La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Terremoti catastrofici e tsunami: la natura sembra impazzita. Ecco cosa sta succedendo sotto i nostri piedi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Terremoti catastrofici e tsunami: la natura sembra impazzita. Ecco cosa sta succedendo sotto i nostri piedi."— Transcript della presentazione:

1 Terremoti catastrofici e tsunami: la natura sembra impazzita. Ecco cosa sta succedendo sotto i nostri piedi

2 Orogenesi La compressione delle placche provoca la formazione di catene montuose Fondo sottomarino Molti confini di faglia viaggiano sotto gli oceani: da queste fenditure fuoriesce magma che crea nuova crosta terrestre e isole vulcaniche, e alimenta vulcani sottomarini Terremoto Faglie Trasformi Le due faglie slittano spostandosi lateralmente Magma nel mantello Margini convergenti Le due zolle si scontrano ed una viene spinta sotto laltra fondendosi. Nellarea di scontro (zona di subduzione) possono scatenarsi violentissimi terremoti. Margini divergenti Le due placche si allontanano e dal sottosuolo emerge il magma che forma la nuova crosta. La terra trema e non è la sola. A far paura è la sequenza in crescendo dei terremoti dal terremoto dellAquila a quello di Haiti e al Cile.

3 Le placche: La crosta e la parte superiore del mantello della Terra formano la Litosfera 1.La Litosfera è divisa in placche 2.Queste placche con il loro peso premono sugli strati caldi sottostanti 3.Contemporaneamente la roccia fusa in alcuni punti tende a salire in superficie Catena Vulcanica Crosta oceanica Origine dei Terremoti (clicca sullicona a destra)

4 Zolle tettoniche: Clicca sulla terra per vedere il filmato

5 Tsunami: come si genera Un terremoto sotto loceano genera una serie di tsunami (onde anomale) Onde enormi attraversano loceano ad una velocità fino ad 800 Km/h Quando londa incontra fondali bassi rallenta la sua corsa ma diventa molto più alta

6 Simulazione di uno Tsunami Clicca sulla foto per vedere il filmato

7 Uno Tsunami visto dallalto Animazione degli tsunami risultanti dal terremoto sottomarino del 26 dicembre 2004 nel sud-est asiatico.

8 I vulcani: 1. Quando le due placche tendono ad allontanarsi, nella litosfera si apre una sorta di ferita 2. Dagli strati caldi sottostanti la roccia fusa sale verso la superficie e fuoriesce dalle bocche dei vulcani

9 I vulcani Clicca sulla foto per vedere il filmato

10 Le catene montuose: Nei punti di frizione fra due placche possono avvenire terremoti o altri fenomeni Sismici o possono formarsi vulcani o normali catene montuose Le Ande, allestremità della placca di Nazca, sono nate in questo modo I monti in particolare si formano quando due placche premono luna contro laltra e i loro bordi si sollevano

11 Terremoto in Abruzzo 2009 Il terremoto dell'Aquila del 2009 consta di una serie di eventi sismici, iniziati nel dicembre 2008 e susseguitesi per diversi mesi, con epicentri nell'intera area della città e della provincia dell'Aquila. La scossa principale si è verificata il 6 aprile 2009 alle ore 3:32

12 Notiziario del disastro Clicca sul quadro nero per vedere il filmato del TG5

13 Palazzo della Prefettura

14 Chiesa di Paganica

15 Chiesa di Paganica dopo il puntellamento

16 Il terremoto visto dallalto:

17

18

19 Terremoto di Haiti Il terremoto di Haiti del 2010 è stato un terremoto catastrofico di magnitudo 7,0 con epicentro localizzato a circa 25 chilometri in direzione ovest-sud-ovest della città di Port-au-Prince, capitale dello Stato caraibico di Haiti. La scossa principale si è verificata alle ore 16:53:09 locali (21:53:09 ) di martedì 12 gennaio 2010 a 13 km di profondità. Il sisma ha colpito in modo particolare la capitale Port-au-Prince distruggendo o danneggiando gravemente molti edifici della città tra cui il Palazzo Presidenziale, la sede dell'Assemblea Nazionale di Haiti, la cattedrale e la prigione principale. Tutti gli ospedali della città sono stati distrutti o sono risultati talmente danneggiati da dover essere evacuati

20 Il Palazzo Presidenziale di Haiti dopo il sisma

21 Il centro di Port ou Prince dopo il sisma

22 Mappa rischio sismico

23 Terremoto ad Haiti Clicca sul quadro nero per vedere il filmato sullattività sismica nellarea di Haiti

24 Terremoto del Cile del 2010 Il terremoto in Cile del 2010 è stato un evento sismico verificatosi a largo della costa del Maule in Cile il 27 febbraio 2010 alle ore 3:34 locali, con una magnitudo di 8,8 durato per circa tre minuti. È stato il più forte terremoto che ha colpito il Cile dal 1960 e il più forte al mondo dal Maremoto dell'Oceano Indiano del Il sisma ha liberato un'energia volte maggiore rispetto al terremoto di Haiti dello stesso anno ed è stato volte più potente del terremoto dell'Aquila del Gli scienziati della NASA hanno appurato che il terremoto è stato così potente che ha spostato l'asse di rotazione terrestre di 2,7 millisecondi di arco, pari a 8 centimetri e di conseguenza ha accorciato la durata delle giornate: il cambiamento, seppur minimo, sarebbe permanente, con una riduzione di 1,26 microsecondi della durata del giorno.

25 Il sisma si è verificato lungo la linea di contatto tra la placca di Nazca e quella sudamericana, in un punto dove la prima si converge di circa 80 mm/anno. Il terremoto è stato generato dalla forte spinta causata dalla subduzione della placca di Nazca con la placca sudamericana.

26 Notiziario del disastro Clicca sulla foto per vedere il notiziario

27 Museo darte contemporanea a Santiago del Cile dopo il sisma

28 Palazzi crollati a Conceptiòn

29 Gli alunni della 3B Istituto Comprensivo Statale Amerigo Vespucci - Vibo Marina FINE


Scaricare ppt "Terremoti catastrofici e tsunami: la natura sembra impazzita. Ecco cosa sta succedendo sotto i nostri piedi."

Presentazioni simili


Annunci Google