La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prima cera soltanto il nulla: unimmensità di spazio senza principio e senza fine, indescrivibilmente buio e freddo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prima cera soltanto il nulla: unimmensità di spazio senza principio e senza fine, indescrivibilmente buio e freddo."— Transcript della presentazione:

1

2 Prima cera soltanto il nulla: unimmensità di spazio senza principio e senza fine, indescrivibilmente buio e freddo.

3 In questo vuoto smisurato di freddo e di buio, apparve una grande nube di fuoco che racchiudeva tutte le stelle che sono nel cielo: luniverso intero stava in quella nube e, tra le stelle più piccole, cera il nostro mondo….

4 … ma allora non erano stelle, perché non cera che luce e calore. Il calore era così forte che tutte le sostanze che noi conosciamo – ferro, oro, terra, rocce, acqua – erano gas, inconsistenti come laria.

5 Quando si formò il sistema solare, attorno al sole orbitava una moltitudine di mini-pianeti. Questi si scontravano e si ricomponevano ripetutamente fino a formare pochi pianeti di dimensioni più grandi. Così si è formata la Terra 4 miliardi e 600 milioni di anni fa

6 Se usassimo un orologio per rappresentare il tempo di questa Storia, dovremmo disegnarlo più o meno così: Formazione della prima crosta, dalle 12 alle 4 Era Archeozoica dalle 4 alle 10 Era Paleozoica dalle 10 alle 11 Era Mesozoica dalle 11 alle 11,43 Era Cenozoica dalle 11,43 alle 11,58 Era Neozoica dalle 11,58 alle 12

7

8

9 Il calore sviluppato dallimpatto dei mini-pianeti con la Terra fece evaporare gli elementi dei mini- pianeti e formò un gas denso. Quel gas era formato soprattutto da vapore acqueo e anidride carbonica.

10 Leffetto serra fece salire la temperatura della superficie della Terra. Il pianeta fu ricoperto da un mare di magma incandescente, profondo quasi mille chilometri.

11 Le collisioni con i mini- pianeti, un po per volta diminuirono; lentamente latmosfera primordiale e la superficie della Terra cominciarono a raffreddarsi. Sulla superficie del mare di magma cominciò a formarsi una sottile crosta.

12 La temperatura della superficie della Terra scese fino a 150° C, e il vapore acqueo dellatmosfera si trasformò in una pioggia calda. In questo modo si formò il mare.

13 Lanidride carbonica era il principale elemento dellatmosfera. Quando la temperatura si abbassò ancora, latmosfera divenne trasparente…e… esci e clicca su Era Archeozoica

14 Fu un periodo lunghissimo e non si può stabilire esattamente la sua durata, ma gli scienziati possono fare solo delle ipotesi, perchè i resti di organismi sono rari e incompleti. Noi sappiamo bene che occorrono prove e documenti per poter ricostruire la Storia con esattezza.

15 …e si crearono le condizioni per le prime forme di vita

16 Le prime cellule non erano dotate di nucleo.

17 Da 2 miliardi, a un miliardo e 900 milioni di anni fa: comparvero le cellule dotate di nucleo.

18 Le cellule dotate di nucleo cominciarono a raggrupparsi in corpi pluricellulari.

19 Nei mari crebbero le alghe e si avviò la fotosintesi.

20 La Terra primordiale non aveva protezione dai raggi ultravioletti e, quindi, gli esseri viventi potevano vivere solo nellacqua, dove questi raggi non arrivavano. Un po per volta, per effetto della fotosintesi delle alghe, latmosfera cominciò a riempirsi di ossigeno. esci e clicca su Era Paleozoica

21

22 Regno dei trilobiti

23 Circa 600 milioni di anni fa si ebbe anche la comparsa di animali invertebrati con guscio rigido. Questa fu la prima esplosiva evoluzione della vita.

24 Da questi organismi hanno avuto origine tutti gli esseri viventi.

25 460 milioni di anni fa ci fu la comparsa dei primi animali vertebrati. La vita si svolgeva ancora solo nellacqua.

26 Cefalopode con conchiglia lunga Granchio delle Molucche Scorpione marino

27 Crinoidi o gigli di mare

28 420 milioni di anni fa ci fu la comparsa delle piante sulla Terra, non più solo nellacqua. Le prime piante erano concentrate nei pressi degli stagni e dei laghi.

29 410 milioni di anni fa 410 milioni di anni fa…...i primi anfibi

30 Età dei pesci

31 A 340 milioni di anni fa risale la comparsa di piante con semi e radici. Più tardi ci fu una grande glaciazione nellemisfero meridionale. 300 milioni di anni fa comparvero i rettili.

