEDIA LINGUA ITALIANA FINALE

31

32

33

34

35

36 INIZIALEINTERMEDIA LINGUA ITALIANA FINALE

37

38

39

40

41

42 INIZIALEINTERMEDIA LINGUA ITALIANA FINALE

43

44

45

46

47

48 INIZIALEINTERMEDIA AREA LINGUISTICO- ARTISTICO- ESPRESSIVA FINALE

49 AREA LOGICO- MATEMATICA AREA STORICO – GEOGRAFICO-SOCIALE

50 Al termine di ogni periodo didattico quadrimestrale, ciascun docente ha espresso con un valore numerico la valutazione del percorso di apprendimento, secondo i criteri delle tabelle di valutazione, al fine di assicurare … omogeneità, equità e trasparenza della valutazione …;

51 La valutazione quadrimestrale è stata la risultante di più variabili: risultato delle prove oggettive somministrate alla fine di ogni quadrimestre; osservazioni sistematiche effettuate in itinere e registrate nel giornale dellinsegnante; percorso soggettivo dellalunno (progressione degli apprendimenti); comportamento e livello di socializzazione.

52 SCRUTINATI 412 NON AMMESSI 1,5 % MEDIA 6 25 % MEDIA 7/8 45% MEDIA 9/10 29 %

53 A conclusione della scuola primaria, così come previsto dalla disposizione legislativa dettata dalla legge 169/08 e dallart.8 comma 1 del D.P.R. n.122 del 22 giugno 2009 Regolamento recante il coordinamento delle norme vigenti per la valutazione degli alunni …, lIstituzione scolastica ha rilasciato allo studente la certificazione delle competenze, una certificazione analitica dei traguardi di competenza e del livello globale di maturazione raggiunti dall'alunno.

54 La scuola Secondaria di I Grado sta muovendo i primi passi nella direzione della condivisione, in particolare i tre ordini di scuola stanno avviando un percorso collegiale trasparente e maggiormente oggettivo sulle modalità di gestione della valutazione costruendo un percorso condiviso e unitario relativo alla continuità e al curricolo verticale.

55 Art. n° 3 Valutazione del rendimento scolastico degli studenti 2 : Dallanno scolastico 2008/2009, nella scuola valutazione secondaria di primo grado la valutazione periodica è ed annuale degli apprendimenti degli alunni è effettuata mediante lattribuzione di voti numerici voti numerici espressi in decimi 3. …sono ammessi alla classe successiva gli studenti che hanno ottenuto con decisione assunta a maggioranza dal consiglio di classe, un voto non inferiore a sei decimi in ciascuna disciplina o gruppo di discipline.

56 INIZIALEINTERMEDIA FINALE ITALIANO

57 STORIA GEOGRAFIA

58 MATEMATICA SCIENZE

59 INGLESE SPAGNOLO

60 MUSICA ARTE-IMMAGINE

61 SCIENZE MOTORIE TECNOLOGIA

62 RELIGIONE

63 SCRUTINATI 72 NON AMMESSI 14% MEDIA 6 40% MEDIA 7/8 29% MEDIA 9/10 15%

64

65 Scuola coordinatrice S.M.S.G.Russo Via Tindari, 52 – Palermo Tel Rete internazionale di scuole per la ricerca della qualità nel sistema di istruzione Coordinamento tecnico-scientifico di Sebastiano Pulvirenti Un percorso di autoanalisi effettuato da 120 scuole, per la maggior parte siciliane, collegate in rete in unottica di sistema e di miglioramento Progetto F.A.R.O. Formazione Autoanalisi Ricerca Output Direttore di progetto Mirella Pezzini

66 PER E ATTIVARE AZIONI DI MIGLIORAMENTO ATTRAVERSO PROGETTI DI AZIONE SPECIFICA UTILIZZO DI INDICATORI INDIVIDUARE ASPETTI CRITICI Sebastiano Pulvirentii

