La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ISTITUTO COMPRENSIVO TORREGROTTA PIANO OFFERTA FORMATIVA SCUOLA PRIMARIA A.S. 2013/2014.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ISTITUTO COMPRENSIVO TORREGROTTA PIANO OFFERTA FORMATIVA SCUOLA PRIMARIA A.S. 2013/2014."— Transcript della presentazione:

1 ISTITUTO COMPRENSIVO TORREGROTTA PIANO OFFERTA FORMATIVA SCUOLA PRIMARIA A.S. 2013/2014

2 LA MISSION LA MISSION Limpegno di tutti gli operatori scolastici è indirizzato verso la realizzazione di una scuola che sia un centro di esperienze socio-culturali dinamico e aperto allesterno. Il concetto di ESPERIENZA, colto nelle dimensioni sociale e culturale, raccoglie interamente il significato pedagogico della proposta formativa. La connotazione di DINAMICO spiega cosa si intende per flessibilità,: una risposta organizzativa adeguata, coerente, costantemente verificata e modificata in relazione ai bisogni formativi degli allievi e alle loro trasformazioni. Il termine APERTO esplicita il senso, la natura e la struttura di un rapporto con la cultura sociale del territorio, nei termini di una scuola pensata come luogo che produce cultura. Il Dirigente Scolastico Prof.ssa Palma Rosa Legrottaglie

3 ORGANIGRAMMA DISTITUTO Dirigente Scolastico DSGA Collaboratori del Dirigente Scolastico Funzioni Strumentali Responsabili di plesso Coordinatori del Consiglio di Classe Referenti Commissioni Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione Personale ATA

4 SEDI SCUOLA PRIMARIA Scuola Primaria Statale R. Guttuso via Prof. Sfameni - Scala

5 Scuola Primaria Statale Scuola Primaria Statale S. Quasimodo via Crocieri - Crocieri SEDI SCUOLA PRIMARIA

6 Scuola Primaria Statale L. Sciascia via Mezzasalma - Torregrotta SEDI SCUOLA PRIMARIA

7 I plessi scolastici sono dotati di: Biblioteca Sala docenti Aule dotate di lavagna interattiva multimediale (LIM) Laboratori di informatica con lavagna interattiva multimediale Aule polifunzionali Spazi aperti Campi sportivi polifunzionali Archivio Scolastico Aula magna polifunzionale STRUTTURE

8 ORGANIZZAZIONE ORARIA SCUOLA PRIMARIA Per rispettare le esigenze complessive di benessere psico-fisico dei bambini e garantire le migliori condizioni per l'apprendimento, l'attività didattica è ripartita in orari antimeridiani e pomeridiani da svolgersi in 5 giorni settimanali. Scuola Primaria DA LUNEDI A VENERDI INGRESSO ORE USCITA ORE MARTEDI TEMPO PROLUNGATO TUTTE LE CLASSI INGRESSO ORE 8,10 USCITA ORE 16,10 Mensa ore 13.10/14.10 GIOVEDI TEMPO PROLUNGATO CLASSI V INGRESSO ORE 8,10 USCITA ORE 17,10

9 DISCIPLINE Italiano Matematica Scienze e Tecnologia Informatica Inglese Arte e Immagine Musica Storia e Geografia Scienze motorie e Sportive Religione

10 I PLESSI DI SCUOLA PRIMARIA SONO DOTATI DI: Aula multimediale Lavagne interattive (LIM) Campo sportivo polifunzionale Biblioteca Aula polifunzionale Spazi allaperto

11 PROGETTI MINISTERIALI E AMPLIAMENTO OFFERTA FORMATIVA Educazione ambientale Educazione allintercultura Progetto continuità Educazione alla sicurezza Progetto educazione alla legalità Progetto dispersione scolastica Educazione stradale Alfabetizzazione motoria Drammatizzazione Educazione alla salute Progetto lettura Visite guidate e viaggi distruzione TelethonTeatro e Cineforum Accoglienza

12 Il progetto di alfabetizzazione motoria, destinato agli alunni della scuola Primaria è considerato strumento efficace per favorire un armonico sviluppo del bambino, per trasmettere valori importanti quali il rispetto delle regole, la tolleranza, lintegrazione e la coesione sociale. Lattività progettuale prevede, in particolare lavvicinamento ludico e giocoso al mondo dello sport. Lattività è supportata da esperti qualificati incaricati dal CONI.

13 PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE: SICURI SULLA STRADA Responsabilizzare il bambino nei confronti delle norme che regolano la vita sociale; Primi approcci alla conoscenza degli spazi stradali e loro funzione (sede stradale, marciapiede, viali pedonali e ciclabili, attraversamenti pedonali, incroci, stop); Riconoscere le figure istituzionali che tutelano lo svolgersi ordinato delle attività inerenti la circolazione stradale: gli agenti di Polizia Municipale; Approccio alla conoscenza e rispetto delle principali regole della circolazione sulla strada: a) I segnali stradali (segnali manuali del vigile, forme e colori dei segnali stradali, semaforo, segnali orizzontali); b) Dispositivi di sicurezza in auto; c) Regole e comportamenti adeguati del pedone.

