La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL COACH NELLO SPORT IL COACH ASSISTE LO STAFF TECNICO E GLI ATLETI NELLA GIUSTA PREPARAZIONE PER AFFRONTARE, NELLE MIGLIORI CONDIZIONI, IL MOMENTO DELLA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL COACH NELLO SPORT IL COACH ASSISTE LO STAFF TECNICO E GLI ATLETI NELLA GIUSTA PREPARAZIONE PER AFFRONTARE, NELLE MIGLIORI CONDIZIONI, IL MOMENTO DELLA."— Transcript della presentazione:

1 IL COACH NELLO SPORT IL COACH ASSISTE LO STAFF TECNICO E GLI ATLETI NELLA GIUSTA PREPARAZIONE PER AFFRONTARE, NELLE MIGLIORI CONDIZIONI, IL MOMENTO DELLA PERFORMANCE SPORTIVA By Anastasi Andrea 1

2 IL COACH ATTRAVERSO UNA ATTIVITA DI OSSERVAZIONE, ASCOLTO, FEED BACK E STIMOLI PRECISI IL COACH AIUTA UN INDIVIDUO O LA SQUADRA A REALIZZARE I PROPRI PROGETTI, CONTRIBUENDO, IN TAL MODO, ALLA CRESCITA DEI SOGGETTI By Anastasi Andrea 2

3 IL COACHING IL MIO LAVORO CONSISTE NELLINSTAURARE ALLINTERNO DELLA SQUADRA UN CLIMA RELAZIONALE POSITIVO, INTESO COME SENSO DI PARTECIPAZIONE ED INTEGRAZIONE, FIDUCIA DI CIASCUN GIOCATORE IN SE E NEGLI ALTRI INVESTO MOLTO TEMPO NELLASCOLTARE, COMPRENDERE LE ASPIRAZIONI E GLI OBIETTIVI INDIVIDUALI INTEGRANDOLI CON LE ASPIRAZIONI E GLI OBIETTIVI DELLA SQUADRA By Anastasi Andrea 3

4 COMUNICAZIONE LASPETTO PIU IMPORTANTE E ASCOLTARE: La ragione per cui siamo leader in così tante aree non si trova in quanto parliamo, ma in quanto ascoltiamo (J.F. Kennedy) CAPIRE: OGNUNO ASCOLTA QUELLO CHE VUOLE ASCOLTARE LA COMUNICAIONE SIGNIFICA CONINVOLGIMENTO: Ditemi una cosa, la dimenticherò; mostratemela, la ricorderò; coinvolgetemi in essa, la capirò. By Anastasi Andrea 4

5 COMUNICAZIONE UTILIZZO DELLE DOMANDE PER TIRAR FUORI DAL NOSTRO INTERLOCUTORE LE SUE VERE ESIGENZE E MOTIVAZIONI A FAR PARTE DEL PROGETTO SQUADRA: CHE COSA, SI FOCALIZZANO SUGLI OBIETTIBI COME, SUL MODO IN CUI RAGGIUNGERE GLI OBBIETTIVI QUANDO, SUI TEMPI DELLA REALIZZAZIONE By Anastasi Andrea 5

6 COMUNICAZIONE IN PALESTRA IL COACHING DIVENTA UNA FORMA METODICA DI COMUNICAZIONE TRA GLI ATLETI O LA SQUADRA ED IL COACH STESSO ASPETTI PRATICI DI QUESTO LAVORO: MAGGIOR AUTONOMIA MIGLIORE AUTO EFFICIENZA MIGLIOR COMPETENZA By Anastasi Andrea 6

7 7 UN MIO OBBIETTIVO E FORMARE NEI GIOCATORI UNA CONSAPEVOLEZZA ORIENTATA VERSO I COMPITI E NON FOCALIZZATA SUGLI ERRORI. SI PUO OTTENERE QUESTO PREFERENDO UN SISTEMA DORGANIZZAZIONE DEL LAVORO IN PALESTRA PREMIANTE RISPETTO AD UN SISTEMA PUNITIVO. I METODI PUNITIVI PORTANO LATLETA A METTERE IN SECONDO PIANO LESECUZIONE COMPLESSIVA DELLATTIVITA E DEI GESTI TECNICI RISPETTO ALLA LORO FINALITA ULTIMA, LIMITANDO PERCIO LA CAPACITA DELLATLETA DI VERIFICARE E GESTIRE AUTONOMAMENTE IL PROPRIO ALLENAMENTO NELLA SUA COMPLESSITA, PORTANDOLO A CONFONDERE IL RAGIUNGIMENTO DEL RISULTATO CON LA CORRETTA ESECUZIONE DELLESERCIZIO.

