La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

a - LA TETTONICA A ZOLLE 1 2 Gli strati da cui è costituita la Terra sono: NUCLEO MANTELLO CROSTA Il nucleo interno della Terra è costituito da ferro.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "a - LA TETTONICA A ZOLLE 1 2 Gli strati da cui è costituita la Terra sono: NUCLEO MANTELLO CROSTA Il nucleo interno della Terra è costituito da ferro."— Transcript della presentazione:

1

2 a - LA TETTONICA A ZOLLE 1

3 2

4 Gli strati da cui è costituita la Terra sono: NUCLEO MANTELLO CROSTA Il nucleo interno della Terra è costituito da ferro e nichel solidi, mentre il nucleo esterno è composto da ferro e nichel fusi. Il mantello più interno, intorno al nucleo, è composto da rocce parzialmente fuse, più rigidi sono gli strati superiori del mantello che con la crosta, linvolucro rigido esterno della Terra, formano la LITOSFERA LITOSFERA 3

5 4

6 La crosta terrestre è costituita da otto principali zolle litosferiche e da altre zolle minori, continentali e oceaniche che si compongono in una specie di mosaico. Queste zolle sono rigide, ma non immobili: si spostano continuamente luna rispetto allaltra con movimenti di tipo diverso che producono conseguenze diverse. Le parti più antiche delle zolle sono gli scudi, i punti più stabili della crosta terrestre, interessati da scarsa attività tettonica.scudi, 5

7 6

8 Le zone di contatto tra le zolle sono quelle in cui lattività tettonica è più intensa. Lungo i margini di zolla si possono verificare tre tipi di movimento le zolle possono scorrere (scorrimento) le zolle possono allontanarsi (allontanamento) le zolle possono convergere (avvicinamento o collisione) Gli effetti di questi movimenti sulla struttura della Terra sono diversi, a seconda che si tratti di due zolle continentali, di due zolle oceaniche, o di una zolla continentale che si trova a contatto con una zolla oceanica. 7

9 LE ZOLLE SONO RIGIDE MA NON IMMOBILI SI SPOSTANO CONTINUAMENTE I MOVIMENTI SONO 1) SCORRIMENTO 2) ALLONTANAMENTO 3) AVVICINAMENTO 8

10 QUANDO I MARGINI DI DUE ZOLLE CORRONO PARALLELI LUNO ALLALTRO SI GENERA UNA FRIZIONE LUNGO LA LINEA DI FAGLIA * CHE LE DIVIDE. LA DISCONTINUITA DEL MOVIMENTO PROVOCA 9

11 10

12 QUANDO DUE ZOLLE OCEANICHE ADIACENTI SI ALLONTANANO LA ROCCIA FUSA RISALE VERSO LA SUPERFICIE, DOVE SI RAFFREDDA E SI SOLIDIFICA. SI FORMANO COSI LE DORSALI – MEDIO OCEANICHE LE DORSALI – ( AD ESEMPIO LA DORSALE MEDIO – ATLANTICA EMERGE DAL MARE IN ISLANDA CON GEYSER E VULCANI). ENORMI QUANTITA DI MATERIALE EROMPONO DA QUESTE DORSALI, CHE POSSONO ELEVARSI DAL FONDALE MARINO FINO A RAGGIUNGERE I 3000 M. 11

13 12

14 QUANDO DUE ZOLLE OCEANICHE COLLIDONO ( OSSIA SI TOCCANO) VANNO A SOVRAPPORSI UNA ALL ALTRA. LA CROSTA SI DEFORMA IN PROFONDE FOSSE OCEANICHE E CRESTE VULCANICHE CHE EMERGONO DAL MARE COME ISOLE. ( AD ESEMPIO I VULCANI DELLA CINTURA DI FUOCO DEL PACIFICO) 13

