La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Se la felicità sidentifica con i piaceri del corpo,diremo felici i buoi,quando trovano cicerchie da mangiare. Altro è il piacere del cavallo,altro quello.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Se la felicità sidentifica con i piaceri del corpo,diremo felici i buoi,quando trovano cicerchie da mangiare. Altro è il piacere del cavallo,altro quello."— Transcript della presentazione:

1

2

3 Se la felicità sidentifica con i piaceri del corpo,diremo felici i buoi,quando trovano cicerchie da mangiare. Altro è il piacere del cavallo,altro quello del cane,altro quello delluomo;gli asini sceglierebbero piuttosto lo strame che loro;per gli asini infatti esso è un cibo più piacevole delloro.

4 In questi frammenti Eraclito esprime una polemica contro gli uomini che vengono accusati di vivere come animali. Eraclito con il paragone uomini-animali evidenzia due idee: _ una semplice constatazione delle cose (ciò che piace agli animali non piace agli uomini e viceversa) _ un significato spregiativo per la maggior parte degli uomini incolpati di vivere come animali

5

6 Acque sempre diverse scorrono per coloro che simmergono negli stessi fiumi. Negli stessi fiumi scendiamo e non scendiamo,siamo e non siamo. Nello stesso fiume non è possibile scendere due volte.

7 In questi celebri frammenti del fiume, si stabilisce un confronto tra la sempre mutevole vita e i fiumi che incessantemente scorrono e cambiano. A Eraclito viene attribuita lidea del continuo fluire cosmico. Non è possibile bagnarsi nello stesso fiume dice Eraclito nel nome del fiume cè unidentità e una permanenza mentre nella cosa significata dal nome è presente un continuo mutamento. Lo stesso si dice della identità: ognuno di noi è sempre io anche attraverso il mutamento del corpo. Eraclito vuole dire siamo sempre diversi eppure siamo sempre gli stessi, siamo e non siamo.

8

9 Come il ragno, stando nel mezzo della tela, immediatamente avverte quando una mosca spezza qualche suo filo e così lì accorre celermente, quasi provasse dolore per la rottura del filo, così lanima delluomo, ferita in qualche parte del corpo, vi accorre celermente, quasi non riesca a sopportare la ferita del corpo, la quale è congiunta saldamente e secondo una precisa posizione.

10 Eraclito mette a confronto lanima umana ed il ragno ed il corpo e la tela tessuta dal ragno. L anima è paragonata al ragno che ripara le ferite nella tela dovute ad una mosca. Lallegoria è lanima sola che può porre rimedio ai mali del corpo ed è strettamente collegata con il corpo.

11

12 Il Dio è giorno e notte,inverno ed estate,guerra e pace,sazietà e fame,e muta come [il fuoco],quando si mescola ai profumi e prende nome dallaroma di ognuno di essi.

13 Questo frammento molto bello e denso di significati vede il Dio paragonato al fuoco.Come il fuoco si confonde con gli aromi delle cose a cui si mischia,così la divinità non vede differenze e si ritrova in tutto.

14


Scaricare ppt "Se la felicità sidentifica con i piaceri del corpo,diremo felici i buoi,quando trovano cicerchie da mangiare. Altro è il piacere del cavallo,altro quello."

Presentazioni simili


Annunci Google