La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

«Sicome il mangiare sanza voglia fia dannoso alla salute, così lo studio sanza desiderio guasta la memoria, e no ritiene cosa chella pigli.» Leonardo da.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "«Sicome il mangiare sanza voglia fia dannoso alla salute, così lo studio sanza desiderio guasta la memoria, e no ritiene cosa chella pigli.» Leonardo da."— Transcript della presentazione:

1 «Sicome il mangiare sanza voglia fia dannoso alla salute, così lo studio sanza desiderio guasta la memoria, e no ritiene cosa chella pigli.» Leonardo da Vinci Corso di autoformazione RIUSCIRE AD APPRENDERE. APPRENDERE PER RIUSICRE 2012/2013 LA MEMORIZZAZIONE Didattica Mentalista

2 Che cosè la memoria? La capacità di conservare nel tempo le informazioni apprese e di recuperarle quando servono, in modo permanente. (sistemi di memoria- Cornoldi ) DIMENSIONE COGNITIVADIMENSIONE COGNITIVA

3 La memoria è fortemente legata allapprendimento: non cè memoria senza apprendimento. La memoria è un processo dinamico e attivo: un sistema in continuo divenire….. (sistemi di memoria- Cornoldi ) Quali sono i modelli di funzionamento della memoria? DIMENSIONE COGNITIVADIMENSIONE COGNITIVA

4 LAPPRENDIMENTO IN CHIAVE FENOMENOLOGICA

5 .passato….. Presente. Presente ….. futuro Memoria retrospettiva

6 IL GESTO DELLA MEMORIZZAZIONE p = percezione (auditiva e/o visiva) e = evocazione mentale auditiva e/o visiva r = restituzione dellevocazione Il gesto della memorizzazione consiste nel partire da un oggetto di percezione (p) per realizzarne una codificazione mentale (e) e collocare questo evocato in una situazione ipotetica di riutilizzazione (r). La memoria non è semplicemente come un granaio dove si possono accumulare i sacchi di farina cioè i ricordi. Per rendere più funzionale la memoria, il progetto di conservazione delle immagini mentali deve essere associato ad un progetto di riutilizzazione futura dei dati conservati. La memoria è una funzione di relazione con lavvenire dice A. de La Garanderie ed egli sottolinea che il progetto per ritrovare le evocazioni consiste nel lanciare nellimmaginario dellavvenire ciò che vi si vuole ritrovare. La memoria pertanto non si alimenta paradossalmente nel passato ma nel futuro. Quindi per MEMORIZZARE occorre: METTERSI NELLA DISPOSIZIONE MENTALE (PROGETTO DI SENSO A DIMENSIONE VISIVA E/O AUDITIVA) DI RIUTILIZZAZIONE DELLEVOCAZIONE

7 «….denunciato lerrore in cui è caduto il pensiero pedagogico, allorché ha affermato che per memorizzare basta ed è sufficiente ripetere, riprodurre quel che si vuole ricordare perché ne consegua la memoria. Se questo procedimento fallisce, è la natura che non è stata generosa nella ripartizione che ne ha fatto…Inutile cercare altrove una diversa spiegazione! Per conto mio considero una tale prospettiva del tutto infondata, perché ripetizione e riproduzione non implicano in alcun modo la memorizzazione. La terra replica continuamente il proprio moto da migliaia di anni, eppure non si può certo affermare che possieda una memoria! Lalbero, quando giunge la stagione primaverile, non va a ricordarsi che è arrivato il momento di far spuntare le foglie, ecc…! La ragione pedagogica cerca di essere una ragione pedagogica della memorizzazione: ma qual è il senso che occorre attribuire ad un progetto di atto perché esso risulti capace di memorizzare?...» A.de La Garanderie, Critique de la raison pédagogique B. pag: 91.

8

9 Lattore di teatro che prova il suo spettacolo anticipa il momento in cui sarà sul palcoscenico. LA MEMORIZZAZIONE Didattica Mentalista Progetto di senso

10 LA MEMORIZZAZIONE Un semplice esempio: lalunno impara una lezione e la colloca mentalmente nel futuro immaginando di ripeterla due giorni dopo in un certo contesto... Didattica Mentalista Progetto di senso

11 Le immagini auditive e visive diventano efficaci quando il soggetto le utilizza con uno scopo di progettualità, cioè con la finalità di rivedere sotto forma di evocazione auditiva e/o visiva predisponendosi mentalmente alla percezione in una situazione di attesa cognitiva. Questo progetto è una condicio sine qua non affinchè le evocazioni possono essere utilizzate in modo adeguato e funzionale. La rappresentazione travalica la semplice percezione delloggetto ponendosi come rielaborazione mentale dellimpressione sensoriale. Se non esistesse il progetto di scopo la rappresentazione non avrebbe le caratteristiche dellevocazione mentale. «Il metodo metacognitivo della gestione mentale. Il pensiero di Antoinde de La Garanderie» di P. Sacchelli pag.103.

12 Attenzione Immaginario del futuro + = Memorizzazione DIMENSIONEMENTALEDIMENSIONEMENTALE

13 COME POSSO STUDIARE A MEMORIA UNA POESIA, UNA FILASTROCCA O UNA CANZONCINA? Linsegnante chiede agli alunni di leggere (o scrivere) una poesia (corredata da immagini che rappresentano le varie sequenze in classe prima o seconda primaria) e spiega ai suoi alunni in che modo possono memorizzarla.

14 Grazie al dialogo pedagogico l alunno perviene alla consapevolezza della propria madrelingua naturale. In questo modo ciascun bambino può utilizzare il discorso interiore o le immagini mentali per imparare la poesia o memorizzare qualsiasi altro contenuto disciplinare………

15 Attenzione Immaginario del futuro + = Memorizzazione PASSATO PRESENTE FUTURO MEMORIZZAZIONE DIDATTICA MENTALISTA

16 VISIVO Rilegge la poesia con lintenzione di rivedere mentalmente le parole sotto forma di immagini. AUDIVO Rilegge la poesia con lintenzione di ripetere le parole nella mente MEMORIZZAZIONE DARE IL TEMPO PER FAVORIRE LEVOCAZIONE VISIVO Ripete la poesia con lintenzione di rivedere le immagini delle parole. ATTENZIONE RIFLESSIONE AUDITIVO Ripete la poesia con lintenzione di rievocare le parole nella mente.

17 IL FUNGO Dentro al grande bosco cè un fungo modello quando piove funziona da ombrello quando cè il sole che brucia le piante dà un frescolino così riposante Dicono i grilli e le formiche tra loro: Compare fungo sei proprio un tesoro! E lui risponde modesto: MA no, no, ognuno a questo mondo fa quello che può! C.Kubler Giorni dautunno, Bergamo, Atlas

18

19

20 Grazie dellattenzione …… Arrivederci…...a presto.


Scaricare ppt "«Sicome il mangiare sanza voglia fia dannoso alla salute, così lo studio sanza desiderio guasta la memoria, e no ritiene cosa chella pigli.» Leonardo da."

Presentazioni simili


Annunci Google