32 Sigillaria Calamita Cicadea Felce

33 I rettili si diffusero su tutta la superficie terrestre. Quasi tutte le terre erano raggruppate in un unico grande Supercontinente.

34 I rettili raggiunsero dimensioni ragguardevoli (anche 3 metri ); erano per lo più carnivori e, dallevoluzione di alcune specie di essi, sarebbero nati i primi mammiferi. esci e clicca su Era Mesozoica

35

36 220 milioni di anni fa entrarono in scena i dinosauri. Gli anfibi e i rettili cominciarono ad avviarsi verso la decadenza.

37 Nel cielo apparvero i dinosauri volanti: Archaeopterix.

38 Quando il clima si stabilizzò, i dinosauri diventarono molto più grandi; alcuni pesavano oltre 100 tonnellate.

39 Risale a questo periodo la comparsa dei primi mammiferi ovipari.

40 Da 135 a 70 milioni di anni fa: piante con fiori e ultimi dinosauri.

41 Sulle cause dellestinsione dei dinosauri ci sono molte incertezze. Non si sa se la causa fu limpatto di un grande meteorite con la Terra o un devastante cambiamento climatico. esci e clicca su Era Cenozoica

42

43 …è lEra dei mammiferi

44 La storia dei mammiferi comincia nel TRIASSICO, circa 200 milioni di anni fa, quando un gruppo di rettili diventò capace di produrre calore interno, in modo da poter affrontare le più dure condizioni climatiche. Questi rettili possedevano già una dentatura molto simile a quella dei mammiferi. I primi mammiferi erano onnivori, ma con una specifica preferenza per una dieta a base di insetti.

45 I mammiferi primitivi erano aplacentati, cioè si riproducevano deponendo un uovo che potevano conservare in unapposita tasca, nel ventre o in un nido.

46 In questa Era fanno la loro comparsa i marsupiali e i placentati. In entrambi lembrione si sviluppa allinterno del corpo della madre. I placentati sviluppano attorno allembrione un tessuto particolare, capace di proteggere e di fornire nutrimento ai piccoli fino alla nascita.

47 La possibilità di tenere i piccoli dentro di sé, invece che deporre le uova esposte ai pericoli dei predatori e del clima, è un vantaggio decisivo per i mammiferi.

48 I mammiferi si diffondono anche nellaria, con i pipistrelli…

49 …e nellacqua, con balene, delfini e tutti gli altri mammiferi acquatici. esci e clicca su Era Neozoica

50 A noi sembra un periodo lunghissimo, perché racchiude tutta la storia delluomo, ma, in realtà, è molto breve se lo confrontiamo con lintera Storia dellEvoluzione. significa nuova.

51 I nostri più lontani antenati si snodano lungo gli ultimi 30 milioni di anni… …ma bisogna arrivare fino a circa 3 milioni e mezzo di anni fa, perché appaia un essere per il quale la parentela con luomo sia più facilmente definibile.

52 Si tratta dellHomo Habilis, vissuto nellAfrica Sud-Orientale, dove si sono trovati i suoi resti. Lhomo Habilis ha andatura eretta, una dentatura molto simile a quella delluomo attuale, un cervello un poco più grosso di quello delle scimmie che gli vivono accanto, ma soprattutto è capace di costruirsi qualche primo rudimentale attrezzo.

53

54 Dopo lHomo Habilis compare lHomo Erectus. Quest uomo, dallAfrica si diffonderà presto in tutto il mondo.

55 Le grandi migrazioni

56 La storia delluomo continua fino a noi…e andrà oltre… Luomo ha lasciato dietro di sé tracce del suo lovoro e, quindi, della sua intelligenza… ed ha saputo usare le sue ricchezze spirituali al servizio degli altri…

57 Se accettiamo questo concetto, dobbiamo dimostrare riconoscenza e rispetto verso tutti quelli che ci hanno preceduto e che hanno saputo prepararci il mondo in cui viviamo. Noi dobbiamo impegnarci a non distruggere il tesoro che i nostri progenitori ci hanno preparato, ma lo dobbiamo accrescere per consegnarlo a chi verrà dopo di noi.

58 Lavoro multimediale realizzato dallins. Iris Leone CIRCOLO DIDATTICO MANZONI FOGGIA SCUOLA PRIMARIA MONTESSORI Anno scolastico 2003\2004


Scaricare ppt "Prima cera soltanto il nulla: unimmensità di spazio senza principio e senza fine, indescrivibilmente buio e freddo."

Presentazioni simili


Annunci Google