14 PROGETTO LETTURA Il progetto lettura ha lo scopo di: Far partecipare gli alunni a concorsi e iniziative indetti da enti e associazioni esterni ritenuti di particolare valore formativo. Promuovere un atteggiamento positivo nei confronti della lettura Favorire l'avvicinamento affettivo ed emozionale dellalunno al libro e al quotidiano Fornire le competenze necessarie per realizzare un rapporto attivo-creativo e costruttivo con il libro e con il quotidiano Educare all'ascolto e alla comunicazione con gli altri

15 PROGETTO CONTINUITA Il progetto continuità, coinvolge i tre ordini di scuola e ha lo scopo di facilitare il passaggio degli alunni/e da una scuola allaltra, mirando a garantire concretamente una continuità educativa e formativa, progettando attività che favoriscono il passaggio da un ordine di scuola ad un altro per attenuare lansia degli utenti, promuovendo esperienze di accoglienza e conoscenza reciproca tra gli allievi e tra questi e i docenti.

16 PROGETTO LEGALITà Il progetto legalità, intende far interiorizzare le regole per una convivenza democratica.

17 PROGETTO DISPERSIONE SCOLASTICA Gli interventi educativi e didattici mirano a prevenire la dispersione scolastica, a promuovere il successo formativo per aiutare l'alunno a svilupparsi intellettualmente, affettivamente, socialmente, al meglio delle sue possibilità", a intervenire nelle situazioni di disagio e di difficoltà di apprendimento, a mantenere coerenza fra lo statuto epistemologico delle discipline e le finalità della nostra Offerta Formativa.

18 Progetto EDUCAZIONE ALLA sicurezza Leducazione alla sicurezza è un aspetto fondamentale della programmazione educativa. Per la nostra scuola, la sicurezza rappresenta un diritto primario volto a sensibilizzare gli alunni sui problemi della sicurezza che più frequentemente devono e dovranno affrontare nella vita quotidiana.

19 PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE Promuovere atteggiamenti consapevoli e responsabili verso la tutela dellambiente Sensibilizzare gli alunni alle problematiche legate alla tutela dellambiente e allo sviluppo sostenibile Educare al risparmio energetico ed alla raccolta differenziata dei rifiuti

20 FESTA DELLALBERO Festa dellalbero 21 novembre 2012 Nel giorno 21 novembre 2012 si è svolta la partecipazione alla manifestazione nazionale Festa dellalbero 2012, in collaborazione con i volontari di Legambiente del Tirreno. La manifestazione,di alto valore formativo e riconosciuta dallUNESCO per leducazione allo sviluppo sostenibile, è stata rivolta agli alunni della scuola primaria L. Sciascia e della scuola secondaria di I grado Dante Alighieri dellIstituto Comprensivo Torregrotta ; essa inoltre ha assunto un significato di particolare importanza poiché, nel semplice gesto della piantumazione di un alberello di ulivo, si é voluto commemorare la maestra Melina Condipodero. …i vecchi piantano alberi che gioveranno in un altro tempo… (Cicerone)

21 AUTUNNO IN FESTA

22 FESTA UNITÀ DITALIA

23 La nostra scuola ritiene fondamentale prevenire il disturbo della dislessia in una fase propositiva e dispone la possibilità di effettuare degli screening (con il consenso della famiglia) per individuare eventuali disturbi di apprendimento (DSA). Per ogni alunno certificato la scuola: Predispone il PDP; Facilita il percorso scolastico e lampliamento delle conoscenze culturali dellalunno; Incoraggia e sostiene lalunno emotivamente con gratificazioni che incrementino la sua autostima Fornisce elementi significativi per attuare una didattica adeguata alla presenza di alunni dislessici Fornisce la conoscenza della normativa vigente e delle strategie compensative e dispensative di intervento, atte al raggiungimento del successo formativo. DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

24 VALORIZZAZIONE DELLE ECCELLENZE Partecipazione a: Giochi matematici del Mediterraneo (classi III, IV e V); Concorsi di poesia e narrativa; Partecipazione a noi Magazine, con pubblicazione dei lavori premiati su 10 e lode

25 La scuola comunica con le famiglie attraverso contatti telefonici, comunicazioni scritte e colloqui diretti con riferimento alla frequenza o al profitto degli alunni. Informa lutenza sui servizi e sulle attività didattiche attraverso il costante aggiornamento del proprio sito internet: Da l prossimo anno verrà utilizzato il registro on line con tutti i servizi connessi alla dematerializzazione degli atti.

26 COME CONTATTARCI CONTATTI: Direzione e segreteria amministrativa: Via Crocieri, Torregrotta (ME) DIRIGENZA Tel SEGRETERIA Tel Fax Sito web dellIstituto: COD. MECC. MEIC Codice Fiscale Orario di Ricevimento: SEGRETERIA: MARTEDÍ e VENERDÍ dalle 11:00 alle 13:00 MARTEDÍ dalle 15:00 alle 17:00 PRESIDENZA: MARTEDÍ e VENERDÍ dalle 11:30 alle 13:00 o per appuntamento

27 Iscrizioni a.s. 2013/14 Si informa che le iscrizioni alla prima classe della scuola primaria e alla prima classe della scuola secondaria di primo grado si potranno effettuare esclusivamente in modalità on-line tramite il sito ministeriale: dal 21/01/2013 al 28/02/2013. Cliccare sul sito per avere maggiori informazioni in merito.


Scaricare ppt "ISTITUTO COMPRENSIVO TORREGROTTA PIANO OFFERTA FORMATIVA SCUOLA PRIMARIA A.S. 2013/2014."

Presentazioni simili


Annunci Google