15 14

16 QUANDO UNA ZOLLA CONTINENTALE E UNA OCEANICA CONVERGONO, QUELLA OCEANICA E SPINTA SOTTO LA ZOLLA CONTINENTALE, CHE VIENE COMPRESSA DALLA COLLISIONE E SI PIEGA FORMANDO CATENE MONTUOSE COSTIERE. INFATTI LA ZOLLA PIEGATA VERSO IL BASSO (SUBDUZIONE) SI RISCALDA E LA ROCCIA FUSA MAGMA) E SPINTAIN SUPERFICIE DOVE SI RAFFREDDA. (AD ESEMPIO LA CATENA COSTIERA DELLE ANDE NELLAMERICA MERIDIONALE) 15

17 16

18 QUANDO DUE ZOLLE CONTINENTALI COLLIDONO, LA FORZA DELL IMPATTO DEFORMA, PIEGA E SOLLEVA LA CROSTA E, DANDO ORIGINE AI GRANDI SISTEMI MONTUOSI. (AD ESEMPIO LA CATENA DELLE ALPI) 17

19 18

20 19

21 20 TEORIA IN BASE ALLA QUALE LA LITOSFERA E DIVISA IN ZOLLE O PLACCHE GALLEGGIANTI SUL MANTELLO E IN MOVIMENTO TRA LORO E RISPETTO ALLE ZONE SOTTOSTANTI DAL GRECO TEKTUNIKE = ARTE DELLA COSTRUZIONE.

22 21 CROSTA TERRESTRE + SOTTILE STRATO SUPERIORE DEL MANTELLO.

23 FRATTURA DELLA CROSTA TERRESTRE 22

24 CATENA MONTUOSA MOLTO LUNGA, EMERSA O SOTTOMARINA 23

25 24 PARTE PIU INTERNA E PIU ANTICA DI UNA ZOLLA CONTINENTALE.

26

27 ZONE CLIMATICHE DELLA TERRA CIRCOLO POLARE ARTICO ZONA FREDDA TROPICO DEL CANCRO ZONA TEMPERATA EQUATORE ZONA TORRIDA TROPICO DEL CAPRICORNO ZONA TEMPERATA ZONA FREDDA CIRCOLO POLARE ANTARTICO

28 ELEMENTI DEL CLIMA TEMPERATURA PRESSIONE UMIDITA PRECIPITAZIONI VENTI

29 Fattori del clima

30 IL MOTORE DEL CLIMA INSOLAZIONE -ZONE DI ALTA PRESSIONE -ZONE DI BASSA PRESSIONE NUVOLOSITA VENTI EVAPORAZIONE PRECIPITAZIONI

31 E DETERMINATA DALLE RADIAZIONI SOLARI CHE VARIANO PER LA SFERICITA DELLA TERRA LINCLINAZIONE DELLASSE TERRESTRE LA TEMPERATURA

32 LA CIRCOLAZIONE ATMOSFERICA CIRCOLO POLARE ARTICO TROPICO DEL CANCRO EQUATORE TROPICO DEL CAPRICORNO CIRCOLO POLARE ANTARTICO A A A A B B B B BASSA PRESSIONE A ALTA PRESSIONE ARIA SECCA ARIA UMIDA CELLULE DI CIRCOLAZIONE ATMOSERICA VENTI OCCIDENTALI ALISEI ALISEI VENTI POLARI VENTI COSTANTI VENTI POLARI

33 venti

34

35 ZONA DEI CLIMI CALDICLIMALUOGOCARATTERISTICHEFLORAEQUATORIALE TUTTA LA FASCIAATTRAVERSATADALLEQUATORE -TEMPERATURE ELEVATE -PIOGGE ABBONDANTI TUTTO LANNO -UNA SOLA STAGIONE CALDA E UMIDA CALDA E UMIDA - NO ESCURSIONE TERMICA ANNUA -FORESTA PLUVIALE (ALBERI ALTI FINO A 50 M., LIANE, CESPUGLI, FELCI, MUSCHI) TROPICALEAFRICA, AMERICA MERIDIONALE, ASIA -TEMPERATURE ELEVATE -STAGIONE DELLE PIOGGE + STAGIONE SECCA - ESCURSIONE TERMICA ANNUA DEBOLE ARBOREA ARBOREA - SAVANA ERBOSA