8 IL COACHING LE CAPACITA INDIVIDUALI SI TRADUCONO IN CAPACITA DI TEAM LE PERSONE CON LA GIUSTA FORMAZIONE ELEVANO IL TEAM A NUOVI LIVELLI, CHE IN BREVE DIVENTA LA NORMA CREARE LO SPIRITO DI SQUADRA By Anastasi Andrea 8

9 SPIRITO DI SQUADRA 1. AVERE UNO SCOPO ED UNA CONDUZIONE CHIARA 2. CONDIVIDERE VALORI E OBIETTIVI 3. SVILUPPARE LE ABILITA TECNICHE ( GIOCO DI SQUADRA ) 4. CREARE LA FORZA DEL GRUPPO 5. RINFORZARE IL RICONOSCIMENTO, ORIENTARE LATTENZIONE SULLE AZIONI POSITIVE By Anastasi Andrea 9

10 SPIRITO DI SQUADRA LE BUONE SQUADRE DIVENTANO GRANDI SQUADRE QUANDO I GIOCATORI SI FIDANO ABBASTANZA GLI UNI DEGLI ALTRI E SUBORDINANO LIO AL NOI Phil Jackson By Anastasi Andrea 10

11 IL CAMBIAMENTO LE ABITUDINI SONO TUTTI QUEI COPORTAMENTI A CUI LATLETA E ANCORATO E CHE GLI IMPEDISCONO DI MIGLIORARE USCIRE DALLA ZONA CONFORT DA CUI LATLETA E ABITUATO E CHE CERCHERA SEMPRE DI RITORNARE I PRIVILEGI A CUI SI E ABITUATO E A CUI E INCONSCIAMENTE LEGATO By Anastasi Andrea 11

12 CONSIGLI PER IL COACH GARANTIRE UNA PREPARAZIONE OTTIMALE MOSTRARE COME CIASCUNO SINGOLO PUO CONTRIBUIRE AL SUCCESSO PENSARE IN TERMINI DI SOLUZIONI E NON DI PROBLEMI IL COACH DEVE ESSERE DESEMPIO IL COACH ABITUA LATLETA A PENSARE IN MODO AUTONOMO By Anastasi Andrea 12

13 PENSIERO POSITIVO CONCENTRANDO LATTENZIONE SULLE COSE POSITIVE, SVILUPPIAMO LABITUDINE A FAR LE COSE NEL MODO MIGLIORE CI SI RICORDA DELLA COSA POSITIVA APPENA FATTA By Anastasi Andrea 13

14 STABILIRE DEGLI OBIETTIVI E FONDAMENTALE CI AIUTA AD INDIRIZZARE IL NOSTRO FOCUS MENTALE: ovvero se stabiliamo lobiettivo da raggiungere è come se attivassimo il nostro cervello a dare priorità a tutto ciò che conduce verso lobiettivo stesso By Anastasi Andrea 14

15 STABILIRE DEGLI OBIETTIVI E FONDAMENTALE AUMENTIAMO LA NOSTRA MOTIVAZIONE: lidea costante di raggiungere qualcosa ne aumenta ovviamente il desiderio e di conseguenza la qualità dellimpegno profuso By Anastasi Andrea 15

16 STABILIRE DEGLI OBIETTIVI E FONDAMENTALE CI AIUTA AD EVITARE DISTRAZIONI: quando tutte le nostre energie e risorse sono concentrate su uno specifico obiettivo risulta più semplice non lasciarsi influenzare da ingerenze esterne By Anastasi Andrea 16

17 STABILIRE DEGLI OBIETTIVI E FONDAMENTALE RAPPRESENTA LA NOSTRA BUSSOLA: un obiettivo è il riferimento, la nostra stella polare che nei momenti di difficoltà ci guida anche quando tutto sembra confuso By Anastasi Andrea 17

18 STABILIRE DEGLI OBIETTIVI E FONDAMENTALE CI PERMETTE DI MONITORARE IL NOSTRO LAVORO: se conosciamo il punto finale al quale vogliamo arrivare in un determinato periodo di tempo, ci è possibile capire a che punto siamo in qualsiasi momento e di conseguenza orientarci e agire in maniera appropriata By Anastasi Andrea 18