67

68 CollaboratoriHa un armadietto o uno spazio adeguato per il suo materiale di lavoro? 33,33% AmministrativiLe attrezzature dufficio le sembrano adeguate? 25,00% AmministrativiGli spazi di lavoro le sembrano adeguati? 37,50% CollaboratoriSi sente apprezzato/a nel lavoro? 61,11% CollaboratoriE soddisfacente il rapporto con gli insegnanti?77,78% DocentiIn relazione a come percepisci il clima relazionale, a scuola ti senti a tuo agio? 73,33% DocentiRitieni professionalmente soddisfacente il tuo rapporto: a) con la dirigenza? 74,44% DocentiLa manutenzione delle macchine e degli arredi, secondo te, è soddisfacente ? 41,11% DocentiLa manutenzione dei locali è soddisfacente?47,78% DocentiLe attrezzature ed il funzionamento dei laboratori sono soddisfacenti? 56,67% DocentiRitieni che la pulizia dei locali sia adeguata ? 26,67% Indicare la percentuale dei docenti che hanno partecipato a iniziative di formazione 29%

69 DocentiRitieni adeguato il supporto alla progettualità, alle iniziative, alle attività in genere, da parte del Dirigente o della scuola in generale? 83,33% DocentiRitieni adeguata la presenza di stimoli e le possibilità nellambito dellaggiornamento e della formazione? 66,67% DocentiTi sembra che la scuola, allesterno, abbia una buona immagine ? 74,44% GenitoriEsprima una valutazione sul servizio di segreteria: a) Lefficienza (il servizio ottenuto) 73,53% Genitorib) Laccoglienza74,63% GenitoriRitiene che suo figlio/a: a) venga a scuola volentieri 78,31% Genitorib) sia incoraggiato nel lavoro75,37% Genitoric) sia bene accolto dai suoi insegnanti86,40% AlunniDurante le lezioni senti di avere la possibilità di intervenire e di partecipare? 79,75% AlunniTi senti apprezzato per quello che fai bene?89,24%

70 Genitori La disponibilità del Capo distituto al colloquio con gli alunni 78,31% GenitoriLa disponibilità del Capo distituto al colloquio con i genitori 79,04% GenitoriEsprima una valutazione sul sistema di comunicazione scuola/famiglia della scuola: a) Organizzazione ricevimenti pomeridiani 81,25% b) Comunicazioni scritte e telefoniche 78,31% c) Possibilità colloqui mattutini con i docenti 57,35% d) Incontri con gli insegnanti per la presentazione del Piano dellOfferta Formativa (POF) 72,43% e) Iniziative rivolte ai genitori 63,60% Alunnic) Ti senti bene accolto dal Dirigente Scolastico ? 86,71% AlunniHai fiducia nei confronti del Capo dIstituto e dei suoi collaboratori? 89,24%

71 La Funzione Strumentale Area 2 si è occupata anche di organizzare la somministrazione delle prove INVALSI per gli alunni di seconda e di quinta primaria,e gli alunni di prima della secondaria di I grado, queste sono state espletate secondo le norme dettate dal SNV 2010/2011 che si è riservato di comunicarci i dati emersi entro il mese di ottobre.

72 Questa relazione ha presentato in sintesi limpegno progettuale di origine, il percorso effettuato e i risultati conseguiti riguardo allautovalutazione e allautorientamento 2010/2011, ha evidenziato i punti di forza e gli elementi di debolezza. Bisogna, appunto, partire da questa analisi per migliorare la produttività e la qualità dellOfferta Formativa dell I.C. M. Montessori.

73 Tutto ciò per fornire al Collegio spunti di riflessione per predisporre opportuni correttivi ed un eventuale Piano di miglioramento. Una comunità resa edotta delle proprie debolezze ma anche dei valori che riesce a veicolare, acquisisce una chiara consapevolezza di quanto può concorrere al potenziamento e miglioramento continuo dellOfferta Formativa.

74 Il primo tagliatore di pietre, piuttosto bisbetico, borbottò: Sto tagliando questa dannata pietra per farne un blocco Il secondo, che sembrava contento del suo lavoro, rispose orgogliosamente: Sono in una squadra che costruisce una cattedrale (J.Carlzon La piramide rovesciata F.Angeli 1989)

75


Scaricare ppt "RELAZIONE FINALE Ins. Giammanco Francesca. MISSION FONDATIVA I.C. MARIA MONTESSORI GARANTIRE IL SUCCESSO FORMATIVO DI TUTTI E DI CIASCUNO."

Presentazioni simili


Annunci Google