36 ZONA DEI CLIMI ARIDI CLIMALUOGOCARATTERISTICHEAMBIENTE TROPICALEARIDO-AUSTRALIA -SUD AMERICA --AFRICA --ASIA -TEMPERATURE ABBASTANZA ELEVATE -PRECIPITAZIONI SCARSE E IRREGOLARI STEPPA NELLE ZONE PIU ARIDE -PRATERIA NELLE ZONE PIU UMIDE DESERTICO(SUB-TROPICALE ARIDO) ARIDO) AUSTRALIA AMERICA -AFRICA -ASIA -FORTE INSOLAZIONE -RAPIDA EVAPORAZIONE -ACCENTUATA ESCURSIONE TERMICA GIORNALIERA -SCARSISSIME PRECIPITAZIONI DESERTO -CALDO -FREDDO

37 ZONA DEI CLIMI TEMPERATI CLIMALUOGOCARATTERISTICHEAMBIENTIMEDITERRANEO TIPICO DELLE COSTE DEL MAR MEDITERRANEO -ZONE COSTIERE -ZONE COSTIERE DEI CONTINENTI (25° E 40° DI LATITUDINE) -INVERNI MITI E PIOVOSI -ESTATI CALDE E SECCHE -SCARSA ESCURSIONE TERMICA -FORESTA MEDITERRANEA - MACCHIA MEDITERRANEA CONTINENTALE E DI TRANSIZIONE ZONE LONTANO DAL MARE -ESTATI CALDE -INVERNI FREDDI -LE PRECIPITAZIONI DIMINUISCONO VERSO LINTERNO -FORESTA DI LATIFOGLIE - BOSCHI MISTI - PRATERIA -- STEPPA OCEANICO TIPICO DELLE COSTE ATLANTICHE - EUROPA OCC. -LIMITATE ZONE COSTIERE DI ALTRI CONTINENTI -ESTATI MITI -INVERNI FRESCHI -PRECIPITAZIONI REGOLARI E ABBONDANTI -FORESTA DI LATIFOGLIE

38 ZONA DEI CLIMI FREDDICLIMALUOGOCARATTERISTICHEAMBIENTEBOREALE ZONE NORD: -EURASIA -EURASIA-AMERICA50-70°Parallelo -SCARSA INSOLAZIONE --INVERNI LUNGHI E RIGIDI --ESTATI BREVI -PRECIPITAZIONI SCARSE --VENTI GELIDI TAIGA (FORESTA DI CONIFERE) SUB- POLARE FASCE PIU A NORD DI: -EURASIA -NORD AMERICA -GROENLANDIA -TEMPERATURE RIGIDISSIME -SCARSE PRECIPITAZIONI -TERRENO GELATO PERMAFROST (DA SUD A NORD) -BETULLE -ALBERI NANI -RADA BOSCAGLIA TUNDRA (MUSCHI E LICHENI) PIU A NORD DELLA TUNDRA LE REGIONI A CLIMA POLARE SONO COPERTE DA NEVE E GHIAGGIO E PRIVE DI VEGETAZIONE

39 ATMOSFERA = STRATO DI GAS (OSSIGENO, AZOTO, ANIDRIDE CARBONICA, OZONO) CHE CIRCONDA LA TERRA CLIMA = INSIEME DELLE CONDIZIONI ATMOSFERICHE DI UN LUOGO, IN UN PERIODO LUNGO (ES. UN ANNO) TEMPO = INSIEME DELLE CONDIZIONI METEOROLOGICHE DI UN LUOGO, IN UN PERIODO BREVE (ES. UN GIORNO) PAROLE – CHIAVE

40 TERMINI RELATIVI AGLI AMBIENTI TUNDRA= FORMAZIONE VEGETALE CARATTERIZZATA DA MUSCHI, LICHENI E RARI ARBUSTI, TIPICA DELLE TERRE ARTICHE. UNA VEGETAZIONE SIMILE SI TROVA ANCHE IN ALTA MONTAGNA