19 DEFINIRE GLI OBIETTIVI SPECIFICO, DEFINITO e MISURABILE: Più lobiettivo è specifico più la nostra mente resterà focalizzate nel raggiungerlo, trovando il modo più opportuno. Cosa voglio fare, essere, avere? Come? Quando? Per quanto tempo? Dove? Con chi?..... By Anastasi Andrea 19

20 DEFINIRE GLI OBIETTIVI AVERE UNA SCADENZA: Assolutamente un obiettivo ben pianificato deve avere una scadenza sul piano temporale, nel mio programma di lavoro tecnico svolgo periodi di 4 settimane incentrati sul miglioramento tecnico By Anastasi Andrea 20

21 DEFINIRE GLI OBIETTIVI FATTIBILE: Gli obiettivi devono essere proporzionali alle nostre possibilità. Un conto è alzare i propri standart e pensare in grande cercando di spingerci oltre i nostri limiti e le nostre paure, un conto è fissare obiettivi oltre lumana realizzazione By Anastasi Andrea 21

22 DEFINIRE GLI OBIETTIVI ESPRESSO IN POSITIVO: Sempre parlare in positivo mai in negativo, la nostra mente non riconosce la negazione non pertanto tutto ciò che è espresso in negativo anzichè non venire preso in considerazione, acquista potere e si rafforza By Anastasi Andrea 22

23 DEFINIRE GLI OBIETTIVI MOTIVANTE: La giusta motivazione ci aiuta a spingerci oltre la nostra zona confort, oltre i nostri limiti e ci motiva a dare e fare quel qualcosa in più in virtù dellobiettivo finale. Le nostre mete devono essere entusiasmanti e sfidanti. By Anastasi Andrea 23

24 DEFINIRE GLI OBIETTIVI SUDDIVISIBILE IN SOTTO-OBIETTIVI INTERMEDI: La definizione di tappe intermedie ci permette di lavorare in modo più semplice e realizzabile. Nello sport serve per concentrare il focus attentivo su unaspetto tecnico alla volta. Solo quando siamo consapevoli di avere automatizzato un gesto tecnico passeremo a quello successivo. By Anastasi Andrea 24

25 DEFINIRE GLI OBIETTIVI ESPRESSO IN FORMA SRITTA: Verba volant scripta manent! le parole sono fugaci gli scritti restano. Far scrivere gli obiettivi ai propri giocatori li coinvolge ulteriormente nel progetto e li rende partecipi al programma stesso. By Anastasi Andrea 25

26 DEFINIRE GLI OBIETTIVI IN LINEA CON I PROPRI VALORI: Un obiettivo non deve entrare in contrasto con i nostri valori ovvero con ciò che rispettiamo e che è veramente importante per noi (mente inconscia). By Anastasi Andrea 26

27 DEFINIRE GLI OBIETTIVI IMMAGINABILE: Tanto più i nostri obiettivi saranno concreti e misurabili tanto più riusciremo a visualizzarli ed immaginarli. Avremo davanti ai nostri occhi non lidea di qualcosa ma la cosa stessa. By Anastasi Andrea 27

28 LA SQUADRA E MOLTO DI PIU CHE LA SEMPLICISSIMA SOMMA DEI GIOCATORI LA FORZA DEL GRUPPO E DETERMINATA DALLA QUALITA DELLE RELAZIONI CHE AL SUO INTERNO SI SVILUPPANO, DAL SENSO DI IDENTITA E DALLA DIREZIONE COMUNE CHE GIOCATORI, STAFF TECNICO, DIRIGENTI E SPONSOR PERSEGUONO ASSIEME. UNA SERIE DI FATTORI STRETTAMENTE COLLEGATI TRA LORO, LA CUI PERFETTA SINERGIA DETERMINA LOTTENIMENTO DEL SUCCESSO DELLA SQUADRA Dott. Enzo Di Vera By Anastasi Andrea 28


Scaricare ppt "IL COACH NELLO SPORT IL COACH ASSISTE LO STAFF TECNICO E GLI ATLETI NELLA GIUSTA PREPARAZIONE PER AFFRONTARE, NELLE MIGLIORI CONDIZIONI, IL MOMENTO DELLA."

Presentazioni simili


Annunci Google