41 FORESTA= ESTENSIONE DI TERRENO COPERTA DA ALBERI AD ALTO FUSTO

42 STEPPA= STEPPA= VASTA PRATERIA INCOLTA TIPICA DELLE ZONE TEMPERATE SOGGETTE A LUNGHI PERIODI DI SICCITA E DI ZONE A CLIMA SUB- TROPICALE ARIDO SAVANA= VEGETAZIONE TIPICA DELLE ZONE TROPICALI

43 DESERTO=DISTESA IN CUI MANCANO QUASI DEL TUTTO LE PRECIPITAZIONI E CHE SI PRESENTA PRIVA DI VEGETAZIONE TRANNE CHE NELLE OASI. Deriva dal latino desertum (participio passato del verbo deserere) che significa abbandonato e quindi …deserto

44

45 Presenta Ha avuto unÈ caratterizzata da

46 TUTTI GLI UOMINI DISCENDONO DALL HOMO SAPIENS – SAPIENS (UGUAGLIANZA) CULLA DELLUMANITA: AFRICA MIGRAZIONI IN TUTTI I CONTINENTI POPOLAMENTO DELLA TERRA MESCOLANZA DI POPOLI

47 DIVERSITA DEI POPOLI

48

49 GRUPPO EUROPOIDE

50 GRUPPO NEGROIDE

51 GRUPPO MONGOLOIDE

52 DENSITA = NUMERO DI ABITANTI PER KM. 2 VARIA DA ZONA A DIPENDE DA FATTORI UMANI (INCREMENTO) DIPENDE DA FATTORI NATURALI (CLIMA) LE REGIONI PIU DENSAMENTE POPOLATE SONO QUELLE COSTIERE O A CLIMA TEMPERATO

53 INCREMENTO MOLTO LENTO FINO AL XIX SECOLO QUANDO SI E AVUTA UNESPLOSIONE DEMOGRAFICA PER IL CROLLO DELLA MORTALITA LINCREMENTO E STATO ELEVATO : PRIMA NEI PAESI RICCHI NEGLI ULTIMI DECENNI NEI PAESI POVERI OGGI NEI PAESI RICCHI CE UN CROLLO DELLA NATALITA MA ANCHE UN ALTA SPERANZA DI VITA NEI PAESI POVERI LA NATALITA E ELEVATA MA E BASSA LA SPERANZA DI VITA

54 INCREMENTO DEMOGRAFICO RAPIDO MIGLIORAMENTO DELLE CONDIZIONI IGIENICHE PROGRESSI NELLA MEDICINA AUMENTO DELLA PRODUZIONE AGRICOLA

55 INCREMENTO DEMOGRAFICO LIMITATO GUERRE CARESTIE, EPIDEMIE FORTE MORTALITA

56

57 TRASFERIMENTO DALLE CAMPAGNE ALLE CITTA CRESCITA URBANA TRAFFICO, INQUINAMENTO SOVRAFFOLLAMENTO PRESENZA DI QUARTIERI DEGRADATI (BIDONVILLE) PROBLEMI

58 GUERRE E PERSECUZIONI POLITICHE MOTIVI ECONOMICI (MANCANZA DI POSTI DI LAVORO) DITTATURE MIGRAZIONI

59 EMIGRATI PERSONE CHE LASCIANO IL PROPRIO PAESE PER TRASFERIRSI IN UN ALTRO IMMIGRATI PERSONE CHE GIUNGONO IN UN PAESE, DOPO ESSERSI ALLONTANATI DAL PROPRIO, PER VARI MOTIVI


Scaricare ppt "a - LA TETTONICA A ZOLLE 1 2 Gli strati da cui è costituita la Terra sono: NUCLEO MANTELLO CROSTA Il nucleo interno della Terra è costituito da ferro."

Presentazioni simili


Annunci Google